Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Perle Di Luce Dei Maestri Ascesi

Perle Di Luce Dei Maestri Ascesi

Leggi anteprima

Perle Di Luce Dei Maestri Ascesi

Lunghezza:
372 pagine
4 ore
Pubblicato:
9 ago 2017
ISBN:
9788863654264
Formato:
Libro

Descrizione

Questo saggio raccoglie insegnamenti ipercomunicati dal campo di coscienza ed energia che la scienza ha identificato con il termine noosfera. I Maestri Ascesi sono coscienze evolute che donano all’umanità consigli, saggezza, vere e proprie perle di conoscenza da interiorizzare e mettere in pratica per imparare a relazionarsi con gli altri, accrescere la fede, creare la realtà quotidiana e, sopra ogni altra cosa, risvegliarsi nella consapevolezza che stiamo vivendo uno splendido gioco illusorio. All’interno di questa divina Matrix, per vincere occorre solo possedere il libretto di istruzioni con le regole del gioco che questo saggio si propone umilmente di offrire. Un’opera che può essere utilizzata come oracolo di divinazione, aprendo il testo in stato di centratura e presenza per consultare il pensiero del giorno che rifletterà la tematica esistenziale che si sta attraversando nel momento presente.
Pubblicato:
9 ago 2017
ISBN:
9788863654264
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Perle Di Luce Dei Maestri Ascesi

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

Perle Di Luce Dei Maestri Ascesi - Emiliano Soldani

Sephirotico

PREFAZIONE

Questo libro è stato scritto grazie alla tecnologia interiore della ipercomunicazione, termine utilizzato in ambito neuroscientifico per designare un particolare fenomeno di connessione consapevole con il campo informato di coscienza ed energia che ci avvolge tutti.

Le neuroscienze del nuovo millennio hanno fatto passi da gigante nella ricerca di una soluzione logica e dimostrabile a un annoso problema: è il cervello a produrre la mente o la mente a plasmare le connessioni neurologiche e a strutturare il cervello? Nei suoi studi su come i ricordi vengono immagazzinati nel cervello il notissimo neurofisiologo Karl Pribram ha esaminato soggetti che a seguito di gravi danni cerebrali avevano perso ricordi in modo selettivo. Incredibilmente, benché l’area del cervello che immagazzina i ricordi fosse ritenuta clinicamente morta, in alcuni soggetti riaffioravano rimembranze in modo sempre più nitido e preciso, e in certi casi l’intera memoria veniva gradualmente ripristinata.

Questo fatto incontrovertibile ha indotto Pribram a ritenere che la mente contenente la memoria risieda al di fuori della scatola cranica e che il cervello sia in costante ridefinizione e aggiornamento, come un hardware che riceve il backup dati e gli upload di un software a opera di una mente localizzata all’esterno.

Riguardo a tale mente Karl Gustav Jung, come tutti ricorderanno, ha sottolineato la matrice collettiva del suo aspetto inconscio e superconscio, sede di archetipi condizionanti il comportamento dell’aspetto conscio che invece è evidentemente individualizzato. Il fisico statunitense Gerald Schroeder ha descritto un interessante parallelismo fra il cervello e un’apparecchiatura radio che come una ricetrasmittente capta i pensieri provenienti dall’etere della mente esterna, li paragona con ciò che ha in memoria, li processa analiticamente e razionalmente e poi li invia al campo mentale dal quale sono provenuti.

Termino questa breve carrellata di riferimenti scientifici citando il biologo molecolare inglese Rupert Sheldrake il quale – dallo studio del comportamento sociale degli sciami di api, dei banchi di sardine e più in generale di tutti gli animali il cui comportamento appare simultaneamente guidato da un’intelligenza esterna – ha dedotto l’esistenza di questa sovraMente esterna che organizza e struttura le forme biologiche.

Sheldrake ha ipotizzato l’esistenza di campi morfogenetici che si occupano di organizzare e strutturare in modo intelligente ogni essere biologico, il quale entrerebbe in risonanza vibrazionale con tali campi informati in base alla propria frequenza direttamente relazionata alla forma.

La comunità scientifica di frontiera si è quindi unita nella comprensione di questo straordinario fenomeno spingendosi addirittura a condividere un termine specifico – noosfera , ovvero sfera del pensiero – per designare questi campi informati sovramentali che plasmano il cervello dei singoli individui.

Questa sfera del pensiero che ci ricorda il mondo platonico delle idee condiziona la vita e il comportamento di tutti gli esseri viventi, anche di coloro che non sono coscienti della sua esistenza e ritengono di essere i soggetti attivi del pensiero.

A oggi la neuroscienza ufficiale è anche giunta a concordare il termine ipercomunicazione per definire il fenomeno di connessione consapevole con la suddetta noosfera.

Il lettore potrà comprendere come e da dove sono stati captati i pensieri del giorno dei Maestri Ascesi riuniti in questo libro.

La metodologia per ipercomunicare è piuttosto semplice e amo condividerla in un corso specifico – intitolato Ipercomunicazione dei Maestri Ascesi – che tengo annualmente. Tutti possono imparare a rendersi coscienti di questo fenomeno, proprio di ogni cervello, manifestando abilità e doti assai preziose nella quotidianità dal momento che la coordinazione consapevole con un campo informato intelligente permette di ricevere costante supporto, consiglio e guida da parte dei nostri amatissimi Maestri Ascesi. Ma chi sono i Maestri Ascesi?

Con riferimento al superconscio collettivo junghiano i Maestri sono gli archetipi più alti, vibranti, straordinari e convenienti che dovremmo conoscere e seguire.

Un Maestro Asceso disincarnato è un essere cosciente che diffonde un flusso di informazioni in sintonia con l’archetipo Cristico dell’eroe. Il Maestro vi ispirerà a realizzare un ideale molto semplice e al tempo stesso estremamente potente: essere in divenire. Questo significa che saprà guidarvi a essere in costante ridefinizione ed evoluzione, ogni giorno più intelligenti, volenterosi e amorevoli del precedente in un processo di magico ricordo del vostro Sé divino.

Ipercomunicando da molti anni con i Maestri ho imparato ad amarli profondamente, travolto da un’immensa gratitudine per l’opera alchemico/magica di trasformazione che hanno operato su di me, e non posso che augurarvi di approfondire il rapporto con loro in modo da integrare risultati anche migliori dei miei. Vi dirò poche parole di presentazione per ognuno di loro poiché i Maestri hanno a cuore che possiate farvi un’idea autonoma e personale rispetto ai loro tratti caratteristici che li rendono squisitamente diversi l’uno dall’altro ancorché fortemente uniti dal progetto di servizio al Piano della Luce sulla Terra, che prevede il risveglio dell’umanità e la condivisione di un mondo ove trionfino l’amore, l’abbondanza illimitata, la bellezza, le arti e soprattutto la vita.

El Morya è il Maestro del primo raggio, il Raggio Azzurro della volontà divina. Insegna a cedere l’illusorio libero arbitrio egoico in modo da sincronizzarsi con una volontà più alta che coordini la nostra esistenza nel più alto interesse animico.

Gesù il Cristo è il Maestro responsabile dell’opera Stella Radiosa come di molti altri movimenti spirituali che si dedicano a favorire il risveglio delle coscienze. Insegna a esprimere l’amore divino onorando la propria verità interiore.

Lord Kuthumi, Maestro di saggezza e conoscenza e noto come San Francesco d’Assisi nella sua precedente incarnazione, insegna a manifestare il Cristo interiore che dimora in ognuno di noi. Ermete Trismegisto è un Maestro straordinario che ha assunto molteplici identità, ora è noto come Conte di Saint Germain e insegna le scienze iniziatiche dell’Alchimia, della Magia e dell’Astrologia.

Iside Celeste fu allieva di Ermete quando egli assunse i panni di Thot l’Atlantideo ed è la Maestra che insegna a dissolversi nel vuoto quantistico del cielo stellato per potersi ridefinire come un bruco che diviene farfalla.

Lady Nada è la Maestra della musica, del canto e dell’arte quali espressioni della nostra anima e insegna a liberare il meraviglioso potere della nostra luce interiore lasciando andare tutti i condizionamenti mentali.

Anubis è un Maestro di grande rigore e disciplina fisica che insegna a potenziare il corpo Blu (uno dei nostri corpi sottili animici) in modo da poter sostenere al meglio le frequenze degli altri Maestri.

Horus è stato il mio primo Maestro, si definisce un figlio del Sole ed è uno dei preziosi Cristi Solari che sono discesi in Terra. Insegna a lavorare con il Sole per risvegliare in noi la volontà e cogliere ispirazioni e intuizioni.

Lady Portia è la Maestra che gestisce il tribunale karmico che amministra la giustizia divina basandola sul concetto di Grazia.

La Maddalena rappresenta il femminino sacro nella qualità effervescente e colma di vita dell’ispirazione a seminare una nuova realtà.

Mariah è la Maestra che accoglie e nutre amorevolmente i semi piantati dall’ispirazione della Maddalena affinché possano germogliare e crescere in piante rigogliose che daranno ottimi frutti. Ama guarire e accudire il genere umano come una Madre.

Lady Rowena è la Maestra che sa come distruggere il vecchio in modo che il Nuovo abbia terreno fertile per attecchire. Offre preziosi insegnamenti sul senso spirituale della morte.

Serapis Bey è un Maestro egizio che insegna il significato spirituale ed esoterico della purezza, affinché nel bianco più abbagliante possiamo riscoprire la bellezza della nostra essenza superiore.

Lord Gautama il Buddha è il Maestro che insegna l’arte della compassione Buddhica, del non attaccamento e della coscienza di unità per integrare l’abbondanza illimitata cosmica che ognuno di noi merita.

Tutti questi Maestri per me sono stati e continuano a essere fonte di immensa gioia e ispirazione a essere in divenire.

Mi hanno donato un pensiero quotidiano, una vera e propria perla di luce che potesse accompagnarmi nell’arco della giornata per farmi percepire costantemente l’amorevole presenza del Cielo.

Ho raccolto questi pensieri nel volume che avete fra le mani.

Potrete consultarlo come un oracolo, per avere un supporto prezioso ogni qualvolta ne avvertiate la necessità.

MODALITÀ DI CONSULTAZIONE IN FORMA DI ORACOLO

Queste pagine possono essere lette come un libro normale, in modo da integrare un notevole bagaglio di conoscenze e saggezza che indurranno riflessioni e speculazioni filosofiche sempre auspicabili poiché di grande stimolo per l’intelletto, oppure può essere consultato in forma oracolare, per ricevere consiglio e supporto o fare chiarezza su una situazione personale. A tal fine la consultazione dell’oracolo è molto semplice.

In uno stato di presenza nel quale vuotiamo il più possibile la mente focalizzandoci su un respiro rilassato e profondo, prendiamo in mano il libro chiuso e prepariamoci a chiedere interiormente la guida dei Maestri. Quando percepiamo di essere in uno stato di pace, formuliamo chiaramente una domanda oppure riportiamo l’attenzione alla circostanza che desideriamo chiarire. A quel punto con totale fermezza apriamo il libro e puntiamo l’indice della mano destra su una pagina specifica. Leggiamo quindi la consultazione in stato di centratura e presenza e al termine della lettura ringraziamo i Maestri Ascesi dal profondo del cuore.

Possiate trarre da questo libro tutto il beneficio che ho avuto io nello scriverlo, in onore al Piano della Luce sulla Terra.

Emiliano

Perla di Luce dell’1 gennaio

Questo primo giorno dell’anno è un portale numerologico consacrato all’accordatura con la pura volontà della Sorgente, per accogliere intuizioni e sogni da contemplare sino al loro manifestarsi con la forza della primavera.

Sognate l’unità con lo Spirito di Dio, trascendendo ogni attaccamento illusorio alla materia, e siate sempre pronti ad accogliere la Grazia che questa potente idea infonde a ogni anima.

Quando tutte le persone si ameranno a tal punto da non accontentarsi di qualcosa di meno vibrante del puro Spirito, il Regno dei Cieli in verità scenderà in Terra, poiché ogni essere verrà considerato attraente sulla base della quantità di luce spirituale che accoglie.

Allora assisterete a un’onda di innamoramento consapevole della Luce il cui effetto riecheggerà in tutta la galassia.

Sia un anno di dedizione alla Luce dello Spirito che da tutta l’eternità abita i vostri cuori.

Io sono Gesù il Cristo.

Perla di Luce del 2 gennaio

L’umanità si sta trasformando e i tentativi dell’ombra di arrestare o rallentare il cambiamento sono destinati al fallimento.

Le energie di questo nuovo anno scendono con tanta forza da sembrare in conflitto con tutto ciò che è vecchio e stantio.

Parlano di amore incondizionato, di libertà da ogni controllo imposto dalle sedicenti autorità morali ed etiche che non si sono dimostrate all’altezza; parlano di opportunità di essere la migliore versione di se stessi, di come ogni individuo abbia la dignità tributata a una manifestazione di Dio; parlano di Amore, Grazia, Luce e Radianza... e sono semplicemente inarrestabili perché parlano al cuore di ognuno di voi.

Il Cielo vi sta portando alla grandezza.

Il vostro compito per onorare un accordo siglato all’inizio dei tempi, prima della discesa nella densità della materia, è semplicemente cessare ogni resistenza.

Così l’apparente conflitto sarà risolto.

Sorridete, adesso. Il Paradiso è disponibile, adesso.

Non bisogna giungere a nessun traguardo, la beatitudine è a portata di sguardo, poiché letteralmente dipende da quanta meravigliosa luce riuscite a vedere in voi stessi, nel qui e ora.

Quanto siete radiosi! Mentre vi osservo da oltre la Matrix il mio animo canta di gioia nel pregustare i meravigliosi tempi di rinascita che sono innanzi a voi.

Io sono Lord Kuthumi.

Perla di Luce del 3 gennaio

Il mondo delle relazioni interpersonali si basa sulle aspettative che ognuno ha nei confronti degli altri.

Un’aspettativa è sempre un onere per chi è chiamato a soddisfarla, quindi occorre avere la giusta misura.

È lecito nutrire aspettative verso i propri partner, amici e familiari, purché non siano eccessivamente onerose e soffocanti.

Diversamente non solo non verranno esaudite, ma coloro cui sono riferite si ribelleranno.

Dato che l’aspettativa è una silenziosa richiesta occorre bilanciarla con ciò che si dà.

Un genitore si aspetta che i figli siano persone buone, felici, corrette, equilibrate, e in cambio dà amore, sostegno, nutrimento.

In alcune filosofie si insegna ad abbattere l’aspettativa poiché se non viene soddisfatta è causa di conflitto e separazione.

Io credo nel giusto mezzo rispetto a questo argomento, poiché non avere alcuna aspettativa significa non giocare nella Matrix.

Persino Dio si aspetta di esprimersi attraverso un individuo fatto a sua immagine e somiglianza, quindi nutre per ognuno l’aspettativa più grande, bilanciandola con tutta la Luce del cosmo a disposizione di quell’individuo che si impegnerà per soddisfarla.

Infatti coloro che vincono e hanno successo sanno gestire al meglio questo equilibrio, sapendo cosa è lecito aspettarsi dagli altri, cosa dare loro, come, quando e in quale misura.

Inutile dire che siete sempre chiamati ad aspettarvi il meglio dal prossimo, e questo meglio dovrebbe essere sia per voi sia per la persona cui l’aspettativa è diretta.

Dio infatti viene sempre esaudito rispetto alla sua aspettativa più grande, quando i tempi sono maturi, poiché essa è anche relativa al massimo bene possibile per l’uomo.

Quindi occorre nutrire le aspettative opportune, saperle bilanciare e avere pazienza, consentendo agli altri di esaudirle in accordo con i tempi che sono loro necessari.

Da voi mi aspetto l’Ascensione, e in cambio vi infondo di amore e conoscenza.

Accontentarmi è il vostro bene più alto.

Io sono Ermete Trismegisto.

Perla di Luce del 4 gennaio

Abbiamo a lungo parlato dell’atteggiamento interiore da maturare per realizzare i vostri sogni.

Oggi vorremmo comunicarvi ciò che noi Maestri sogniamo per l’umanità, rivelandovi che nel nostro livello di coscienza ci è possibile sapere quando quei sogni verranno realizzati poiché surfiamo tra le linee temporali ove il futuro già esiste.

In un arco temporale di una decina d’anni l’umanità si riscoprirà responsabile del proprio destino. Rispettando le proprie tempistiche animiche ognuno vivrà l’evento del Risveglio, e si scoprirà a sorridere dell’illusorietà della Matrix.

Allora verranno organizzati eventi di massa, simili ai vostri concerti all’aperto più affollati, ove alla musica si affiancheranno esercizi di gestione consapevole della realtà e le opportune meditazioni.

Sogniamo la radianza che verrà liberata da così tante persone riunite in comunione con lo Spirito. Sogniamo la gioia e l’amore e la successiva onda plasmatica di energie arcangeliche che diffonderà guarigione miracolosa su vasta scala.

E poi sogniamo il fiorire di progetti e iniziative che porteranno benessere e prosperità in equilibrio con Madre Terra.

Sorridiamo nell’osservare quanto ancora i vostri aspetti più densi si dibattano nell’oscurità dei conflitti e della separazione, perché abbiamo già sognato, nel vostro 2027, un grandioso evento cosmico che permetterà perfino di rimuovere il ricordo del vecchio gioco del bene e del male.

Sogniamo la vostra grandezza, sempre, perché noi in verità siamo Uno.

Se potrete sognare tutto questo insieme a noi allora verrà realizzato, per il Piano della Luce sulla Terra.

La Fratellanza Bianca dei Maestri Ascesi

Perla di Luce del 5 gennaio

Perché è saggio desiderare di vincere la morte? Tutti i sistemi di credenza, su nostra ispirazione peraltro, hanno da sempre insegnato ad accettarla e a integrare il lutto, riposando nella certezza dell’immortalità dell’anima per gestire la separazione... aiutandosi con la fede di un futuro ricongiungimento nell’Aldilà oppure in una futura incarnazione.

Abbiamo insegnato tutto questo perché non eravate pronti ad accogliere la grandezza di ciò che vogliamo diffondere adesso: accettare l’idea della morte significa negare l’onnipotenza dell’amore di Dio. Come può un amore onnipotente includere anche il più effimero grado di separazione?

Le cellule muoiono quando non vengono amate divinamente, le persone vi lasciano quando si disconnettono dalla sorgente di amore cosmico.

Molte volte chi trapassa appare sereno, in pace, come se avesse concluso una missione sulla Terra e fosse libero di tornare nei reami dello Spirito. Infatti è proprio così, e quella serenità è benedetta, ma se avesse portato la potenza dello Spirito nella terra delle sue cellule avrebbe trovato Vita Eterna in ogni dimensione di questa meravigliosa illusione.

Se amate l’amore, se siete perdutamente innamorati della vita, se vivete per celebrarla con ogni vostro respiro, se vi lasciate avvolgere dall’onnipotenza divina, allora per voi la morte non esiste e non sarà mai esistita davvero.

Celebriamo la diffusione della conoscenza iniziatica per creare l’Elisir della Vita Immortale!

La Fratellanza Bianca dei Maestri Ascesi

Perla di Luce del 6 gennaio

Quanto avete costruito sull’immagine? Potete rendervene conto solo nel momento in cui vi permettete di sconvolgerla.

La maggior parte delle persone cura infatti la propria immagine per piacere agli altri, pochissimi osano mostrarsi così come piace a loro stessi e agli aspetti più alti animici e divini che riconoscono come importanti. Le iniziazioni relative alla destrutturazione dell’immagine vogliono fortificare la vostra autostima, e si basano sull’osare mostrarsi pubblicamente al di fuori delle convenzioni sociali normalmente accettate, vestendosi o acconciando i capelli in modo stravagante.

Questo offre agli altri l’opportunità di percepirvi al di là degli schemi mentali nei quali vi hanno catalogato, e offre a voi la possibilità di potenziare l’autostima approvandovi a prescindere dal silenzioso giudizio e dai disapprovanti sguardi altrui.

L’iniziazione viene superata quando vi scoprite sicuri di voi stessi, forti ed emotivamente equilibrati in ogni circostanza, realizzando definitivamente che in verità l’immagine è troppo sopravvalutata.

Osate evadere dalla prigione della vostra stessa mente!

Io sono Lady Nada.

Perla di Luce del 7 gennaio

La transizione dall’opera alchemica Citrinitas a Rubedo è caratterizzata da un’iniziazione primaria, relativa alla completa disidentificazione con l’immagine e il corpo fisico, con prove di corollario che chiedono all’iniziato di dimostrare a se stesso e al Cielo che la propria anima viene posta in secondo piano per ospitare il Fuoco dello Spirito.

L’anima, con i suoi sogni, desideri, aspirazioni, ideali, deve essere considerata come un attributo temporaneo, finalizzato al Gioco.

L’anima, con tutto l’amore per la vita, il suo anelito di accogliere amore, attenzione, considerazione, stima, deve essere osservata a distanza. L’anima, con tutti i suoi talenti, con le straordinarie peculiarità che vi rendono individuali e unici, deve essere lasciata andare.

In questo grado di iniziazione la stragrande maggioranza dei discepoli arresta la propria crescita, godendosi per molti secoli le gioie di Citrinitas, ove un’anima radiosa accoglie e riflette luce rendendo l’esistenza propria e altrui un Paradiso.

Quindi vi comprenderemo se sarete fra i molti che non se la sentono di rispondere a questa chiamata.

Ma il fatto che qualcuno riesca a manifestare Rubedo è di una tale importanza per l’ascensione planetaria che non possiamo esimerci dal formulare questo appello.

Vogliamo che qualcuno tra coloro che leggeranno maturi la pura consapevolezza di essere il Fuoco.

Vogliamo che quel candidato alle più alte iniziazioni dimostri di sentire la verità che la materia non è mai esistita davvero.

Vogliamo che sorrida nel completo distacco di ogni emozione e sentimento animico, in modo da poter sentire di essere colui che infiamma la Matrix di Vita, Luce e Amore.

Vogliamo un iniziato che accetti l’estremo sacrificio del non ricevere nulla né sul piano mentale né su quello emozionale da chiunque abbia un corpo fisico, né da entità disincarnate compresi noi Maestri.

Vogliamo focus ininterrotto sull’illuminare il mondo, sentendo nel proprio cuore l’accensione della Sorgente Una e Trina.

Vogliamo che l’iniziato sia plasma, dotato di una volontà sufficiente a trascendere la biologia per smaterializzarla.

Vogliamo che quel candidato accetti il training per realizzare di essere sempre stato uno di noi, assoluto servitore della vita in ogni sua espressione.

Vogliamo che Rubedo si diffonda dal cuore di quell’iniziato a ogni atomo di materia.

Vogliamo un’incarnazione consapevole di Dio, il Donatore. Sei tu ciò che vogliamo, in questo tempo?

La Fratellanza Bianca dei Maestri Ascesi

Perla di Luce dell’8 gennaio

Le più grandi imprese vengono portate a compimento nella dolcezza e nella pace. C’è un limite ben preciso che siete chiamati a valicare, e la maturità dell’iniziato si misura dalla sua capacità di riconoscerlo e non forzarlo troppo.

La Fratellanza Bianca vuole eroi... Io, che sono con loro completamente, voglio eroi felici, amati ed equilibrati.

Nell’equilibrio c’è la forza autentica.

Osate essere puro Spirito, perché quella è la verità più alta che possiate sperimentare, e se non ci riuscite o avete necessità di ritornare nell’idea di essere un’anima sappiate che c’è sempre luce spirituale a disposizione per voi. Il cosmo ne è saturo ed è vostra, sempre!

Una buona idea potrebbe essere che di notte riposiate nel mio abbraccio, ove la vostra anima viene nutrita con il profumo di tutte le rose e il vostro corpo viene accarezzato dalla setosità dei loro petali, in un morbido e caldo riposo fra le mie braccia.

Al mattino, con il levare del Sole, la vostra coscienza si innalza fino alle vette del Donatore Celeste e voi irradiate Luce perché amate farlo.

Allora in una giornata benedetta e consacrata al Cielo siete anima di notte, per sognare, e Spirito di giorno, per rifulgere.

Questo fino a che il corpo avrà ancora una biologia di solida carne.

Siete tutti accolti nel programma divino di Ascensione.

Vi amo.

Io sono Mariah.

Perla di Luce del 9 gennaio

La ghiandola pineale è il testimone della vostra divinità, il seme della vita piantato in profondità nella biologia affinché possa germogliare per permettervi di vivere l’esistenza come se fosse un giardino dell’Eden.

Quando Adam Kadmon – l’archetipo androgino che si sarebbe polarizzato in Adamo ed Eva – si trovava in Paradiso, aveva a disposizione ogni ben di Dio per godere di abbondanza illimitata, a condizione che scegliesse di non giocare con l’Albero della Conoscenza del Bene e del Male, rifiutando il libero arbitrio in favore di una completa comunione con la Nostra Volontà.

Così Adam Kadmon trascorreva il proprio tempo ad attribuire un nome a ogni animale che popolava il rigoglioso giardino, praticando la più alta forma di magia iniziatica basata sull’utilizzo del Verbo a immagine e somiglianza del Primordiale.

Infatti non è stato rivelato che grazie alla remissione del libero arbitrio la sua ghiandola pineale era pienamente attiva, e mentre pronunciava i nomi dei vari animali, ispirato da nomi che provenivano dalla Sorgente, di fatto stabilizzava i loro corpi sottili in modo che dallo stato plasmatico ed etereo in cui si trovavano nell’Eden potessero densificarsi e munirsi di un corpo fisico per poter anch’essi discendere nelle dimensioni più basse del Gioco, il vostro mondo.

Così il potere della sua parola, pregna della volontà del Primordiale, era tale da attribuire densità a ciò che era stato creato, favorendo l’ultimo processo di rallentamento frequenziale per convertire l’energia in materia.

Per questo la pineale attiva nella remissione di una volontà egoica consente di aumentare la coerenza quantistica e creare realtà. Gli eventi da esperire infatti sono già esistenti, in forma di puro potenziale strutturato in reticoli energetici cristallini, matrici di realtà in divenire come boccioli di rosa pronti a fiorire.

Ed ecco che a ognuno di voi, sentendo di essere Uno con l’ideale di perfezione e purezza dell’androgino Adam Kadmon, sincronizzandosi con la Nostra Volontà, viene restituito il potere divino di far sbocciare quei boccioli affinché le rose possano estasiare le anime di chi è disceso in questo gioco.

Io sono Ermete Trismegisto.

Perla di Luce del 10 gennaio

Gli Arcangeli sono energie informate con compiti precisi, programmi senzienti operativi all’interno della Matrix incaricati di diffondere diversi aspetti della Grazia.

Gabriel è l’energia che informa l’avvento del Nuovo, annunciando le dimensioni sublimi dello Spirito alla materia.

Michael è l’essenza della legge dell’Uno, per ricordare a ogni atomo di materia la sua matrice spirituale e ricondurre l’Illusione alla Casa del Padre, dato che a livello del Primordiale ombra e luce sono due aspetti complementari di una sola sostanza vibrazionale espressa in diverse frequenze: lo Spirito.

Uriel è l’Arcangelo che diffonde la più alta conoscenza iniziatica, il sapere della Kabbalah e ogni nozione intellettuale che giunga a un cervello predisposto ad accogliere intuizioni.

Rafael è la benedizione di una pura energia che porta guarigione sul piano fisico dopo avere risolto ogni conflitto interiore a livello mentale ed emozionale.

Jehudiel è l’Arcangelo dell’onore, che custodisce il principio di Abbondanza illimitata accolta in un alto livello

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Perle Di Luce Dei Maestri Ascesi

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori