Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

L'Ipnosi in Politica: Come i Politici Influenzano le Tue Scelte

L'Ipnosi in Politica: Come i Politici Influenzano le Tue Scelte

Leggi anteprima

L'Ipnosi in Politica: Come i Politici Influenzano le Tue Scelte

Lunghezza:
98 pagine
1 ora
Pubblicato:
27 lug 2018
ISBN:
9788897922940
Formato:
Libro

Descrizione

Il rapporto tra ipnosi e discorso politico non è stato studiato in modo approfondito, malgrado in certi ambiti risulta essere ormai un dato di fatto: ad esempio, in Italia sono state tenute già alcune conferenze a riguardo, mentre in America ormai molti ipnotisti si prestano come relatori di corsi di public speaking; allo stesso modo, più di uno psicologo ha pubblicato manuali che affrontano il tema della persuasione, dando in molti casi una particolare attenzione all’uso dell’ipnosi. Eppure uno studio sistematico su come il linguaggio ipnotico sia una vera e propria categoria del discorso politico ancora non è stato compiuto.
Dagli anni '80 i protagonisti dietro le quinte del dibattito politico sono gli spin-doctors, esperti di comunicazione politica, che possono provenire dal mondo della politica, oppure da quello della psicologia. Il compito dello spin-doctor è quello di “massaggiare il messaggio”, strutturare la comunicazione durante la campagna elettorale non solo per arrivare al maggior numero possibile di elettori, ma soprattutto per convincerli a votare il proprio candidato.
Se la propaganda all'inizio dei suoi studi sposava la teoria del magic bullet, in grado di colpire indiscriminatamente la massa, oggi si vede la persuasione politica più che altro come uno strumento in grado di spostare un certo tipo di elettorato da un candidato ad un altro. Le campagne politiche moderne, infatti, si distinguono da quelle precedenti agli anni '80 per tre variabili indipendenti individuate da Blumler e Kavanagh. Assistiamo sempre più ad una estrema professionalizzazione della politica e dell'uso dell'ipnosi in essa con i risvolti e gli effetti collaterali propri di questo binomio.
 
In questo ebook trovi:
Introduzione
Capitolo 1
Una panoramica sull'ipnosi conversazionale
1.1 Che cosa è l'ipnosi
1.2 Ipnosi e conversazione
1.3 Il linguaggio dell'Ipnosi
1.4 Ipnosi e discorso politico
Capitolo 2
La struttura dell'ipnosi ericksoniana
2.1 Evoluzione dello studio del linguaggio di Milton Erickson
2.2 Le tre fasi dell'ipnosi conversazionale
2.3 Attrarre l'attenzione
2.4 Bypassare la mente conscia
2.5 Gli immaginatori
2.6 Stimolare l'inconscio
2.7 Il discorso ipnotico nel suo insieme
Capitolo 3
L'analisi del discorso politico
3.1 Le similitudini tra Martin Luther King e Barack Obama
3.2 I have a dream
3.3 Yes, we can
Capitolo 4
Come costruire un discorso politico ipnotico
Rallentamento e pause
Catturatori
Truismi
Termini non specificati
Restringimento dell’attenzione
Immaginatori
La tripletta ipnotica
Dialogo diretto
L’uso del “non” e la preterizione
Gli pseudo-logici
Le leve
La disseminazione
Le metafore
Le storie
4.2 Altri strumenti
4.3 La costruzione del discorso politico ipnotico
4.4 Costruire un discorso ipnotico per far accettare l’aumento delle tasse
4.5 Esercitarsi sempre
CONCLUSIONI
BIBLIOGRAFIA
 
Pubblicato:
27 lug 2018
ISBN:
9788897922940
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a L'Ipnosi in Politica

Libri correlati

Anteprima del libro

L'Ipnosi in Politica - Umberto de Marco

Capitolo 1

Una panoramica sull'ipnosi conversazionale

1.1 Che cosa è l'ipnosi

Dave Elman definisce l’ipnosi come "uno stato d'animo in cui il fattore critico del soggetto è bypassato[10]". Mentre la BMA (British Medical Associated) in un articolo del 1955, intitolato Medical use of Hypnotism ha descritto l’ipnosi "una condizione temporanea di attenzione alterata che può essere indotta da un'altra persona, spontaneamente o in risposta a stimoli verbali e non verbali".

Tale alterazione dell’attenzione può essere notata monitorando la mente che sperimenta questo stato di coscienza: quando la colleghiamo ad un encefalogramma possiamo notare come il suo tracciato comincia a modificarsi, sino a segnare quelle che vengono definite onde theta.

Le onde cerebrali, infatti, possono essere ricondotte a quattro categorie, a seconda della loro frequenza.

Onde beta: che oscillano tra i 14 e i 30 herz, sono le onde collegate alla normale attività di veglia, quelle che normalmente un cervello umano emette nel momento in cui è impegnato ad eseguire un compito, quando ha un'alta soglia dell'attenzione.

Onde alpha: che oscillano tra gli 7 e i 14 herz e sono relative allo stato di veglia rilassata, prodotto dal cervello, ad esempio, nel momento in cui è immerso nella lettura di un libro.

Onde theta: che oscillano tra i 4 e gli 7 herz, sono relative alla fase di sonno e di risveglio ma, allo stesso tempo, anche a momenti di profondo assorbimento immaginativo (come quando, ad esempio, si sogna ad occhi aperti).

Onde delta: che oscillano tra 1 e 3 herz e sono quelle che vengono emesse nella fase di sonno profondo.

Quando è nello stato theta, la mente può essere stimolata dall'esterno per creare una serie di esperienze immaginative; queste esperienze, però, hanno sul soggetto in trance lo stesso effetto delle esperienze reali. Infatti, si è scoperto, tramite la Pet, che le realtà prodotte in ipnosi sono virtuali sino ad un certo punto, poiché i soggetti a cui – ad esempio – si comandava di correre su un prato attivavano i medesimi percorsi neuronali di una corsa vera. 

Per questo possiamo definire l'ipnosi una metodologia che studia il modo in cui è possibile portare il soggetto in uno stato mentale in cui ciò che immagina ha un impatto molto simile a quello di un'esperienza realmente vissuta.

È opportuno aggiungere che lo stato di trance non si accompagna necessariamente al sonno, questo è semplicemente l'elemento più riconoscibile e per niente indispensabile.

1.2 Ipnosi e conversazione

All'inizio degli anni '90 alcuni studi sui maggiori venditori americani hanno notato come chi riusciva meglio nella professione utilizzava alcuni strumenti che è possibile attribuire ad un linguaggio ipnotico[11]. Ciò che appare estremamente interessante in questo studio è la provenienza dei soggetti presi in esame: maschi dai trenta ai cinquanta anni, privi di una formazione nell'ambito dell'ipnosi. Osservazioni simili sono state riportate anche da Richard Bandler, ipnotista e coofondatore della Programmazione

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di L'Ipnosi in Politica

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori