Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Up App Selling: Fidelizza e acquisisci nuovi clienti con le APP
Up App Selling: Fidelizza e acquisisci nuovi clienti con le APP
Up App Selling: Fidelizza e acquisisci nuovi clienti con le APP
E-book465 pagine5 ore

Up App Selling: Fidelizza e acquisisci nuovi clienti con le APP

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Questo libro è dedicato a te, commerciante o imprenditore, a te che stai cercando strategie testate che portino aumenti di fatturato, ti facciano guadagnare di più e ti permettano di battere la concorrenza che oggi è sempre più agguerrita. Ma anche a chi come te è esperto di marketing, o vuole diventarlo, e intende distinguersi dalla concorrenza padroneggiando il potentissimo settore del Mobile Marketing.

Tramite la mia Migastone Academy, che ti invito a visitare, ho deciso di divulgare al mondo intero tutta l’esperienza che ho fatto sul campo.

I professionisti che si occupano di Mobile Marketing si contano sulle dita di una mano… E tutto questo grazie ai cosiddetti “guru” del marketing... Che non sapendo come utilizzare le applicazioni, hanno sempre detto che non funzionano. Le loro credenze sbagliate e infondate sono state, e sono tuttora, la mia fortuna.

Sono sicuro che il titolo di questo libro ha attirato la tua attenzione, le APP e i cellulari fanno parte della vita di tutti, anche della tua, ma scommetto non avresti immaginato che le APP sono alla tua portata, e che stare sul cellulare delle persone è oggi possibile anche per chi, come te, non è una multinazionale.

L’AUTORE
Oscar Dalvit è nato nel 1978 a Bolzano, ma vive da ormai 15 anni nella splendida Santarcangelo di Romagna assieme all’adorabile moglie Miriam e ai due figli, Michelle e Brando Alberto. Conclude la scuola di ragioneria frequentando nell'ultimo anno le scuole serali, in quanto già all'età di 19 anni apre la propria partita iva come commerciante online.

Appassionato di informatica dall'età di 11 anni, dal sottoscala di casa fonda nel 1998 un sito di ecommerce videogames e nel giro di 10 anni crea un'azienda da 15 dipendenti e 8 milioni di fatturato vendendo in tutto il mondo. Nel 2011 viene spazzata via da Amazon. Dopo qualche anno la rivincita, nel 2015 fonda Migastone creando centinaia di APP ad attività commerciali, insegnando a competere con i grandi e a dominare il dispositivo più usato al mondo, il cellulare.
LinguaItaliano
Data di uscita22 feb 2019
ISBN9788832523355
Up App Selling: Fidelizza e acquisisci nuovi clienti con le APP
Leggi anteprima

Correlato a Up App Selling

Ebook correlati

Articoli correlati

Recensioni su Up App Selling

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    Up App Selling - Oscar Dalvit

    finali

    Mappa Mentale

    Scarica la mappa mentale a questo link

    (versione Xmind e PNG)

    www.migastone.eu/mappalibro

    Prefazione

    Questo libro è stato scritto per te, imprenditore o commerciante, persona curiosa di scoprire come trarre vantaggio dal dispositivo più usato al mondo, il cellulare, ovvero come fatturare di più, guadagnare di più e mettersi soldi freschi in tasca.

    UP APP SELLING rappresenta un viaggio unico nel mondo e nel mercato del Mobile Marketing (marketing sul cellulare) e delle sue opportunità nascoste. Risulta anche di grande ispirazione per chi vuole costruirsi un business nel mondo delle APP, o semplicemente diventare consulente strategico e guadagnare proponendo questi strumenti ai propri clienti. Proprio grazie alla prospettiva delle possibili applicazioni del Mobile Marketing aprirai gli occhi su un mercato vergine, che ha bisogno di consulenti preparati.

    Sicuramente questo non è un libro tecnico, non parla di come si programma un’App o di altri argomenti per addetti ai lavori, quindi se sei qui per cercare spunti tecnici non è il libro giusto, ma se sei un programmatore furbo capirai che conoscere a fondo i problemi che puoi risolvere creando APP, sicuramente potrà darti tanti spunti per creare soluzioni innovative che vendono e fanno felici i tuoi clienti.

    Mi presento: sono Oscar Dalvit, nato nel 1978 a Bolzano, nel cuore delle mie amate Alpi, in una regione gestita da Sud Tirolesi di madre lingua tedesca e quindi con una grande propensione all’efficienza e al fare, ma dall’altra parte pienamente Italiano con quella grande dote di creatività e intuito che ci contraddistingue e, scusate se è poco, ci rende unici a livello mondiale.

    Sono figlio di un imprenditore, artista e musicista, mio padre Alberto, che mi ha trasmesso quel concetto un po’ pazzo di mettermi in proprio, di non stare dove tutti vogliono che tu stia, ovvero al tuo posto, ma di rompere gli schemi. Purtroppo quando avevo 12 anni è mancato per un maledetto tumore ai polmoni (notare che non fumava neppure!). E di mia mamma Rita, donna capace non solo di portare avanti la famiglia dopo questo duro colpo al cuore (ho una splendida sorella di 8 anni più giovane di nome Gessica), ma anche di rifarsi una vita con un altro uomo.

    Come capirai non è stato solo mio padre a trasmettermi quella voglia di fare, ma anche la vita, che mi ha messo in condizione di diventare un po’ più grande prima del tempo.

    Vivo dal 2002 a Santarcangelo di Romagna, un paesino stupendo a 10 km da Rimini, in questi giorni addobbato per il Natale, con una semplice frase luminosa al suo ingresso Benvenuti nella città della Poesia, che racchiude in se stessa la descrizione di questo splendido posto.

    Ho la fortuna di avere due figli, Brando di 4 anni e mezzo e Michelle di 9 e una moglie bellissima, unica, forte, che mi sostiene. Insomma, con la mia famiglia sono molto fortunato, qualcuno da lassù avrà dato un aiutino forse, chissà.

    La mia storia imprenditoriale inizia a 19 anni con l’apertura della mia prima partita iva nello scantinato di casa e 5 milioni di lire sul conto corrente guadagnate nelle stagioni estive a lavorare in campagna a raccogliere le mele (e si, io nasco nella regione delle Mele Marlene e del vino Traminer), come magazziniere alla Spadafora o come cameriere e continua con una parabola incredibile nel commercio di Videogames (playstations etc) in tutto il mondo, costruendo dal nulla un’azienda con 15 dipendenti, 35000 spedizioni e 8 milioni di fatturato, per arrivare alla mia caduta, nel 2010, dove una serie incredibile di circostanze ed errori ha messo fine, nel giro di qualche anno, a 15 anni di avventura epica nel mondo del commercio.

    Successivamente mi sono rialzato e ho scovato un nuovo settore da cavalcare e nel 2015 ho fondato Migastone, traghettandola da lì in avanti fino al successo di oggi: Centinaia di Applicazioni per Iphone e Android realizzate, svariate sedi in tutta Italia, partner come Confcommercio, Cna, Confesercenti in tantissime città d’Italia, decine e decine di consulenti, da nord a sud Italia e clienti che spaziano dal macellaio Siciliano, ad App per grandi franchising o per personaggi famosi.

    Ho sempre desiderato raccontare, specialmente ai miei colleghi commercianti, cosa i miei occhi hanno visto nel corso degli anni, storie incredibili scoperte solo muovendoci per le strade di questa Italia sorprendente.

    Ho sempre desiderato raccontare, con esempi pratici, come puoi ottenere grandi risultati con le nuove tecnologie mobili, descriverti anche i miei errori per darti un prezioso consiglio su come evitarli e infine darti comunque un grande messaggio e cioè che la tecnologia, anche se sembra che a prima vista ci freghi, se la sai domare e cavalcare, può permettere a te, piccolo imprenditore o commerciante, di mettere in scacco i grandi!

    Uno dei grandi freni nello scrivere questo libro è sempre stato il tempo, questo dannato tic toc dell’orologio, che per un imprenditore non basta mai per fare tutto quello che ha in mente. Ma nel settembre 2018 ho finalmente dato una svolta alla mia vita, sono riuscito a trovare un modo incredibilmente facile e potente per dedicare un ora e mezza al giorno a me stesso, alla mia formazione e per scrivere e produrre contenuti.

    Si, perché ti dico un segreto, se sei bravissimo a fare quello che fai, se ci metti passione, ma non sei capace di comunicarlo, sei fregato!

    Mai avrei pensato di riuscire a scrivere un libro di oltre 250 pagine in meno di 2 mesi, ma ci sono riuscito e quindi ho pensato bene di scrivere un capitolo importantissimo anche su questo aspetto di crescita personale.

    Perché, diciamocelo chiaramente, se non riesci a ritagliarti un po’ di tempo per il marketing della tua azienda, i risultati che otterrai saranno sempre pari a 0, anche con lo strumento o il prodotto più geniale del pianeta, anzi… tragicamente butterai via soldi delegando all’esterno questo compito strategico e quindi il tuo saldo sarà pure negativo!

    La nascita di Migastone poggia su un semplice concetto logico: comunicare meglio con i propri clienti porta grandissimi risultati.

    Dico sempre che se un megafono mi avesse dato il modo di comunicare come noi comunichiamo in modo efficace con le APP, oggi Migastone avrebbe venduto megafoni.

    La cosa che ci ha resi unici è stato investire e credere che questa comunicazione debba essere fatta in modo intimo, con una propria APP per Iphone e Android, creando un vero legame con il proprio cliente, di inestimabile valore. In sostanza fondiamo il nostro credo su un concetto che è condiviso si anche da altri, ma il modo in cui noi lo facciamo, focalizzati sul cellulare, maniaci di questo e unici in Italia, fa sì che non troverai altre aziende in tutto il territorio di questa nazione, focalizzate 100% come noi.

    I nostri concorrenti consulenti marketing ci hanno sempre denigrato fin dalla nostra nascita, con credenze limitanti come Le APP sono il passato ora ci sono i BOT, oppure Le APP non vengono scaricate, oppure Far scaricare una APP è un casino, fino a sentenze super definitive come Le APP non funzionano. Peccato però che i risultati sul campo sono stati il contrario e, anzi, ci siamo ritrovati sostanzialmente senza nessun concorrente e un mercato libero da conquistare!

    Devo dire quindi VIVA l’ignoranza e la presunzione, o meglio, la poca voglia di uscire fuori da un ufficio e scoprire la realtà che c’è fuori.

    La parola sul campo è fondamentale, Migastone va e conosce i propri potenziali clienti su strada, io sono stato il primo ad uscire e a parlare con i commercianti, quando ho testato il mercato prima di lanciare tutta l’attività e vi devo confessare che sono ben pochi quelli che come noi hanno il pelo sullo stomaco per uscire dall’ufficio e semplicemente andare a conoscere coloro che hanno fuori dalla porta.

    Se poi ci aggiungiamo che lo facciamo in un modo unico, che ci distingue dalla massa, con il nostro metodo 3 Step per il Successo©, il nostro sincero interesse a fare domande ci allontana anni luce dall’etichetta di venditori, mettendoci veramente a fianco del cliente, come preziosi consiglieri, nella veste autorevole di consulenti strategici del marketing fatto con il cellulare.

    La realtà che abbiamo visto è stata sorprendente e in questo libro capirai come la quasi totalità delle persone conosce le APP, ma non si immagina che questo strumento possa essere utile alla propria attività.

    Senza poi considerare il fatto che il nostro cliente medio pensa che una APP per la sua trattoria, o la sua macelleria, o il suo negozietto di scarpe, sia un investimento impossibile da fare, ha in mente costi stratosferici di decine di migliaia di euro… Immagina invece la faccia del macellaio quando scopre che gli permettiamo di entrare in questo mondo con cifre incredibilmente abbordabili.

    Ecco quindi che ci troviamo con un prodotto che tutti conoscono ma che nessuno ha pensato di usare per la propria attività! Su internet non c’è una domanda attiva di negozianti, o ristoratori, o imprenditori, che si svegliano la mattina e si mettono a cercare aziende che fanno app per guadagnare e quindi l’unico modo di portare questa novità nelle mani dei negozianti è visitarli di persona.

    Ecco svelato come Migastone è diventata in poco tempo la società numero UNO in Italia, con centinaia di APP all’attivo e una delle più grandi reti di consulenti in Europa focalizzata al 100% nel marketing sul cellulare.

    Usare una APP porta nelle mani del commerciante uno strumento intimo per comunicare con i propri clienti.

    Pensaci bene, prima dell’era di Internet per fidelizzare si inviava una lettera a casa, chi si ricorda il classico panettone a Natale? Mentre oggi, i sedicenti consulenti delle Web Agency, da dietro la scrivania del loro ufficio propongono di fidelizzare clienti tramite facebook, bot di messenger, *whatsapp, o tramite app condivise" con migliaia di altri commercianti, creando veramente confusione nel concetto di acquisire nuovi clienti e dimenticandosi di fidelizzare quelli che hai, evitando che ti vengano portati via dalla tua concorrenza.

    Si, hai capito bene, portati via! Il tuo bene più prezioso, il giardino da cui ogni giorno raccogli i tuoi fatturati, al giorno d’oggi difenderlo è sempre più difficile, specialmente perché finora ti hanno sempre consigliato male.

    Immagina di essere negli anni 90 e di scrivere una lettera ad un cliente con una bella offerta, ma fuori la busta è piena di messaggi di tuoi concorrenti. È questo quello che accade quando usi una APP condivisa, oppure quando fidelizzi utilizzando Facebook Messenger, mentre guarda caso Mr. Zuckerberg piazza un messaggio pubblicitario del tuo concorrente.

    In questo libro ci muoviamo sicuramente in modo contro intuitivo rispetto al pensiero del 90% dei consulenti marketing di oggi e quindi di come si stanno muovendo gran parte dei tuoi concorrenti che si fanno consigliare da loro.

    Leggendo questi capitoli avrai il privilegio di acquisire strategie contro intuitive che ti permetteranno di distinguerti e credimi, essere differenti è la chiave per un’attività prospera.

    Gli esempi di come veramente una APP porta risultati alle attività commerciali ed imprenditoriali vengono descritti in un capitolo intero di questo libro e non troverai altra azienda che può vantare risultati come noi. Numeri, esempi pratici di una miriade di attività, che tramite la comunicazione efficace sul cellulare hanno migliorato con percentuali a 2 zeri i fatturati della propria azienda, negozio, o ristorante.

    Proprio per questo siamo gli unici in Italia a mettere per contratto la formula Soddisfatti o Rimborsati, o meglio, come piace dire a noi, O Funziona o È Gratis!. Tanto il nostro sistema è logico e testato. Se sei scettico, non ti resta da far altro che sfidarci!

    Comunicare meglio, più spesso e in modo intimo con i tuoi migliori clienti, li porta a venire a trovarti più spesso e quindi ad acquistare da te più spesso.

    Ragiona, se ora ti arrivasse un messaggio dal tuo ristorante a cui sei affezionato, con un bell’invito esclusivo ad una cena speciale riservata a pochi, cena con show cooking e degustazione del contadino, che porterà del vino biodinamico, un pensierino lo faresti per parteciparvi vero? E pensa che magari la cena è di mercoledì, giorno in cui saresti stato a casa a cucinare i sofficini findus e a guardare la TV, giorno in cui prima il ristoratore aveva il ristorante mezzo vuoto, mentre ora… è tutta un’altra storia.

    Mi piace in generale lavorare con servizi e prodotti che hanno una logica.

    Per noi consulenti marketing, che dobbiamo battagliare ogni volta contro una generale ignoranza sulle regole basilari del business, la bellezza di poter spiegare con un filo di logica perché una strategia funziona, non ha prezzo!

    Il grande scoglio è sempre stato infatti Faccio la pizza buona e sorrido e con questo pensiero si pensa erroneamente che i tuoi clienti vengano da te a prescindere , mentre invece altri con questi clienti ci comunicano e te li portano via.

    Ma vediamo ora cosa troverai in questo libro.

    La prima parte è dedicata alla mia storia di imprenditore, è un grande viaggio pieno di successi e di errori, che hanno a che fare con il mutamento del mercato e di come si fa marketing, ma anche con la mia testa e quindi anche la tua che mi stai leggendo. Essere pronti per cogliere le opportunità necessita di qualche buon consiglio mentale, che mette le basi a grandi risultati nell’utilizzo degli strumenti e delle strategie, che leggerai in questo libro.

    Passeremo poi ad analizzare i miti da sfatare, sia in merito alle APP, sia riguardanti il marketing in generale, da qui analizzeremo gli errori tipici che capitano ogni santo giorno nelle attività imprenditoriali.

    Ti aprirò gli occhi sulla grande opportunità di oggi per poter dominare il dispositivo che tutti hanno in mano, il cellulare.

    Inizieremo ad analizzare i numeri, perché Migastone nasce in realtà non per vendere APP, ma per portare risultati misurabili. Quale, dunque, migliore occasione di un libro dove si espongono i numeri e si descrive esattamente cosa questo strumento porta in tasca?

    Non solo numeri sui nostri risultati, ma importantissime statistiche che condivido in esclusiva per te in questo libro, dopo aver intervistato oltre 4000 commercianti in ogni parte d’Italia.

    Capirai la grande opportunità che oggi abbiamo per le mani e che non durerà per molto tempo, come un’onda che devi prendere sul nascere prima che ti travolga.

    Come mai Migastone è nata e perché le APP oggi sono alla portata di tutti? Quale tecnologia ha permesso di portare uno strumento di elite per grandi multinazionali in mano ad una macelleria?

    Il capitolo centrale Perché una APP? è l’introduzione a una serie di capitoli successivi dedicati proprio ad esempi pratici di come un’APP possa essere utilizzata nella propria attività per guadagnare di più, il che non vuol dire sempre aumentare il fatturato, ma anche diminuire i costi della propria azienda.

    Come ogni azienda che si rispetta, abbiamo anche casi di App che non hanno funzionato e nel capitolo Gli errori di chi ha una APP abbiamo analizzato e fatto l’autopsia ai casi di insuccesso che abbiamo avuto, un capitolo importantissimo che ti farà riflettere.

    Parleremo poi di APPMETROPOLIS, il sistema che ci rende unici, che fa lavorare i nostri clienti in rete tra di loro facendo squadra. Il grande valore degli scambi pubblicitari sta alla base di questa rete potentissima di APP sul territorio. Questo è per me un capitolo molto caro perché credo moltissimo nella condivisione e nel creare rete, ancora di più in un paese come il nostro fatto di piccole e piccolissime realtà. Questa visione è stata la base per cui ci siamo avvicinati alle migliori associazioni di commercianti e imprenditori d’Italia, in primis Confcommercio e Confesercenti.

    Continueremo poi con le testimonianze sul campo, con i tipici dubbi che si hanno in questo settore, ma anche con i risultati che con orgoglio i nostri clienti ti illustreranno. Nomi, facce e attività descritti in modo trasparente per confermarti che la nostra strategia non è solo logica, ma è anche efficace e funziona per davvero.

    Concludono questo libro i nuovi tipi di APP che stiamo sviluppando, le app per acquisire nuovi clienti, la possibilità di accedere alla sartoria delle APP per progetti più importanti dedicati a imprese strutturate, fino a concludere con il marketing di prossimità, la nuova frontiera del marketing sul cellulare.

    Sono convinto che l’aspettativa è elevata, visto gli argomenti che ti ho citato e se vuoi migliorare la tua attività, se ti piace essere fuori dagli schemi, esclusivo e vuoi veramente viaggiare in ferrari quando il 90% dei tuoi concorrenti usa ancora il triciclo, allora sei nel posto giusto!

    Ed ora un pensiero personale.

    Dedico questo libro alla persona che amo oltre ogni immaginazione, mia moglie Miriam, che mi ha sempre sostenuto, senza di lei tutto questo sarebbe veramente difficile da realizzare. Ai miei figli Michelle e Brando, che questo libro sia una bella storia da cui prendere ispirazione per il loro futuro, in un mondo sempre più veloce, ma pieno di opportunità per chi le sa cogliere.

    Infine ringrazio tutti i miei dipendenti e collaboratori, in particolare Walter, il mio braccio destro che negli anni mi è stato vicino in momenti di grande euforia e anche di drammatica difficoltà e Enrico, con cui ho condiviso una parte di questo viaggio e che mi ha aperto gli occhi sulla forza del marketing a risposta diretta.

    Faccio i complimenti alle centinaia di persone che hanno creduto in questa azienda, sia come clienti sia come consulenti, senza di voi questo libro semplicemente non sarebbe esistito.

    La Mia Storia

    Ed eccoci qui, in questo capitolo ti racconto la mia storia, fondamentale per capire bene le strategie e gli spunti sul marketing e le APP che troverai in questo libro.

    Cavalcare l’onda

    Sicuramente un imprenditore deve riuscire a guardare più in là del proprio naso, rimanere sempre aperto mentalmente alle novità in arrivo, per far in modo di ascoltare il proprio sesto senso, che permette di cogliere opportunità incredibili. Nel 1997 la mia grande opportunità era l’arrivo di Internet. Prima di raccontare la mia personale storia dobbiamo contestualizzare il periodo storico e chi ero io in quel momento.

    Mi presento brevemente, sono Oscar Dalvit e nasco nel 1978 a Bolzano, vivo in un paese di 3000 anime chiamato Salorno, proprio sul confine della provincia di Trento e Bolzano, nella val d’Adige. La mia famiglia è contadina, coltiviamo le mele Marlene e un po’ d’uva. Mio padre, mezzadro con 3 ettari di campagna, fa il contadino innovatore, ma a differenza di mio nonno è sempre stato un imprenditore nato.

    Non solo porta avanti la sua campagna (andando ad irrorare anche di notte con trattore e fari per illuminare), gestisce, in ordine, un hotel ad Andalo, successivamente due distributori di benzina ed infine una discoteca vicino a Trento: ecco i business che tra alti e bassi ha fatto mio padre. La discoteca è stata un bel tonfo, un anno da dio e il secondo, il collasso dovuto all’apertura di un’altra nuova discoteca in zona.

    Toccato il fondo nel 1984, l’anno seguente mio padre, artista ed innamorato della musica fin da bambino, si rialza, con la sua fisarmonica ed il pianoforte crea dal nulla l’orchestra Dalvit e spopola nei successivi anni coinvolgendo anche mia madre. Nasce l’orchestra Dalvit, elegante e raffinata, composta da soli 3 elementi, chiamata a suonare in hotel 5 stelle sul lago di Garda ed in giro per tutto il Trentino Alto Adige.

    Purtroppo nel 1991 si ammala di tumore al polmone, nonostante non fumasse, il fumo passivo di anni nei locali è stato un killer silenzioso.

    Per anni dopo questa maledetta disgrazia abbiamo continuato a ricevere telefonate da agenzie di spettacolo ed albergatori per richiedere servizi musicali, ignari che tutto era finito purtroppo.

    Nei pochi anni pieni di ricordi ho portato con me quella voglia di essere fuori dagli schemi, quella voglia di costruire qualcosa di proprio e di non sopportare di essere un semplice dipendente.

    È proprio vero, essere imprenditori è sostanzialmente avere dentro di sé quella vocina che ti dice: non so se è veramente questo che volevo fare, l’imprenditore, ma so per certo che non è lì, dove mi vogliono gli altri, 8 ore al giorno, dal lunedì al venerdì e 2 settimane di ferie all’anno, lì proprio non mi ci vedo a stare. Quindi se anche tu senti quella vocina sarai un po’ come me, un po’ folle, perché onestamente fare l’imprenditore è qualcosa che non è razionale, fare bagni immersi in quintalate di merda e quando sbagli sentirsi dire da chi ti sta vicino te l’avevo detto, ma nonostante tutto andare avanti ed intelligentemente cercare di imparare dagli errori e perché no, avere invece enormi possibilità di arrivare in alto veramente.

    Nel 1997 ho esattamente 19 anni, sto frequentando la quinta superiore ragioneria serale, in quanto lavoro presso una cooperativa di produzioni video e grafiche. Sono appassionato di tecnologia e mi collego in rete fin dal 1992 quando ancora internet non esisteva ed il mondo ONLINE è fatto di pochissime persone che comunicano attraverso una rete che si chiamava FIDONET, una rete amatoriale di computer che esisteva prima di internet. Ricordo ancora io dodicenne che scrivo con il presidente di Apple Italia, chissà lui con chi pensava di parlare. Internet era un club per pochi privilegiati in quegli anni, un grande far west eccitante.

    Questa mia esperienza con il computer e la rete mi torna enormemente utile nel dicembre 1997 quando un mio amico, di nome Marco Ferretti, si presenta da me dicendomi che esiste un modo per modificare una playstation e sbloccarla. Sì, hai capito bene, i famosi modchip per le playstation.

    Questa novità, per me che sono uno smanettone di prima categoria, è veramente intrigante, consegno la mia playstation e quando dopo pochi giorni mi viene restituita, la prima cosa che faccio è aprirla. Dentro trovo un cippino, un piccolo microprocessore collegato con qualche filo alla console, sopra la scritta L.M. Elettronica… subito mi fiondo a cercare su internet quell’azienda.

    Qui devi sapere che nel 1998 non esisteva Google, ma motori di ricerca spartani tra cui il più famoso era ALTAVISTA, famoso perché trovava solo siti porno (sigh!), un motore di ricerca che purtroppo non è minimamente capace di scovare le cose nel modo corretto, figuriamoci trovare una piccola azienda come L.M. Elettronica nel mare di internet di allora. Era come trovare un ago in un pagliaio.

    La mia esperienza però mi porta a viaggiare per newsgroup (gruppi di discussione online) e forum di discussione tematici sui videogames ed elettronica, fin a che cercando e cercando riesco a trovare la pagina di questa piccola azienda, la L.M. Elettronica, ovvero Luigi e Marco Origa.

    I ragazzi sono di Rimini e sono smanettoni come me, stanno programmando e vendendo dei cippini per playstation in tutta Italia, visto che qualche mese prima di me, si sono accorti del business dirompente.

    Inutile dire che inizio ad acquistare questi cippini da loro ed a fare modifiche alle console dei miei amici, in quel periodo di far west tutto era permesso, il digitale era alle porte, le cassette vhs stavano vivendo gli ultimi anni di gloria prima dell’arrivo dei DVD, Blockbuster era ancora una forza anche nella mia città (con quell’inconfondibile odore di moquette!).

    Inizio subito a costruire il mio sito internet per vendere a mia volta questi cippini, il nome ricade su www.hardstore.com (hard come hardware e store come negozio e se non fosse andato avrei sempre potuto vendere falli di gomma… Haha).

    Non contento cerco in internet come sia possibile realizzare un chip per la playstation, la mia curiosità non ha fine e ora il mio intento è conoscere come fanno Marco e Luigi a fornirmi questo ragnetto nero che, collegandoci qualche filo, fa il suo dovere.

    Sguinzagliando la rete con tutta la mia esperienza da esploratore di frontiera, trovo una pagina, una pagina storica, la pagina di un ragazzo americano con la passione dell’elettronica, che pubblica gratuitamente per tutti il codice sorgente del famoso chip di modifica della playstation, completo di istruzioni e materiale necessario.

    È la svolta, da un giorno all’altro sono io che creo i chip di modifica e li vendo in tutta Italia, ma non solo. Internet permette a un ragazzino di 19 anni di poter vendere anche a clienti in tutta Europa (posso dirvi che hardstore ha venduto nella sua gloriosa storia in così tante nazioni, che ancora ricordo il pacco spedito nell’isola di Pasqua. Sì l’isola sperduta nella Polinesia e parte del Cile).

    Mi accorgo subito di una cosa sbalorditiva, non ho solo clienti smanettoni come me, ma mi contattano sempre più negozianti, che oltre ai cippini mi chiedono se tratto accessori come cavi, joystick e altri aggeggi tecnologici per le console da gioco.

    Ed ecco che dalla cantina di casa inizia la mia avventura, le spedizioni di chip ed accessori iniziano a crescere ed arriva il momento della grande decisione, apro la mia partita iva.

    Internet entra in modo dirompente nel commercio e spazza via aziende attive nel settore da decenni. La disintermediazione, ovvero togliere di mezzo distributori regionali, provinciali, agenti e tutta la trafila di passaggi tra produttori e consumatori, arriva a tutta velocità.

    Io mi ritrovo proprio dentro questo vortice, inizio ad acquistare merce da un importatore napoletano e rivendo ai miei clienti negozianti, facendo la metà del prezzo dei concorrenti e marginando il doppio.

    Non contento inizio a scavalcare anche il mio importatore e di lì a poco hardstore importa direttamente da Hong Kong, un sito famoso di nome Lik Sang era il mio fornitore di fiducia.

    Iniziata la mia avventura: a fronte di 5.000.000 di lire investite, finisco i primi 12 mesi con un bilancio di 600.000.000 di lire di fatturato!

    Il 1999 è stato un momento storico, unico anche per raccogliere finanziamenti. Da una parte la peculiarità delle banche dell’Alto Adige, piccole e federate, dove il direttore conosceva dal nonno, allo zio ed al cugino di chi aveva di fronte. Dall’altra il fatto che la febbre di internet era in piena ascesa e quindi anche la mia banca pensava di avere per le mani un mini Bill Gates di periferia alle prime armi (ancora Mark Zuckerberg non esisteva come esempio).

    Ecco quindi che grazie alla mia buona reputazione, al fatto che stavo crescendo e fatturando ed al fatto che internet

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1