Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Vini d'Italia 2020

Vini d'Italia 2020

Leggi anteprima

Vini d'Italia 2020

Lunghezza:
3.688 pagine
26 ore
Pubblicato:
15 nov 2019
ISBN:
9788866412496
Formato:
Libro

Descrizione

La più autorevole guida del settore dell’enologia italiana giunge quest'anno alla sua 33sima edizione. I numeri di Vini d'Italia 2020: oltre 22.500mila vini recensiti prodotti da 2542 cantine.
Indirizzi e contatti, ma anche dimensioni aziendali (ettari vitati e bottiglie prodotte), tipo di viticoltura (convenzionale, biologica, e biodinamica o naturale), informazioni per visitare e acquistare direttamente in azienda, sono solo alcune delle indicazioni che s’intrecciano con le storie dei territori, dei vini, degli stili e dei vignaioli.
Ogni etichetta è corredata dall'indicazione del prezzo medio in enoteca, delle fasce di prezzo, e da un giudizio qualitativo che si basa sull'ormai famoso sistema iconografico del Gambero Rosso: da uno fino agli ambiti Tre Bicchieri, simbolo di eccellenza della produzione enologica. Sono 457 i vini che in questa edizione hanno ottenuto il più alto riconoscimento da parte dei nostri esperti.
Presenti anche i Tre bicchieri verdi,  le eccellenze che si distinguono perché prodotti con un'attenzione particolare all'ambiente e all'agricoltura biologica.

 
Pubblicato:
15 nov 2019
ISBN:
9788866412496
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Vini d'Italia 2020

Leggi altro di Aa.Vv.

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

Vini d'Italia 2020 - AA.VV.

Vini d’Italia 2020

GAMBERO ROSSO®

Curatori

Gianni Fabrizio – Marco Sabellico

Vice Curatore

Giuseppe Carrus

Coordinamento tecnico

William Pregentelli

Collaboratori Speciali

Stefania Annese – Antonio Boco – Paolo De Cristofaro – Lorenzo Ruggeri – Paolo Zaccaria

Coordinamento Regionale

Nino Aiello – Francesco Beghi – Nicola Frasson – Massimo Lanza – Gianni Ottogalli – Nereo Pederzolli – Pierpaolo Rastelli

Hanno inoltre redatto le schede

Sergio Bonanno – Michele Bressan – Pasquale Buffa – Francesca Carlini – Dionisio Castello – Giacomo Mojoli – Elena Mozzini – Franco Pallini – Leonardo Romanelli – Giulia Sampognaro – Herbert Taschler – Cinzia Tosetti

Hanno collaborato

Edoardo Baracco – Stefano Barone – Dagoberto Basilico – Enrico Battistella – Lucio Chiesa – Pietro Chirco – Palmiro Ciccarelli – Mario Demattè – Franco Fusco – Davide Giachino – Giovanni Lanzillo – Alessandro Mancuso – Michele Muraro – Francesca Pagano – Alberto Parrinello – Dario Piccinelli – Nicola Piccinini – Massimo Ponzanelli – Mirko Rainer – Filippo Rapini – Giovanni Battista Rombo – Riccardo Rossetti – Maurizio Rossi – Simona Silvestri – Sabrina Somigli – Andrea Vannelli – Liliana Zanellato – Monia Zanette – Danilo Zannella

Segreteria

Giulia Sciortino

Impaginazione

Marina Proietti

Gambero Rosso S.p.A.

via Ottavio Gasparri, 13/17

00152 Roma

tel. 06/551121 -fax 06/55112260

www.gamberorosso.it

email: gambero@gamberorosso.it

Direttore Editoriale

Laura Mantovano

Responsabile Grafica

Chiara Buosi

Direttore Commerciale

Francesco Dammicco

Responsabile distribuzione e vendita prodotti editoriali

Eugenia Durando

Produzione

Angelica Sorbara

Distribuzione in libreria

Messaggerie Libri S.p.A.

via Verdi, 8 - 20090 Assago (MI)

tel. 02/457741 - fax 02/45701032

Distribuzione in edicola

SO.DI.P. - Angelo Patuzzi S.p.A.

via Bettoia, 18

20092 Cinisello Balsamo (MI)

tel. 02/660301 - fax 02/66030320

Vini d’Italia

Iscrizione al Tribunale di Roma,

sez. stampa e informazione, n. 520 del 24.10.1995

Direttore Responsabile Paolo Cuccia

copyright © 2019

Gambero Rosso S.p.A.

i diritti di traduzione, di riproduzione, di memorizzazione elettronica e di adattamento totale o parziale, con qualsiasi mezzo (compresi microfilm e le copie fotostatiche) sono riservati per tutti i paesi

La guida è stata chiusa in redazione

il 6 settembre 2019

ISBN 978-88-6641-249-6

Realizzazione dell’edizione elettronica

Novembre 2019

Michele d’Agostino

Maurizio Lupi Meyer

eBookFarm

SOMMARIO

LA GUIDA

I TRE BICCHIERI 2020

I PREMI SPECIALI

I TRE BICCHIERI SOTTO I 15 EURO

I TRE BICCHIERI VERDI

LA CLASSIFICAZIONE DELLE ANNATE

LE STELLE

COME LEGGERE LA GUIDA

LE REGIONI

VALLE D'AOSTA

PIEMONTE

LIGURIA

LOMBARDIA

CANTON TICINO

TRENTINO

ALTO ADIGE

VENETO

FRIULI VENEZIA GIULIA

EMILIA ROMAGNA

TOSCANA

MARCHE

UMBRIA

LAZIO

ABRUZZO

MOLISE

CAMPANIA

BASILICATA

PUGLIA

CALABRIA

SICILIA

SARDEGNA

GLI INDICI

ALFABETICO DEI PRODUTTORI

REGIONALE DEI PRODUTTORI

LA GUIDA

Vini d’Italia è arrivata alla trentatreesima edizione. Un traguardo importante, se guardiamo al lavoro di assaggio, schedatura e valutazione che abbiamo fatto in tre decenni. Oltre 300 collaboratori negli anni si sono avvicendati in questa opera ciclopica valutando in questo lasso di tempo circa mezzo milione di etichette, assaggi che costituiscono un patrimonio importantissimo per tracciare una accurata storia dell’enologia italiana contemporanea. Ciò che rende unico questo immenso schedario è il fatto che ogni vino è stato recensito e valutato. Il Gambero Rosso, fin dagli albori della sua storia propone un sistema di valutazione che ormai è diventato un riferimento, in Italia e nel mondo, per consumatori e operatori del settore. Un sistema semplice, di facile interpretazione, in grado tuttavia, accompagnato dalle note di degustazione, di descrivere al meglio la complessità del panorama enoico della nostra penisola. Abbiamo già descritto più volte i nostri criteri di valutazione, che tengono conto tanto delle caratteristiche intrinseche di ogni vino quanto della piacevolezza dell’assaggio. Vorremmo soffermarci però su un concetto. Quest’anno abbiamo valutato qualcosa come 45mila vini, ma sulla Guida ne troverete oltre 22mila. Già questo dato è significativo. Metà dei prodotti degustati non arriva sulle nostre pagine. Ne consegue che già essere presenti nella pubblicazione è un risultato importante. Alle degustazioni finali hanno partecipato circa 2300 campioni, i migliori assaggi delle nostre commissioni regionali. Questi vini costituiscono una vera e propria élite dell’enologia italiana, in grado di rappresentare la diversità, l’unicità e la bellezza del vigneto Italia. Tra questi hanno ottenuto il nostro ambito premio 457 vini, ma la differenza tra un Tre Bicchieri e i vini finalisti (i due bicchieri in rosso) è veramente minima: questione di sfumature, di interpretazione. Dati tanto più importanti se si considera il fatto che a fronte di un grande aumento di aziende che partecipano alle nostre selezioni e quindi ad un aumento di campioni valutati negli ultimi anni, la foliazione della Guida e il numero di aziende recensite è praticamente stabile. Ne consegue che la scelta che operiamo è sempre più stringente e selettiva, anche perché il livello qualitativo dell’enologia italiana è davvero cresciuto – e continua a crescere – in questi anni. A conclusione di un anno di assaggi, di viaggi, di visite in cantina, l’istantanea che fotografa la nostra enologia vede un settore in perfetta salute, che lavora per esprimere ancora più compiutamente e nel dettaglio le peculiarità di ogni terroir. E questo con una varietà di metodi di stili e di filosofie che è davvero affascinante. Dalle fermentazioni in riduzione, alle anfore, sempre più presenti nelle cantine italiche, alla riscoperta del cemento come materiale privilegiato per vinificazione e maturazione, agli impianti tecnologici dominati da acciaio e gestiti da complessi software fino alle botti di ogni essenza e dimensione (con un calo costante e generalizzato dell’uso della barrique nuova), nulla manca nelle nostre cantine. E ne siamo felici. Non esiste la ricetta ideale per produrre vino di qualità, lo abbiamo sempre detto, a ognuno trovare la sua strada… Quello che infine è importante sottolineare è che in ogni regione e in ogni distretto i produttori hanno ormai preso coscienza della complessità del rapporto tra viticoltura e ambiente: sono sempre di più le aziende biologiche e biodinamiche, e c’è una generale attenzione al tema ambientale, da noi da sempre promosso, e che ci vede in prima fila nella creazione di un’Italia del vino sempre più verde e soprattutto sostenibile ecologicamente, economicamente e socialmente.

Trentatré edizioni, per una Guida che è tradotta ogni anno in inglese, tedesco, cinese e giapponese testimoniano che il nostro impegno riscuote un consenso in Italia e nel mondo che forse non ha eguali. Essere presenti sulla Guida del Gambero Rosso, avere i Tre Bicchieri è ormai un benchmark universale, un riferimento obbligato, che continua a favorire l’affermazione del vino italiano sullo scenario internazionale. A questo aggiungete che ogni anno siamo presenti con oltre cinquanta eventi nelle città più importanti del globo, sui mercati consolidati come su quelli emergenti, a raccontare i piccoli e i grandi vini italiani, i loro artefici, a incontrare consumatori, stampa, sommelier, importatori e distributori. Il merito della nostra squadra è aver costruito uno strumento di lavoro importante per un settore fondamentale della nostra economia, che si è guadagnato sul campo una credibilità e un consenso indiscussi a livello mondiale. Di questo andiamo davvero orgogliosi.

I premi speciali sono il condensato della nostra visione del mondo e allo stesso tempo una sintesi del nostro lavoro di un anno. Il Rosso dell’Anno è il Carmignano Riserva ’16 di Piaggia, un vino elegantissimo che da anni veleggia su livelli di assoluta eccellenza. Il Bianco dell’Anno lo straordinario Colli di Luni Vermentino Etichetta Nera ’18 di Lunae Bosoni, frutto del lavoro corale di una famiglia affiatatissima e appassionata. Il premio Bollicine dell’Anno va al Conegliano Valdobbiadene Brut Nature Particella 232 ’18 delle Sorelle Bronca, cuvée elegantissima frutto di un grande lavoro sul territorio, che sottolinea il successo globale dello spumante trevigiano nell’anno in cui il territorio ha ottenuto l’iscrizione alla World Heritage List dell’UNESCO. Il Dolce dell’Anno è il Vino Santo ’03 della trentina Cantina di Toblino. Un piccolo gioiello enologico che rappresenta un mondo - quello dei vini dolci e da meditazione - che rischia di scomparire. Si aggiudica il premio Rosato dell’Anno il Cerasuolo d’Abruzzo Rosa-ae ’18 della Torre dei Beati, realizzato con passione autentica da vent’anni da Adriana Galasso e Fausto Albanesi. Vino di livello elevatissimo per una tipologia in grande crescita di consumi e di critica in Italia e nel mondo. La Cantina dell’Anno è la fiorentina Frescobaldi. Parliamo di una dinastia da 700 anni coinvolta nella viticoltura, che nell’ultimo lustro è stata protagonista di una ulteriore grande crescita qualitativa in ognuna delle tenute di proprietà. Il Miglior Rapporto Qualità Prezzo va alla Barbera d’Asti Lavignone ’18 della Pico Maccario, vino eccellente offerto a prezzi più che onesti e che ben rappresenta una grande terra da vino. Il nostro Viticoltore dell’Anno è Leopardo Felici, autentico vigneron in grado di interpretare ogni sfumatura della sua terra, i Castelli di Jesi. La Cantina Emergente è la piemontese Tenuta Santa Caterina, che debutta nel club dei Tre Bicchieri con uno strepitoso Grignolino d’Asti M ’13. È ancora un’azienda pugliese ad aggiudicarsi il Premio per la Viticoltura Sostenibile, la Cantina Produttori di Manduria, che oltre a produrre eccellenti vini da alcuni anni è impegnata in un ambizioso progetto di sostenibilità certificata. Il Premio del Progetto Solidale, infine, va alla siciliana Centopassi, branca vitivinicola della rete Libera di Don Ciotti, che raggruppa varie cooperative che gestiscono terre e vigneti strappati alla mafia. Vini buoni da bere, buonissimi da pensare.

Troverete poi la segnalazione dei Tre Bicchieri Verdi, quelli prodotti da aziende biologiche o biodinamiche certificate, che quest’anno sono ben 121. Infine segnaliamo anche i vini premiati reperibili in enoteca entro la fascia dei 15 euro, che sono ben 84, il 20% dei vini premiati.

Gianni Fabrizio e Marco Sabellico

RINGRAZIAMENTI

Ringraziamo la Camera di Commercio di Bolzano EOS, il Distretto del vino di Qualità dell’Oltrepò Pavese, le strade del Vino di Arezzo, l’Istituto Marchigiano di Tutela Vini di Jesi (IMT) e la VINEA di Offida, l’Ente Vini Bresciani, il Consorzio Valbormida Formazione di Carcare (SV), il Comitato Grandi Cru della Costa Toscana, Assovini Sicilia, il Centro per l’Innovazione della Filiera Vitivinicola Ernesto del Giudice di Marsala e poi i Consorzi di Tutela: quello del Gavi, quello del Barolo, Barbaresco, Alba, Langhe e Dogliani, dei Vini dei Colli Tortonesi, dei Nebbiolo dell’Alto Piemonte, di Caluso, di Carema e del Canavese, dei Vini di Valtellina, dell’Oltrepò Pavese, del Franciacorta, della Valcalepio, dei Vini Mantovani, dei Vini Valcamonica, di San Colombano, del Lugana, della Valtenesi, di Conegliano Valdobbiadene, del Soave, della Valpolicella, il Consorzio Vini Trentini, e poi il Consorzio Marchio Storico dei Lambruschi Modenesi e quello del Lambrusco di Modena, quello dei Vini di Romagna, quelli di Bolgheri, del Brunello di Montalcino, del Chianti Classico, di San Gimignano, di Montepulciano, del Chianti Colli Fiorentini, del Chianti Rufina, del Morellino di Scansano, quello dei Vini della Maremma Toscana, del Montecucco, del Carmignano, di Orvieto, di Montefalco, il Consorzio di Tutela dei Vini Piceni e infine il Consorzio di Tutela dei vini Doc Sicilia.

Ringraziamo inoltre l’Enoteca Regionale del Roero, di Nizza Monferrato, di Canelli e dell’Astesana, la Cantina Comunale I Sörì di Diano d’Alba, la Bottega del Vino di Dogliani, il ristorante Carpe Diem di Montaione, il Calidario di Venturina, la Tenuta Il Sassone di Massa Marittima, le Città del Gusto di Roma e di Napoli, l’Enoteca Regionale della Basilicata di Venosa, la Caneva di Mogliano Veneto, il ristorante Da Nando a Mortegliano, il ristorante Casa e Putia di Messina e, per il Canton Ticino il Ristorantenoteca Zoccolino di Bellinzona.

Ringraziamo infine tutta la squadra dei nostri collaboratori, che ci ha assistito con autentica passione nella realizzazione di questa Guida, dalle degustazioni sul territorio alla redazione delle schede fino alla realizzazione del volume, e a tutti quelli che con noi hanno collaborato nel corso degli anni. Con un ringraziamento particolare a Danilo Zannella, regista di tutte le nostre degustazioni.

I TRE BICCHIERI 2020

Valle d'Aosta

Sopraquota 900 ’18

Rosset Terroir

Valle d'Aosta Chambave Muscat Flétri ’17

La Vrille

Valle d'Aosta Chardonnay Cuvée Bois ’17

Les Crêtes

Valle d'Aosta Pinot Gris ’18

Lo Triolet

Valle d'Aosta Pinot Noir L'Emerico ’16

Elio Ottin

Valle d'Aosta Pinot Noir Semel Pater ’17

Maison Anselmet

Piemonte

Alta Langa Extra Brut Millesimo2Mila15 ’15

Marcalberto

Alta Langa Pas Dosé Zéro Ris. ’13

Enrico Serafino

Barbaresco Albesani V. Borgese ’15

Piero Busso

Barbaresco Asili Ris. ’14

Bruno Giacosa

Barbaresco Asili ’16

Ceretto

Barbaresco Crichët Pajé ’11

Roagna

Barbaresco Currà Ris. ’13

Bruno Rocca

Barbaresco Montaribaldi ’15

Fiorenzo Nada

Barbaresco Ovello V. Loreto ’16

Albino Rocca

Barbaresco Pajoré ’16

Bel Colle

Barbaresco Pajoré ’16

Sottimano

Barbaresco Rabajà ’16

Giuseppe Cortese

Barbaresco Rio Sordo ’16

Cascina delle Rose

Barbaresco Rombone Elisa ’16

Ada Nada

Barbaresco Sorì Tildin ’16

Gaja

Barbaresco Vallegrande ’16

Ca' del Baio

Barbera d'Alba Ciabot dù Re ’17

Giovanni Corino

Barbera d'Asti Lavignone ’18

Pico Maccario

Barbera d'Asti Sup. La Luna e i Falò ’17

Vite Colte

Barolo Aleste ’15

Luciano Sandrone

Barolo Brea Vigna Ca' Mia ’15

Brovia

Barolo Bricco delle Viole ’15

G. D. Vajra

Barolo Briccolina ’15

Batasiolo

Barolo Brunate ’15

Giuseppe Rinaldi

Barolo Cannubi ’15

Poderi Luigi Einaudi

Barolo Castelletto Ris. ’13

Fortemasso

Barolo Cerretta V. Bricco Ris. ’13

Elio Altare

Barolo Cerretta ’15

Garesio

Barolo Ginestra Casa Maté ’15

Elio Grasso

Barolo Ginestra Ris. ’11

Paolo Conterno

Barolo Lazzarito Ris. ’13

Ettore Germano

Barolo Monfortino Ris. ’13

Giacomo Conterno

Barolo Monvigliero ’15

F.lli Alessandria

Barolo R56 ’15

Brandini

Barolo Ravera V. Elena Ris. ’13

Elvio Cogno

Barolo Ris. ’13

Paolo Manzone

Barolo Rive ’15

Negretti

Barolo San Bernardo Ris. ’13

Palladino

Barolo Serra ’15

Giovanni Rosso

Barolo Sottocastello di Novello ’15

Ca' Viola

Barolo Vigna Rionda ’13

Figli Luigi Oddero

Barolo Vigna Rionda ’15

Guido Porro

Barolo Villero Ris. ’12

Vietti

Barolo ’15

Bartolo Mascarello

Boca ’15

Le Piane

Colli Tortonesi Timorasso Derthona Pitasso ’17

Claudio Mariotto

Colli Tortonesi Timorasso Il Montino ’17

La Colombera

Dogliani Papà Celso ’18

Abbona

Dogliani Sup. Vigneti Dolci ’17

San Fereolo

Dolcetto di Ovada Sup. Du Riva ’15

Tacchino

Erbaluce di Caluso 13 Mesi ’17

Benito Favaro

Gattinara Osso San Grato ’15

Antoniolo

Gattinara ’15

Torraccia del Piantavigna

Gavi V. della Rovere Verde Ris. ’17

La Mesma

Gavi del Comune di Gavi Minaia ’18

Nicola Bergaglio

Gavi del Comune di Gavi Monterotondo ’16

Villa Sparina

Ghemme V. Ronco al Maso ’15

Guido Platinetti

Giovanni Galliano Brut Rosé M. Cl. ’15

Borgo Maragliano

Grignolino d'Asti M ’13

Tenuta Santa Caterina

Grignolino d'Asti ’18

Luigi Spertino

Grignolino del M.to Casalese Bricco del Bosco V. Vecchie ’15

Giulio Accornero e Figli

Moscato d’Asti Casa di Bianca ’18

Gianni Doglia

Nizza Generala Ris. ’16

Bersano

Nizza Pomorosso ’17

Coppo

Nizza Ris. ’16

Tenuta Olim Bauda

Ovada Convivio ’17

Gaggino

Piemonte Pinot Nero Apertura ’16

Colombo - Cascina Pastori

Piemonte Pinot Nero Bricco del Falco ’15

Isolabella della Croce

Roero Arneis Renesio ’18

Malvirà

Roero Arneis Sarun ’18

Stefanino Costa

Roero Printi Ris. ’15

Monchiero Carbone

Roero Sudisfà Ris. ’16

Angelo Negro e Figli

Roero Valmaggiore V. Audinaggio ’17

Cascina Ca' Rossa

Ruché di Castagnole M.to Laccento ’18

Montalbera

Liguria

Colli di Luni Vermentino Lunae Et. Nera ’18

Cantine Lunae Bosoni

Colli di Luni Vermentino Pianacce ’18

Giacomelli

Colli di Luni Vermentino Sup. Boceda ’18

Zangani

Colli di Luni Vermentino Sup. Fosso di Corsano ’18

Terenzuola

Riviera Ligure di Ponente Pigato Le Marige ’18

La Ginestraia

Riviera Ligure di Ponente Vermentino ’18

Fontanacota

Rossese di Dolceacqua Bricco Arcagna ’17

Terre Bianche

Rossese di Dolceacqua Posaù Biamonti ’17

Maccario Dringenberg

Lombardia

Botticino Gobbio ’17

Noventa

Farfalla Zero Dosage M Cl.

Ballabio

Franciacorta Dosage Zero Secolo Novo Ris. ’11

Le Marchesine

Franciacorta Dosaggio Zero Bagnadore Ris. ’11

Barone Pizzini

Franciacorta Dosaggio Zero Cuvée Annamaria Clementi Ris. ’09

Ca' del Bosco

Franciacorta Extra Brut ’13

Lo Sparviere

Franciacorta Nature 61 ’12

Guido Berlucchi & C.

Franciacorta Non Dosato Alma

Bellavista

Franciacorta Pas Dosè Riserva 33 Ris. ’12

Ferghettina

Franciacorta Satèn ’15

Contadi Castaldi

Franciacorta Satèn ’15

Mosnel

Franciacorta Satèn ’15

Ricci Curbastro

Lugana Menasasso Ris. ’15

Selva Capuzza

Lugana Sup. Madonna della Scoperta ’17

Perla del Garda

Nature M. Cl.

Monsupello

OP Buttafuoco Bricco Riva Bianca ’16

Andrea Picchioni

OP Buttafuoco Storico V. Sacca del Prete ’15

Fiamberti

Roccapietra Pas Dosé M. Cl. ’13

Scuropasso

Sforzato di Valtellina Ronco del Picchio ’16

Sandro Fay

Tavernetto Pinot Nero ’16

Conte Vistarino

Top Zero Pas Dosé M. Cl.

Giorgi

Valtellina Sforzato Corte di Cama ’17

Mamete Prevostini

Valtellina Sfursat 5 Stelle ’16

Nino Negri

Valtellina Sup. Grumello Dirupi Ris. ’16

Dirupi

Valtellina Sup. Grumello Ris. ’13

Aldo Rainoldi

Valtènesi Chiaretto Molmenti ’16

Costaripa

Canton Ticino

Ticino Merlot Carato ’16

Vini Angelo Delea

Ticino Rosso Castello Luigi ’16

Castello Luigi

Trentino

San Leonardo ’15

San Leonardo

Teroldego Rotaliano V. Le Fron ’16

De Vescovi Ulzbach

Teroldego Rotaliano ’16

Barone de Cles

Trentino Müller Thurgau Viàch ’18

Corvée

Trentino Pinot Nero Maso Cantanghel ’16

Maso Cantanghel

Trentino Vino Santo ’03

Toblino

Trento Brut Altemasi Graal Ris. ’12

Cavit

Trento Brut Aquila Reale Ris. ’09

Cesarini Sforza

Trento Brut Giulio Ferrari Riserva del Fondatore ’08

Ferrari

Trento Brut Madame Martis Ris. ’09

Maso Martis

Trento Brut Rotari Flavio Ris. ’11

Mezzacorona

Trento Dosaggio Zero Letrari Ris. ’12

Letrari

Trento Pas Dosé Balter Ris. ’13

Nicola Balter

Alto Adige

A. A. Cabernet Sauvignon Lafóa ’16

Cantina Colterenzio

A. A. Gewürztraminer Auratus ’18

Tenuta Ritterhof

A. A. Gewürztraminer Nussbaumer ’17

Cantina Tramin

A. A. Gewürztraminer V. Kastelaz ’18

Elena Walch

A. A. Lagrein Staffes Ris. ’16

Tenuta Kornell

A. A. Lagrein Taber Ris. ’17

Cantina Bolzano

A. A. Lagrein V. Klosteranger Ris. ’15

Cantina Convento Muri-Gries

A. A. Müller Thurgau Feldmarschall von Fenner ’17

Tiefenbrunner

A. A. Pinot Bianco Quintessenz ’17

Cantina Kaltern

A. A. Pinot Bianco Sanct Valentin ’17

Cantina Produttori San Michele Appiano

A. A. Pinot Bianco Sirmian ’18

Nals Margreid

A. A. Pinot Nero Trattmann Ris. ’16

Cantina Girlan

A. A. Santa Maddalena Cl. Rondell ’18

Glögglhof - Franz Gojer

A. A. Sauvignon Renaissance ’16

Gumphof - Markus Prackwieser

A. A. Spumante Extra Brut 1919 Ris. ’13

Kettmeir

A. A. Terlano Sauvignon Quarz ’17

Cantina Terlano

A. A. Val Venosta Riesling Windbichel ’17

Tenuta Unterortl - Castel Juval

A. A. Valle Isarco Riesling Praepositus ’17

Abbazia di Novacella

A. A. Valle Isarco Sylvaner R ’17

Köfererhof - Günther Kerschbaumer

A. A. Valle Isarco Sylvaner ’18

Kuenhof - Peter Pliger

Manna ’17

Franz Haas

Veneto

Amarone della Valpolicella Campo dei Gigli ’15

Tenuta Sant'Antonio

Amarone della Valpolicella Case Vecie ’13

Brigaldara

Amarone della Valpolicella Cl. Campolongo di Torbe ’12

Masi

Amarone della Valpolicella Cl. Casa dei Bepi ’13

Viviani

Amarone della Valpolicella Cl. De Buris Ris. ’09

Tommasi Viticoltori

Amarone della Valpolicella Cl. Sant'Urbano ’15

Speri

Amarone della Valpolicella Cl. ’11

Bertani

Amarone della Valpolicella Cl. ’11

Giuseppe Quintarelli

Amarone della Valpolicella Cl. ’13

Zymè

Amarone della Valpolicella Cl. ’15

Allegrini

Amarone della Valpolicella Leone Zardini Ris. ’12

Pietro Zardini

Amarone della Valpolicella Mai Dire Mai ’12

Pasqua - Cecilia Beretta

Amarone della Valpolicella ’15

Famiglia Cottini - Monte Zovo

Capitel Croce ’18

Roberto Anselmi

Cartizze Brut V. La Rivetta

Villa Sandi

Colli Euganei Fiori d'Arancio Passito Alpianae ’16

Vignalta

Colli Euganei Merlot Casa del Merlo ’16

Il Filò delle Vigne

Colli Euganei Rosso Serro ’16

Il Mottolo

Conegliano Valdobbiadene Rive di Ogliano Brut Nature ’18

BiancaVigna

Custoza Sup. Amedeo ’17

Cavalchina

Custoza Sup. Ca' del Magro ’17

Monte del Frà

Frank! ’17

Barollo

Lugana Molceo Ris. ’17

Ottella

Lugana Sergio Zenato Ris. ’16

Zenato

Madre ’17

Italo Cescon

Montello e Colli Asolani Il Rosso dell'Abazia ’16

Serafini & Vidotto

Riesling Renano Collezione di Famiglia ’15

Roeno

Soave Cl. Calvarino ’17

Leonildo Pieropan

Soave Cl. Campo Vulcano ’18

I Campi

Soave Cl. Monte Carbonare ’17

Suavia

Soave Cl. Monte Fiorentine ’17

Ca' Rugate

Soave Sup. Il Casale ’17

Agostino Vicentini

Soave Sup. Runcata ’17

Dal Cero - Tenuta Corte Giacobbe

Valdobbiadene Brut Ius Naturae ’18

Bortolomiol

Valdobbiadene Brut Nature Particella 232 ’18

Sorelle Bronca

Valdobbiadene Brut Nature ’18

Silvano Follador

Valdobbiadene Brut Rive di Col San Martino Cuvée del Fondatore Graziano Merotto ’18

Merotto

Valdobbiadene Dosaggio Zero Vign. Del Faè ’18

Canevel Spumanti

Valdobbiadene Extra Dry Giustino B. ’18

Ruggeri & C.

Valdobbiadene Rive Di Refrontolo Brut Col Del Forno ’18

Andreola

Valpolicella Ca' Fiui ’18

Corte Sant'Alda

Valpolicella Cl. Sup. Campo Casal Vegri ’17

Ca' La Bionda

Valpolicella Sup. Maternigo ’16

F.lli Tedeschi

Friuli Venezia Giulia

Collio Bianco Fosarin ’17

Ronco dei Tassi

Collio Bianco Giulio Locatelli Ris. ’17

Tenuta di Angoris

Collio Chardonnay ’17

Ronco Blanchis

Collio Friulano Manditocai ’17

Livon

Collio Friulano ’18

Schiopetto

Collio Friulano ’18

Franco Toros

Collio Malvasia ’18

Villa Russiz

Collio Pinot Bianco Santarosa ’18

Castello di Spessa

Collio Pinot Bianco ’18

Doro Princic

Collio Pinot Bianco ’18

Russiz Superiore

Collio Ribolla Gialla di Oslavia Ris. ’16

Primosic

Collio Sauvignon ’18

Tiare - Roberto Snidarcig

Desiderium I Ferretti ’17

Tenuta Luisa

FCO Biancosesto ’17

La Tunella

FCO Pinot Bianco Myò ’18

Zorzettig

FCO Pinot Grigio ’18

Torre Rosazza

FCO Sauvignon Zuc di Volpe ’18

Volpe Pasini

Friuli Isonzo Pinot Bianco ’17

Masùt da Rive

Friuli Isonzo Sauvignon Piere ’17

Vie di Romans

Friuli Pinot Bianco ’18

Vigneti Le Monde

Malvasia ’15

Damijan Podversic

Ograde ’17

Skerk

Ribolla Gialla Dosaggio Zero ’15

Eugenio Collavini

Rosazzo Terre Alte ’17

Livio Felluga

Tal Lùc Cuvée .1.2

Lis Neris

Vintage Tunina ’17

Jermann

Emilia Romagna

Callas Malvasia ’17

Monte delle Vigne

Lambrusco di Sorbara Leclisse ’18

Alberto Paltrinieri

Lambrusco di Sorbara V. del Cristo ’18

Cavicchioli

Lambrusco di Sorbara del Fondatore ’18

Cleto Chiarli Tenute Agricole

Reggiano Lambrusco Brut Cadelvento Rosé ’18

Venturini Baldini

Reggiano Lambrusco Concerto ’18

Ermete Medici & Figli

Romagna Albana Secco Vitalba ’18

Tre Monti

Romagna Sangiovese Predappio Il Sangiovese ’18

Noelia Ricci

Romagna Sangiovese Predappio Le Lucciole Ris. ’16

Chiara Condello

Romagna Sangiovese Sup. Avi Ris. ’16

San Patrignano

Romagna Sangiovese Sup. Predappio di Predappio V. del Generale Ris. ’16

Fattoria Nicolucci

Romagna Sangiovese Sup. Primo Segno ’17

Villa Venti

Romagna Sangiovese Sup. Tre Miracoli ’18

Le Rocche Malatestiane

Toscana

Auritea ’16

Tenuta Podernovo

Bolgheri Bianco Criseo ’17

Guado al Melo

Bolgheri Rosso Sup. Grattamacco ’16

Grattamacco

Bolgheri Rosso Sup. Le Gonnare ’16

Fabio Motta

Bolgheri Rosso Sup. Ornellaia ’16

Ornellaia

Bolgheri Rosso Sup. Sondraia ’16

Poggio al Tesoro

Bolgheri Rosso Sup. ’16

Castello di Bolgheri

Bolgheri Sup. Sassicaia ’16

Tenuta San Guido

Brunello di Montalcino Duelecci Est Ris. ’13

Tenuta di Sesta

Brunello di Montalcino Lupi e Sirene Ris. ’13

Podere Le Ripi

Brunello di Montalcino Pian di Conte Ris. ’13

Talenti

Brunello di Montalcino Ris. ’13

Le Macioche

Brunello di Montalcino ’14

Baricci

Brunello di Montalcino ’14

Brunelli - Le Chiuse di Sotto

Brunello di Montalcino ’14

Il Marroneto

Brunello di Montalcino ’14

Pietroso

Brunello di Montalcino ’14

Poggio di Sotto

Cabreo Il Borgo ’16

Tenute Ambrogio e Giovanni Folonari

Caburnio ’15

Tenuta Monteti

Carmignano Ris. ’16

Tenuta Le Farnete/Cantagallo

Carmignano Ris. ’16

Piaggia

Carmignano Santa Cristina in Pilli ’16

Fattoria Ambra

Cepparello ’16

Isole e Olena

Chianti Cl. Famiglia Zingarelli Ris. ’16

Rocca delle Macìe

Chianti Cl. Fontalpino ’17

Fattoria Carpineta Fontalpino

Chianti Cl. Gran Selezione I Rialzi ’15

Tenuta Perano

Chianti Cl. Gran Selezione Poggio Rosso ’15

San Felice

Chianti Cl. Gran Selezione Riserva Ducale Oro ’15

Ruffino

Chianti Cl. Gran Selezione V. Il Corno ’15

Castello di Radda

Chianti Cl. Gran Selezione V. del Sorbo ’16

Fontodi

Chianti Cl. Gran Selezione Villa Rosa ’16

Famiglia Cecchi

Chianti Cl. Gran Selezione ’16

Tenuta di Lilliano

Chianti Cl. Il Campitello Ris. ’16

Monteraponi

Chianti Cl. Lamole di Lamole Et. Bianca ’16

Lamole di Lamole

Chianti Cl. Lamole ’17

I Fabbri

Chianti Cl. Lucarello Ris. ’15

Borgo Salcetino

Chianti Cl. Ris. ’16

Castello di Albola

Chianti Cl. Ris. ’16

Castello di Volpaia

Chianti Cl. Ris. ’16

Pomona

Chianti Cl. Ris. ’16

Val delle Corti

Chianti Cl. Rocca di Castagnoli ’17

Rocca di Castagnoli

Chianti Cl. V. Barbischio Ris. ’16

Maurizio Alongi

Chianti Cl. Villa del Cigliano Ris. ’16

Cigliano

Chianti Cl. ’17

Tenuta di Arceno - Arcanum

Chianti Cl. ’17

Riecine

Chianti Cl. ’17

Vallepicciola

Chianti Classico Gran Selezione Valiano 6.38 ’15

Tenute Piccini

Chianti Colli Fiorentini Badia a Corte Ris. ’16

Torre a Cona

Chianti Rufina Nipozzano V. V. Ris. ’16

Frescobaldi

Cortona Syrah ’16

Stefano Amerighi

Francesca Romana ’16

Terenzi

I Sodi di San Niccolò ’15

Castellare di Castellina

Il Borro ’16

Il Borro

La Regola ’16

Podere La Regola

Le Pergole Torte ’16

Montevertine

Maremma Toscana Oltreconfine ’17

Bruni

Maremma Toscana Rocca di Frassinello ’17

Rocca di Frassinello

Montecucco Rosso Ris. ’16

Colle Massari

Montecucco Sangiovese Ad Agio Ris. ’15

Basile

Morellino di Scansano Ris. ’16

Roccapesta

Nobile di Montepulciano I Quadri ’16

Bindella

Nobile di Montepulciano Le Caggiole ’16

Poliziano

Nobile di Montepulciano Madonna della Querce ’15

Maria Caterina Dei

Nobile di Montepulciano Simposio Ris. ’15

Tenuta Trerose

Nobile di Montepulciano ’16

Boscarelli

Nobile di Montepulciano ’16

Podere Le Bèrne

Nobile di Montepulciano ’16

Salcheto

Nobile di Montepulciano ’16

Tenute del Cerro

Orcia Petruccino ’16

Podere Forte

Oreno ’17

Tenuta Sette Ponti

Orma ’17

Orma

Paleo Rosso ’16

Le Macchiole

Palistorti Rosso ’17

Tenuta di Valgiano

Parrina Sangiovese ’18

Tenuta La Parrina

Petra Rosso ’16

Petra

Pinot Nero ’16

Podere della Civettaja

Poggio alle Viole ’15

Col di Bacche

Quinto Re ’16

Gualdo del Re

Rosso di Montalcino ’16

Le Ragnaie

Rosso di Montalcino ’17

Salvioni

Solaia ’16

Marchesi Antinori

Solus ’16

Pianirossi

Suisassi ’16

Duemani

Terre di Pisa Sangiovese VignaAlta ’16

Badia di Morrona

Uno ’16

Tenuta Carleone

Vernaccia di S. Gimignano Carato ’16

Montenidoli

Vernaccia di S. Gimignano Ostrea ’17

Mormoraia

Vernaccia di San Gimignano L'Albereta Ris. ’16

Il Colombaio di Santa Chiara

Vin Santo di Carmignano Ris. ’12

Tenuta di Capezzana

Marche

Arshura ’16

Valter Mattoni

Castelli di Jesi Verdicchio Cl. Ambrosia Ris. ’16

Vignamato

Castelli di Jesi Verdicchio Cl. Lauro Ris. ’16

Poderi Mattioli

Castelli di Jesi Verdicchio Cl. San Sisto Ris. ’17

Tenute San Sisto - Fazi Battaglia

Castelli di Jesi Verdicchio Cl. Utopia Ris. ’16

Montecappone

Castelli di Jesi Verdicchio Cl. V. Il Cantico della Figura Ris. ’16

Andrea Felici

Castelli di Jesi Verdicchio Cl. Villa Bucci Ris. ’17

Bucci

Falerio Pecorino Onirocep ’18

Pantaleone

Lacrima di Morro d'Alba Sup. Orgiolo ’17

Marotti Campi

Offida Pecorino Artemisia ’18

Tenuta Spinelli

Offida Pecorino ’18

Tenuta Santori

Offida Rosso Vignagiulia ’16

Emanuele Dianetti

Piceno Sup. Morellone ’15

Le Caniette

Rosso Piceno Sup. Roggio del Filare ’16

Velenosi

Verdicchio dei Castelli di Jesi Cl. Sup. Origini ’18

Fattoria Nannì

Verdicchio dei Castelli di Jesi Cl. Sup. V. V. ’17

Umani Ronchi

Verdicchio dei Castelli di Jesi Cl. Sup. Vign. del Balluccio ’17

Tenuta dell'Ugolino

Verdicchio di Matelica Cambrugiano Ris. ’16

Belisario

Verdicchio di Matelica Collestefano ’18

Collestefano

Verdicchio di Matelica Jera Ris. ’15

Borgo Paglianetto

Verdicchio di Matelica ’18

Bisci

Umbria

Adarmando Trebbiano Spoletino ’17

Giampaolo Tabarrini

Cervaro della Sala ’17

Castello della Sala

Il Roccafiore ’16

Roccafiore

Montefalco Rosso Mattone Ris. ’16

Briziarelli

Montefalco Rosso Pomontino ’17

Tenuta Bellafonte

Montefalco Rosso Ris. ’15

Antonelli - San Marco

Montefalco Rosso Ziggurat ’17

Tenute Lunelli - Castelbuono

Montefalco Sagrantino 25 Anni ’15

Arnaldo Caprai

Montefalco Sagrantino Sacrantino ’15

F.lli Pardi

Montefalco Sagrantino ’15

Terre de la Custodia

Orvieto Cl. Sup. Luigi e Giovanna ’16

Barberani

Ramìci Ciliegiolo ’16

Leonardo Bussoletti

Torgiano Rosso Pinturicchio Ris. ’16

Terre Margaritelli

Torgiano Rosso Rubesco V. Monticchio Ris. ’15

Lungarotti

Lazio

Cesanese di Olevano Romano Silene ’17

Damiano Ciolli

Faro della Guardia Biancolella ’18

Casale del Giglio

Fiorano Bianco ’17

Tenuta di Fiorano

Frascati Sup. ’18

Castel de Paolis

Montiano ’17

Falesco - Famiglia Cotarella

Poggio della Costa ’18

Sergio Mottura

Roma Rosso Ed. Limitata ’16

Poggio Le Volpi

Abruzzo

Abruzzo Pecorino ’18

Tenuta I Fauri

Cerasuolo d'Abruzzo Rosa-ae ’18

Torre dei Beati

Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane Notàri ’17

Fattoria Nicodemi

Montepulciano d'Abruzzo Ilico ’17

Dino Illuminati

Montepulciano d'Abruzzo Mo Ris. ’15

Cantina Tollo

Montepulciano d'Abruzzo Organic ’18

Feudo Antico

Montepulciano d'Abruzzo Plateo Ris. ’15

Agriverde

Montepulciano d'Abruzzo Casauria Podere Castorani Ris. ’15

Castorani

Montepulciano d'Abruzzo ’18

Villa Medoro

Montepulcianod'Abruzzo Vign. Sant'Eusanio ’17

Valle Reale

Supergiulia Pecorino ’17

Luigi Cataldi Madonna

Trebbiano d'Abruzzo ’15

Valentini

Trebbiano d'Abruzzo Castello di Semivicoli ’18

Masciarelli

Molise

Molise Rosso Don Luigi Ris. ’15

Di Majo Norante

Campania

Caiatì Pallagrello Bianco ’17

Alois

Campi Flegrei Falanghina ’18

Agnanum

Costa d'Amalfi Furore Bianco Fiorduva ’18

Marisa Cuomo

Falanghina del Sannio Janare Senete ’18

La Guardiense

Falanghina del Sannio Svelato ’18

Terre Stregate

Falanghina del Sannio Taburno ’18

Fontanavecchia

Fiano di Avellino Bosco Satrano ’17

Villa Raiano

Fiano di Avellino Empatia ’18

Donnachiara

Fiano di Avellino Pietramara ’18

I Favati

Fiano di Avellino Tognano ’16

Rocca del Principe

Fiano di Avellino ’18

Colli di Lapio

Greco di Tufo Tornante ’18

Traerte

Greco ’18

Pietracupa

Montevetrano ’17

Montevetrano

Pian di Stio ’18

San Salvatore 1988

Pompeii Bianco ’18

Bosco de' Medici

Sabbie di Sopra il Bosco ’17

Nanni Copè

Sannio Sant'Agata dei Goti Piedirosso Artus ’17

Mustilli

Taurasi Piano di Montevergine Ris. ’14

Feudi di San Gregorio

Taurasi Puro Sangue Ris. ’14

Luigi Tecce

Taurasi V. Macchia dei Goti Ris. ’15

Antonio Caggiano

Terra di Rosso ’17

Galardi

È Iss Tintore Prephilloxera ’16

Tenuta San Francesco

Basilicata

Aglianico del Vulture Don Anselmo ’16

Paternoster

Aglianico del Vulture Gricos ’17

Grifalco della Lucania

Aglianico del Vulture Il Repertorio ’17

Cantine del Notaio

Aglianico del Vulture Re Manfredi ’16

Re Manfredi - Cantina Terre degli Svevi

Aglianico del Vulture Titolo ’17

Elena Fucci

Puglia

Askos Verdeca ’18

Masseria Li Veli

Castel del Monte Rosso V. Pedale Ris. ’16

Torrevento

Don Antonio Primitivo ’17

Coppi

Gioia del Colle Primitivo 17 Vign. Montevella ’16

Polvanera

Gioia del Colle Primitivo Muro Sant'Angelo Contrada Barbatto ’16

Tenute Chiaromonte

Idea ’18

Varvaglione 1921

Negroamaro ’17

Carvinea

Oltremé Susumaniello ’18

Tenute Rubino

Primitivo di Manduria Lirica ’17

Produttori di Manduria

Primitivo di Manduria Piano Chiuso 26 27 63 Ris. ’16

Masca del Tacco

Primitivo di Manduria Raccontami ’17

Vespa - Vignaioli per Passione

Primitivo di Manduria Sessantanni ’16

San Marzano

Primitivo di Manduria Zinfandel Sinfarosa Terra Nera ’17

Felline

Salice Salentino Rosso Donna Lisa Ris. ’16

Leone de Castris

Salice Salentino Rosso Selvarossa Ris. ’16

Cantine Due Palme

Taccorosso Negroamaro ’15

Cantine Paolo Leo

Calabria

Cirò Rosso Cl. Sup. Duca San Felice Ris. ’17

Librandi

Cirò Rosso Cl. Sup. Ris. ’15

'A Vita

Grisara Pecorello ’18

Roberto Ceraudo

Moscato Passito ’18

Luigi Viola

Sicilia

Cerasuolo di Vittoria Giambattista Valli ’17

Feudi del Pisciotto

Contrada C ’17

Passopisciaro

Eloro Nero d'Avola Fontanelle ’14

Curto

Etna Bianco A' Puddara ’17

Tenuta di Fessina

Etna Bianco Alta Mora ’18

Alta Mora

Etna Bianco Cavanera Ripa di Scorciavacca ’17

Firriato

Etna Rosato Mofete ’18

Palmento Costanzo

Etna Rosso Arcurìa ’17

Graci

Etna Rosso Contrada Monte Serra ’17

Benanti

Etna Rosso Feudo di Mezzo ’16

Cottanera

Etna Rosso V. Barbagalli ’16

Pietradolce

Etna Rosso Vico Prephylloxera ’16

Tenute Bosco

Etna Rosso Vign. Monte Gorna Ris. ’13

Cantine Nicosia

Etna Rosso ’17

Tornatore

Faro ’17

Le Casematte

Malvasia delle Lipari Passito ’18

Caravaglio

Noto Nero d'Avola Santa Cecilia ’16

Planeta

Passito di Pantelleria Ben Ryé ’16

Donnafugata

Sicilia Bianco Maggiore ’18

Rallo

Sicilia Bianco Nozze d'Oro ’17

Tasca d'Almerita

Sicilia Catarratto Terre Rosse di Giabbascio ’18

Centopassi

Sicilia Grillo Shamaris ’18

Cusumano

Sicilia Grillo V. di Mandranova ’18

Alessandro di Camporeale

Sicilia Mandrarossa Cartagho ’17

Cantine Settesoli

Sicilia Nero d'Avola Saia ’17

Feudo Maccari

Sicilia Perricone Furioso ’16

Assuli

Sardegna

Alghero Torbato Terre Bianche Cuvée 161 ’18

Tenute Sella & Mosca

Cannonau di Sardegna Cl. Dule ’16

Giuseppe Gabbas

Cannonau di Sardegna Nepente di Oliena Pro Vois Ris. ’14

F.lli Puddu

Cannonau di Sardegna ’17

Antonella Corda

Capichera V. T. ’16

Capichera

Carignano del Sulcis 6Mura Ris. ’16

Cantina Giba

Carignano del Sulcis Sup. Terre Brune ’15

Cantina di Santadi

Nuracada Bovale ’17

Audarya

Terresicci ’14

Cantine di Dolianova

Turriga ’15

Argiolas

Vermentino di Gallura Sup. Costarenas ’18

Masone Mannu

Vermentino di Gallura Sup. Sciala ’18

Surrau

Vermentino di Gallura Sup. Soliànu - Tenuta Matteu ’18

Andrea Ledda

Vermentino di Sardegna Stellato ’18

Pala

PREMIO GAMBERO ROSSO

I MIGLIORI VINI DELL’ANNO

ROSSO DELL’ANNO

PIAGGIA - CARMIGNANO RIS. ’16

BIANCO DELL’ANNO

LUNAE BOSONI - COLLI DI LUNI VERMENTINO LUNAE ET. NERA ’18

BOLLICINE DELL’ANNO

SORELLE BRONCA

VALDOBBIADENE BRUT NATURE PARTICELLA 232 ’18

DOLCE DELL’ANNO

TOBLINO - TRENTINO VINO SANTO ’03

ROSATO DELL’ANNO

TORRE DEI BEATI - CERASUOLO D’ABRUZZO ROSA-AE ’18

CANTINA DELL’ANNO

FRESCOBALDI

MIGLIOR RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO

PICO MACCARIO - BARBERA D’ASTI LAVIGNONE ’18

VITICOLTORE DELL’ANNO

LEOPARDO FELICI

CANTINA EMERGENTE

TENUTA SANTA CATERINA

PREMIO PER LA VITIVINICOLTURA SOSTENIBILE

PRODUTTORI DI MANDURIA

PREMIO PROGETTO SOLIDALE

CENTOPASSI

I TRE BICCHIERI SOTTO I 15 EURO

L’accessibilità del vino italiano di qualità è uno dei punti cardine dell’enologia tricolore. Quest’anno sono 84 i Tre Bicchieri che si possono acquistare in enoteca sotto i 15 euro; tra questi vi segnaliamo, in rosso, 13 etichette al di sotto della soglia dei dieci euro. Il più economico tra i premiati? È il Montepulciano d’Abruzzo ’18 prodotto da Villa Medoro. Si porta via con meno di sette euro.

A. A. Santa Maddalena Cl. Rondell ’18

Glögglhof - Franz Gojer [Alto Adige]

Abruzzo Pecorino ’18

Tenuta I Fauri [Abruzzo]

Aglianico del Vulture Gricos ’17

Grifalco della Lucania [Basilicata]

Barbera d'Asti Lavignone ’18

Pico Maccario [Piemonte]

Barbera d'Asti Sup. La Luna e i Falò ’17

Vite Colte [Piemonte]

Campi Flegrei Falanghina ’18

Agnanum [Campania]

Cannonau di Sardegna ’17

Antonella Corda [Sardegna]

Capitel Croce ’18

Roberto Anselmi [Veneto]

Carmignano Santa Cristina in Pilli ’16

Fattoria Ambra [Toscana]

Castel del Monte Rosso V. Pedale Ris. ’16

Torrevento [Puglia]

Castelli di Jesi Verdicchio Cl. Ambrosia Ris. ’16

Vignamato [Marche]

Cerasuolo d'Abruzzo Rosa-ae ’18

Torre dei Beati [Abruzzo]

Cesanese di Olevano Romano Silene ’17

Damiano Ciolli [Lazio]

Chianti Cl. ’17

Riecine [Toscana]

Chianti Cl. Fontalpino ’17

Fattoria Carpineta Fontalpino [Toscana]

Chianti Cl. Lamole di Lamole Et. Bianca ’16

Lamole di Lamole [Toscana]

Cirò Rosso Cl. Sup. Duca San Felice Ris. ’17

Librandi [Calabria]

Colli di Luni Vermentino Pianacce ’18

Giacomelli [Liguria]

Collio Chardonnay ’17

Ronco Blanchis [Friuli Venezia Giulia]

Conegliano Valdobbiadene Rive di Ogliano Brut Nature ’18

BiancaVigna [Veneto]

Custoza Sup. Amedeo ’17

Cavalchina [Veneto]

Custoza Sup. Ca' del Magro ’17

Monte del Frà [Veneto]

Dogliani Sup. Vigneti Dolci ’17

San Fereolo [Piemonte]

Don Antonio Primitivo ’17

Coppi [Puglia]

FCO Pinot Grigio ’18

Torre Rosazza [Friuli Venezia Giulia]

Falanghina del Sannio Janare Senete ’18

La Guardiense [Campania]

Falanghina del Sannio Svelato ’18

Terre Stregate [Campania]

Falanghina del Sannio Taburno ’18

Fontanavecchia [Campania]

Falerio Pecorino Onirocep ’18

Pantaleone [Marche]

Frascati Sup. ’18

Castel de Paolis [Lazio]

Friuli Pinot Bianco ’18

Vigneti Le Monde [Friuli Venezia Giulia]

Grignolino d'Asti ’18

Luigi Spertino [Piemonte]

Idea ’18

Varvaglione 1921 [Puglia]

Il Roccafiore ’16

Roccafiore [Umbria]

Lacrima di Morro d'Alba Sup. Orgiolo ’17

Marotti Campi [Marche]

Lambrusco di Sorbara Leclisse ’18

Alberto Paltrinieri [Emilia Romagna]

Lambrusco di Sorbara V. del Cristo ’18

Cavicchioli [Emilia Romagna]

Lambrusco di Sorbara del Fondatore ’18

Cleto Chiarli Tenute Agricole [Emilia Romagna]

Lugana Menasasso Ris. ’15

Selva Capuzza [Lombardia]

Montepulciano d'Abruzzo ’18

Villa Medoro [Abruzzo]

Montepulciano d'Abruzzo Ilico ’17

Dino Illuminati [Abruzzo]

Montepulciano d'Abruzzo Mo Ris. ’15

Cantina Tollo [Abruzzo]

Montepulciano d'Abruzzo Organic ’18

Feudo Antico [Abruzzo]

Moscato d’Asti Casa di Bianca ’18

Gianni Doglia [Piemonte]

Offida Pecorino ’18

Tenuta Santori [Marche]

Offida Pecorino Artemisia ’18

Tenuta Spinelli [Marche]

Oltremé Susumaniello ’18

Tenute Rubino [Puglia]

Ovada Convivio ’17

Gaggino [Piemonte]

Parrina Sangiovese ’18

Tenuta La Parrina [Toscana]

Primitivo di Manduria Lirica ’17

Produttori di Manduria [Puglia]

Reggiano Lambrusco Brut Cadelvento Rosé ’18

Venturini Baldini [Emilia Romagna]

Reggiano Lambrusco Concerto ’18

Ermete Medici & Figli [Emilia Romagna]

Riviera Ligure di Ponente Vermentino ’18

Fontanacota [Liguria]

Roero Arneis Renesio ’18

Malvirà [Piemonte]

Roero Arneis Sarun ’18

Stefanino Costa [Piemonte]

Romagna Sangiovese Predappio Il Sangiovese ’18

Noelia Ricci [Emilia Romagna]

Romagna Sangiovese Sup. Primo Segno ’17

Villa Venti [Emilia Romagna]

Romagna Sangiovese Sup. Tre Miracoli ’18

Le Rocche Malatestiane [Emilia Romagna]

Sicilia Bianco Maggiore ’18

Rallo [Sicilia]

Sicilia Catarratto Terre Rosse di Giabbascio ’18

Centopassi [Sicilia]

Sicilia Grillo Shamaris ’18

Cusumano [Sicilia]

Sicilia Grillo V. di Mandranova ’18

Alessandro di Camporeale [Sicilia]

Sicilia Mandrarossa Cartagho ’17

Cantine Settesoli [Sicilia]

Soave Cl. Campo Vulcano ’18

I Campi [Veneto]

Soave Cl. Monte Carbonare ’17

Suavia [Veneto]

Soave Cl. Monte Fiorentine ’17

Ca' Rugate [Veneto]

Soave Sup. Il Casale ’17

Agostino Vicentini [Veneto]

Valdobbiadene Brut Ius Naturae ’18

Bortolomiol [Veneto]

Valdobbiadene Dosaggio Zero Vign. Del Faè ’18

Canevel Spumanti [Veneto]

Valdobbiadene Rive Di Refrontolo Brut Col Del Forno ’18

Andreola [Veneto]

Valpolicella Ca' Fiui ’18

Corte Sant'Alda [Veneto]

Verdicchio dei Castelli di Jesi Cl. Sup. Origini ’18

Fattoria Nannì [Marche]

Verdicchio di Matelica ’18

Bisci [Marche]

Verdicchio di Matelica Cambrugiano Ris. ’16

Belisario [Marche]

Verdicchio di Matelica Collestefano ’18

Collestefano [Marche]

Vernaccia di S. Gimignano Ostrea ’17

Mormoraia [Toscana]

I TRE BICCHIERI VERDI

Con i Tre Bicchieri Verdi segnaliamo i vini prodotti da cantine che lavorano secondo i canoni della viticoltura biologica o biodinamica (indicata in rosso) certificata. Quest’anno sono 121, record assoluto per Vini d’Italia, a conferma di un trend virtuoso che si alimenta di vendemmia in vendemmia, dalle micro cantine alle grandi aziende capaci di rilanciare le molteplici sfide della sostenibilità ambientale.

Aglianico del Vulture Don Anselmo ’16

Paternoster [Basilicata]

Aglianico del Vulture Gricos ’17

Grifalco della Lucania [Basilicata]

Aglianico del Vulture Titolo ’17

Elena Fucci [Basilicata]

Amarone della Valpolicella Cl. Sant'Urbano ’15

Speri [Veneto]

Auritea ’16

Tenuta Podernovo [Toscana]

Barbaresco Asili ’16

Ceretto [Piemonte]

Barbaresco Currà Ris. ’13

Bruno Rocca [Piemonte]

Barbaresco Pajoré ’16

Sottimano [Piemonte]

Barbaresco Rio Sordo ’16

Cascina delle Rose [Piemonte]

Barbera d'Asti Sup. La Luna e i Falò ’17

Vite Colte [Piemonte]

Barolo Brea Vigna Ca' Mia ’15

Brovia [Piemonte]

Barolo Cerretta ’15

Garesio [Piemonte]

Barolo R56 ’15

Brandini [Piemonte]

Barolo Ravera V. Elena Ris. ’13

Elvio Cogno [Piemonte]

Bolgheri Rosso Sup. Grattamacco ’16

Grattamacco [Toscana]

Botticino Gobbio ’17

Noventa [Lombardia]

Brunello di Montalcino ’14

Poggio di Sotto [Toscana]

Brunello di Montalcino Lupi e Sirene Ris. ’13

Podere Le Ripi [Toscana]

Cannonau di Sardegna Nepente di Oliena Pro Vois Ris. ’14

F.lli Puddu [Sardegna]

Carmignano Santa Cristina in Pilli ’16

Fattoria Ambra [Toscana]

Cartizze Brut V. La Rivetta

Villa Sandi [Veneto]

Castelli di Jesi Verdicchio Cl. Lauro Ris. ’16

Poderi Mattioli [Marche]

Castelli di Jesi Verdicchio Cl. Villa Bucci Ris. ’17

Bucci [Marche]

Cerasuolo d'Abruzzo Rosa-ae ’18

Torre dei Beati [Abruzzo]

Chianti Cl. ’17

Riecine [Toscana]

Chianti Cl. Fontalpino ’17

Fattoria Carpineta Fontalpino [Toscana]

Chianti Cl. Gran Selezione ’16

Tenuta di Lilliano [Toscana]

Chianti Cl. Gran Selezione V. del Sorbo ’16

Fontodi [Toscana]

Chianti Cl. Il Campitello Ris. ’16

Monteraponi [Toscana]

Chianti Cl. Lamole ’17

I Fabbri [Toscana]

Chianti Cl. Ris. ’16

Castello di Albola [Toscana]

Chianti Cl. Ris. ’16

Castello di Volpaia [Toscana]

Chianti Cl. Ris. ’16

Pomona [Toscana]

Chianti Cl. Ris. ’16

Val delle Corti [Toscana]

Cortona Syrah ’16

Stefano Amerighi [Toscana]

Don Antonio Primitivo ’17

Coppi [Puglia]

Erbaluce di Caluso 13 Mesi ’17

Benito Favaro [Piemonte]

Etna Bianco Cavanera Ripa di Scorciavacca ’17

Firriato [Sicilia]

Etna Rosato Mofete ’18

Palmento Costanzo [Sicilia]

Etna Rosso Arcurìa ’17

Graci [Sicilia]

Etna Rosso Vico Prephylloxera ’16

Tenute Bosco [Sicilia]

Etna Rosso Vign. Monte Gorna Ris. ’13

Cantine Nicosia [Sicilia]

Falerio Pecorino Onirocep ’18

Pantaleone [Marche]

Faro ’17

Le Casematte [Sicilia]

Fiano di Avellino Bosco Satrano ’17

Villa Raiano [Campania]

Fiorano Bianco ’17

Tenuta di Fiorano [Lazio]

Franciacorta Dosaggio Zero Bagnadore Ris. ’11

Barone Pizzini [Lombardia]

Franciacorta Dosaggio Zero Cuvée Annamaria Clementi Ris. ’09

Ca' del Bosco [Lombardia]

Franciacorta Nature 61 ’12

Guido Berlucchi & C. [Lombardia]

Franciacorta Pas Dosè Riserva 33 Ris. ’12

Ferghettina [Lombardia]

Franciacorta Satèn ’15

Mosnel [Lombardia]

Gavi V. della Rovere Verde Ris. ’17

La Mesma [Piemonte]

Gioia del Colle Primitivo 17 Vign. Montevella ’16

Polvanera [Puglia]

Grisara Pecorello ’18

Roberto Ceraudo [Calabria]

Il Borro ’16

Il Borro [Toscana]

Lugana Sup. Madonna della Scoperta ’17

Perla del Garda [Lombardia]

Madre ’17

Italo Cescon [Veneto]

Malvasia ’15

Damijan Podversic [Friuli Venezia Giulia]

Malvasia delle Lipari Passito ’18

Caravaglio [Sicilia]

Molise Rosso Don Luigi Ris. ’15

Di Majo Norante [Molise]

Montecucco Rosso Ris. ’16

Colle Massari [Toscana]

Montecucco Sangiovese Ad Agio Ris. ’15

Basile [Toscana]

Montefalco Rosso Ris. ’15

Antonelli - San Marco [Umbria]

Montefalco Rosso Ziggurat ’17

Tenute Lunelli - Castelbuono [Umbria]

Montepulciano d'Abruzzo Colline Teramane Notàri ’17

Fattoria Nicodemi [Abruzzo]

Montepulciano d'Abruzzo Organic ’18

Feudo Antico [Abruzzo]

Montepulciano d'Abruzzo Plateo Ris. ’15

Agriverde [Abruzzo]

Montepulciano d'Abruzzo Casauria Podere Castorani Ris. ’15

Castorani [Abruzzo]

Montepulciano d'Abruzzo Vign. Sant'Eusanio ’17

Valle Reale [Abruzzo]

Moscato Passito ’18

Luigi Viola [Calabria]

Negroamaro ’17

Carvinea [Puglia]

Nobile di Montepulciano ’16

Salcheto [Toscana]

OP Buttafuoco Bricco Riva Bianca ’16

Andrea Picchioni [Lombardia]

Offida Pecorino ’18

Tenuta Santori [Marche]

Ograde ’17

Skerk [Friuli Venezia Giulia]

Orcia Petruccino ’16

Podere Forte [Toscana]

Oreno ’17

Tenuta Sette Ponti [Toscana]

Orvieto Cl. Sup. Luigi e Giovanna ’16

Barberani [Umbria]

Palistorti Rosso ’17

Tenuta di Valgiano [Toscana]

Pian di Stio ’18

San Salvatore 1988 [Campania]

Piceno Sup. Morellone ’15

Le Caniette [Marche]

Pinot Nero ’16

Podere della Civettaja [Toscana]

Poggio della Costa ’18

Sergio Mottura [Lazio]

Primitivo di Manduria Sessantanni ’16

San Marzano [Puglia]

Primitivo di Manduria Zinfandel Sinfarosa Terra Nera ’17

Felline [Puglia]

Quinto Re ’16

Gualdo del Re [Toscana]

Ramìci Ciliegiolo ’16

Leonardo Bussoletti [Umbria]

Reggiano Lambrusco Brut Cadelvento Rosé ’18

Venturini Baldini [Emilia Romagna]

Roero Valmaggiore V. Audinaggio ’17

Cascina Ca' Rossa [Piemonte]

Romagna Albana Secco Vitalba ’18

Tre Monti [Emilia Romagna]

Romagna Sangiovese Sup. Avi Ris. ’16

San Patrignano [Emilia Romagna]

Romagna Sangiovese Sup. Primo Segno ’17

Villa Venti [Emilia Romagna]

Rosso di Montalcino ’16

Le Ragnaie [Toscana]

Sabbie di Sopra il Bosco ’17

Nanni Copè [Campania]

San Leonardo ’15

San Leonardo [Trentino]

Sicilia Bianco Maggiore ’18

Rallo [Sicilia]

Sicilia Catarratto Terre Rosse di Giabbascio ’18

Centopassi [Sicilia]

Sicilia Grillo V. di Mandranova ’18

Alessandro di Camporeale [Sicilia]

Sicilia Nero d'Avola Saia ’17

Feudo Maccari [Sicilia]

Soave Cl. Calvarino ’17

Leonildo Pieropan [Veneto]

Suisassi ’16

Duemani [Toscana]

Supergiulia Pecorino ’17

Luigi Cataldi Madonna [Abruzzo]

Taurasi Piano di Montevergine Ris. ’14

Feudi di San Gregorio [Campania]

Terra di Rosso ’17

Galardi [Campania]

Torgiano Rosso Pinturicchio Ris. ’16

Terre Margaritelli [Umbria]

Trentino Pinot Nero Maso Cantanghel ’16

Maso Cantanghel [Trentino]

Trentino Vino Santo ’03

Toblino [Trentino]

Trento Brut Madame Martis Ris. ’09

Maso Martis [Trentino]

Uno ’16

Tenuta Carleone [Toscana]

Valdobbiadene Dosaggio Zero Vign. Del Faè ’18

Canevel Spumanti [Veneto]

Valle d'Aosta Chambave Muscat Flétri ’17

La Vrille [Valle d'Aosta]

Valpolicella Ca' Fiui ’18

Corte Sant'Alda [Veneto]

Valpolicella Cl. Sup. Campo Casal Vegri ’17

Ca' La Bionda [Veneto]

Verdicchio dei Castelli di Jesi Cl. Sup. Origini ’18

Fattoria Nannì [Marche]

Verdicchio dei Castelli di Jesi Cl. Sup. V. V. ’17

Umani Ronchi [Marche]

Verdicchio di Matelica ’18

Bisci [Marche]

Verdicchio di Matelica Collestefano ’18

Collestefano [Marche]

Verdicchio di Matelica Jera Ris. ’15

Borgo Paglianetto [Marche]

Vernaccia di S. Gimignano Carato ’16

Montenidoli [Toscana]

Vernaccia di San Gimignano L'Albereta Ris. ’16

Il Colombaio di Santa Chiara [Toscana]

Vin Santo di Carmignano Ris. ’12

Tenuta di Capezzana [Toscana]

LA CLASSIFICAZIONE DELLE ANNATE DAL 1995 AL 2017

LE STELLE

57

Gaja (Piemonte)

44

Ca’ del Bosco (Lombardia)

38

Elio Altare (Piemonte)

La Spinetta (Piemonte)

35

Allegrini (Veneto)

Valentini (Abruzzo)

34

Castello di Fonterutoli (Toscana)

31

Bellavista (Lombardia)

Giacomo Conterno (Piemonte)

Jermann (Friuli Venezia Giulia)

Tenuta San Guido (Toscana)

Cantina Produttori San Michele Appiano (Alto Adige)

30

Castello della Sala (Umbria)

Ferrari (Trentino)

Masciarelli (Abruzzo)

Planeta (Sicilia)

28

Fèlsina (Toscana)

Poliziano (Toscana)

Tasca d’Almerita (Sicilia)

Cantina Tramin (Alto Adige)

Vie di Romans

(Friuli Venezia Giulia)

27

Marchesi Antinori (Toscana)

Feudi di San Gregorio (Campania)

Bruno Giacosa (Piemonte)

Leonildo Pieropan (Veneto)

26

Livio Felluga

(Friuli Venezia Giulia)

Ornellaia (Toscana)

25

Argiolas (Sardegna)

Cantina Bolzano (Alto Adige)

Arnaldo Caprai (Umbria)

Castello di Ama (Toscana)

Nino Negri (Lombardia)

Paolo Scavino (Piemonte)

Schiopetto (Friuli Venezia Giulia)

Villa Russiz (Friuli Venezia Giulia)

24

Falesco - Famiglia Cotarella (Lazio)

Fontodi (Toscana)

Gravner (Friuli Venezia Giulia)

Tenute Sella & Mosca (Sardegna)

Cantina Terlano (Alto Adige)

23

Ca’ Viola (Piemonte)

Cantina Colterenzio (Alto Adige)

Isole e Olena (Toscana)

San Leonardo (Trentino)

Vietti (Piemonte)

22

Michele Chiarlo (Piemonte)

Domenico Clerico (Piemonte)

Les Crêtes (Valle d’Aosta)

Cantina Kaltern (Alto Adige)

Montevetrano (Campania)

Barone Ricasoli (Toscana)

Volpe Pasini (Friuli Venezia Giulia)

Elena Walch (Alto Adige)

21

Ca’ Rugate (Veneto)

Cascina La Barbatella (Piemonte)

Castellare di Castellina (Toscana)

Castello del Terriccio (Toscana)

Le Macchiole (Toscana)

Montevertine (Toscana)

Serafini & Vidotto (Veneto)

20

Luigi Cataldi Madonna (Abruzzo)

Cusumano (Sicilia)

Donnafugata (Sicilia)

Dorigo (Friuli Venezia Giulia)

Gioacchino Garofoli (Marche)

Elio Grasso (Piemonte)

Lis Neris (Friuli Venezia Giulia)

Ruffino (Toscana)

Cantina di Santadi (Sardegna)

Sottimano (Piemonte)

Franco Toros

(Friuli Venezia Giulia)

Venica & Venica

(Friuli Venezia Giulia)

19

Abbazia di Novacella (Alto Adige)

Antoniolo (Piemonte)

Matteo Correggia (Piemonte)

Firriato (Sicilia)

Livon (Friuli Venezia Giulia)

Masi (Veneto)

Monsupello (Lombardia)

Cantina Convento Muri-Gries (Alto Adige)

Fiorenzo Nada (Piemonte)

Palari (Sicilia)

Giuseppe Quintarelli (Veneto)

Bruno Rocca (Piemonte)

Ronco dei Tassi

(Friuli Venezia Giulia)

San Patrignano (Emilia Romagna)

Luciano Sandrone (Piemonte)

Umani Ronchi (Marche)

Le Vigne di Zamò

(Friuli Venezia Giulia)

18

Roberto Anselmi (Veneto)

Brancaia (Toscana)

Casanova di Neri (Toscana)

Castello Banfi (Toscana)

Conterno Fantino (Piemonte)

Coppo (Piemonte)

Kuenhof - Peter Pliger

(Alto Adige)

Massolino (Piemonte)

Mastroberardino (Campania)

Doro Princic

(Friuli Venezia Giulia)

Velenosi (Marche)

Fattoria Zerbina

(Emilia Romagna)

17

Lorenzo Begali (Veneto)

Bertani (Veneto)

Bucci (Marche)

Fattoria Petrolo (Toscana)

Pietracupa (Campania)

Querciabella (Toscana)

Albino Rocca (Piemonte)

Suavia (Veneto)

Tenuta Unterortl - Castel Juval (Alto Adige)

16

Abbona (Piemonte)

Cavit (Trentino)

Aldo Conterno (Piemonte)

Romano Dal Forno (Veneto)

Di Majo Norante (Molise)

Grattamacco (Toscana)

Librandi (Calabria)

Lungarotti (Umbria)

Bartolo Mascarello (Piemonte)

Miani (Friuli Venezia Giulia)

La Monacesca (Marche)

Rocca di Frassinello (Toscana)

San Felice (Toscana)

Tenuta Sant’Antonio (Veneto)

Speri (Veneto)

Vignalta (Veneto)

Viviani (Veneto)

15

F.lli Alessandria (Piemonte)

Biondi - Santi Tenuta Greppo (Toscana)

Elvio Cogno (Piemonte)

Leone de Castris (Puglia)

Ferghettina (Lombardia)

Tenuta di Ghizzano (Toscana)

Dino Illuminati (Abruzzo)

Malvirà (Piemonte)

Sergio Mottura (Lazio)

Piaggia (Toscana)

Graziano Prà (Veneto)

Produttori del Barbaresco (Piemonte)

Aldo Rainoldi (Lombardia)

Russiz Superiore

(Friuli Venezia Giulia)

Valle Reale (Abruzzo)

Roberto Voerzio (Piemonte)

14

Giulio Accornero e Figli (Piemonte)

Avignonesi (Toscana)

Boscarelli (Toscana)

Bricco Rocche - Bricco Asili (Piemonte)

Piero Busso (Piemonte)

Ca’ del Baio (Piemonte)

Cavalchina (Veneto)

Tenute Cisa Asinari dei Marchesi di Grésy (Piemonte)

Eugenio Collavini

(Friuli Venezia Giulia)

Poderi Luigi Einaudi (Piemonte)

Falkenstein Franz Pratzner

(Alto Adige)

Tenute Ambrogio e Giovanni Folonari (Toscana)

Frescobaldi (Toscana)

Elena Fucci (Basilicata)

Ettore Germano (Piemonte)

Köfererhof - Günther Kerschbaumer (Alto Adige)

Mamete Prevostini (Lombardia)

Franco M. Martinetti (Piemonte)

Monchiero Carbone (Piemonte)

Nals Margreid (Alto Adige)

Oasi degli Angeli (Marche)

Fattoria Le Pupille (Toscana)

Ronco del Gelso

(Friuli Venezia Giulia)

Uberti (Lombardia)

Tenuta di Valgiano (Toscana)

Villa Medoro (Abruzzo)

Villa Sparina (Piemonte)

Zenato (Veneto)

13

Braida (Piemonte)

Brovia (Piemonte)

Cascina Ca’ Rossa (Piemonte)

Castello di Albola (Toscana)

Castello di Volpaia (Toscana)

Cavalleri (Lombardia)

Tenuta Col d’Orcia (Toscana)

Cantine Due Palme (Puglia)

Le Due Terre

(Friuli Venezia Giulia)

Foradori (Trentino)

Galardi (Campania)

Gini (Veneto)

Cantina Girlan (Alto Adige)

Edi Keber (Friuli Venezia Giulia)

Cantina Kurtatsch (Alto Adige)

Maculan (Veneto)

Marchesi di Barolo (Piemonte)

Vigneti Massa (Piemonte)

Pecchenino (Piemonte)

Salvioni (Toscana)

Tormaresca (Puglia)

Torraccia del Piantavigna (Piemonte)

Torrevento (Puglia)

Tua Rita (Toscana)

12

Gianfranco Alessandria (Piemonte)

Maison Anselmet (Valle d’Aosta)

Azelia (Piemonte)

Benanti (Sicilia)

Brigaldara (Veneto)

Castello dei Rampolla (Toscana)

Colle Massari (Toscana)

Còlpetrone (Umbria)

Marisa Cuomo (Campania)

Dorigati (Trentino)

Franz Haas (Alto Adige)

Poggio di Sotto (Toscana)

Dario Raccaro

(Friuli Venezia Giulia)

Rocche dei Manzoni (Piemonte)

Tenute Rubino (Puglia)

Giampaolo Tabarrini (Umbria)

Tenute del Cerro (Toscana)

G. D. Vajra (Piemonte)

11

Abate Nero (Trentino)

Guido Berlucchi & C. (Lombardia)

Borgo San Daniele

(Friuli Venezia Giulia)

Cà Maiol (Lombardia)

I Campi (Veneto)

Tenuta di Capezzana (Toscana)

Fattoria Carpineta Fontalpino (Toscana)

Tenute Chiaromonte (Puglia)

F.lli Cigliuti (Piemonte)

Cleto Chiarli Tenute Agricole (Emilia Romagna)

Colli di Lapio (Campania)

Corte Sant’Alda (Veneto)

Cottanera (Sicilia)

Feudi del Pisciotto (Sicilia)

Feudo Maccari (Sicilia)

Giuseppe Gabbas (Sardegna)

Giorgi (Lombardia)

Guerrieri Rizzardi (Veneto)

Lo Triolet (Valle d’Aosta)

Cantine Lunae Bosoni (Liguria)

La Massa (Toscana)

Mastrojanni (Toscana)

Ermete Medici & Figli

(Emilia Romagna)

Poderi e Cantine Oddero (Piemonte)

Orma (Toscana)

Ottella (Veneto)

Pio Cesare (Piemonte)

Prunotto (Piemonte)

Ruggeri & C. (Veneto)

Tenute San Sisto - Fazi Battaglia (Marche)

Luigi Spertino (Piemonte)

Tiefenbrunner (Alto Adige)

10

Badia a Coltibuono (Toscana)

Nicola Balter (Trentino)

Enzo Boglietti (Piemonte)

Bruna (Liguria)

Capichera (Sardegna)

Castello di Monsanto (Toscana)

Castello di Spessa

(Friuli Venezia Giulia)

Cavallotto - Tenuta Bricco Boschis (Piemonte)

Ceretto (Piemonte)

Paolo Conterno (Piemonte)

Giovanni Corino (Piemonte)

Fontanafredda (Piemonte)

Gumphof - Markus Prackwieser (Alto Adige)

Hilberg - Pasquero (Piemonte)

Tenuta J. Hofstätter (Alto Adige)

Alois Lageder (Alto Adige)

Letrari (Trentino)

Giuseppe Mascarello e Figlio (Piemonte)

Cantina Meran (Alto Adige)

Monte del Frà (Veneto)

Monte Rossa (Lombardia)

Paternoster (Basilicata)

Pietradolce (Sicilia)

Poggio Antico (Toscana)

Poggio Le Volpi (Lazio)

Polvanera (Puglia)

Re Manfredi - Cantina Terre degli Svevi (Basilicata)

Podere Sapaio (Toscana)

Tenuta Sette Ponti (Toscana)

F.lli Tedeschi (Veneto)

Tenimenti Luigi d’Alessandro (Toscana)

Tenuta delle Terre Nere (Sicilia)

Villa Matilde (Campania)

Villa Sandi (Veneto)

Luigi Viola (Calabria)

Tenuta Waldgries

(Alto Adige)

Conti Zecca (Puglia)

COME LEGGERE LA GUIDA

DATI AZIENDALI

PRODUZIONE ANNUA

ETTARI VITATI

TIPO DI VITICOLTURA

N.B. I dati riportati in Guida vengono forniti annualmente dalle aziende.

L’Editore declina ogni responsabilità per eventuali indicazioni errate.

I SIMBOLI

 VINO BIANCO

 VINO ROSATO

 VINO ROSSO

CLASSIFICAZIONE DEI VINI

).

LA STELLA

SEGNALA LE AZIENDE CHE HANNO CONQUISTATO PER OGNI STELLA 10 VOLTE I TRE BICCHIERI

FASCE DI PREZZO

I PREZZI INDICATI FANNO RIFERIMENTO ALLE QUOTAZIONI MEDIE IN ENOTECA.

L’ASTERISCO *

SEGNALA UN VINO CON UN RAPPORTO QUALITÀ/PREZZO PARTICOLARMENTE FAVOREVOLE

ABBREVIAZIONI

Le Regioni

Valle d'Aosta

La Valle d’Aosta è una regione virtuosa nella produzione di vino di qualità, la sua vocazione turistica la spinge a offrire vini in ogni fascia di prezzo, comprese quelle più basse e di consumo quotidiano, bianchi e rossi più immediati. Ma da una regione che dedica così poco spazio alla vigna ci si aspetta solo prodotti d’eccellenza. Prodotti che possano portare l’immagine della Valle d’Aosta in giro per il nostro paese e addirittura per il mondo. Oggi è cosa fatta; solo la limitata produzione vieta a questa regione di nutrire maggiori ambizioni nell’export. Con un clima montano che trova poche similitudini nel resto del paese, e con vigneti che vanno dal fondo valle alle cime innevate, da 350 a più di 1100 metri sul livello del mare, la Valle d’Aosta propone vini di estrema peculiarità. Innanzitutto possiede un parco ampelografico del tutto singolare dove i più diversi tra i vitigni internazionali (chardonnay, pinot grigio o malvoisie, sauvignon, viognier, müller-thurgau, gamay, pinot nero, merlot, syrah, grenache) affiancano vitigni sconosciuti o poco noti altrove (moscato bianco, petite arvine, prié blanc, mebbiolo, fumin, petit rouge, vien de Nus, prëmetta, cornalin, , mayolet, vuillermin). Incrociando le differenze climatiche e ampelografiche, i risultati sono una ricchezza e una varietà di vini che non trovano riscontro altrove, da bianchi sottili e tesi a rossi potenti e sapidi. Ma con una tale ricchezza c’è anche il rischio di creare confusione nella testa del consumatore e allora ecco che si stanno delineando, tenendo conto delle tradizioni territoriali, delle tendenze portate avanti dai vigneron e dalle cantine cooperative. Nel campo dei bianchi stanno guadagnando spazio le fresche e profumate petite arvine alle quali si oppongono dei bianchi più ricchi e grassi, spesso vinificati in barrique come chardonnay e pinot grigio. D’altro canto conservano i loro spazi i tradizionali Moscato di Chambave e i Blanc de Morgex et de La Salle, anche spumantizzati. Per quanto riguarda i rossi, si percepisce la volontà di produrre grandi vini di stampo internazionale con la syrah e soprattutto con il pinot nero. Rimangono però in voga anche corposi rossi da uve fumin. I Tre Bicchieri di questa edizione confermano il trend. I massimi riconoscimenti includono una Petite Arvine (il Sopraquota 900), uno Chardonnay, un Pinot Grigio, due Pinot Nero e, infine, un Passito di Moscato, prodotti da un nucleo virtuoso di cantine che continuano a far parlare di questa piccola regione nel mondo.

Maison Anselmet

fraz. Vereytaz, 30

11018 Villeneuve [AO]

Tel. 0165 904851

www.maisonanselmet.it

VENDITA DIRETTA

VISITA SU PRENOTAZIONE

PRODUZIONE ANNUA 80.000 bottiglie

ETTARI VITATI 11,50

Maison Anselmet è uno dei fari dominanti della viticultura valdostana, la conduzione è affidata a Giorgio ben supportato da tutta la famiglia. Molto legato alla tradizione, non perde di vista l'innovazione, a partire da un nuovo sistema di controllo che non solo ottimizza le temperature di fermentazione ma controlla anche lo stato del terreno limitando l'uso dei trattamenti: uve sane e vitali. La felice collocazione di Maison Anselmet, nel cuore del Torrette, vino simbolo valdostano, permette la produzione di una vasta gamma di vini prodotti da vitigni autoctoni, apprezzati in Italia e nel mondo.

Il Semel Pater è un Pinot Nero splendido, olfatto intenso fine e delicato, note speziate che armonizzano il fruttato, bocca maestosa con tannini fitti e progressivi, lungo il finale. Notevole lo Chardonnay dove dalle note burrose e mielate emergono sentori di spezie dolci, la struttura gustativa è complessa, fresca, ed equilibrata. Interessante il Syrah, dalle note di bacche nere e pepe: in bocca è fine ed armonico. 

Château Feuillet

loc. Château Feuillet, 12

11010 Saint Pierre

Tel. 328 7673880

www.chateaufeuillet.it

VENDITA DIRETTA

OSPITALITÀ E RISTORAZIONE

PRODUZIONE ANNUA 45.000 bottiglie

ETTARI VITATI 6,00

VITICOLTURA Biodinamico Certificato

Lasciandoci Aosta alle spalle, in direzione Monte Bianco, dopo pochi chilometri entriamo nella zona del Torrette, una delle zone storiche della viticultura regionale. Qui troviamo Saint Pierre, località che ospita la Château Feuillet di Maurizio Fiorano, persona schiva ma solare, scambiare qualche parola con lui è sempre molto stimolante. L'azienda è relativamente giovane ma in breve tempo ha saputo conquistarsi un posto di riguardo tra le eccellenze regionali, grazie al rispetto delle tradizioni locali e a standard qualitativi molto alti. 

Intensa la Petite Arvine con le sue note floreali e agrumate, soprattutto pompelmo; fresca in bocca, con dolcezza appena accennata. Rubino impenetrabile per il Torrette Superiore, aromi di confettura e prugne, in bocca tannini ancora evidenti in una corposa struttura. Il Fumin offre sentori fruttati rustici, palato armonico con tannini eleganti. Bello il rubino del Syrah con il suo ventaglio aromatico intenso e persistente di frutta rossa e note di pepe bianco, bocca polposa e fresca. 

La Crotta di Vegneron

p.zza Roncas, 2

11023 Chambave [AO]

Tel. 0166 46670

www.lacrotta.it

VENDITA DIRETTA

VISITA SU PRENOTAZIONE

RISTORAZIONE

PRODUZIONE ANNUA 200.000 bottiglie

ETTARI VITATI 31,00

La Crotta di Vegneron, a Chambave, è uno dei simboli del mondo vitivinicolo della Valle d'Aosta. Alla produzione classica nel tempo si sono affiancati molti vini prodotti da vitigni autoctoni, per una produzione che si è affermata sui mercati, sia italiani che internazionali. Se i vini dolci per molto tempo hanno fatto da traino, ora la gamma abbraccia vini rossi e bianchi, raggiungendo standard qualitativi elevati e costanti. 

Sempre buonissimo il Moscato Passito Prieuré, con il suo colore dorato, naso molto raffinato e complesso che ricorda l'uva passa, i fichi secchi; la bocca è meravigliosa, ha equilibrio e persistenza.  Di grande eleganza il Syrah nelle sue note speziate, il pepe e la frutta rossa; in bocca è nitido, fresco e lungo. Originale il Fumin, dai toni vegetali e fruttati, ben articolato e sfumato all'assagio. Piacevole il Nus Malvoisie, vivido nelle sensazioni di pera, ricco in bocca, con corpo morbido e varietale, il finale regala delicate sfumature amarognole. 

Les Crêtes

loc. Villetos, 50

11010 Aymavilles [AO]

Tel. 0165 902274

www.lescretes.it

VENDITA DIRETTA

VISITA SU PRENOTAZIONE

PRODUZIONE ANNUA 200.000 bottiglie

ETTARI VITATI 20,00

AZIENDA SOSTENIBILE

L'azienda Les Crêtes è sempre stata la polena della viticultura valdostana, il suo ideatore, Costantino Charrère, il poeta del vino, poco alla volta si sta defilando. L'ingresso in famiglia di Giulio Corti, al fianco di Elena e la sorella Eleonora, ha dato nuova vitalità. Nella nuova struttura di Aymavilles si respira tutto il fascino di questa azienda tra nuove tecnologie e scelte innovative che anticipano i tempi. Molta attenzione  è dedicata ai vitigni autoctoni, soprattutto lo Chardonnay, che ha portato il nome di questa azienda in tutto il mondo. 

Spicca lo Chardonnay Cuvée Bois, cavallo di battaglia di Les Crêtes, vino dal colore intenso, le note olfattive ci ricordano i fiori di acacia, albicocche e pesche; delicata la speziatura, la bocca è ricca e fresca con note minerali, finale lungo e avvolgente. Non da meno lo Chardonnay base i profumi di fiori di ginestra sono vivacizzati da note minerali, fine, sapido e complesso. Delicate note fruttate per il Syrah che anticipano una bocca ricca e possente. 

Caves Cooperatives de Donnas

via Roma, 97

11020 Donnas [AO]

Tel. 0125 807096

www.donnasvini.it

VENDITA DIRETTA

VISITA SU PRENOTAZIONE

PRODUZIONE ANNUA 150.000 bottiglie

ETTARI VITATI 26,00

Per chi arriva in Valle d'Aosta da sud, uno dei primi paesi è Donnas, tra le zone storiche di questo territorio. Le proprietà sono estremamente piccole, motivo alla base della fondazione della Cooperativa. Qui vitigni e sistemi di allevamento sono diversi, il terreno è impervio tanto da dover costruire una monorotaia per poter trasportare quanto necessario nelle vigne e dalle vigne. Il vitigno coltivato sotto la pergola è il nebbiolo, localmente chiamato picotenner o picotendro. Sì, possiamo veramente parlare di viticoltura eroica. La gente qui è quella di montagna, fiera, legata alla tradizione e ai suoi sapori. 

Spicca il  Napoléon, Nebbiolo dal colore granato brillante, profumi intensi che ricordano la frutta rossa, in bocca grande

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Vini d'Italia 2020

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori