Inizia a leggere

La città senza nome

Valutazioni:
282 pagine4 ore

Sintesi

Una città senza nome, un paese del Sud Salento che Franco Fiorentino racconta attraverso i suoi ricordi. Un luogo in cui la magia, il misticismo si fondono e si confondono con la realtà quotidiana. Un viaggio a ritroso nel tempo, con la littorina per godere una giornata al mare in quel di Otranto, con gli amici nei campi a giocare a piedi nudi in totale libertà, in casa dei nonni, in quella di nonno Tancredi in particolare, che profumava di zagara. E poi i retaggi fascisti, la diffidenza nei confronti dei giovani comunisti, la scoperta della musica e l'amore per il cinema, innocenti evasioni in un paese in cui poco c'era da fare. E ancora la mamma che custodisce come un prezioso segreto il suo passato da tarantata, lo zio Rodolfo e la sua vita da bohemienne. E tanti ricordi ancora che legano indissolubilmente Fiorentino alla sua terra natia, abbandonata alla ricerca di una vita migliore. "La città senza nome" vuole essere un dono che l'autore fa al suo paese che lo ha visto nascere e alla gente con cui è cresciuto. Ma vuole essere anche un tentativo, quasi disperato, di recuperare il passato, le radici personali e collettive.

Leggi sull'app mobile di Scribd

Scarica l'app mobile gratuita di Scribd per leggere sempre e ovunque.