Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

I segreti delle piramidi: Abduction nell'antico Egitto. Riti animici e piramidologia moderna

I segreti delle piramidi: Abduction nell'antico Egitto. Riti animici e piramidologia moderna

Leggi anteprima

I segreti delle piramidi: Abduction nell'antico Egitto. Riti animici e piramidologia moderna

Lunghezza:
263 pagine
5 ore
Pubblicato:
12 gen 2019
ISBN:
9788829594634
Formato:
Libro

Descrizione

In questo libro inizio affermando che le piramidi non erano tombe. Infatti mai vi furono trovati corpi sepolti, anzi in alcune piramidi furono trovati addirittura sarcofaghi vuoti sigillati e non è un caso che secondo molti studiosi del Libro egizio dei Morti le piramidi non sarebbe altro che un percorso volto al progresso dell’anima. Infatti nella storia, Djedi spiegò al Faraone Cheope il luogo delle chiavi specifiche che un giorno avrebbero aperto il posto nascosto. Appare ovvio che, come si evince dalla raffigurazione del noto “rituale della bocca”, ben rappresentato ad Abido, che sono gli “Dèì Creatori”, o meglio gli “Alieni Creatori”, ad avere potere sull’uomo, da loro ibridato e da sempre pare, ne gestiscano le “Energie” Kà e Bà o meglio le “Energie” spirituali ed animiche; e non è assurdo sospettare che Loro stessi soggioghino alle leggi della stessa natura, come tra l’altro emerge dalla Bibbia e dalla progettazione di alcuni antichi templi come l'Osireion, le Piramidi. fino ai templi di guarigione greci, gli Asclepeion. Per cui essendo anche loro “Archetipi” della “Creazione”, hanno dei compiti innati da svolgere e ambiti in cui invece hanno libertà di agire. Detto ciò potrebbe benissimo essere che Essi stessi non amino o non possano per la loro evoluzione, fare esperienza attraverso la materia e la sofferenza che ne concerne. Ma essendo un loro compito, potrebbero aver creato un “surrogato cosciente”, nell’uomo primitivo, illuminato” che per sua natura ha un suo Kà ed un suo Ba, ma agendo su di esso in modo che parzialmente evolva nella giusta comprensione per poi trasferendone le “Energie esperenziali”, l’uomo fa l’esperienza sofferta sulla materia che spetterebbe a loro gli Archetipi che oggi conosciamo come: “Angeli, alieni”. Pare proprio evidenziarsi una volontà archetipa tesa a realizzare un prodotto che possa migliorare nel tempo, dove potergli innestare una coscienza ad uso alieno, al fine di memorizzare proprie esperienze emozioni utili, per l’appunto, a quegli altri Esseri che ne sono privi o sprovvisti per evoluzione. La seconda parte del libro abbraccia un mio studio su un prototipo di Piramide sperimentale unico al mondo chiamato: "EQUILIBRATORE ZED PIRAMIDALE” che è il risultato di lunghe ricerche sulle tecnologie antiche e le energie rievocate attraverso lo studio dei simboli e dei caratteri fondamentali degli antichi egizi.
Sono interessato alla produzione su grande scala del prototipo che già pu essere sperimentato.
Si ricerca un finanziatore interessato all'Edificio Piramidale ideato per 6 unità abitative. (reminiscenti@inwind.it - cell. 338 8807793).
Pubblicato:
12 gen 2019
ISBN:
9788829594634
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a I segreti delle piramidi

Leggi altro di Lucio Tarzariol

Libri correlati

Articoli correlati

Categorie correlate

Anteprima del libro

I segreti delle piramidi - Lucio Tarzariol

I SEGRETI DELLE PIRAMIDI

Abduction nell'antico Egitto

 Riti animici e piramidologia moderna

Ricerche e sperimentazioni a cura dell’Artista Lucio Tarzariol

 Progettazioni costruttive di Mirko Tarzariol, e Katjuscia Gusatto

LA PIRAMIDE ILTEMPIO DI INIZIAZIONE

EQUILIBRATORE ENERGETICO ZED-PIRAMIDALE

INTRODUZIONE AL BENESSERE PSICOFISICO

LA CREAZIONE DELLA MACCHINA ZED-PIRAMIDALE

I SEGRETI DELLE PIRAMIDI, LO ZED E IL SIGNIFICATO DEI TRE FONTAMENTALI SIMBOLI  EGIZI.

Interpretazioni, studi, ricerche e ideazione - artista Lucio Tarzariol

Progetazione tecnica – tecnico Mirko Tarzariol

Progettazione edificio Piramidale - architetto Katjuscia Gusatto

Progetto per il quale l’Artista Lucio Tarzariol ha ricevuto il Premio Personalità artistica europea rilasciato a Bruxelles, premio riservato agli Artisti che stanno lasciando un segno indelebile nella Storia dell’Arte.

Alcuni articoli usciti su Expo Art, Archivio Monografico arte italiana, Fondazione Costanza Occhio del Critico, Catalogo Ea editore di Paolo Levi e Sandro Serradifaco, ecc..

I SEGRETI DELLE PIRAMIDI

Abduction nell'antico Egitto

 Riti animici e piramidologia moderna

Equilibratore zed piramidale

Ricerca scientifico/artistica di Lucio Tarzariol da Castello Roganzuolo

SINOSSI

In questo libro inizio affermando che le piramidi non erano tombe. Infatti mai vi furono trovati corpi sepolti, anzi in alcune piramidi furono trovati addirittura sarcofaghi vuoti sigillati e non è un caso che secondo molti studiosi del Libro egizio dei Morti le piramidi non sarebbe altro che un percorso volto al progresso dell’anima. Infatti nella storia, Djedi spiegò al Faraone Cheope il luogo delle chiavi specifiche che un giorno avrebbero aperto il posto nascosto. Appare ovvio che, come si evince dalla raffigurazione del  noto rituale della bocca, ben rappresentato ad Abido, che sono gli Dèì Creatori, o meglio gli Alieni Creatori, ad avere potere sull’uomo, da loro ibridato e da sempre pare, ne gestiscano le Energie Kà e Bà o meglio le Energie spirituali ed animiche; e non è assurdo sospettare che Loro stessi soggioghino alle leggi della stessa natura, come tra l’altro emerge dalla Bibbia e dalla progettazione di alcuni antichi templi come l'Osireion, le Piramidi. fino ai templi di guarigione greci, gli Asclepeion. Per cui essendo anche loro Archetipi della Creazione, hanno dei compiti innati da svolgere e ambiti in cui invece hanno libertà di agire. Detto ciò potrebbe benissimo essere che Essi stessi non amino o non possano per la loro evoluzione, fare esperienza attraverso la materia e la sofferenza che ne concerne. Ma essendo un loro compito, potrebbero aver creato un surrogato cosciente, nell’uomo primitivo, illuminato che per sua natura ha un suo Kà ed un suo Ba, ma agendo su di esso in modo che parzialmente evolva nella giusta comprensione per poi trasferendone le Energie esperenziali, l’uomo fa l’esperienza sofferta sulla materia che spetterebbe a loro gli Archetipi che oggi conosciamo come: Angeli, alieni. Pare proprio evidenziarsi una volontà archetipa tesa a realizzare un prodotto che possa migliorare nel tempo, dove potergli innestare una coscienza ad uso alieno, al fine di memorizzare proprie esperienze emozioni utili, per l’appunto, a quegli altri Esseri che ne sono privi o sprovvisti per evoluzione. La seconda parte del libro abbraccia un mio studio su un prototipo di Piramide sperimentale unico al mondo chiamato: EQUILIBRATORE ZED PIRAMIDALE" che è il risultato di lunghe ricerche sulle tecnologie antiche e le energie rievocate attraverso lo studio dei simboli e dei caratteri fondamentali degli antichi egizi.

Sono interessato alla produzione su grande scala del prototipo che già pu essere sperimentato.

Si ricerca un finanziatore interessato all'Edificio Piramidale ideato per 6 unità abitative. (reminiscenti@inwind.it - cell. 338 8807793).

Questo prototipo di Piramide sperimentale unico al mondo chiamato: EQUILIBRATORE ZED PIRAMIDALE, è il risultato di lunghe ricerche sulle tecnologie antiche e le energie rievocate attraverso lo studio dei simboli e dei caratteri fondamentali degli antichi egizi. La Piramide sperimentale costruita dall’Artista di fama internazionale Lucio Tarzarlol da Castello Roganzuolo è una struttura in rame realizzata  secondo i canoni Sacri e rituali antichi con all’interno uno Zed*. Costruita con elementi tubolari a tenuta stagna con all'interno un circuito di acqua che ha molte affinità con l'etere e serve a potenziare il potere energetico piramidale raccolto in essa. Basti pensare che tutti i popoli antichi hanno costruito le loro grandi architetture megalitiche presso fiumi e sorgenti d’acqua. Del resto questo si può ammettere anche alla luce delle scoperte di studiosi come Pauling, Bernal, PiccardÍ e Gias, i quali hanno trovato che l'acqua fa da lntermediario tra le forze galattiche e tutto ciò che vive sulla Terra. In questa struttura piramidale, realizzata in scala 1:100 con la nota Piramide di Cheope costruita nella piana di Giza in Egitto ed associabile ad altre piramidi precolombiane, si crea un particolare Equilibrio energetico dove si verificano particolari fenomeni di natura elettromagnetica, tra cui il verificarsi di alcuni poteri curativi, ottimali, per molte patologie umane, pertanto diviene utile per trattamenti di Piramidoterapia unici  al mondo e subitamente verificabili da chiunque. Oltre ai vari poteri a volte, per l'appunto, anche curativi, questa Piramide aiuta e velocizza l’evoluzione spirituale attraverso onde elettromagnetiche a bassa frequenza che entrano in risonanza con le onde cerebrali dell’uomo aumentando la comprensione e soprattutto favorendo la Meditazione, che è l'esperienza dell'unità di coscienza, dell'integrità psicofisica del proprio essere; infatti la Meditazione, libera da ideologie e dogmi religiosi, è una delle più importanti medicine per l'uomo occidentale, è una delle esperienze capaci di trasformare la vita e la percezione dl se stessi e del mondo, in quanto potenzia la coscienza, che è la presenza reale che attiva e unifica i contenuti. In questa Piramide vengono ampliati e potenziati tutti quei fenomeni paranormali che l’uomo possiede e nello stesso tempo si raggiunge il massimo Equilibrio psicofisico possibile. Vi sono molte altre applicazioni in via sperimentale che integrano la macchina: magnetoterapia, musicoterapia, cromoterapia, cristalloterapia e molte altre ancora che aumentano e diversificano, per l'appunto, questo Potere Energetico ben oltre le normali aspettative e sono ben esposte nello specifico manuale di questa Macchina piramidale. Oltre a ciò è stata progettata una costruzione piramidale di sei unità abitative avente tutte le peculiarità e le potenzialità di questa Piramide denominata Equilibratore zed piramidale. Il progetto è stato possibile con la collaborazione dell’architetto Katjuscia Gusatto.

*Zed, Colonna vertebrale del dio Osiride. Torre in granito con capacità piezoelettrica, emette energia a bassa frequenza, struttura esistente all’interno della Grande Piramide di Giza

Balancing pyramidal zed

Scientific Discovery / artist Lucio Tarzariol from Castello Roganzuolo

This is an experimental Pyramid prototype, which is unique in the entire world. It is called BALANCING PYRAMIDAL ZED and it is the result of research on ancient technologies and energies evoked by the study of symbols and basic features of the ancient Egyptians. The experimental Pyramid was built by the world wide well known artist Lucio Tarzarlol from Castello Roganzuolo. It is a copper structure  built according to the Sacred Canons and ancient rituals with a Zed * inside. It is Built with sealed tubular elements with a water circuit inside. Water has several similarities with the ether and serves to strengthen the pyramid energy collected within. Just think about  the fact that all ancient peoples did build their large megalithic architectures by rivers and water springs. Furthermore, this statement is also supported by the findings of scholars such as Pauling, Bernal, Piccardi and Gias who found that water acts as carrier  between the galactic forces and everything living on Earth. This pyramidal structure scale is 1:100 with the well known Cheop’s Pyramid  built on the Giza Plateau in Egypt and  It also has fatures similar to other pre-Columbian pyramids. The structure creates a special Energy balance which brings about peculiar electromagnetic phenomena believed to have some healing powers for many human diseases. Therefore it becomes useful for Piramidtherapy treatments  unique in the world and immediately observable by anyone. Besides the several powers, sometimes even healing, this pyramid helps and speeds up the spiritual evolution through low-frequency electromagnetic waves that resonate with the human brain waves increasing understanding and above all encouraging Meditation, which is the experience of  unity between consciousness and  mental-physical integrity  of each being; Meditation, free from ideologies and religious dogma, is one of the most important medicine for the Western man, it is one of the experiences transforming lives and the perception of  themselves and the world, as it enhances awareness, which is the real presence that activates and synchronizes the content. In this pyramid,  all those paranormal phenomena that man possesses are expanded and strengthened and at the same time you reach the maximum possible mental and physical balance. There are many other applications under investigation at the moment that integrate the machine: magnet therapy, music therapy, colour therapy, crystal therapy and several more, which increase, in fact, this Energetic Power beyond normal expectations and are well shown in the specific manual for this pyramid machine.

* Zed, Spine of the god Osiris. Granite tower with piezoelectric capacity, it emits low-frequency energy, construction  also residing inside the Great Pyramid of Giza.

Sintesi tratta dal presente manuale

Nello specifico, la piramide concentra l’energia eterica, sincronica, psicotronica ad un terzo della sua altezza, lo zed la riflette equilibrandola e mettendola in risonanza (onde a bassa frequenza) con l’energia individuale, l’aura dell’iniziato, infatti la corrente elettrica emessa dallo Zed compresso dalla pietra calcarea circostante con la sua capacità piezoelettrica serve a guidare tale energia mettendola in risonanza con il campo magnetico terrestre ed ecco l’unione dell’energia sincronica catalizzatrice cosmica con l’aura e l’inconscio dell’adepto scelto. Ecco, a mio parere, svelatovi il segreto delle piramidi egizie e precolombiane come quelle di Teotihuacan, termine che non a caso lingua nahuatl, significa per l’appunto: luogo dove gli uomini si trasformano in divinità; apparirà così chiaro, anche perché, Osiride, è il: Mito della Rinascita Regale. Del resto pare che anche il termine Egitto, associato al dio Ptah da una corruzione greca della frase Het-Ka-Ptah, o Casa dello Spirito di Ptah, debba ìl suo nome da pth" che significa, per l’appunto modellare, quindi, ancora una volta, trasformare.  Non vi bastasse questa spiegazione vi ricordo la nota leggenda dei teschi di cristallo, artefatti, trovati in prossimità di templi antichi come le piramidi e che secondo le teorie ufficiali, i Maya non erano in grado di poter realizzare. Guarda caso a tal proposito un esperto di cristalli come Frank Dorland, sostiene che: Quando entriamo in contatto con un cristallo di quarzo piezoelettrico come, per l’appunto, il teschio di cristallo, le onde di energia elettromagnetica che il nostro corpo emana, vengono raccolte dal cristallo. Questo inizia a rielaborare tali informazioni, le modifica, oscilla e spedisce questo agglomerato nell’atmosfera; quindi noi le riceviamo nuovamente. Ciò che il quarzo modifica sono le onde di energia stesse, amplificandole e rendendole più chiare. Ciò significa che il cristallo di quarzo può aiutare a guarire dalle malattie fisiche in quanto influisce sul nostro stato di consapevolezza e sul nostro inconscio. Il teschio di Hedges possiede queste capacità; inoltre se si fa passare attraverso la parte superiore un raggio di Sole, questo verrà canalizzato al suo interno e uscirà dalla bocca un raggio di luce altamente incendiario. Detto ciò vi ricordo che lo Zed contenuto nella grande piramide è di granito, per cui contiene silicio, elemento principale del quarzo e ciò fa pensare che le piramidi fossero usate per ben altri scopi che quello di essere solo tombe. Ed il mio prototipo piramidale lo confermerebbe".

In alto lo zed di mia costruzione esposto alla Mostra: Il TEMPIO DI OSIRIDE SVELATO presso La Scuola Grande di San Giovanni Evangelista a Venezia dal 2 Giugno al 21 Ottobre. Affianco la piramide sperimentale di mia costruzione corredata dello zed e di quanto necessario per la ricreazione artificiale delle energie sottili usate dagli antichi. All’esterno l’opera riporta i dipinti che ho tratto dalle arcane raffigurazioni egizie come le lampade di Dendera dove viene rappresentata l’energia che giunge proprio dallo zed posto a sostegno, e raffigurazioni di Abydos rappresentanti l’iniziazione degli uomini attraverso was, ank e zed ritrovabili nell’ antichissimo scettro di Ptah, l’unico dio Creatore non creato.

Sopra alcune progetazioni di elementi piramidali ideati da Lucio Tarzariol e proggettati da Mirko Tarzariol.

Abduction nelle piramidi

ABDUCTION, ALIENI IN EGITTO, LA VERITÀ NASCOSTA DEI RITI INIZIATICI EGIZI DI ISIDE E OSIRIDE

L’ATROCE SEGRETO DELLE PIRAMIDI NEI RITUALI PER L’ANIMA

Diciamo subito che le piramidi non erano tombe, mai vi furono trovati corpi sepolti, anzi in alcune piramidi furono trovati sarcofaghi vuoti sigillati. Non a caso, Erodoto e Diodoro Siculo affermano che il Re Cheope non fu sepolto nella piramide; quando il Califfo Al-Ma’mun nell’anno 820 d.C. violò le camere superiori della grande Piramide, non trovò corpi sepolti, il sarcofago presente era vuoto e privo d’iscrizioni e di coperchio; quello che trovò all’interno del sarcofago fu solo una polvere di feldspato e mica appartenenti al gruppo dei silicati di alluminio, polvere monoatomica dove vi sono riscontrati metalli al 100% del gruppo del Platino. A tal proposito nel libro: I Segreti dell’Arca perduta di Laurence Gardner, si evince che tali metalli posso addirittura curare il cancro come dimostrò David Hudson con la sua ricerca sulla correzione orbitale degli elementi monoatomici e i rimedi per rettificare le cellule alterate. Nel libro di Gardner si ipotizza che la camera ben sigillata all’interni della piramide poteva essere, addirittura, un superconduttore per trasferire il corpo del faraone  in altro spazio temporale tramite la polarità della sua aura magnetica. Vi ricordo che nell’antico Egitto la Piramide era chiamata MR pronunciato MER. Il prefisso M significa il luogo, ed R designa l’atto di salire: quindi pare indichi luogo dell’ascensione, per alcuni come Philip Coppens individua nel termine mer la parola egizia piramide, mentre Mark Lehner è convinto che il termine piramide possa derivare da m che significa, per l’appunto strumento. MER successivamente finirà per designare qualsiasi luogo sede di gestazione e poi di resurrezione. La base della Piramide è un quadrato, che esprime il perfezionamento. Il 4 raddoppiato diventa 8, il numero di Thoth, della Conoscenza, quindi rito di Trasformazione. Non è un caso che Mer significhi anche campo di luce, più specificatamente due luci controdirezionali; per cui sembra indicare proprio una camera energetica costruita, per l’appunto, con il granito e le sue capacità piezoelettriche ed il calcare esterno delle pietre che lo comprime meccanicamente per fare fluire energia all’interno della camera stessa. Pare che questa proprietà piezoelettrica del granito impedisca che l’Anima esca all’esterno; vi ricordo nuovamente che all’interno della tomba del Visitatore che pare essere la tomba del Dio Osiride, gli scopritori avvertirono una particolare energia repulsiva sulle pareti, una misteriosa forza che li respingeva. Inoltre si ricordi la scoperta di JoeParr e la Bolla di Energia della Piramide cha avallano la distorsione temporale comprovata da molti all’interno della Piramide, forse la stesa che pare si avverta nelle abduction; del resto così si spiegherebbero anche le finte porte egizie che sarebbero la semplice rappresentazione del manifestarsi dell’abduction, dove gli esseri alieni oltrepassano i muri con la loro tecnologia.In merito alla Bolla di Energia" della Piramide, vi è una curiosa storiasu Joe Parr; pare racconti che: 

"verso la metà degli anni '80, mentre stava ritornando negli USA dopo un viaggio d'affari in Medioriente, Parr si fermò al Cairo e passò una giornata in cima alla Grande Piramide e un'altra all'interno della Camera del Re. Dopo essere tornato a casa,

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di I segreti delle piramidi

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori