Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

E se Dio non ci fosse?
E se Dio non ci fosse?
E se Dio non ci fosse?
E-book151 pagine1 ora

E se Dio non ci fosse?

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Info su questo ebook

Il Dio Persona è consolatore non in forza della paura congenita dell’uomo, ma in virtù della ricerca di verità dell’uomo e del proprio desiderio intimo di incontrarsi con una Persona divina con la quale impostare un dialogo. Anche nel paradigma dinamico di un Mistero Grande. Trascendente e permanente. 
Dio non potrebbe consolare se non fosse Persona. Perdono e misericordia non sono modi di riparare alle deficienze umane, ma modi per incontrarsi in un rapporto di reciproca ricerca che metta l’uomo di fronte a Dio.
LinguaItaliano
Data di uscita27 lug 2018
ISBN9788868673253
E se Dio non ci fosse?
Leggi anteprima

Leggi altro di Fausto Bertolini

Correlato a E se Dio non ci fosse?

Titoli di questa serie (26)

Visualizza altri

Categorie correlate

Recensioni su E se Dio non ci fosse?

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    E se Dio non ci fosse? - Fausto Bertolini

    Fausto Bertolini

    E se Dio non ci fosse?

    © - Gilgamesh Edizioni

    Via Giosuè Carducci, 37 - 46041 Asola (MN)

    gilgameshedizioni@gmail.com - www.gilgameshedizioni.com

    Tel. 0376/1586414

    ISBN 978-88-6867-325-3

    È vietata la riproduzione non autorizzata.

    In copertina: Dio crea l’uomo di Marc Chagall

    © Tutti i diritti riservati.

    ISBN: 978-88-6867-325-3

    Questo libro è stato realizzato con StreetLib Write

    http://write.streetlib.com

    Indice

    PREMESSA DELL'AUTORE

    -1- VEDERE, TOCCARE, SENTIRE

    -2- LA SCIENZA E DIO

    -3- VERITÀ E REALTÀ

    -4- LIMITI E FRAINTENDIMENTI DELLA RAGIONE

    -5- METAFISICA

    -6- SCIENTIFICITÀ

    -7- QUESTO MONDO E NON ALTRI

    -8- RAPPORTO CAUSA-EFFETTO

    -9- NECESSARIAMENTE, UN PRINCIPIO

    -10- LA DOMANDA

    -11- LA DANZA DI ŚIVA

    -12- IL GUSCIO DELLA LUMACA

    -13- IL SIGNORE DELLA LUCE

    -14- E SE DIO NON CI FOSSE?

    -15- C’È DIO E DIO

    -16- LA NATURA

    -17- IL PECCATO ORIGINALE SECONDO FREUD

    -18- DIO E LA SCIMMIA

    -19- IL CASO E LA NECESSITÀ

    -20- L'UNIVERSO

    -21- IL NULLA

    -22- DIVUS HALITUS TERRAE (Plinio)

    -23- IL VITALISMO

    -24- IL GRANDE ARCHITETTO/OROLOGIAIO

    -25- IL LOGOS

    -26- IL LOGOS RAGIONE

    -27- DIO E LA PSICOLOGIA DEL PROFONDO

    -28- DIO NELL'INCONSCIO

    -29- ASTRAZIONI

    -30- ANCORA SULLA MATERIA INCERTA

    -31- IL PRINCIPIO PASSIONE

    -32- SACRO E PROFANO

    -33- DIO IN ME

    -34- DIO NELLA MENTE

    -35- DOSTOEVSKIJ E DIO

    -36- ANIMA MUNDI

    -37- UN DIO CONSOLATORIO

    -38- ALCUNI MODI DI ESSERE DIO

    -39- IL MISTERO GRANDE

    -40- E SE DIO CI FOSSE?

    -41- UN MODO UNICO DI ESSERE DIO

    -42- DIO UNO E TRINO

    -43- UNA POSSIBILITÀ POSSIBILE

    -44- IL MALE

    -45- IL GRANDE ENIGMA DEL MALE

    -46- LA GRANDE QUAESTIO

    -47- IL GIOCO E LA MORTE

    -48- DIO IN TANTA COMPLESSITÀ

    -49- DIO, LA STORIA E L’IDEA

    -50- DOVE ABITA DIO PERSONA? COSA FA?

    -51- L’IMMAGINE DI DIO PERSONA

    -52- DIO PERSONA, CHE TIPO DI PERSONA?

    -53- LA VITA CHE SENSO HA?

    -54- OLTRE LA VITA TERRENA

    -55- IMMANENTE O TRASCENDENTE?

    -56- DIO, SCOPO ULTIMO, COSA SIGNIFICA?

    -57- L’ANALOGIA

    -58- LA POSSIBILITÀ E MARIA

    -59- LA VOLONTÀ E MARIA

    -60- LA REGINA

    -61- PERCHÉ UN DIO TRINITARIO?

    -62- ANTROPOCENTRISMO, ANTICA TENTAZIONE

    -63- PENSARE LA PERSONA

    -64- DIO IN TANTA CRITICITÀ

    -65- ANGELI

    -66- IN CONCLUSIONE

    APPENDICE

    Ringraziamenti

    ENKI

    Saggistica

    18

    Il Dio Persona è consolatore non in forza della paura congenita dell’uomo, ma in virtù della ricerca di verità dell’uomo e del proprio desiderio intimo di incontrarsi con una Persona divina con la quale impostare un dialogo. Anche nel paradigma dinamico di un Mistero Grande. Trascendente e permanente.

    Dio non potrebbe consolare se non fosse Persona. Perdono e misericordia non sono modi di riparare alle deficienze umane, ma modi per incontrarsi in un rapporto di reciproca ricerca che metta l’uomo di fronte a Dio.

    Fausto Bertolini, nato a Pegognaga (MN) nel 1944, l’anno di Pippo, il bombardiere. Laurea in filosofia. Corso triennale in psicologica del profondo ( tiefenpsychologie).

    Coordinatore della catechesi parrocchiale e del gruppo di ricerca teologica. Ha tenuto alcune conferenze sul tema dell’esistenza di Dio presso la Casa di San Giuseppe . Impegnato sulle modalità di divulgazione della fede cristiana nel contesto dell’attuale protosistema comunicativo (Nuova Evangelizzazione).

    Autore di pièces teatrali a contenuto religioso rappresentate a Natale e a Pasqua. Piccola Sacra Rappresentazione per attrice solista e pianoforte (Con Anna Savoia, Gloria Varini, Gloria Bellini e il Mº Matteo Cavicchini).

    Regista R.A.I. Assistente di Fellini nel film Il Casanova e di Bertolucci nel film Novecento.

    Ha diretto i serial Il ritorno degli Dei; New Age e dintorni, La sfida magica, I nuovi movimenti religiosi, con Massimo Introvigne (messaggero Di Sant’Antonio-àncora.)

    Assieme allo psicoterapeuta Alberto D’Auria ha scritto il saggio Gesù secondo Freud (Effatà). Inoltre ha pubblicato Nonni innamorati nipotini rompiballe (S. Paolo); L’angelo sulla credenza (Mursia); Il contadino e l’angelo (Àncora); Amori amari (Il Bardo).

    Con Gilgamesh Edizioni ha precedentemente pubblicato i romanzi Negli occhi delle donne – vita sentimentale di Cartesio, Telebordello, L’amore al tempo del cole-sterolo e il giallo Il caso Satanas.

    Al professor Alfredo Calendi

    col quale ho un cordiale rapporto dialettico

    supportato dalla reciproca onestà intellettuale

    e da un profondo senso di amicizia,

    al di là delle nostre personali convinzioni.

    Ricordando che "la fede deve essere vagliata dalla ragione,

    ma la ragione non potrà mai sostituire la fede"

    (Faber)

    "La differenza rilevante non passa tra credenti e non credenti,

    ma tra pensanti e non pensanti"

    BOBBIO

    "Io, alla mia età, ancora mi chiedo a cosa affidarmi per trovare

    direzione e sostegno, perché di un sostegno ho bisogno, questo

    è sicuro, questo lo sento, a volte con un dolore sottile…"

    MANCUSO

    "Forse l’emusiòn po granda dla me veta /

    L’è stada na not, a gh’era an stofag, an ferum,/

    cme prema dal teremot./

    Diu lè gnu dentr’in la me camara impalpabilment/

    E al m’à det: a te sul a te/

    A t’fag savè ca n’ag sum mia"

    "Forse l’emozione più grande della mia vita/

    è stata una notte, c’era un caldo, una staticità/

    come prima del terremoto/

    Dio è venuto nella mia camera, impalpabilmente,/

    e mi ha detto: "a te e solo a te/

    faccio sapere che non ci sono".

    ZAVATTINI

    "L’idea di Dio, un essere onnisciente, onnipotente,

    e che inoltre ci ama,

    è una delle più azzardate creazioni della letteratura fantastica."

    BORGES

    "Le ricerche e gli incontri mi hanno ulteriormente convinto

    che l’esistenza di Dio rappresenta la più grande delle domande…"

    MONDA

    Chi crea è persona

    BETTELHEIM

    "… argomentazione non equivale a prova matematica.

    È invece il corrispondente di una serie di ragioni che rendono

    più plausibile

    un’affermazione rispetto al suo contrario"

    ZENTI

    "Chi crede prima o poi si imbatte nel mistero, ma

    chi non crede, prima o poi, dovrà fare i conti con l’assurdo"

    GUITTON

    Prendere Dio sul serio, ecco il punto

    BRESCIANI

    PREMESSA DELL'AUTORE

    Qual è l’idea di Dio più conforme alla verità di Dio stesso? Cioè alla sua reale esistenza?

    Ammesso, ovviamente, che Dio ci sia e che la di lui esistenza sia dimostrabile, non secondo inadatti paradigmi scientifici a volte limitativi per le loro specifiche procedure epistemologiche, bensì secondo una procedura razionale alla quale non può fare difetto l’afflato della fede se è vero, come è vero (per me, ovvio), che la fede è la fioritura della ragione, come sosteneva, con acutezza, don Primo Mazzolari.

    La speculazione filosofica, dopo tanto argomentare da secoli, sembra si

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1