Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Piano Jazz Vol. II

Piano Jazz Vol. II

Leggi anteprima

Piano Jazz Vol. II

Lunghezza:
44 pagine
17 minuti
Editore:
Pubblicato:
17 set 2019
ISBN:
9788831639996
Formato:
Libro

Descrizione

Questo Manuale di Pianoforte Jazz è il secondo di tre volumi e ha l’obbiettivo di creare un itinerario ideale per la formazione del pianista di jazz, suddividendo gli argomenti lungo i 3 anni che lo studente affronta nei corsi triennali dei Conservatori italiani, stabilendo così una serie di priorità tecniche, stilistiche e di repertorio.

Il volume è suddiviso in 4 sezioni. La prima è dedicata al ritmo (poliritmia, polimetria e strutture ritmiche fondamentali). La seconda parte si occupa dell’armonia (armonia tonale, cadenze II-V-I, voicings 4 way closed e drop 2, il blues).

La terza si occupa delle introduzioni e dei finali. La quarta e ultima parte si occupa dell’improvvisazione (arpeggi, digital patterns, approcci cromatici, licks blues) mostrando per ciascuna argomento veri e propri fraseggi e chops creati dall’autore che lo studente potrà utilizzare come spunto per sviluppare le proprie improvvisazioni. Conclude il testo un’appendice destinata al repertorio da studiare nel corso dell’anno con suggerimenti sul metodo di memorizzazione da utilizzare.
Editore:
Pubblicato:
17 set 2019
ISBN:
9788831639996
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Piano Jazz Vol. II

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

Piano Jazz Vol. II - Angelo Mastronardi

dell’anno.

PARTE I

ELEMENTI BASE DEL RITMO

Esercizi Ritmici

Per poter sviluppare una buona fluidità ritmica e riuscire a fluttuare liberi durante le nostre improvvisazioni dobbiamo svincolarci dai punti cardine della battuta (il 1° movimento e il terzo) ed esercitarci lontano dallo strumento.

Partirò dal principio che nel jazz, in particolare quello che va dalla rivoluzione bebop fino al modern jazz, l’enfasi è sul 2° e 4° movimento.

Il primo esercizio che propongo è quello di battere i quarti con il piede e battere le mani sull’end del 2° e 4° movimento. Nell’immagine di seguito ho sintetizzato questi due compiti riportando il ritmo che devono eseguire le mani nel rigo in chiave di violino, e la base ritmica in quarti eseguita dal piede nel rigo della chiave di basso.

Quando ci sentiremo sicuri aggiungeremo la voce cantando gli ottavi con l’uso di sillabe adatte allo scopo e avendo cura di accentare secondo 3 tipi di raggruppamenti (123-123-12, 12-123-123 e

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Piano Jazz Vol. II

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori