Inizia a leggere

Nel mio giorno di fauno. Versificando

Valutazioni:
201 pagine1 ora

Sintesi

Una raccolta dedicata alle donne, a tutte le donne e alla loro leggiadria, che riesce a scaldare il cuore e l’animo di un uomo, a qualsiasi età. L’esaltazione della bellezza femminile, motore d’ogni azione umana, è al centro della raccolta di Riccardo Lombardi, che pur affacciandosi – o forse proprio perché comincia ad affacciarsi – all’età dell’autunno, sente il bisogno di fissare su queste pagine il vibrante fluire di emozioni della sua giovinezza, in quella che lui definisce il suo giorno di fauno. Quel che emerge è una costellazione di eidola, a volte reali, a volte onirici, a volte arcadici, che racchiudono le mille forme che sa prendere l’amore.

Riccardo Lombardi nato a Prato l’11 settembre 1939, dove tuttora risiede, ha all’attivo quattro raccolte poetiche sia di liriche a carattere civile che sillogi di espressioni sparse. Immagini parallele e realtà concrete è la prima pubblicazione, seguita dalla raccolta di reminiscenze e testimonianze giovanili Allo specchio di ricordi. Da poeta esistenzialista in cammino. Di tematica civile sono invece i due successivi libri Oltre i versi, liriche civili in libertà (2016) e il più recente Alla fine dei versi, capitolando (2018). La presente silloge Nel mio giorno di fauno. Versificando si stacca dal contesto delle precedenti edizioni per rappresentare un canzoniere d’amore costituito da una prima raccolta di pulsioni giovanili rispolverata dal classico cassetto di trascorse esperienze. Questo mentre prosegue nella sua diuturna passione di scrivere, come egli da poeta dice, “finché il proprio esistenziale andare gli darà il tempo per nuovi libri già in preparazione”.

Leggi sull'app mobile di Scribd

Scarica l'app mobile gratuita di Scribd per leggere sempre e ovunque.