Goditi subito questo titolo e milioni di altri con una prova gratuita

Solo $9.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

I Giganti di Marte

I Giganti di Marte

Leggi anteprima

I Giganti di Marte

Lunghezza:
100 pagine
1 ora
Editore:
Pubblicato:
Sep 22, 2014
ISBN:
9788891155962
Formato:
Libro

Descrizione

Nel 2026 si programmò definitivamente la possibilità di effettuare il primo volo umano su Marte, e negli anni successivi, si iniziò ad inviare sul pianeta rosso, una serie di strutture mobili, atte ad ospitare, una volta assemblate, la permanenza dell’uomo sul suo suolo. Nel frattempo, gli scienziati terrestri composti da diverse nazioni, avevano progettato un nuovo sistema di propulsione per i missili, che avrebbero portato su Marte 3 animali di grossa taglia e altri più piccoli, con relativo ammaraggio e ritorno sulla Terra. La velocità del razzo con propulsione a “ioni” al di fuori dell’atmosfera terrestre, quindi nello spazio vuoto, era stata di 70.000 Kh, e impiegò circa 24 giorni a raggiungere Marte, ed altrettanti per il ritorno. Ma improvvisamente dal pianeta rosso iniziarono ad arrivare degli strani messaggi radio, che i tecnici terrestri si prodigarono per decodificarli. La sorpresa fu enorme quando si scoprì di cosa si trattava, e l’uomo era pronto per andare incontro ad una fantastica avventura.
Editore:
Pubblicato:
Sep 22, 2014
ISBN:
9788891155962
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a I Giganti di Marte

Leggi altro di Fulvio Fusco

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

I Giganti di Marte - Fulvio Fusco

fantascienza

Biografia

Fulvio Fusco nato a Imperia nel 1949, ora in pensione, è stato musicista e ha suonato a lungo in un’orchestra, compositore di diversi brani melodici e infine poeta e scrittore dilettante. Durante il periodo lavorativo si è dedicato solo alla musica e alla radio, e divenendo fin da giovane un valente radioamatore. Dal 2005 avendo molto tempo libero, ha iniziato a scrivere poesie e da quattro d’anni anche dei racconti, questa è la sua 39° opera pubblicata.

1° Ritagli di una vita, poesie (1° raccolta) - 2° Strani turbamenti, thriller soft - 3° La leggenda di Catterval, storico fantasy - 4° La fabbrica dell’oblio, giallo fantasy - 5° La frontiera degli umanoidi, fantascienza - 6° Il paradosso criminale, thriller noir - 7° L’ultimo scalpo, western - 8° La storia di Regal, fiaba - 9° Le profezie di Dora,  avventura - 10° Un filo di tenerezza, poesie (2° raccolta) - 11° Com’è difficile amarsi, sentimentale - 12° I segreti della quinta stanza, esoterico fantasy - 13° Sale e Pepe, poesie (3° raccolta) - 14° Ultimi spiragli di luce, poesie (4° Raccolta) - 15° Il mio mondo in versi, poesie (5° raccolta) - 16° … un cuore racconta, raccolte di poesie Vol. 1 - 17° Hotel 5 Stelle Lusso, thriller fantasy - 18° Miruna e la stirpe dei licantropi, horror fantasy - 19° Altre dimensioni, poesie (6° raccolta) - 20° Lo spazio nel tempo, poesie (7° raccolta) - 21° Come l’amore e l’ombra, sentimentale - 22° Pensieri astratti, poesie (8° raccolta) - 23° Piccoli geni del nord, giallo fantasy - 24° Dio è in ognuno di noi, autobiografia - 25° La maledizione di El Jadida, avventura esoterica - 26° La vendemmia dell’orrore, thriller noir - 27° Gocce di semplicità, poesie (9° raccolta) - 28° Il sognatore ungherese, esoterico fantasy - 29° Angoli di sole, poesie (10° raccolta) - 30° Libere espressioni, raccolte di poesie Vol. 2 - 31° Oltre la demagogia 3.0 (quasi antipolitica) - 32° Dhekira l’eroina astrale, fantascienza - 33° Attraverso me, poesie (11° raccolta) - 34° Il disertore americano, thriller fantasy - 35° Ufo e Alieni tra silenzi e indifferenza, saggistica - 36° Pianeti e Esopianeti -nuove scoperte-, saggistica - 37° Serpenti e i loro misteri, saggistica - 38° Vacanze sui Laghi italiani, saggistica - 39° I Giganti di Marte, fantascienza.

Sinossi

Nel 2026 si programmò definitivamente la possibilità di effettuare il primo volo umano su Marte, e negli anni successivi, si iniziò ad inviare sul pianeta rosso, una serie di strutture mobili, atte ad ospitare, una volta assemblate, la permanenza dell’uomo sul suo suolo. Nel frattempo, gli scienziati terrestri composti da diverse nazioni, avevano progettato un nuovo sistema di propulsione per i missili, che avrebbero portato su Marte 3 animali di grossa taglia e altri più piccoli, con relativo ammaraggio e ritorno sulla Terra. La velocità del razzo con propulsione a ioni al di fuori dell’atmosfera terrestre, quindi nello spazio vuoto, era stata di 70.000 Kh, e impiegò circa 24 giorni a raggiungere Marte, ed altrettanti per il ritorno. Ma improvvisamente dal pianeta rosso iniziarono ad arrivare degli strani messaggi radio, che i tecnici terrestri si prodigarono per decodificarli. La sorpresa fu enorme quando si scoprì di cosa si trattava, e l’uomo era pronto per andare incontro ad una fantastica avventura.

NB: La storia e i personaggi descritti nel racconto, sono fantasia dell’autore.

Anteprima 1

Quello che oggi sappiamo su Marte:

Marte è il quarto pianeta del Sistema Solare, quello che conosciamo meglio. Esso deve il suo nome al dio romano della guerra, forse a causa del suo colore rosso. Il suolo di Marte è infatti ricco di ossidi di ferro, che gli danno il caratteristico colore. Marte è detto anche pianeta rosso. L’asse di rotazione del pianeta è inclinato sul piano orbitale più o meno come quello terrestre. L’alternarsi delle stagioni è dovuto all’orbita terrestre attorno al Sole e all’inclinazione del suo asse di rotazione. Lo stesso avviene su Marte. Il pianeta ha un ciclo stagionale come il nostro. Lo possiamo notare dalla presenza di due calotte di ghiaccio sui poli del pianeta. Queste calotte sono composte di acqua e anidride carbonica ghiacciate e la loro dimensione varia con le stagioni. La temperatura media su Marte varia da 14 gradi sotto zero durante l’estate marziana a -120 in inverno, con una media di 40 sotto zero. Certo fa più freddo che sulla Terra, ma le condizioni ambientali su Marte sono quelle più simili alle nostre in tutto il Sistema Solare. Ciò che manca, però, è l’acqua. Essa non è presente allo stato liquido sul pianeta, ma solo in forma di ghiaccio.

L’atmosfera marziana è molto sottile. Essa è composta quasi del tutto da anidride carbonica, con tracce di azoto e pochissimo ossigeno: quindi non è respirabile per un essere umano. Il cielo di Marte non è azzurro come quello della Terra: un astronauta che si trovasse sul pianeta vedrebbe un cielo rossastro, infatti nell’atmosfera è sospesa una polvere contenente ossidi di ferro. Sulla superficie marziana abbondano i canali, cioè delle scanalature molto lunghe e larghe, come il letto asciutto di un fiume. Questo fa pensare che l’acqua sia davvero esistita in passato sul pianeta. Gli astronomi del secolo scorso si accorsero che sulla superficie di Marte comparivano delle macchie scure attorno a questi canali; l’aspetto delle macchie variava nel corso dell’anno. Essi pensarono che i canali fossero dei fiumi e le macchie fossero zone ricoperte di vegetazione. Forse il pianeta ospitava la vita! Questa credenza si diffuse molto rapidamente e diede origine al mito della vita su Marte. In realtà oggi sappiamo che le macchie sono depositi di sabbia, spostati dai fortissimi venti che soffiano sul pianeta.  Anche se si è smesso da molto tempo di credere ai marziani, la fantascienza ci ripropone ancora questo mito. Ma che cosa c’è di vero?

Le prime sonde ad atterrare su Marte sono state le Viking 1 e 2, lanciate nel 1975 per raccogliere informazioni sul suolo e sull’atmosfera di Marte. Queste sonde contenevano anche degli apparecchi per compiere esperimenti di biologia. Si cercavano infatti le tracce di eventuale presenza di vita. Le ricerche ebbero risultati controversi, ma in nessun caso confermarono questa presenza.

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di I Giganti di Marte

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori