Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

I pagliacci

I pagliacci

Leggi anteprima

I pagliacci

Lunghezza:
48 pagine
35 minuti
Pubblicato:
26 ago 2019
ISBN:
9788834175965
Formato:
Libro

Descrizione

Libretto d'opera de I pagliacci. Versione integrale di una delle più importanti 'opere veriste' italiane, arricchita in appendice da un percorso di schede illustrate su storia, aneddoti e curiosità. Leoncavallo mette in scena la vita alterna, fino al tragico finale, dei pagliacci. Una rappresentazione da leggere e vedere, capace di influenzare ancora oggi la cultura europea e mondiale. Il formato tascabile ma al tempo stesso leggibile si prestano sia per una lettura domestica che per quella di sala.
Pubblicato:
26 ago 2019
ISBN:
9788834175965
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a I pagliacci

Libri correlati

Anteprima del libro

I pagliacci - Ruggero Leoncavallo

I PAGLIACCI

Dramma in un prologo e due atti.

Testi e musiche di

Ruggero Leoncavallo

Prima esecuzione: 21 maggio 1892, Milano.

P E R S O N A G G I

NEDDA, attrice da fiera, moglie di Canio (nella commedia Colombina) SOPRANO

CANIO, capo della compagnia (nella commedia Pagliaccio) TENORE

TONIO, lo scemo (nella commedia Taddeo), commediante BARITONO

PEPPE (nella commedia Arlecchino), commediante TENORE

SILVIO, campagnuolo BARITONO

Contadini e Contadine.

La scena si passa in Calabria presso Montalto, il giorno della festa di mezz'agosto.

Epoca presente, fra il 1865 e il 1870.

PROLOGO

Introduzione orchestrale

Scena unica

Tonio, in costume da Taddeo come nella commedia, passando a

traverso al telone.

TONIO

Si può?...

(poi salutando)

Signore! Signori!... Scusatemi

se da sol me presento. Io sono il prologo:

poiché in iscena ancor le antiche maschere

mette l'autore, in parte ei vuol riprendere

le vecchie usanze, e a voi di nuovo inviami.

Ma non per dirvi come pria: «Le lagrime

che noi versiam son false! Degli spasimi

e de' nostri martir non allarmatevi!»

No. L'autore ha cercato invece pingervi

uno squarcio di vita. Egli ha per massima

sol che l'artista è un uomo e che per gli uomini

scrivere ei deve. Ed al vero ispiravasi.

Un nido di memorie in fondo a l'anima

cantava un giorno, ed ei con vere lagrime

scrisse, e i singhiozzi il tempo gli battevano!

Dunque, vedrete amar sì come s'amano

gli esseri umani; vedrete de l'odio

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di I pagliacci

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori