Inizia a leggere

Liberi di lavorare. Liberi dal bisogno: Le libertà positive e quelle negative

Valutazioni:
132 pagine1 ora

Sintesi

In un’epoca nella quale l’umanità - per molti versi - crede di aver raggiunto il massimo di libertà socio-politiche ci si accorge invece che per un numero ampio di persone le libertà fondamentali: la libertà di intraprendere (lavorare e fare impresa) e quella che libera dal bisogno (povertà ed esclusione sociale), sono ancora negate dalla mancanza di una reale riforma dello stato sociale. Di fronte a questo dato di fatto c’è da chiedersi quanto sia sostenibile lo stato sociale nato nei paesi avanzati nei primi decenni del secondo conflitto mondiale e fino a quando i maggiori paesi saranno in grado di sostenerlo. E qui si apre un conflitto finora non sanato: i sacrifici e i benefici dello stato sociale da chi devono essere usufruiti, da chi devono essere pagati e come.

Leggi sull'app mobile di Scribd

Scarica l'app mobile gratuita di Scribd per leggere sempre e ovunque.