Inizia a leggere

Il banchiere assassinato

Valutazioni:
180 pagine2 ore

Sintesi

"IL COMMISSARIO DE VINCENZI INDAGA A MILANO"
Pubblicato inizialmente nel 1935, Il banchiere assassinato è la prima indagine del commissario Carlo De Vincenzi, affascinante personaggio nato dalla penna di Augusto De Angelis.
L'investigatore della squadra mobile di Milano è al lavoro di notte nel suo ufficio, quando riceve la visita inaspettata dell'amico Giannetto Aurigi. Aurigi, dopo aver assistito alla Scala ai primi due atti dell'Aida, aveva abbandonato il teatro per girare in solitudine fra le vie nebbiose della città. Di lì a poco, una telefonata informa il commissario che è stato commesso un omicidio proprio nell'appartamento di Aurigi in via Monforte. La vittima è il banchiere Mario Garlini, la cui banca aveva prestato una grossa somma di denaro ad Aurigi. De Vincenzi dovrà scavare in una storia di miserie personali e debiti per raggiungere la verità. E dovrà farlo cercando di mettere da parte i suoi sentimenti d'amicizia verso il sospettato principale.

Augusto De Angelis (Roma, 1888 - Bellagio, 1944) è stato il primo giallista italiano di successo, durante gli anni del fascismo. Morì in seguito alle percosse subite per l’aggressione di un repubblichino. Il suo commissario De Vincenzi fu portato in televisione negli anni Settanta da Paolo Stoppa per una serie di sceneggiati.

Leggi sull'app mobile di Scribd

Scarica l'app mobile gratuita di Scribd per leggere sempre e ovunque.