Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Destinazione Marte - L’anno 2030, il viaggio spaziale e il nostro destino oltre la Terra

Destinazione Marte - L’anno 2030, il viaggio spaziale e il nostro destino oltre la Terra

Leggi anteprima

Destinazione Marte - L’anno 2030, il viaggio spaziale e il nostro destino oltre la Terra

Lunghezza:
62 pagine
1 ora
Pubblicato:
19 dic 2018
ISBN:
9781547562701
Formato:
Libro

Descrizione

Oggi tutti sembrano interessarsi a Marte. La NASA progetta l’invio di esseri umani su Marte per il 2030, mentre la SpaceX vuole farlo prima, nel 2024. Marte è un argomento ricorrente a Hollywood. Ci sono film, come The Martian e Life, che ipotizzano su come potrebbe essere la vita sul pianeta rosso. Tuttavia, nessuno di questi film sembra affrontare il problema fondamentale: come faranno gli esseri umani a vivere su Marte nel lungo periodo? L’atmosfera di Marte è composta, principalmente, di monossido di carbonio e la sua superficie è troppo fredda per la vita umana. La gravità è pari al 38% di quella terrestre. Di conseguenza, resta la questione di come un essere umano possa sopravvivere in un ambiente simile. Andare su Marte è facile, poiché il viaggio richiede soltanto 260 giorni quando i due pianeti sono più vicini l’uno all’altro. Dopo essere arrivati, la difficoltà è atterrare sulla superficie. Quale sistema di atterraggio è più sicuro per astronauti e coloni? Nel 2007, gli scienziati hanno proposto quattro sistemi di atterraggio: il Legged Standing System, lo Sky-Crane Landing System, l’Airbag Landing System e infine il Touchdown Sensing. Al 2017, gli scienziati hanno trovato altri metodi di atterraggio, tra cui tuffarsi nell’atmosfera marziana e costeggiare più da vicino la superficie. La NASA sta già pensando al tipo di abitazioni che aiuteranno i coloni a sopravvivere su Marte. Nel 2016, sei aziende hanno iniziato a progettare prototipi di possibili habitat. Tutti questi prototipi sono probabilmente simili sotto molti aspetti – dovrebbero essere autosufficienti, in grado di sostenere la vita per lunghi periodi senza aiuto dalla Terra ed essere a tenuta stagna per protezione dalla sottile atmosfera di Marte.

Pubblicato:
19 dic 2018
ISBN:
9781547562701
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Destinazione Marte - L’anno 2030, il viaggio spaziale e il nostro destino oltre la Terra

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

Destinazione Marte - L’anno 2030, il viaggio spaziale e il nostro destino oltre la Terra - Adidas Wilson

Adidas Wilson

Destinazione Marte

L’anno 2030, il viaggio spaziale e il nostro destino oltre la Terra

Traduzione: Roberto Felletti

Titolo originale:  Mission To Mars - Year 2030,

Space Travel, And Our Destiny Beyond Earth

Copyright © 2018 by Adidas Wilson

Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta, distribuita o trasmessa in nessuna forma né con qualsiasi mezzo, compresi la copia fotostatica, la registrazione e qualsiasi altro mezzo, elettronico o meccanico, senza la preventiva autorizzazione scritta dell’editore, tranne nel caso di brevi citazioni inserite in recensioni della critica e alcuni altri usi non commerciali consentiti dalla legge sul copyright.

Per richieste di autorizzazioni, siete pregati di scrivere all’editore indicando nell’oggetto Attention: Permissions Coordinator e inviando la vostra richiesta all’indirizzo seguente:

Adidas Wilson

P.O. Box 2262

Antioch, Tn. 37011

siriusvisionstudios@gmail.com

www.adidaswilson.com

Dichiarazione di non responsabilità

––––––––

L’autore ha fatto il possibile per garantire l’accuratezza delle informazioni contenute in questo libro al momento della pubblicazione, accertandosi che fossero corrette. L’autore non si assume alcuna responsabilità, nei confronti di nessuna parte coinvolta, per qualsiasi perdita, danno o disagio causati da errori od omissioni, sia che tali errori od omissioni risultino da incidente o negligenza sia che derivino da qualsiasi altra causa.

Indice

"Ci sono infiniti soli e infinite terre, e tutte ruotano intorno ai loro soli, nello stesso identico modo in cui ruotano i sette pianeti del nostro sistema. Noi vediamo soltanto i soli, perché sono i corpi più grossi e luminosi, ma i loro pianeti restano invisibili a noi perché essi sono più piccoli e non sono luminosi. Gli infiniti mondi dell’universo non sono né peggio né meno abitati della nostra terra. Perché è del tutto irragionevole supporre che quei mondi brulicanti, che sono magnifici come il nostro, forse ancor di più, siano disabitati e non possano ospitare abitanti simili, o ancor più perfetti, di quelli che la nostra terra ospita.

Gli innumerevoli mondi dell’universo sono tutti simili in forma e grado, e sono soggetti alle medesime forze e alle medesime leggi. Impartiteci la conoscenza dell’universalità delle leggi terrestri attraverso tutti i mondi e della similarità di tutte le sostanze del cosmo! Distruggete le teorie secondo le quali la terra è il centro dell’universo! Schiacciate i poteri soprannaturali che sono detti animare il mondo, insieme alle cosiddette sfere cristalline! Aprite la porta affinché possiamo guardare fuori, nell’infinito e unificato firmamento composto da elementi simili e mostrateci che gli altri mondi fluttuano in un oceano etereo come il nostro! Fateci vedere con chiarezza che i moti di tutto il mondo sono generati da forze interne e insegnateci, alla luce di tali modi di pensare, di andare avanti con passo più sicuro nell’investigazione e nella scoperta della natura!

Siate fiduciosi; verrà il tempo in cui tutti gli uomini vedranno, come io vedo."

Giordano Bruno, 1584

Prefazione

Marte prende il nome dal dio romano della guerra; i Greci chiamavano il pianeta rosso Ares, probabilmente a causa del suo colore rosso sangue. Marte ha uno splendente color ruggine perché nella sua regolite[1] sono stati trovati minerali ricchi di ferro. I minerali arrugginiscono, conferendo al terreno il colore rosso. L’atmosfera è fredda e sottile; di conseguenza è improbabile che possa esistere acqua allo stato liquido, anche solo per breve tempo. È possibile trovare fiotti Prefazioned’acqua sotto forma di quelle che sono conosciute come recurring slope lineae, correnti d’acqua salata che si verificano durante i mesi più caldi di Marte o, in alternativa, cristalli asciutti che scorrono lungo pendici con un’inclinazione di almeno 27 gradi (Wikipedia). Tuttavia, gli scienziati non concordano su questa prova, perché alcuni sostengono che possa indicare la presenza di sali salmastri. Su Marte ci sono le valli più profonde e più lunghe

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Destinazione Marte - L’anno 2030, il viaggio spaziale e il nostro destino oltre la Terra

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori