Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Parlo con Bruno

Parlo con Bruno

Leggi anteprima

Parlo con Bruno

Lunghezza:
23 pagine
14 minuti
Editore:
Pubblicato:
10 apr 2018
ISBN:
9780244380298
Formato:
Libro

Descrizione

Da moltissimo tempo stiamo cercando di conoscere in modo profondo, coerente e sincero la figura del Duce Benito Mussolini. Sono state raccontate una miriade, anzi, una triade di cavolate sul suo conto. Non ci sono solamente le guerre da guardare e studiare per capire la personalità che si cela dietro una persona, ma dobbiamo guardare tutto. Il Duce fece tanto per la nazione, nessuno può negare questo, nemmeno coloro che hanno fatto leggi sporcamente anti costituzionali facendo apparire il Duce un feroce assassino. Certo, la guerra e l'alleanza con quel folle criminale di Hitler non fu cosa buona, ma chiedetevi per un solo istante quello che sarebbe accaduto se il Duce non si alleava con Hitler. Come sono cieche le persone che vogliono vedere solo quello che gli fa comodo. Con questo nuovo libro scritto dal Duce: continuiamo ad imparare quello che era, cosa pensava, cosa voleva e cosa intendeva per la parola PATRIOTI.
Editore:
Pubblicato:
10 apr 2018
ISBN:
9780244380298
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Parlo con Bruno

Leggi altro di Benito Mussolini

Anteprima del libro

Parlo con Bruno - Benito Mussolini

Capitolo I – Eri qualcuno

Ho aspettato prima di parlarti che le cerimonie del Trigesimo fossero concluse. Sono finite. Ho voluto che si celebrassero solo nei luoghi che furono le tappe importanti del tuo breve cammino quaggiù; credo che sono venuto incontro alla tua volontà. Lascia che io ringrazi in tuo nome quanti ti hanno pianto. Sono stati molti. Innumerevoli. Grandi e piccoli. Noti e ignoti. Vecchi e giovani. Moltitudini si sono allineate lungo le strade del tuo ultimo viaggio da Pisa a Predappio: molti occhi erano pieni di lacrime e dominava — nel grande sole di agosto — un silenzio come mai si ascoltò. Migliaia di braccia si levavano per salutarti. Non sarà facile per me dimenticare il pallore e la emozione delle donne fiorentine né i singhiozzi che ti accolsero quando il tuo feretro fu innalzato sul carro a Forlì, né le piccole contadine che si inginocchiavano pregando al tuo passaggio. Dolore profondo, generale, spontaneo. Perché? Non perché ti chiami Mussolini. Ti chiamavi, ti chiamano ancora Bruno. Con una delle sue segrete imponderabili sensibilità, il popolo

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Parlo con Bruno

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori