Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Concorso Istruttore Enti Locali - Servizi pubblici locali: Sintesi ragionata per concorsi pubblici

Concorso Istruttore Enti Locali - Servizi pubblici locali: Sintesi ragionata per concorsi pubblici

Leggi anteprima

Concorso Istruttore Enti Locali - Servizi pubblici locali: Sintesi ragionata per concorsi pubblici

Lunghezza:
90 pagine
1 ora
Pubblicato:
4 giu 2018
ISBN:
9788828332282
Formato:
Libro

Descrizione

Sintesi aggiornata per la preparazione ai concorsi pubblici negli enti locali: tutta la normativa in materia di servizi pubblici locali, forme di gestione, la normativa europea, le nuove norme dettate dal Testo unico delle società partecipate (D.Lgs. 175/2016 come modificato dal D.Lgs. 100/2017).

Indice
Capitolo 1 I SERVIZI PUBBLICI ED EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA
1.1 Definizione di servizio pubblico
1.2 La teoria del servizio pubblico in senso soggettivo
1.3 La teoria del servizio pubblico in senso oggettivo
1.4 La teoria eclettica (o soggettiva temperata) del servizio pubblico
1.5 Le forme di gestione dei servizi pubblici: una prima introduzione
Capitolo 2 LA NORMATIVA EUROUNITARIA
2.1 I servizi di interesse generale (SIG) e i servizi di interesse economico generale (SIEG)
2.2 L’art. 106 TFUE
2.2.1 L’art. 106 par. 1: imprese pubbliche e titolari di diritti speciali o esclusivi
2.2.2 L’art. 106 par. 2: imprese incaricate della gestione di SIEG
2.3 L’articolo 14 TFUE
2.4 Il Protocollo n. 26 allegato al TFUE sui servizi di interesse generale
Capitolo 3 LA NORMATIVA NAZIONALE
3.1 L’evoluzione del quadro normativo
3.2 Il Testo Unico degli Enti Locali
3.2.1 L’art. 112: i servizi pubblici
3.2.2 L’art. 113: le forme di gestione
3.2.3 L’art. 113-bis: i servizi privi di rilevanza economica
3.2.4 L’art. 117: la fissazione delle tariffe
3.3 Le disposizioni emanate dopo la sentenza n. 199/2012
3.3.1 Il D.L. n. 179/2012
3.3.2 Il D.L. n. 174/2012
3.4 Le norme vigenti in tema di affidamento dei servizi pubblici
3.4.1 In particolare: gli affidamenti in house
3.5 La Legge Madia e la delega per il riordino della disciplina dei servizi pubblici locali d'interesse economico generale
3.6 Le norme di settore
3.6.1 I trasporti pubblici locali
3.6.2 I servizi energetici: energia elettrica e gas
3.6.3 Le farmacie comunali
3.6.4 I servizi e le opere cimiteriali
Capitolo 4 IL TESTO UNICO DELLE SOCIETÀ PARTECIPATE
4.1 La legge delega n. 124/2015 e il T.U. 175/2016
4.2 L’ambito di applicazione del Testo Unico
4.3 Definizioni
4.4 Tipi di società in cui è ammessa la partecipazione pubblica
4.5 Condizioni e limiti per le partecipazioni pubbliche
4.6 Oneri di motivazione analitica e obblighi di governance
4.7 Costituzione di società a partecipazione pubblica
4.8 Organi amministrativi e di controllo delle società a controllo pubblico
4.9 Vincoli e regole per le assunzioni del personale da parte delle società partecipate
4.10 Procedure di razionalizzazione periodica e di revisione straordinaria
4.11 Le società in house nel Testo Unico delle partecipate
4.12 Le società miste pubblico-privato
 
Pubblicato:
4 giu 2018
ISBN:
9788828332282
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Concorso Istruttore Enti Locali - Servizi pubblici locali

Libri correlati

Anteprima del libro

Concorso Istruttore Enti Locali - Servizi pubblici locali - S. Pacciardi

locali

Concorso Istruttore Enti Locali

Forme di gestione

Normativa nazionale e europea

Il Testo Unico delle società partecipate

S. Pacciardi

Copyright 2018

Concorso Istruttore Enti Locali

Capitolo 1      I SERVIZI PUBBLICI ED EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA

1.1 Definizione di servizio pubblico

1.2 La teoria del servizio pubblico in senso soggettivo

1.3 La teoria del servizio pubblico in senso oggettivo

1.4 La teoria eclettica (o soggettiva temperata) del servizio pubblico

1.5 Le forme di gestione dei servizi pubblici: una prima introduzione

Capitolo 2      LA NORMATIVA EUROUNITARIA

2.1 I servizi di interesse generale (SIG) e i servizi di interesse economico generale (SIEG)

2.2 L’art. 106 TFUE

2.2.1 L’art. 106 par. 1: imprese pubbliche e titolari di diritti speciali o esclusivi

2.2.2 L’art. 106 par. 2: imprese incaricate della gestione di SIEG

2.3 L’articolo 14 TFUE

2.4 Il Protocollo n. 26 allegato al TFUE sui servizi di interesse generale

Capitolo 3      LA NORMATIVA NAZIONALE

3.1 L’evoluzione del quadro normativo

3.2 Il Testo Unico degli Enti Locali

3.2.1 L’art. 112: i servizi pubblici

3.2.2 L’art. 113: le forme di gestione

3.2.3 L’art. 113-bis: i servizi privi di rilevanza economica

3.2.4 L’art. 117: la fissazione delle tariffe

3.3 Le disposizioni emanate dopo la sentenza n. 199/2012

3.3.1 Il D.L. n. 179/2012

3.3.2 Il D.L. n. 174/2012

3.4 Le norme vigenti in tema di affidamento dei servizi pubblici

3.4.1 In particolare: gli affidamenti in house

3.5 La Legge Madia e la delega per il riordino della disciplina dei servizi pubblici locali d'interesse economico generale

3.6 Le norme di settore

3.6.1 I trasporti pubblici locali

3.6.2 I servizi energetici: energia elettrica e gas

3.6.3 Le farmacie comunali

3.6.4 I servizi e le opere cimiteriali

Capitolo 4      IL TESTO UNICO DELLE SOCIETÀ PARTECIPATE

4.1 La legge delega n. 124/2015 e il T.U. 175/2016

4.2 L’ambito di applicazione del Testo Unico

4.3 Definizioni

4.4 Tipi di società in cui è ammessa la partecipazione pubblica

4.5 Condizioni e limiti per le partecipazioni pubbliche

4.6 Oneri di motivazione analitica e obblighi di governance

4.7 Costituzione di società a partecipazione pubblica

4.8 Organi amministrativi e di controllo delle società a controllo pubblico

4.9 Vincoli e regole per le assunzioni del personale da parte delle società partecipate

4.10 Procedure di razionalizzazione periodica e di revisione straordinaria

4.11 Le società in house nel Testo Unico delle partecipate

4.12 Le società miste pubblico-privato

Capitolo 1      I SERVIZI PUBBLICI ED EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA

1.1 Definizione di servizio pubblico

Il nostro ordinamento manca di una esplicita definizione normativa di servizio pubblico: tale nozione, infatti, è sorta nelle discipline economiche più che in quelle giuridiche ; di conseguenza, la dottrina ha cercato di ricavare tale nozione da provvedimenti la cui applicabilità è però limitata a ben specifici settori.

In ambito penale, ad esempio, l’art. 358 del codice penale stabilisce che, agli effetti della legge penale, per pubblico servizio deve intendersi un’attività disciplinata nelle stesse forme della pubblica funzione, caratterizzata però dalla mancanza dei poteri tipici di questa ultima e con esclusione dello svolgimento di semplici mansioni di ordine e della prestazione di opera meramente materiale. Si tratta di una definizione utile ma non esaustiva perché è applicabile solo nell’ambito del diritto penale e non fornisce indicazioni circa il contenuto del servizio pubblico.

Altra fonte normativa in cui, tradizionalmente, si è cercata una nozione giuridica di servizio pubblico è costituita dalla L. 12 giugno 1990 n. 146, legge che disciplina l’esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali: secondo l’art. 1, comma 1 della norma, sono considerati servizi pubblici essenziali (ai fini della regolamentazione del diritto di sciopero), indipendentemente dalla natura giuridica del rapporto di lavoro, anche se svolti in regime di concessione o mediante convenzione, quelli volti a garantire il godimento dei diritti della persona, costituzionalmente tutelati, alla vita, alla salute, alla libertà ed alla sicurezza, alla libertà di circolazione, all’assistenza e previdenza sociale, all’istruzione ed alla libertà di comunicazione. Anche in questo caso, però, la norma non chiarisce quali sono gli elementi propri e specifici del servizio pubblico.

A questa lacuna normativa hanno cercato di porre rimedio la dottrina e la giurisprudenza che, fin dagli anni Sessanta del secolo scorso, hanno elaborato due principali teorie:

- la teoria del servizio pubblico in senso soggettivo;

- la teoria del servizio pubblico in senso oggettivo.

1.2 La teoria del servizio pubblico in senso soggettivo

La teoria soggettiva considera come elemento qualificante del servizio pubblico la sua riconducibilità ad un soggetto pubblico. Secondo la definizione di De Valles (1930), il servizio pubblico è "una attività imputabile, direttamente o

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Concorso Istruttore Enti Locali - Servizi pubblici locali

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori