Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Sulle Tracce degli Illuminati: Realtà e mito del Nuovo Ordine Mondiale

Sulle Tracce degli Illuminati: Realtà e mito del Nuovo Ordine Mondiale

Leggi anteprima

Sulle Tracce degli Illuminati: Realtà e mito del Nuovo Ordine Mondiale

Lunghezza:
155 pagine
3 ore
Pubblicato:
13 lug 2019
ISBN:
9788869374562
Formato:
Libro

Descrizione

Esiste da molti anni una teoria, diffusa a livello mondiale, che identifica in una organizzazione chiamata “Gli Illuminati” la fonte di ogni atto di destabilizzazione politica, sociale,   economica e finanziaria, sia esso limitato o di grande      impatto internazionale.
Agli Illuminati viene collegato il progetto della realizzazione di un Nuovo Ordine Mondiale (NWO), che vedrebbe i vertici di tale organizzazione come unici padroni delle sorti         dell’umanità.
Ragionevoli dubbi e coincidenze, per quanto di sicuro effetto, necessitano di una ben più attenta analisi, al fine di    evitare contaminazioni con teorie di complotto estremo.
Nonostante non esistano prove documentali è forte la     propensione a credere che una o più eminenze grigie operino all’ombra dei grandi governi e delle multinazionali;     l’espressione Nuovo Ordine Mondiale è stata spesso citata in molti dei discorsi tenuti dai “grandi della Terra”, ed è    innegabile la manipolazione esistente nella gestione delle informazioni.
Sulle Tracce degli Illuminati è frutto di una ricerca approfondita sul concetto e sugli elementi del Nuovo Ordine Mondiale, tentando di separare il sensazionalismo, il fraintendimento, da quella che potrebbe essere una ipotizzabile      verità, tenendo sempre conto del fatto che una enorme concentrazione di potere difficilmente riesce a  creare situazioni del tutto trasparenti.
Pubblicato:
13 lug 2019
ISBN:
9788869374562
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Sulle Tracce degli Illuminati

Leggi altro di Roberto La Paglia

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

Sulle Tracce degli Illuminati - Roberto La Paglia

Paglia

Prime informazioni

Prima di affrontare un argomento così controverso e delicato come quello del Nuovo Ordine Mondiale e della misteriosa organizzazione conosciuta con il nome di Illuminati, è necessario elencare delle dovute premesse, che sarà poi opportuno tenere sempre in netta evidenza al fine di evidenziare e approfondire quanto verrà esposto in seguito.

Esiste da molti anni una teoria, diffusa a livello mondiale, che identifica in una organizzazione chiamata Gli Illuminati la fonte di ogni atto di destabilizzazione politica, sociale, economica e finanziaria, sia esso limitato o di grande impatto internazionale.

Di tale organizzazione, a parte alcuni riferimenti storici, una lunga catena di strane coincidenze e dei ragionevoli dubbi a favore, tutte cose che esamineremo in seguito, non esiste alcuna prova documentale.

Agli Illuminati viene collegato il progetto della realizzazione di un Nuovo Ordine Mondiale (NWO), che vedrebbe i vertici di tale organizzazione come unici padroni delle sorti dell’umanità.

Ragionevoli dubbi e coincidenze, per quanto di sicuro effetto, necessitano di una ben più attenta analisi, al fine di evitare contaminazioni con teorie di complotto estremo.

Nonostante non esistano prove documentali è forte la propensione a credere che una o più eminenze grigie operino all’ombra dei grandi governi e delle multinazionali; l’espressione Nuovo Ordine Mondiale è stata spesso citata in molti dei discorsi tenuti dai grandi della Terra, ed è innegabile la manipolazione esistente nella gestione delle informazioni.

Fatte queste dovute premesse cerchiamo adesso di entrare nel vivo della questione, partendo proprio dagli Illuminati e dai tanti avvenimenti storici che vengono riportati come vera e propria cronologia della nascita del complotto relativo al Nuovo Ordine Mondiale.

Ci muoveremo in questo campo seguendo un preciso ordine cronologico, ma non senza prima aver descritto sommariamente quale sia il punto del dibattito.

La teoria relativa al Nuovo Ordine Mondiale fa riferimento a un presunto gruppo segreto di potere che starebbe da tempo lavorando al fine di assumere il controllo di ogni organizzazione statale mondiale, con il fine ultimo di dominare completamente la Terra.

Nonostante si tenda a collocare la nascita di questa teoria nel 1975, e più precisamente in riferimento a una delle frasi pronunciate dal presidente americano Gerald Ford in una sua dichiarazione (" …dobbiamo unirci per costruire un nuovo ordine mondiale…al meschino concetto di sovranità nazionale non deve essere permesso di distoglierci da questo obiettivo…"), in realtà la NWO Theory abbraccia una larga parte delle insoddisfazioni della gente comune, dell’impossibilità di comunicare e capire il mondo della politica e delle aspettative mancate. In tal modo l’ombra del Nuovo Ordine Mondiale è anche ravvisabile nel cospirazionismo medico e farmaceutico, in quello militare, in quello religioso, e in tutto ciò che di sfuggente e ambiguo riesce immancabilmente a produrre l’amministrazione di uno stato.

Come è già stato riportato nelle premesse iniziali, scopo di questa ricerca non è soltanto tracciare una storia, più o meno approfondita drl Nuovo Ordine Mondiale, ma anche tentare di separare il sensazionalismo, il fraintendimento, da quella che potrebbe essere una ipotizzabile verità, tenendo sempre conto del fatto che una enorme concentrazione di potere difficilmente riesce a creare situazioni del tutto trasparenti.

In tal senso, il discorso pronunciato da Ford diventa ambiguo soltanto se tale ambiguità vuole essere a tutti i costi ricercata, altrimenti risulta chiara l’esposizione di un pensiero che vuole essere ad ampio raggio, pur rispecchiando una certa presunzione di onnipotenza.

Andiamo adesso al cuore del nostro problema.

Le date che verranno ricordate tra poco vengono considerate come le tappe fondamentali della nascita e del successivo sviluppo dell’idea di un Nuovo Ordine Mondiale; per ragioni di spazio l’elenco si ferma al 1950 ma esistono altri fatti, successivi alla Risoluzione 66.

Si tratta di avvenimenti appartenenti, nella maggior parte dei casi, alla vita politica interna degli Stati Uniti, avvenimenti che in qualche modo possono essere ricollegati a un progetto di più vasta portata.

1773

Mayer Amschel Rothschild, banchiere tedesco e fondatore dell’omonima dinastia, riunisce dodici tra i suoi amici più influenti, convincendoli che mettendo insieme ognuno le proprie risorse sarebbero riusciti a governare il mondo. Questo incontro si sarebbe svolto a Francoforte, in Germania, e proprio in questa sede il banchiere avrebbe suggerito come candidato ideale nella guida dell’organizzazione Adam Weishaupt, professore di diritto naturale e canonico presso l’Università di Ingolstadt.

1776

Nel mese di maggio del 1776, Adam Weishaupt istituisce una società segreta, l’Ordine dei Perfettibilisti, in seguito conosciuta come l’Ordine degli Illuminati; la missione che si proponeva il gruppo era quella di stabilire un Nuovo Ordine Mondiale, per giungere al quale era necessario abolire i governi e le religioni.

Questi, nell’ordine, i principali obiettivi: abolizione di tutti i governi, abolizione della proprietà privata, abolizione della successione, abolizione del patriottismo, abolizione della famiglia, abolizione della religione, creazione di un governo mondiale. Ovviamente, visti i presupposti, è facile capire per quale motivo gli Illuminati divennero in seguito l’ombra costante dietro ogni teoria riguardante il Nuovo Ordine Mondiale.

1782

Luglio, congresso di Wilhelmsbad (Germania), gli Illuminati uniscono le loro forze a quelle della Massoneria; unico a prendere le distanze da questa alleanza è Francois Henry de Virieu, un politico che in seguito dichiarerà: " …posso solo dirvi che tutto questo è molto più grave di quanto si pensi…".

1785

Johann Jakob Lanz, corriere degli Illuminati, viene colpito da un fulmine mentre attraversa la città di Ratisbona. La polizia locale, esaminando i documenti contenuti nelle sue bisacce, viene a conoscenza dell’esistenza degli Illuminati e dei loro obiettivi.

Scatta immediatamente un ordine di arresto al quale però Weishaupt riece a sottarsi.

1796

La Massoneria assume un ruolo importante in seno alle elezioni presidenziali in America, ma la campagna elettorale viene vinta da John Adans, strenuo oppositore della Fratellanza.

1797

John Robison, un professore di Storia Naturale presso l’Università di Edinburgo, pubblica un volume dal titolo " Proofs of a Conspiracy" (Le prove di una Cospirazione), nel quale rivela al mondo le vere finalità degli Illuminati.

1828

Mayer Amschel Rothschildm, che nel frattempo è diventato il finanziatore degli Illuminati sopravvissuti segretamente all’arresto, esprime il suo totale disprezzo per i governi nazionali che tentano di regolare i banchieri internazionali, auspicando che gli si permetta di emettere e controllare la moneta della nazione.

1848

Moses Levy Mardocheo Marx, meglio conosciuto come Karl Marx, scrive il manifesto del partito comunista. Nel gennaio del 1847, sia Marx che Engels erano stati invitati a far parte della Lega dei Giusti, una organizzazione operai clandestina in seguito ribattezzata Lega dei Comunisti, nata a Parigi nel 1836.

Molti dei fautori della teoria del Nuovo Ordine Mondiale vedono in questa organizzazione una facciata degli Illuminati, giustificando questa teoria con il fatto che le finalità perseguite sono, in parte, vicine a quelle espresse da Weishaupt.

1890/1896

Cecil Rhodes, giovane imprenditore, viene eletto primo ministro del Sud Africa, allora colonia Britannica; questa sua posizione gli permette di sfruttare e controllare una immensa ricchezza consistente in oro e diamanti, lavorando allo stesso tempo al progetto di portare sotto il dominio di una unica classe dirigente tutte le parti abitabili del mondo.

Sarà proprio da questo personaggio, secondo il predicatore evangelista televisivo Pat Robertson, che avrà origine l’uso del termine Nuovo Ordine Mondiale.

D’altra parte è noto il fatto che Rhodes auspicava una unione tra l’Impero Britannico e gli Stati Uniti, un sodalizio che desse vita a un nuovo governo federale al fine di gestire le sorti del mondo.

1913

Thomas Woodrow Wilson, eletto l’anno seguente presidente degli Stati Uniti d’America, pubblica il " New Freedom, un libro nel quale presenta il suo programma economico, ma anche un’opera che contiene alcuni passaggi posti in relazione al Nuovo Ordine Mondiale: …alcuni dei più grandi uomini negli Stati Uniti, nel campo del commercio e della produzione, hanno paura di qualcuno, hanno paura di qualcosa…sanno che esiste un potere in qualche modo organizzato, così sottile, così vigile, così intrecciato e completo, del quale è meglio non parlare apertamente…"

1913

Il 23 dicembre nasce la Federal Reserve, che è in realtà una istituzione privata progettata in gran segreto da parte di un gruppo di statisti e banchieri. Il primo atto della Federal Reserve è quello di togliere al Governo il potere di stampare il denaro e di trasferirlo a un gruppo privato di banchieri, tra questi i nomi di Rothschild e Rockefeller.

1917

Lenin riesce a rovesciare il governo Russo, non senza l’aiuto di alcuni finanzieri inglesi e americani; sarà lui stesso, più tardi, a ricordare che, per quanto velata e sorprendente, è sempre esistita una segreta alleanza tra dirigenti comunisti e capitalisti americani.

1921

Nasce il CFR (Council on Foreign Relations); negli anni a seguire e ancora oggi, la maggior parte delle posizioni politiche importanti nel governo americano, sia esso di espressione liberale o democratica, sono sempre state occupate da membri del CFR. Lecito domandarsi come ciò sia possibile, soprattutto in relazione al fatto che proprio questo comitato, in una delle sue dichiarazioni ufficiali, si è detto ampiamente a favore di un Governo Mondiale.

1945

In un discorso tenuto il 28 giugno del 1945, il presidente americano Harry Truman afferma esplicitamente: " …sarà altrettanto facile per le nazioni andare d’accordo in una repubblica del mondo quanto lo è per noi in una repubblica degli Stati Uniti…".

1950

La Commissione per le Relazioni Estere del Senato Americano introduce la Risoluzione numero 66, alla quale si accennava in apertura e nella quale, tra le altre cose, si può leggere: " …al fine di raggiungere la pace universale e la giustizia, la presente Carta delle Nazioni Unite dovrebbe essere cambiata per arrivare alla costituzione di un Governo Mondiale".

Abbiamo già ricordato il 1776 come l’anno nel quale Adam Weishaupt tiene a battesimo una società segreta, l’Ordine degli Illuminati.

Non passa molto tempo prima che l’associazione entri nell’orbita della Massoneria, creando di fatto una società segreta all’interno di un’altra società segreta; tanto basta per accendere la fantasia di molti e stimolare innumerevoli teorie.

Nel 1785 gli Illuminati vengono definitivamente sciolti, molti dei membri tratti in arresto, la società non esiste più ma rimangono le ipotesi, i sospetti, una complessa serie di riferimenti che mantiene ancora oggi salda l’idea che Nuovo Ordine Mondiale e Illuminati siano la stessa faccia di una sola cospirazione.

Su questa scia Weishaupt è stato accusato di essere un ateo, un mago, un alchimista, per alcuni anche un satanista, mentre gli Illuminati (coloro che sfuggirono all’arresto) sono stati visti dietro ogni complotto governativo, come adoratori del Demonio, accostati ai Templari e oscuri burattinai di ogni gestione poco chiara del potere.

In poche parole, dando credito alla letteratura del sensazionale, gli antichi cospiratori bavaresi sarebbero responsabili di tutto ciò che di sbagliato e di oscuro esiste a questo mondo; le cose stanno veramente così?

Proviamo ad analizzare in maniera del tutto asettica la questione; è fuor di dubbio che una setta chiamata degli Illuminati sia realmente esistita, una organizzazione che traeva spunto dalla filosofia illuminista, che contenava al suo

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Sulle Tracce degli Illuminati

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori