Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Come Volo Io con Microsoft FSX - Gli Addon

Come Volo Io con Microsoft FSX - Gli Addon

Leggi anteprima

Come Volo Io con Microsoft FSX - Gli Addon

Lunghezza:
133 pagine
1 ora
Pubblicato:
6 feb 2020
ISBN:
9788835369134
Formato:
Libro

Descrizione

Integrare FSX con qualche AddOn e' quasi una necessita'. In questo libro si esaminano alcuni aerei un po' fuori del normale come il Rutan LONG-EZ, l'Icon A5, il BT-67 (rivisitazione del vecchio DC-3 in chiave moderna), il Boeing 727 e il bellissimo Jetstream-31. Tra i rogrammi di supporto e di integrazione si parla di FSUIPC, di ADE  (Airport Design Editor), di un paio di semplici FMC e del Panel Editor con un esempio pratico per costruire un pannello 2D per il BT-67. 
In chiusura si trovano due Appendici tecniche.La prima descrive alcune routine software scritte in Cpp per interfacciare il Simulatore con il DataBase di Little NavMap e con FSUIPC con lo scopo di ricavare e modificare alcuni parametri di volo, leggere i dati visualizzati sul GPS e impostare alcuni parametri meteo. La seconda da' le informazioni su come fare per leggere variabili a 64 bit con un compilatore a 32.
Un piccolo paragrafetto di trigonometria sferica e' necassario per la comprensione di alcune formule matematiche usate nel testo.
Pubblicato:
6 feb 2020
ISBN:
9788835369134
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Come Volo Io con Microsoft FSX - Gli Addon

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

Come Volo Io con Microsoft FSX - Gli Addon - Alberto Ramolfo

http://write.streetlib.com

Premessa

Dopo i primi due libri su " Come volo io con Microsoft Flight Simulator", il primo dedicato ai neofiti, il secondo a chi ha già un po’ di esperienza di simulazione, mi sembrava giusto e doveroso chiudere con questo terzo libro sugli add-on che si possono trovare sul mercato.

È un mondo sconfinato e c’è solo l’imbarazzo della scelta sia come tipologia sia, all’interno di ogni classe, sulla scelta del prodotto che più si adatta alle esigenze di ognuno. E su questo punto, purtroppo, non si può dare assolutamente alcun consiglio. Tutti promettono tutto, tutti dicono che il loro prodotto è il migliore o il più venduto, ma poi in molti casi la realtà è che uno acquisisce un qualcosa che non risponde appieno a quanto desiderato.

L’unico consiglio che si può dare è provare prima di tutto qualcosa in demo, e poi procedere all’acquisto se l’add-on vi piace, lo considerate utile e lo usate sfruttandolo almeno al 50% di quello che offre. In questo campo penso non ci sia niente di più deprimente che spendere quattrini per procurarsi qualcosa che poi lo si utilizza poco o niente.

Ho guardato solo le applicazioni software che, come detto prima, possono esistere anche in versione gratuita o demo; con l’hardware ovviamente questo non si può avere. Nel testo segnalo soltanto un add-on HW di cui parlerò nell’ultimo paragrafo del secondo capitolo.

Ne sono venute fuori anche delle osservazioni e delle applicazioni interessanti che ho cercato di spiegare al meglio e penso siano molto utili per chi ha voglia e tempo di applicarsi un pochino a scrivere qualche riga di software, modificare i file di configurazione o disegnare qualche oggetto utilizzando un editor grafico.

Ho suddiviso il testo in due capitoli, trattando nel primo gli aerei e nel secondo quelli che ho chiamato programmi di utilità o di supporto.

Quello che troverete in questo libro è ovviamente ciò che mi interessava maggiormente; la scelta di un pacchetto software piuttosto che un altro è assolutamente una cosa personale, ragion per cui ho volutamente tralasciato i prodotti grafici che migliorano o aggiungono nuovi scenari, anche perché il risultato dipende molto dalla scheda grafica e dal tipo di CPU a disposizione.

Non aspettatevi quindi un qualcosa a 360°, sia per evitare di produrre un testo molto esteso e noioso sia perché quello che qui descrivo più o meno approfonditamente è sempre ciò che ho testato personalmente.

Nel primo capitolo tratto alcuni aerei che meritano una piccola discussione:

Il Rutan LONG-EZ, che ha gli stabilizzatori sul muso anziché in coda.

L’Icon-A5, un piccolo biposto in grado anche di ammarare.

Il Basler BT-67 che è il rifacimento del vecchio DC3.

Il Boeing 727, antesignano del 737, molto impegnativo.

Il Jetstream 31, dalla grafica molto bella e divertente da pilotare.

Nel secondo capitolo mi sono impegnato a discutere alcuni dei programmi di supporto più comuni, quelli che offrono lo spunto per mettere mano al codice o per disegnare qualcosa fatto in casa:

FSUIPC, che consente di interfacciarsi con il Simulatore.

L’Airport Design Editor, se si vuole costruire un aeroporto non presente nella libreria di Microsoft.

Un paio di FMC, per la realizzazione e gestione di piani di volo, come fatti dai piloti sugli aerei più grandi.

Il Panel Editor per chi vuole aggiungere o modificare i pannelli esistenti.

Ho inserito due Appendici:

nella prima affronto le problematica di interfacciamento di FSUIPC con FSX, sviluppando alcune funzioni scritte in Cpp per visualizzare e gestire i dati di volo

La seconda, un po’ più matematica, chiarisce alcune procedure software necessarie per il corretto funzionamento delle funzioni utilizzate nella prima Appendice.

Come per gli altri libri, anche questo ha il significato di tenere traccia di quello che ho fatto e di comunicare ad altri informazioni di cui magari si ignora l’esistenza o difficili da trovare.

Buon divertimento a tutti e grazie per seguirmi anche in questa avventura.

Capitoli 1 - Gli aerei

Prima o poi a tutti capita di voler volare con qualcosa di diverso dagli aeromobili della libreria di Microsoft, un po’ per provare qualcosa di più impegnativo o più divertente, o anche semplicemente perché in qualche servizio in TV o sui giornali si è sentito parlare di qualche velivolo particolare e allora si va a vedere se qualcuno ne ha sviluppato il modello per FSX.

A meno che non ci siano delle particolarità uniche, non esiste certamente un criterio di scelta per preferirne uno rispetto ad un altro; magari ci piace di più il nome o il costruttore o il disegno del cockpit. Ogni modello ha le sue caratteristiche di volo che però, per quanto riguarda il normale utente FSX, hanno poca influenza. Riuscire a volare con il modello di un aereo che nella realtà è in grado di trasportare 30 passeggeri anziché 20 o avere una velocità massima di 300 knots invece di 250 non deve farci sentire più bravi, anche perché, come ho già scritto da altre parti, la realtà è una cosa completamente diversa.

Una delle cose più difficili da utilizzare è la pedaliera per direzionare il carrello anteriore, e questo sia che siate a bordo di un leggero di aviazione generale sia comodamente seduti di fronte ad un simulatore più o meno evoluto. Considerando che abbiamo molta esperienza di guida su un auto con pedali che hanno una funzionalità completamente diversa, le prime volte che si sterza usando dei pedali anziché un volante si è portati a commettere piccoli errori che possono avere conseguenze inaspettate. Quando ci si accorge dell’errore si preme istintivamente il pedale di destra cercando di frenare e questo può comportare una uscita di pista sulla destra.

Quello che è importante è riuscire a volare correttamente e, come ho spesso detto negli altri miei libri, divertirsi e rilassarsi.

Quello che voglio dare in questo capitolo non sono certamente i consigli, ma semmai suggerimenti o meglio ancora indicazioni. Tutti gli aerei che verranno illustrati sono quelli con cui volo, con i quali mi trovo a mio agio in osservanza al titolo anche di questo libro Come volo Io con Microsoft FSX e al principio di usare solo il mouse per controllare il volo.

1.1 - Rutan Long-EZ

Progettato da Burt Rutan e costruito nelle sue officine, questo aereo sperimentale compì il primo volo nel 1979; fino ad oggi ne sono stati costruiti circa un migliaio di esemplari.

Perché questo aereo è particolare lo si capisce subito semplicemente guardando la Fig.1.

Fig. 1

Disegnato con un profilo ad ala d’anatra, è ottimizzato per bassi consumi e lunga gittata: può volare per 10 ore su una distanza di 1600 NM (2600 Km) con 200 litri di carburante, quindi con un consumo inferiore a molte automobili di oggi, incluse quelle ibride.

Come si può notare è tutto rovesciato rispetto agli altri aerei. L’elica è posteriore in spinta anziché anteriore in trazione, gli alettoni sono sulla grossa ala posteriore, mentre gli equilibratori si trovano su quella piccola anteriore. Se guardate attentamente gli equilibratori si muovono a rovescio rispetto agli aerei tradizionali: questo non è un errore del software, ma è effettivamente così, dato che questi si muovono su un’ala

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Come Volo Io con Microsoft FSX - Gli Addon

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori