Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Il libro serio della cacca: La digestione oltre i tabù

Il libro serio della cacca: La digestione oltre i tabù

Leggi anteprima

Il libro serio della cacca: La digestione oltre i tabù

Lunghezza:
199 pagine
1 ora
Pubblicato:
14 mag 2020
ISBN:
9788893781879
Formato:
Libro

Descrizione

Cosa succede nella nostra pancia? Un titolo come quello che avete in mano potrà risolvere questo e molti altri dubbi. Si parlerà di digestione, di fibre, di malattie intestinali e di come curarle. Un titolo senza dubbio curioso, che ci parla in modo ironico ma serio di una cosa che accomuna tutti quanti.
Pubblicato:
14 mag 2020
ISBN:
9788893781879
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Anteprima del libro

Il libro serio della cacca - Caroline Balma-Chaminadour

Commons

Prefazione

Cosa c'è di più universale della cacca? Tutti vi sono coinvolti; maschi e femmine, piccoli e grandi, celebrità e sconosciuti, atei o credenti. La vita comincia così; chiamiamo questa prima evacuazione il meconio. E finisce anche così, al momento della morte, attraverso una perdita di fluidi. La cacca ci accompagna per tutta la nostra esistenza; alcune sostanze si deteriorano anche in modo da rendere problematica la loro evacuazione. E ci sono degli uomini o delle donne la cui miglior compagna di vita sarà stata, infine, la loro costipazione.

Sarà perché ci ricorda la nostra animalità che la ignoriamo, la respingiamo? In ogni caso, esiste in ogni lingua una parola per chiamarla. Di solito si tratta di una parola molto corta, di due o tre sillabe. Molto raramente sono di più; un po' come se la sua semplice evocazione dovesse essere essa stessa molto breve, e che parlarne sia un qualcosa di sporco. Alcune parole sono anche molto evocative, quasi che onomatopeicamente richiamino i gas intestinali che seguono lo stesso percorso: pooh, pet, poop, prout; tutto comincia da un suono. L'orecchio attento della madre conosce il significato dei rumori del suo bambino che evacua gas prima ancora di sentirlo lallare.

Alcuni attribuiscono a essa un valore simbolico della relazione madre-figlio. Una delle prime funzioni sociali che si apprendono da bambini è di controllare l'uscita della propria cacca. In modo molto significativo, la si chiama continenza¹.

Gli odori associati alla cacca sono nauseabondi; giocarci testimonia la presenza di evidenti turbe psichiche; perfino le operazioni chirurgiche che mettono in contatto con mucose e contenuto intestinale non se la passano bene. Il nostro vecchio amico che è il nostro contenuto intestinale non ci vuole che del male.

La sua composizione sta per essere (ri)scoperta. La chiamiamo microbiota (e non caccabiota!). È più promettente. Sappiamo bene che è socialmente più accettabile essere un ricercatore nel campo del microbiota che non essere un caccologo. Persino la medicina se ne è appropriata. Una volta, accusata di ogni colpa, la si chiamava gli umori. Bisognava evacuarla a colpi di clisteri per stare bene. Oggi è ispezionata con sonde molecolari alla ricerca dei germi e dei meccanismi che potrebbero favorire o provocare malattie come l'Alzheimer, le coliti infiammatorie, il Parkinson e molte altre ancora. Un'altra dimostrazione della sua importanza è che la prima domanda che vi faranno in Pronto Soccorso, se ci andrete per un mal di pancia, sarà: Avete dei gas? Quando siete andato per l'ultima volta di corpo? E quando vi dimetteranno, anche dopo un'appendicite, vi faranno la stessa domanda.

Mi ricordo, quand'ero studente, delle visite del primario, davanti al letto del malato, che domandava all'assemblea dei tirocinanti, davanti a una timida paziente operata il giorno prima: È andata di corpo? E lo studente che ero doveva sapere ogni cosa del suo paziente, comprese le sue defecazioni.

Pertanto, nonostante la sua evidente importanza nell'immaginario collettivo in generale e per la medicina in particolare, non avrei mai pensato un giorno di scrivere la prefazione di un libro sulla cacca. Siamo all'alba di scoperte importanti per il microbiota; e così la conoscenza della sua storia, per cultura personale o per semplice curiosità, non è incongrua, anzi. Ma bisognava osare scriverlo! Se il titolo è un po' provocatore – avreste mai aperto un libro intitolato il libro della merda? - in fondo è un quadro chiaro (e divertente), documentato e senza pregiudizi. Caroline Balma-Chaminadour conosce il fatto suo e ha saputo liberarsi dei tabù con il suo talento abituale.

Se bisognava scriverlo, bisogna osare leggerlo! Forse lo leggerete in modo che sia visibile agli altri, in treno, in metro, lasciandolo sul vostro comodino, o discretamente, quasi di nascosto. Non leggetelo in bagno, perché non è consigliabile leggerlo direttamente sul water (consiglio del medico). In breve, che sia per ridere o istruirsi, qui leggerete ciò che non immaginate, con semplicità e buonumore. Non crederete... alle vostre orecchie. Allora, osate!

Dottor Philippe Godeberge

Gastroenterologo e coloproctologo.

Primario dell'Ospedale di Parigi

Professore emerito della clinica degli Ospedali di Parigi – Assistente universitario

Esperto accreditato presso la HAS, Haute Autoritè de Santè, Alta Autorità Sanitaria francese

Presidente emerito della Società francese di gastroenterologia e della Società nazionale francese di coloproctologia

Introduzione

Come? Scrivi un libro sulla cacca? Che idea!

È vero, se mi avessero detto un giorno che avrei scritto un libro su questo argomento sarei stata sorpresa, incredula e indubbiamente un po' disgustata.

Che idea divertente, in effetti! Ma quattro anni fa non sapevo che la vita avrebbe messo di fronte, me e la mia famiglia, all'arrivo di un cancro al colon a mio marito.

In primo luogo, dov'è e a cosa serve esattamente il colon? In qualche minuto, per farci comprendere la malattia e come combatterla, i medici parlano di sigmoide e ampolla rettale, ileostomia e interruzione della digestione... Non ci capiamo niente, cosa sono tutti questi organi e tubi di diversa dimensione che sono dentro di noi? Certo sappiamo, come tutti dopo la scuola, che abbiamo uno stomaco, un'intestino tenue, un intestino crasso, e che gli alimenti che mangiamo e che il nostro corpo non utilizza sono eliminati attraverso la pipì o la cacca, e in generale, questo funziona da solo...

Un'idea bizzarra come questo libro è riservata ai malati?

La cacca è l'ultimo tabù, bisogna parlarne!

7,55 miliardi di esseri umani ne producono 350 milioni di tonnellate nel 2017, ovvero 50kg ciascuno.

892 milioni di persone la fanno all'aria aperta.

Nell'antichità, i medici egizi la sminuzzavano, poi la mescolavano a della birra, del catrame e del miele per cicatrizzare una ferita.

Freud sosteneva che fosse il primo regalo del bebè ai suoi genitori.

L'artista italiano Piero Manzoni ha venduto la sua a 200.000€ per 30 grammi, mentre lo scultore belga Wim Delvoye ne ha prodotta in modo artificiale tramite Cloaca, una macchina digestiva da lui costruita. Il pittore fiammingo Bruegel l'ha dipinta, Molière si diverte con essa ne Il malato immaginario e il cineasta spagnolo Buñuel ne ha fatto un film.

È utilizzata come carburante per alcuni tipi di vetture, raggiungendo la velocità massima di 180 km/h.

Tifo, difterite e colera uccidono milioni di persone ogni anno a causa di alcuni suoi batteri, ma presto altri batteri che essa contiene salveranno delle vite e guariranno le malattie di Alzheimer, il Parkinson, il diabete e l'obesità.

Un celebre preparato antidiarroico, creato nel 1929, ha fatto guadagnare al suo laboratorio nel 2016 1,1 miliardi di euro.

Fa vivere e lavorare milioni di persone nel mondo. Fa fatturare 786 milioni di euro ogni anno all'industria della carta igienica in Francia, e 27000 alberi nel mondo sono abbattuti ogni secondo per fabbricare i rotoli...

Ma, soprattutto, non parliamo di questo!

Mentre si moltiplicano le trasmissioni gastronomiche alla televisione, ci scambiamo volentieri tra amici le nostre migliori ricette e ci pregustiamo un buon pasto, una volta passata la barriera dello stomaco è silenzio radio... a parte qualche gorgoglio intempestivo!

Epperò, è "questo" che fa applaudire i genitori davanti ai loro figli sul vasino, che fa ridere durante gli anni di scuola, che può avvelenare i vostri viaggi e le vostre vacanze come la vita quotidiana di miliardi di persone nel mondo, ma anche che ispira e ha ispirato i più grandi artisti: scrittori, pittori, scultori,

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Il libro serio della cacca

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori