Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Un ponte da costruire: Una relazione nuova tra Chiesa e persone LGBT

Un ponte da costruire: Una relazione nuova tra Chiesa e persone LGBT

Leggi anteprima

Un ponte da costruire: Una relazione nuova tra Chiesa e persone LGBT

Lunghezza:
121 pagine
1 ora
Pubblicato:
18 mag 2018
ISBN:
9788865126530
Formato:
Libro

Descrizione

"Un libro atteso e molto necessario che aiuterà vescovi, preti, operatori pastorali, e tutti i leader della Chiesa ad essere più sensibili verso i membri LGBT della comunità ecclesiale cattolica. Aiuterà anche i membri LGBT a sentirsi più a casa propria in quella che, dopo tutto, è anche la loro Chiesa" (Vaticaninsider/La Stampa del 31-5-2017, Cardinal Kevin Farrell, Prefetto del nuovo dicastero vaticano per i laici, la famiglia e la vita).
Il libro, di James Martin, anche in Italia, raccoglie al suo interno risorse spirituali e bibliche per le persone omosessuali, i loro familiari e amici; meditazioni e domande per aiutare a trovare il proprio posto nella Chiesa e ad entrare in un rapporto più profondo con Dio.
Pubblicato:
18 mag 2018
ISBN:
9788865126530
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Un ponte da costruire

Libri correlati

Anteprima del libro

Un ponte da costruire - James Martin

James Martin

Un ponte da costruire

Una relazione nuova tra Chiesa e persone LGBT

Titolo originale:

BUILDING A BRIDGE: How to the Catholic Church and the LGBT Community Can Enter Into a Relationship of Respect, Compassion, and Sensitivity

by James Martin, SJ

© Published by arrangement with HarperOne, an imprint

of HarperCollins Publisher

Traduzione a cura di

Imma Elenoire Laudieri Di Biase

© 2018, Marcianum Press, Venezia

Marcianum Press

Edizioni Studium S.r.l.

Dorsoduro, 1 – 30123 Venezia

t 041 27.43.914 – f 041 27.43.971

marcianumpress@marcianum.it

www.marcianumpress.it

Progetto grafico Tomomot, Venezia

ISBN (cartaceo) : 978-88-6512-590-8

ISBN (digitale): 978-88-6512-653-0

ISBN: 9788865126530

Questo libro è stato realizzato con StreetLib Write

http://write.streetlib.com

Indice dei contenuti

Dichiarazioni di apprezzamento

Prefazione

Perché ho scritto questo libro

Alcune annotazioni

Un ponte bidirezionale

Verso le persone LGTB

Rispetto

Compassione

Sensibilità

Verso la Chiesa

Rispetto

Compassione

Sensibilità

Assieme sul ponte

Brani biblici per riflettere e meditare

Sui nomi e sul dare i nomi

Doni differenti

Prendersi cura di coloro che sono perseguitati

Gesù va incontro alla gente dove essa si trova

Sei fatto come una meraviglia stupenda

Dio è la tua forza

Gesù proclama la sua identità

Gesù chiama Pietro

Gesù risorto appare a Maria di Magdala

Sulla strada di Emmaus

Preghiera per quando ci si sente esclusi

Preghiera

Postfazione - Pastorale e Dottrina? Un invito alla lettura

1. Approfondimenti dottrinali?

2. La realtà italiana

3. Coltivare la spiritualità, nelle difficoltà

Nota della traduttrice

Ringraziamenti

IL CROGIOLO – VARIE

James Martin

UN PONTE DA COSTRUIRE

Una relazione nuova

tra Chiesa e persone LGBT

Prefazione di Matteo Zuppi, Arcivescovo di Bologna

MARCIANUM PRESS

Dedicato a tutte le persone LGBT

e ai loro famigliari e amici

che hanno condiviso con me

le loro gioie, speranze,

tristezze e angosce

Sei tu che hai formato i miei reni

e mi hai tessuto

nel grembo di mia madre.

Io ti rendo grazie:

hai fatto di me

una meraviglia stupenda;

meravigliose sono le tue opere,

le riconosce pienamente l’anima mia.

Salmo 139,13-14

Dichiarazioni di apprezzamento

«Un libro atteso e molto necessario che aiuterà vescovi, preti, operatori pastorali, e tutti i leader della Chiesa ad essere più sensibili verso i membri LGBT della comunità ecclesiale cattolica. Aiuterà anche i membri LGBT a sentirsi più a casa propria in quella che, dopo tutto, è anche la loro Chiesa».

- Cardinale Kevin Farrell, Prefetto del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita della Santa Sede

«Sessualità, genere e religione – un misto instabile. Con questo libro, Padre Martin mostra come il Rosario e la bandiera dell’arcobaleno possano venirsi incontro pacificamente. Dopo aver letto quest’opera fondamentale, si comprenderà perché New Ways Ministry abbia insignito Padre Martin del Building Bridge Award».

- Suor Jeannine Gramick, SL, co‑fondatrice

di New Ways Ministry e sostenitrice da lungo tempo della causa delle persone LGBT

«Il Vangelo chiede che i cattolici LGBT siano autenticamente benvoluti e stimati nella chiesa. Non lo sono. In Un ponte da costruire, James Martin ci comunica il linguaggio, la prospettiva e il senso di urgenza con cui intraprendere il compito, tanto arduo quanto grandiosamente cristiano, di sostituire una cultura dell’alienazione con una cultura d’incontro e misericordiosa inclusione».

- Robert W. McElroy, Vescovo di San Diego

«Se pensate che l’invito a costruire ponti sia uno smacco perché vi aspettavate un approccio più polemico, incorrereste in un abbaglio: essere un pacificatore in questo campo è un compito delicato e oneroso, e Padre Martin, che da lungo tempo è impegnato a costruire ponti, va più dritto allo scopo di quanto non appaia alla prima lettura. Come Papa Francesco, sa che avvicinandosi ed entrando in relazione noi apprendiamo la misericordia, la concordia e l’amore per i nemici, e i nostri pregiudizi cominciano a sgretolarsi».

- James Alison, autore di Fede oltre il risentimento. Coscienza cattolica e coscienza gay:

risorse per il dibattito

«In troppe parti della nostra Chiesa le persone LGBT sono state indotte a non sentirsi benvenute, escluse e persino infangate. Il libro coraggioso, profetico e illuminante di Padre Martin rappresenta una tappa essenziale del cammino verso un ministero ecclesiale più compassionevole e la piena consapevolezza nei cattolici LGBT di essere parte della Chiesa tanto quanto qualsiasi altro cattolico».

- Cardinale Joseph Tobin, Arcivescovo di Newark

Prefazione

di Matteo Zuppi, Arcivescovo di Bologna

Un ponte da costruire , così è stata tradotta l’opera di padre James Martin, Building a Bridge . L’attenzione non può che cadere su entrambe le metà del titolo. Innanzitutto ponte, espressione molto amata da papa Francesco, che mette in comunicazione molto rispettosa, possibilmente empatica e piena di sensibilità, due realtà presenti nella nostra stessa Chiesa: i pastori e l’insieme variegato e complesso delle persone omosessuali, che p. Martin – come spiega nel testo – preferisce indicare con la sigla LGBT. Senza alcuna intenzione ideologica, ma solamente con la volontà di indicarle con il nome che queste stesse comunità si sono date. È un necessario passo per avviare una comunicazione rispettosa.

È innegabile la varietà delle posizioni che le persone omosessuali esprimono riguardo alla loro stessa condizione, tra esse molte non condivisibili; e ancor maggiore è la complessità del loro vissuto in relazione alla fede in Dio, nella comunità cristiana o lontana da essa. Gli insegnamenti della Chiesa circa la condizione delle persone omosessuali sono chiari e sinteticamente espressi nel Catechismo della Chiesa Cattolica. Essi sono il punto di partenza per p. Martin, il quale non vuole in alcun modo metterli in discussione. Questi insegnamenti non sono stati seguiti da una prassi pastorale adeguata, che non si limiti solo all’applicazione fredda delle indicazioni dottrinali, ma faccia diventare queste ultime un itinerario di accompagnamento. Di frequente l'approccio è stato finora solo in rapida risposta alle sollecitazioni opportune e non opportune di gruppi e persone omosessuali, spesso solo per il loro contenimento, soprattutto credenti (pur con prospettive a volte molto differenti sono indicative le esperienze di gruppi di cattolici omosessuali, tra i quali l’esperienza di Courage e di altri gruppi ospitati in parrocchie o diocesi del nostro Paese).

Le parole di Papa Francesco in Amoris Laetitia ci sollecitano ad un allargamento della prospettiva che traduca in itinerari pastorali la dottrina di sempre. «Nei riguardi delle famiglie si tratta invece di assicurare un rispettoso accompagnamento, affinché coloro che manifestano la tendenza omosessuale possano avere gli aiuti necessari per comprendere e realizzare pienamente la volontà di Dio nella loro vita» (n. 250). Come più volte ci ha ricordato Papa Francesco, nella pastorale siamo chiamati a non accontentarci della semplice applicazione delle norme morali [1] , optando piuttosto per un vero e paziente accompagnamento (" Accompagnare, Discernere, Integrare…") alla comprensione e assunzione vitale del messaggio evangelico da parte di ogni persona, senza riduzioni, con una sapiente pedagogia della gradualità che, tenendo conto delle particolari circostanze di ciascuno, nulla tolga all’integrità della fede e della dottrina.

Questo è l’opportuno esercizio del ministero della Chiesa come Madre e Maestra.

L’intento del libro è questo: aiutare a maturare un atteggiamento di comprensione e capacità di accompagnamento dei pastori nei confronti dei fratelli e sorelle omosessuali ma anche viceversa, perché specularmente c’è la tentazione di chiudersi o di assumere posizioni ideologiche. L’aspirazione del libro è aiutare l’anelito ad una vita evangelica dentro la comunità cristiana e coltivare una relazione pastorale che porti frutti per il Regno. Nessun autentico cammino di crescita spirituale e morale può prescindere dalla verità del Vangelo e della dottrina; ma la carità e la verità evangelica nella pastorale esigono la

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Un ponte da costruire

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori