Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

La Buona Novella Riflessioni per l'Avvento e il Natale
La Buona Novella Riflessioni per l'Avvento e il Natale
La Buona Novella Riflessioni per l'Avvento e il Natale
E-book156 pagine1 ora

La Buona Novella Riflessioni per l'Avvento e il Natale

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

La Buona Novella È un’iniziativa nasce per tutti coloro che desiderano vivere un contatto giornaliero con la Parola di Dio e trovare il benessere interiore. Quotidianamente offre una riflessione del Vangelo breve ed essenziale, che parli al cuore. Un utile strumento per tutti coloro che nonostante la frenesia e gli impegni quotidiani non vogliono rinunciare a meditare quanto il Signore comunica attraverso la Sua Parola. Già presente dal 2014 su diversi canali social, adesso è disponibile anche in forma cartacea e digitale in questa raccolta di riflessioni per l’Avvento e il Natale.
LinguaItaliano
Data di uscita26 nov 2019
ISBN9788831648929
La Buona Novella Riflessioni per l'Avvento e il Natale
Leggi anteprima

Correlato a La Buona Novella Riflessioni per l'Avvento e il Natale

Ebook correlati

Articoli correlati

Recensioni su La Buona Novella Riflessioni per l'Avvento e il Natale

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    La Buona Novella Riflessioni per l'Avvento e il Natale - Vincenzo Marinelli

    INDICE

    INTRODUZIONE

    TEMPO DI AVVENTO

    I DOMENICA DI AVVENTO

    Anno A

    Anno B

    Anno C

    Lunedì

    Martedì

    Mercoledì

    Giovedì

    Venerdì

    Sabato

    II DOMENICA DI AVVENTO

    Anno A

    Anno B

    Anno C

    Lunedì

    Martedì

    Mercoledì

    Giovedì

    Venerdì

    Sabato

    IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA VERGINE MARIA

    III DOMENICA DI AVVENTO

    Anno A

    Anno B

    Anno C

    Lunedì

    Martedì

    Mercoledì

    Giovedì

    Venerdì

    IV DOMENICA DI AVVENTO

    Anno A

    Anno B

    Anno C

    17 DICEMBRE

    18 DICEMBRE

    19 DICEMBRE

    20 DICEMBRE

    21 DICEMBRE

    22 DICEMBRE

    23 DICEMBRE

    24 DICEMBRE

    TEMPO DI NATALE

    NATALE DEL SIGNORE

    Messa della notte

    Messa dell’aurora

    Messa del giorno

    26 DICEMBRE - S. Stefano, primo martire

    27 DICEMBRE - S. Giovanni, apostolo ed evangelista

    I DOMENICA DOPO NATALE - SANTA FAMIGLIA DI NAZARETH

    Anno A

    Anno B

    Anno C

    28 DICEMBRE - S. Martiri innocenti

    29 DICEMBRE

    30 DICEMBRE

    31 DICEMBRE

    1 GENNAIO - MARIA SS. MADRE DI DIO

    II DOMENICA DOPO NATALE

    02 GENNAIO1

    03 GENNAIO

    04 GENNAIO

    05 GENNAIO

    06 GENNAIO - EPIFANIA DEL SIGNORE

    07 GENNAIO (o lunedì dopo l’epifania)

    08 GENNAIO (o martedì dopo l’epifania)

    09 GENNAIO (o mercoledì dopo l’epifania)

    10 GENNAIO (o giovedì dopo l’epifania)

    11 GENNAIO (o venerdì dopo l’epifania)

    12 GENNAIO (o sabato dopo l’epifania)

    III DOMENICA DOPO NATALE - BATTESIMO DEL SIGNORE

    Anno A

    Anno B

    Anno C

    INTRODUZIONE

    La Buona Novella nasce da un incontro, da una richiesta, da un desiderio. Quello di poter comprendere meglio come il Vangelo possa incarnarsi nella vita, nelle dinamiche di tutti i giorni. A volte, infatti, non è sempre immediato comprendere come applicare la Parola del Vangelo al proprio contesto di vita.

    Un giorno qualcuno mi chiese: come posso farlo? e io risposi: posso aiutarti io. Allora non immaginavo che a distanza di cinque anni, a partire dall’11 novembre 2014, avrei continuato a scrivere brevi riflessioni quotidiane sul vangelo del giorno. Questa continuità non è assolutamente un mio merito, ma è certamente dono di Dio.

    In tutto questo tempo i commenti si sono diffusi sempre di più e il numero di coloro che ne usufruiscono cresce costantemente ancora oggi.

    La Buona Novella oggi è presente su Telegram, Instagram, Facebook, You tube, gruppi Whatsapp e su alcuni siti internet. L’obiettivo è quello di rendere la Parola di Dio quotidianamente fruibile facendo proprie alcune esigenze tipiche del nostro tempo: brevità, essenzialità, concisione senza nulla togliere alla profondità e alla ricchezza del Vangelo. Una breve riflessione quotidiana del Vangelo che sia capace di nutrire lo spirito e accompagnare la giornata per ritrovare il benessere interiore. Quell’armonia e quella pace che nascono dentro di noi quando siamo in comunione con Dio e viviamo secondo la sua Parola.

    In linea con l’insegnamento della Scrittura e di tutta la Tradizione della Chiesa, il Concilio Vaticano II nella costituzione Dogmatica Dei Verbum, Benedetto XVI nella Verbum Domini e papa Francesco con la lettera apostolica Aperuit Illis, hanno ribadito il valore della lettura e della meditazione quotidiana della Parola di Dio per il proprio cammino di fede nel Signore Gesù. Il servizio offerto da La Buona Novella va in questa direzione e si propone questo obiettivo: far parlare il Vangelo al cuore dell’uomo e di tutti i credenti, perché il Vangelo parla al cuore.

    Questa pubblicazione ha lo scopo esclusivo di raccogliere alcuni dei commenti di questi anni seguendo la lectio feriale dell’Avvento e del Natale e quella domenicale e festiva secondo i tre anni liturgici A, B, C.

    Si auspica che questa raccolta possa ancora di più contribuire a far dimorare la Parola di Dio con più abbondanza nella vita di ogni credente e ispirare le azioni, i pensieri e le parole di ogni giorno al Vangelo.

    Un ringraziamento particolare va ad Antonio, Gianna, Rosa e Silvia che mi affiancano volontariamente e con grande generosità, impegno e disponibilità nel gestire i diversi profili social e quanto si rende volta per volta necessario.

    Offrire a Dio il proprio tempo per la diffusione della sua Parola ripaga sempre.  

    Vincenzo Marinelli

    TEMPO DI AVVENTO

    I DOMENICA DI AVVENTO

    Anno A

    Dal Vangelo secondo Matteo - Mt 24,37-44

    In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:

    «Come furono i giorni di Noè, così sarà la venuta del Figlio dell’uomo. Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio mangiavano e bevevano, prendevano moglie e prendevano marito, fino al giorno in cui Noè entrò nell’arca, e non si accorsero di nulla finché venne il diluvio e travolse tutti: così sarà anche la venuta del Figlio dell’uomo. Allora due uomini saranno nel campo: uno verrà portato via e l’altro lasciato. Due donne macineranno alla mola: una verrà portata via e l’altra lasciata.

    Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà. Cercate di capire questo: se il padrone di casa sapesse a quale ora della notte viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa. Perciò anche voi tenetevi pronti perché, nell’ora che non immaginate, viene il Figlio dell’uomo».

    Viene il Figlio dell’uomo

    Il tempo liturgico dell’Avvento guarisce l’ansia che ha l’uomo per il futuro, come tempo di incertezza e imprevedibililtà, e la trasforma in  speranza certa, che si traduce in attesa.  La fede, infatti, aiuta a leggere il futuro umano come tempo del sicuro manifestarsi di Dio.

    La fede educa l’ansia umana e la trasforma in atteggiamenti di attesa, vigilanza e prontezza verso il futuro e tutto quello che è da vivere per l’avvenire. Tu che rapporto hai con il futuro? Lo vivi come tempo di Dio e sai affidarti a Lui o la paura dell’incerto ti genera ansia e desiderio di controllo?

    In breve

    La fede apre la dimensione umana del futuro alla certezza della presenza e dell’agire di Dio nella storia. L’avvento è l’inizio di un nuovo modo di pensare e di vivere il tempo futuro, sapendolo già nelle mani di Dio e proteso verso l’incontro pieno con Lui.

    Anno B

    Dal Vangelo secondo Marco - Mc 13, 33-37

    In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Fate attenzione, vegliate, perché non sapete quando è il momento. È come un uomo, che è partito dopo aver lasciato la propria casa e dato il potere ai suoi servi, a ciascuno il suo compito, e ha ordinato al portiere di vegliare. Vegliate dunque: voi non sapete quando il padrone di casa ritornerà, se alla sera o a mezzanotte o al canto del gallo o al mattino; fate in modo che, giungendo all’improvviso, non vi trovi addormentati. Quello che dico a voi, lo dico a tutti: vegliate!».

    Vegliate!

    La vigilanza è custodia di noi stessi, della nostra interiorità, dei pensieri, dei desideri, degli affetti. Non è rigida o ascetica repressione fine a se stessa, ma è

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1