Inizia a leggere

Diciotto e un manichino (poesie 1989-1991)

Valutazioni:
60 pagine18 minuti

Sintesi

“Diciotto e un manichino” è la prima raccolta di poesie di Fabrizio Bellanca, tutte scritte fra i 16 e i 18 anni. La raccolta riunisce tre sillogi: “Il circo e la luna” (1989), “Estroversi” (1990) e “Storie e geografie” (1991).

Il titolo intende raccontare fin da sùbito l’ingresso dell’autore nella maggiore età e la sua nuova, presunta emancipazione, che passa anche attraverso l’arte del verso. Tale indipendenza, però, è messa subito in dubbio da un elemento disturbante, il manichino, quel fantoccio di sembianze umane comunemente usato come modello per l’esposizione di abiti ma anche per gli esperimenti di simulazione d’incidente. È chiaramente una metafora: l’autore, dopo anni di anonimato, adesso diventa protagonista ma, dice lui, soltanto come cavia.

Leggi sull'app mobile di Scribd

Scarica l'app mobile gratuita di Scribd per leggere sempre e ovunque.