Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

La Poesia e il Poeta
La Poesia e il Poeta
La Poesia e il Poeta
E-book46 pagine22 minuti

La Poesia e il Poeta

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Info su questo ebook

Una selezione di dieci poesie, raccolte qua e là nella letteratura italiana e straniera, che riflettono sulla Poesia stessa e sui Poeti, riunite qui in una metaforica visita a un museo. Fra le pagine anche spunti musicali con cui accompagnare la lettura.
LinguaItaliano
EditoreVersiculi
Data di uscita18 lug 2018
ISBN9788828359128
La Poesia e il Poeta
Leggi anteprima

Correlato a La Poesia e il Poeta

Libri correlati

Articoli correlati

Categorie correlate

Recensioni su La Poesia e il Poeta

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

    Anteprima del libro

    La Poesia e il Poeta - Versiculi

    Versiculi

    La Poesia e il Poeta

    Per vivere al meglio l’esperienza di lettura ascolta i brani musicali quando indicato, seguendo i collegamenti ipertestuali presenti nel testo o cercando la playlist su lapoesiaeilpoeta.blogspot.it

    UUID: de97bb8e-88db-11e8-af4f-17532927e555

    Questo libro è stato realizzato con StreetLib Write

    http://write.streetlib.com

    Ogni cosa fatta lassù, ogni tentativo provato, ogni respiro tentato, ogni momento rubato alla disperazione, ogni fallimento e tragedia ci è servito per accedere alla fiamma profonda del nostro essere e a farla divampare. E la luce che produceva e usciva attraverso le nostre brecce, attraverso le nostre ferite e occhi, non si chiamava speranza ma - io credo: Poesia.

    Poesia dell’Essere.

    Poesia Vivente.

    Luigi Pozza, Domani non sarò più re, 2013

    Prologo

    Il Prologo

    Metro: quartine di ottonari a rima incrociata

    I

    No, non è vero poeta

    chi abbia un’anima sola,

    che mutar senso o parola

    a se medesima vieta.

    Quegli è poeta che cento

    ne chiude ed agita in petto,

    e ognuna ha vario l’affetto,

    e ognuna ha proprio talento.

    II

    Ho caro il verso minore

    che rechi in punta la rima,

    come lo stel sulla cima

    reca lo sboccio del fiore.

    Ho caro il picciolo verso

    che guizzi come saetta,

    e sia, come lama schietta,

    saldo, flessibile e terso.

    III

    Se tu di ciò non ti pasci

    che sparve senza ritorno;

    se tu non muori ogni giorno,

    ed ogni giorno non nasci;

    se il rivo, la rupe, il fiore,

    l’aria che odora d’assenzio,

    la nube, l’ombra, il silenzio,

    non dicon nulla al tuo core;

    se ignori i fondi e le cime;

    se ignori il pianto od il riso;

    se porti maschera al viso;

    non leggere queste rime.

    IV

    Leggere vuoi? Non cercare

    nel disadorno volume

    il superesteticume,

    le preziosaggini rare.

    I sensi astrusi e

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1