Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Leggi anteprima

Lunghezza:
73 pagine
48 minuti
Editore:
Pubblicato:
28 mar 2018
ISBN:
9788833660486
Formato:
Libro

Descrizione

Se ti svegli al mattino con un senso di angoscia immotivata come se qualcosa di negativo stia per accadere vivendo le tue giornate con timore e senso di malessere, se soffri spesso di crisi di ansia e di attacchi di panico improvviso, e se nonostante ricerchi di continuo le cause e i rimedi del tuo disturbo ma non riesci a venirne fuori, probabilmente dovresti leggere questo manuale. Ho sofferto per anni d'ansia fino a quando ho deciso di liberarmene definitivamente applicando con impegno delle tecniche mirate di auto considerazione che mi erano state suggerite da terapisti ed esperti. In questo manuale che racchiude tutto ciò che c'e da sapere sull'ansia, ti insegnerò un metodo che ti libererà definitivamente dall'ansia in modo semplice e stimolante in sole quattro settimane.
Editore:
Pubblicato:
28 mar 2018
ISBN:
9788833660486
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Ansia

Libri correlati

Articoli correlati

Categorie correlate

Anteprima del libro

Ansia - Vincenzo Princi

Indice

Introduzione

La mia storia

PARTE 1: COS’È DAVVERO L’ANSIA

Ansia miti e verità

L’illusione dell’auto analisi

Non tutto ciò che ci fa battere il cuore è ansia

PARTE 2: LE CAUSE DELL’ANSIA

Gli schemi mentali

Cosa crea gli schemi mentali negativi?

PARTE 3: IL METODO

Prima Fase. Settimana 1: Il contatto con la realtà: uscire dalla nostra mente

Seconda Fase. Settimana 2. La scrittura: Catturare i pensieri.

Terza Fase. Settimana 3. Il problem solving.

Quarta fase. Settimana 4. Le azioni.

PARTE QUATTRO. ISTRUZIONI

Introduzione

Tutti abbiamo il diritto di essere felici. Nessuno è condannato a qual si voglia forma di sofferenza fisica o mentale. Abbiamo diritto a cure mediche cosi come abbiamo il diritto di conoscere ogni strumento di cui dispone il genere umano per superare le angosce, le sofferenze e  gli stati d’animo negativi, sia essi di natura transitoria che patologica.

Mi chiamo Enzo e per anni ho sofferto d’Ansia. Vincere l’ansia è stata la battaglia piè grande per poter affrontare la mia vita di oggi e poter  comprendere il funzionamento della mia mente e quella di tante altre persone.

In questo libro non ti parlerò di nessun metodo di rilassamento. Non ti parlerò di meditazione per raggiungere il nirvana e liberare il tuo corpo da tensioni ed energie negative. Non ti dirò di sdraiarti venti minuti al giorno e di chiudere gli occhi. Non ti parlerò di cure naturali , ne di yoga ne di ipnosi.

Non ti parlerò dei vari approcci psicoterapeutici per le cure dell’ansia. Non ti parlerò di ricerche di università americane su quali siano gli individui  più predisposti a soffrire di disturbi d’ansia.

In questo libro ti insegnerò un metodo. Il più semplice e il più logico metodo che ti consentirà nel giro di poche settimane di liberarti per sempre della tua ansia.

Ti chiederò soltanto di leggere attentamente ogni capitolo. E poi ti chiederò di seguire le istruzioni che ti fornirò. Ti basterà una penna, un quaderno. Qualche minuto al giorno del tuo tempo. Un po di costanza e tanta voglia di riprendere in mano la tua vita.

La mia storia

Apparve cosi all’improvviso un pomeriggio d’estate attorno ai vent’anni e mi ha accompagnato per circa quindici anni. Quindici lunghi anni di alti e bassi nei quali si sono susseguiti molti eventi, sia positivi che negativi, molte scelte, molti cambiamenti. E tutto, a volte troppo, altre volte in minima parte è sempre stato condizionato dall’ansia.

All’inizio non avevo idea di cosa fosse. La chiamavo tachicardia visto che il sintomo più evidente con il quale si manifestava era un aumento della frequenza cardiaca. I primi giorni pensai addirittura di avere una qualche forma di intolleranza alla caffeina visto che bevevo molti caffè in quel periodo. Eliminai cosi il caffè ma la tachicardia rimase.

Arrivava qualche ora dopo il mio risveglio e mi accompagnava fino all’ultimo istante prima di addormentarmi la sera.

Dopo una settimana circa, abbastanza preoccupato, presi appuntamento con il medico di base. Gli spiegai il mio problema di tachicardia improvvisa, ogni dettaglio. Lui con atteggiamento quasi scettico mi visitò, mi ascoltò il cuore e mi spedii in ospedale a fare un elettrocardiogramma.

Dopo qualche giorno tornai da lui con gli esiti dell’esame. Mi disse che ero sanissimo, nessun disturbo cardiaco. La tachicardia probabilmente era dovuta all’ansia e allo stress.

Fu le prima volta che sentii uscire dalla bocca di un medico quelle parole tanto comuni quanto abusate nel nostro linguaggio. Mi prescrisse delle gocce da prendere due volte al giorno per qualche settimana e un integratore da prendere al mattino.

Il sollievo che provai quando scoprii di non soffrire di nessuna patologia cardiaca mi tirò subito su di morale. I giorni seguenti progressivamente la mia tachicardia iniziò a diminuire fino a svanire completamente nel giro di una settimana. Smisi di prendere le gocce e non tornai più dal dottore.

Per mesi continuai la mia vita come se nulla fosse successo. Ogni tanto ripensavo a quei giorni di sofferenza o ‘stress’ ma non riuscivo a ricordarmi le sensazioni che provavo, come se le avessi rimosse.

Continuai con la mia vita. A quei tempi frequentavo l’università, cambiavo lavoro di frequente perché mi proponevano soltanto contratti a termine per una ventina di ore alle settimana, e anche perché non mi interessava nulla di un posto fisso, era sufficiente avere qualche soldo in tasca. La vita scorreva tra studio, serate con gli amici e qualche vacanza sporadica. Tutto ciò di cui ha bisogno un ragazzo appena ventenne.

Diversi mesi dopo dal primo disturbo di tachicardia, proprio mentre mi trovavo in vacanza in una bellissima località di mare della Spagna, fui colto da un forte attacco di tachicardia.

Avvenne di pomeriggio, ero nella mia camera d’hotel e mi stavo preparando per andare in spiaggia.

Il cuore iniziò all’improvviso a palpitare, sentivo il respiro corto come se mancasse l’ossigeno dentro quella stanza. Sempre più forte. E più mi concentravo sui miei sintomi più aumentava. Nel giro

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Ansia

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori