Goditi subito questo titolo e milioni di altri con una prova gratuita

Solo $9.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Leggi anteprima

Lunghezza:
129 pagine
1 ora
Pubblicato:
Mar 4, 2020
Formato:
Libro

Descrizione

Dopo tutte le emozioni vissute in Canada, Cathy e Caroline tornano in Brasile. Ma lì, la loro amicizia verrà nuovamente messa a dura prova. Fortunatamente continuano a frequentare la Scuola elfica, dove imparano dei nuovi e potenti incantesimi, e dove i ragazzi cominciano a guardarle in modo un po’ diverso dal solito... Cathy si prepara a partire per un nuovo, bellissimo paese, ancora ignoto ai suoi occhi di ragazza: l'Irlanda. Lì continuerà a frequentare la scuola elfica, scoprirà la magia gaelica e conoscerà nuove e strane creature come i folletti e gli Halflin. E avrà finalmente l’opportunità di imparare tante cose su sua madre. Suo padre ne sapeva molto di più di quanto pensasse fino ad allora!


Ma un nuovo sovrano, ambizioso e crudele, sale sul trono degli Orchi. Un mostro deciso a dare una nuova dimensione alla guerra, usando Gwenola. Per garantirsi la vittoria, mobiliterà le sue truppe sparse su tutto il pianeta, e recluterà alleati inaspettati per accelerare l'inquinamento. Cathy e le sue amiche saranno in grado di fermare questi attacchi, e riusciranno a sensibilizzare gli umani? Saranno in grado di contrastare tutti questi Tremori?



Cathy Merlin: una serie per i ragazzi, magica ed ecologica!


Inquinamento, cambiamenti climatici: le sfide attuali del nostro mondo sono numerose. Come spiegare ai più piccoli dei concetti così complessi? Come possiamo sensibilizzare i nostri figli su questi problemi e rinsaldare il legame con la natura? Il metodo più efficace è quello di usare fiabe e leggende e adattarle al duro contesto della realtà in cui è immerso oggi il nostro pianeta. Ecco cosa questa raccolta di brevi romanzi, ricca di positività, propone offre ai giovani adolescenti che hanno i piedi per terra ma che sanno ancora sognare!


“Cathy Merlin” è una serie di libri per ragazzi ricca di avventure magiche e costruttive. Ogni libro combina magia e realismo e si destreggia abilmente tra incantesimi e proprietà medicinali delle piante. Con umorismo e saggezza, Cristina Rebière ci fa viaggiare e sognare attraverso i continenti, ambientando le sue avventure in luoghi che esistono davvero e che ha visitato. Preparati a scoprire una serie originale e atipica che delizierà i lettori di tutte le età!

Pubblicato:
Mar 4, 2020
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore

Courte biographie:Cristina Rebière est auteure de nombreux guides et livres. Elle a dirigé une maison d'édition, un parc d'aventures et mené à bien de nombreuses missions dans la fonction publique européenne. Elle est aussi spécialisée dans la formation continue.Ses origines:Après la Révolution roumaine, Cristina interrompt de brillantes études pour entrer à l'université en France où elle suit tout le cursus en faculté de droit et obtient une Maîtrise en Administration Économique et Sociale. D'abord chargée de communication dans un Institut Français en Allemagne, elle devient statisticienne à Bruxelles pour un bureau d'assistance de la Commission Européenne. De retour à Bucarest elle est successivement contrôleuse de gestion, directrice de maison d'édition, experte européenne puis professeure de français. En Roumanie elle fonde avec son mari une entreprise de team building puis le premier parc d'aventures jamais créé dans ce pays - construit de leurs mains - qui attirera des milliers de personnes, écoles et entreprises dans la pratique du sport et d'activités de cohésion en pleine nature. Avec son équipe, elle conçoit et construit des parcours d'escalade dans les arbres pour d'autres clients.Au rectorat de l'Académie de la Martinique, Cristina prend en charge la coordination de la Cellule Académique des Fonds Européens et de Coopération où elle accompagne les porteurs de projet dans le montage des dossiers, assure la formation en ingénierie de projet, gère un réseau de plus d'une soixantaine d'enseignants référents à l'ouverture internationale. Elle assure la gestion opérationnelle de plusieurs projets de coopération. Elle assure l'actualisation du site internet de la Délégation Académique aux Relations Internationales et à la Coopération.La pédagogie de Cristina Rebière est basée sur le pragmatisme et l'efficacité.Domaines de compétence:management de projet, voyage, marketing social de contenu, team building, formation initiale et continue, expertise en fonds européens, budgétisation, planification, productivité et stratégie, coaching, ingénierie financière, webmestre, statistiques, procédures, web intégration, conception graphique, communication, conception et construction de parcs d'aventure


Correlato a Tremori...

Anteprima del libro

Tremori... - Cristina Rebiere

Autori

Capitolo 1

Ritorno in Brasile

Il ritorno in Brasile avvenne senza incidenti. Sull'aereo, Cathy e Caroline discussero a lungo di ciò che era loro accaduto in Canada. Anche se erano molto felici di aver conosciuto i Canadelfi, e anche se avevano potuto partecipare ad alcune loro lezioni, la tensione restava sempre palpabile... Facevano troppa fatica a dimenticare il dramma vissuto da Caroline, e soprattutto il fatto che la terribile minaccia non era per lei ancora scongiurata.

Charles venne a sedersi con loro nella cabina dell'aereo per discutere dei fatti. Insieme decisero che Caroline avrebbe fatto meglio a non raccontare ai suoi genitori la disavventura che aveva vissuto a Mauricie. Ci avrebbe pensato Charles. La ragazza ne fu sollevata perché non sapeva proprio come affrontare l’argomento con i suoi genitori. Charles disse alle ragazze che non avrebbe parlato affatto ai Jaquet degli elfi, né degli orchi, ma si sarebbe inventato la scusa di un capo di un'organizzazione segreta che aveva rapito Caroline a causa di una visione che aveva avuto, e che era convinto che la ragazza era la sua unica speranza di sopravvivenza.

Mathilde non fu messa al corrente della storia, ma aveva capito da sola che stava succedendo qualcosa. Charles era stato molto vago con lei quando Caroline era tornata con loro, ma era sempre stata di una discrezione ineccepibile e sapeva che sarebbe stata informata a tempo debito, se fosse diventato necessario. L'unica cosa che Charles le aveva raccontato quella mattina, poco prima di salire sull'aereo, era che aveva ricevuto un messaggio dal lavoro e che si sarebbero trasferiti in Irlanda prima dell'inizio della scuola. Fu piuttosto sorpresa dalla notizia, e ancora di più dal fatto che Charles le chiese di non parlarne alle ragazze. Tuttavia, si rese subito conto che non voleva parlarne con loro perché erano state abbastanza traumatizzate da quello che era successo in Canada. Una separazione imminente e improvvisa provocherà loro davvero un grande dolore... Mathilde provava già della pena, perché aveva sentito chiaramente i forti legami che si erano creati tra le due ragazze.

I genitori di Caroline, André e Alexandra, li accolsero all'aeroporto e furono felicissimi di ritrovare la loro bambina. Alexandra notò subito che qualcosa non andava nella sua piccola, nonostante gli sforzi fatti da Caroline per nascondere il suo disagio. Sua madre le chiese se andava tutto bene e lei si affrettò subito ad asserire, dicendo che avevano passato una vacanza fantastica, e che il Canada è un paese bellissimo e che le era piaciuto tanto.

Charles invitò i Jacquet a pranzare a casa da loro il giorno successivo, per raccontare le loro avventure in Canada. Accettarono con gioia e si separarono dopo aver accompagnato i Merlin e Mathilde a casa loro.

Il giorno seguente a mezzogiorno, fu Cathy che accolse i Jacquet. Abbracciò la sua amica, felicissima di ritrovarla, come se non l'avesse vista da anni.

—  Sono così felice di rivederti Caroline!

—  In effetti è vero che non la vedevi da così tanto tempo... scherzò Alexandra gentilmente. Forse sono passate 24 ore!

—  Mi sembrava che fosse passato molto più tempo... affermò Cathy, seria, pensando alla sua notte agitata dagli incubi in cui la sua migliore amica era stata nuovamente rapita da Vandorf, il figlio del capo degli orchi.

—  Vale la stessa cosa per me, rispose Caroline, che nemmeno lei aveva trascorso una notte molto riposante.

—  Venite dentro, non restate sulla soglia, continuò Cathy. Il mio papà vi attende in salotto. Però io mi porto via subito Caroline perché dobbiamo ancora mettere ordine e dare un nome a tutte le foto che abbiamo fatto in Canada.

—  Non posso venire con voi? Mi piacerebbe tanto vedere le vostre foto, chiese Alexandra.

—  Non si preoccupi, è una cosa che abbiamo in programma di fare, ve le mostreremo tutte e le metteremo anche su un CD in modo che anche lei ne possa avere una copia. Ma preferiamo che resti tutto segreto fino al giorno della sorpresa, quindi bisogna avere ancora un pochino di pazienza, rispose Cathy che aveva ben immaginato la reazione della mamma della sua amica.

Le ragazze andarono nella stanza di Cathy, mentre gli adulti si diressero verso il soggiorno dove Charles stava parlando al telefono. Interruppe in fretta la conversazione, che sembrava comunque molto importante, e si scusò con i Jacquet.

—  Mi dispiace davvero non essere venuto ad accogliervi io stesso, ma ho ricevuto una chiamata importante dal lavoro. Tra l’altro si tratta di un argomento di cui vorrei parlarvi, perché ci riguarda più o meno tutti... Ma prima di tutto ciò, ho il dovere di parlarvi di qualcosa di molto più grave.

—  Di cosa stai parlando Charles? Stava cominciando ad agitarsi Alexandra, che aveva capito immediatamente che riguardava sua figlia. È successo qualcosa di grave a Caroline durante il vostro soggiorno? chiese trattenendo il respiro.

—  Proprio così, in effetti riguarda tua figlia.

—  Lo sapevo... l’avevo sentito subito e l’avevo anche detto ad André, che mi aveva presa di nuovo per una sciocca.

—  Ma non è vero tesoro, non ti ho mai considerata così. Ho solo detto che ti preoccupavi troppo e che se tu avessi avuto ragione, Charles ci avrebbe sicuramente avvertito...

—  Mi dispiace davvero tanto di non averlo fatto ma, date le circostanze, l'urgenza era altrove. Ora posso raccontarvi cosa è successo, ma è necessario che voi siate molto comprensivi e che non mi chiediate maggiori dettagli rispetto a quelli che posso darvi.

—  Dai Charles, smettila di tenerci in sospeso, parla e dicci cosa è successo, rispose André che stava iniziando a diventare impaziente.

—  A dir la verità non so davvero da dove cominciare, perché non è un affare così semplice.

—  Comincia da dove vuoi, ma raccontaci cosa succede a Caroline, alzò leggermente la voce Alexandra che aveva iniziato a tremare, avendo la sensazione che ciò che Charles aveva da dire loro era molto più serio di quello che lasciava apparire.

—  Per riassumere, inizierò dicendo che Caroline è in grave pericolo e che dovreste prendere in considerazione di traslocare il prima possibile.

—  Ma che stai dicendo? Di quale pericolo stai parlando? Trasferirsi dove e perché? Le domande di André arrivarono una dopo l’altra e Charles fu costretto a interromperlo.

—  Caroline è stata rapita a Mauricie, e non è stato di nuovo un caso. Era proprio lei il bersaglio, in quanto Cathy era con lei e anche Mathilde.

—  Cosa?! Alexandra urlò apertamente, impallidendo quando sentì queste parole. Ancora? Dopo Lençois, questa non può essere stata una coincidenza! aggiunse immediatamente.

—  Hai ragione Alexandra, non è affatto una coincidenza. È stata la stessa persona a rapirla.

—  Ma come è possibile? Vi ha seguito fin là? E perché Caroline? Cosa vuole da lei?

—  Calmati Alexandra, Charles ci spiegherà tutto, André cercò di rassicurare sua moglie, anche se era scioccato tanto quanto lei.

—  Ebbene sì, quell'uomo ci ha seguito e si è travestito da guida forestale. Ha seguito le ragazze durante le loro escursioni con Mathilde, e nonostante la loro cautela, è riuscito a rapire Caroline. Siamo stati in grado

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Tremori...

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori