Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

I Kodici delle Illusioni

I Kodici delle Illusioni

Leggi anteprima

I Kodici delle Illusioni

Lunghezza:
80 pagine
24 minuti
Pubblicato:
1 lug 2017
ISBN:
9788832920291
Formato:
Libro

Descrizione

Un magma di lemmi e sensazioni in divenire: passato, presente, futuro, modellabile e senza struttura. Innocenza non ancora foggiata. Questo è il codice delle illusioni: inusuali prospettive, utopia, serici intendimenti, respiri nei respiri, stupori…
Ed è di questi contrasti che si nutre la raccolta, composta da sessanta componimenti a verso libero, senza rima: un incedere di versi che non rispondono a nessuna metrica, se non a quella dell’anima, in cui l’autore si immerge per far scaturire il malessere della società e delle angosce umane con una lingua poetica desueta, fatta di termini ricercati ed eleganti.
L’abbrivio d’ogni lirica può nascere da qualsiasi spunto o termine che ispiri un suono o che tinga un pensiero purché se ne ricavi brivido. L’accurata forma lessicale si plasma per valorizzare l’astrazione enigmatica del concetto, le analisi inquiete, per dar voce alle rievocazioni, alle grida sottaciute, alle esistenze trascorse o da trascorrere.
Un misterico getto di parole e versi in cui si coglie, nello spazio sconfinato della scrittura ermetica, una passione tragica e introspettiva, quasi decadente, tesa verso un destino inesorabile. Anche i termini onomatopeici, spesso usati dal poeta, aiutano a entrare nel canto, a volte lamentoso della lirica, e ci cullano nella lettura con un effetto quasi consolatorio.
Pubblicato:
1 lug 2017
ISBN:
9788832920291
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a I Kodici delle Illusioni

Libri correlati

Categorie correlate

Anteprima del libro

I Kodici delle Illusioni - Carlo Chinellato

Marlene.

Introduzione

Lo scenario, come in un live acustico, evolve tra i lumi profusi dei ceri e il sentore stuzzicante degli incensi.

L’ambientazione è indistinta, velata di confortevolezza e mistero ma in un attimo può srotolarsi come un tappeto d’inquietudine e foderare le predominanze dell’ineluttabile.

Basta un solo sobbalzo di prospettiva, un’idea atipica e incondizionata, un’attesa imprevista o un silenzio umido e il preludio diviene presto atto ultimo.

La poetica ermetica fa trapelare i profili dei connotati, i concetti, le metafore, le urla convulse e i pianti soffocati. Fa esalare le fragranze agrodolci delle sensazioni, la purezza tersa della gioia. Conduce alle miriadi di emozioni che a loro volta perturbano, assolano, nevicano addosso e dentro all’ovunque.

Non si può non rimaner illesi dall’astrazione del vissuto o inermi alle voci narranti, primariamente femminili, che s’inerpicano alla rivalsa dell’espressione, alla luce e allo sfogo, al contrasto e all’appartenenza del suono fascinoso delle parole.

Tramite l’istintività più inaccessibile, quindi, inizia un percorso psicologico, ma anche metafisico, inafferrabile e al contempo sinuoso, attraverso i sentieri imperscrutabili dell’anima.

Tra sbuffi di trepidazione e vortici effimeri d’ammissioni e sentenze. Tra intuiti mutevoli e assoggettabili principia il vagar nei flussi dell’intima coscienza.

Tormento.

Amore.

Senza equilibrio.

Sommessamente.

Carlo Chinellato, Kine

Prefazione

Un caro amico un giorno mi disse che l’artista è colui che sa entrare nella propria follia per guardarci dentro. L’opera d’arte ne è il frutto.

Quando Carlo, discreto nella sua eleganza, mi chiese di essere l’autrice della sua prefazione, fui onorata e felice, perché ho riconosciuto in lui la generosità di offrirci la sua follia per regalarci una parte di noi.

L’essenza e la ragione ultima di questi versi sono la vibrazione che trasmettono: vanno pertanto accolti in una dimensione soggettiva, umorale e atemporale, come note di una melodia che si assapora ad occhi chiusi, liberando i sensi ed entrando nelle emozioni. Guarda caso l’autore è anche musicista, suona la chitarra e veste di musica molte delle sue poesie.

I Kodici delle Illusioni, segue la precedente silloge Arkolaio (edizioni Helicon). La preferenza per la lettera

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di I Kodici delle Illusioni

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori