Inizia a leggere

Le regole del gioco

Valutazioni:
111 pagine

Sintesi

Quando si affronta l’argomento del gioco del calcio ognuno si sente esperto e pronto a dire la sua, magari sentendo la necessità di mettere in discussione una o più regole a causa di uno sviluppo contraddittorio o poco coerente di una dinamica di gioco. Proprio la precisa definizione delle regole che sostengono il gioco, in realtà, è l’aspetto che influisce sul contenuto del gioco stesso.
L’obiettivo del testo è, infatti, dichiarare che la passione per questo sport deve essere affiancata dalla conoscenza, che conduce a migliorarne le poliedriche caratteristiche. Partendo da una ampia prospettiva, e corredando l’analisi ad immagini esplicative, si affronta la questione sostenendo che, una volta che si è definito un sistema con regole chiare, esistono sempre dei pro e dei contro, ma che occorre modificare tali regole in accordo con i cambiamenti di alcuni parametri che definiscono il contenuto del gioco. Solo in questo modo dinamiche come il fuorigioco, la rimessa dal fondo, la transizione del possesso palla da una squadra all’altra, potranno essere valutate avendo una chiara consapevolezza degli obiettivi, riducendo al minimo la percentuale di errore.

Pietro Turci è nato a Cesena, dove vive, nel 1969. È cresciuto calcisticamente nel settore giovanile dell’AC Cesena, dove ha concluso il percorso formativo fino alla squadra maggiore, con la quale ha raggiunto una presenza in serie A nella stagione 1988-89. Nell’anno successivo ha militato nell’AC Monza, in serie B. In seguito ha disputato tre campionati in serie C2.
 Nel 2003 ha conseguito il patentino UEFA B per allenatori-istruttori di calcio. Da allora ha svolto un percorso formativo tra i settori giovanili  più importanti della provincia. Attualmente ricopre il ruolo di istruttore e di coordinatore tecnico in una scuola calcio élite di Cesena. Le regole del gioco è la sua prima pubblicazione.

Leggi sull'app mobile di Scribd

Scarica l'app mobile gratuita di Scribd per leggere sempre e ovunque.