Inizia a leggere

L’altro fantasy: Senza draghi né spade

Valutazioni:
67 pagine59 minuti

Sintesi

Scaturita dal concorso “Riscontri letterari”, la raccolta L’altro fantasy – nonostante lʼattuale dilagare del genere fantasy in letteratura, illustrazione, cinema, televisione, videogiochi – è molto lontana ai luoghi comuni fatti di fate, maghi, elfi, orchi, draghi e quantʼaltro. Infatti, il tono generale dei racconti presenti nell’antologia rimane quasi sempre quello tra lʼonirico e il surreale
Consciamente o inconsciamente sembra aver influito colui che in Italia è stato il maestro del soprannaturale, Dino Buzzati. La piccola, strana magia nascosta dietro lʼangolo di casa, spesso con un velo malinconico, anche se non mancano elementi umoristici e di satira sociale. In contrapposizione a unʼestetica fantasy (e fantascientifica) sempre più imbottita di effetti speciali perfetti e roboanti, qui domina il silenzio. Un silenzio tra il poetico e lʼinquietante, tutto da leggere tra le righe.

Dario Rivarossa “ilTassista Marino” (nickname che onora i partenopei Torquato Tasso e Giambattista Marino) è piemontese residente a Perugia. Lavora come traduttore da inglese e tedesco, e per diletto anche dal latino o in latino. È inoltre giornalista, conferenziere, artista digitale. Ama il genere fantastico nelle sue varie declinazioni. Ha allʼattivo il romanzo Il Divino Sequel e il saggio illustrato Dante Fantasy (di prossima pubblicazione), entrambi per i tipi del Terebinto. Siti web:
https://tassonomia.blogspot.com sulla cultura rinascimentale e barocca,
https://bettertranslatethan.blogspot.com per le traduzioni,
https://www.behance.net/dariorivara869 per i lavori grafici.

Leggi sull'app mobile di Scribd

Scarica l'app mobile gratuita di Scribd per leggere sempre e ovunque.