Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Racconti brevi
Racconti brevi
Racconti brevi
E-book62 pagine45 minuti

Racconti brevi

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Racconti su temi diversi, brevi e brevissimi.
Ironici, surreali. drammatici.
Per riflettere sulle cose della vita o per sorridere.

L'ebook contiene anche l'incipit di alcuni dei miei romanzi.

Altri miei ebook:
“Lo specchio”: 27 racconti”: surreali, drammatici, ironici, misteriosi.
“Tre brevi storie con delitto e altri 9 racconti”: fra il thriller e l'introspezione, la rabbia e il mistero e qualche tocco di ironia.
“Un grande fuoco: 10 racconti”: sulla memoria, l'amore, la scrittura, le piccole cose di tutti i giorni.
”Ombre”: Racconti surreali, inquietanti.
“Lo scrittore e la valigia delle illusioni”: un romanzo breve, un giallo ironico e surreale, divertente e insolito con uno scrittore come protagonista.
“Piangere non serve”: Martina ha diciassette anni e, quando decide di trascorrere il mese di luglio in un sonnolento paesino di montagna, non immagina che si tratterà di una vacanza tutt'altro che monotona e che incontrerà qualcuno di cui potrebbe innamorarsi.
"La grande menzogna": un romanzo che parla di scrittura e scrittori, successo e amore con una dose di ambiguità e di mistero.
”Agnes”: romanzo breve. Delicato e romantico.
“La scommessa” - romanzo rosa non convenzionale. Asia, la protagonista, è una giovane donna intelligente e battagliera che decide di indagare su un furto di idee perpetrato ai danni della sua azienda. Peccato che il ladro potrebbe essere proprio l’uomo di cui rischia di innamorarsi.
LinguaItaliano
Data di uscita26 apr 2017
ISBN9788826057460
Racconti brevi
Leggi anteprima

Correlato a Racconti brevi

Ebook correlati

Categorie correlate

Recensioni su Racconti brevi

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    Racconti brevi - Antonella Sacco

    Antonella Sacco

    Racconti brevi

    UUID: fb48f774-7910-4133-b92e-a0376741bbb8

    Questo libro è stato realizzato con StreetLib Write

    http://write.streetlib.com

    Indice dei contenuti

    PREFAZIONE

    AVVERTENZE

    SPIAGGIA

    CHAMPAGNE

    CITTÀ

    RACCONTAMI UNA FAVOLA

    ODORE DI OSPEDALE

    CARTOLINA

    DALLA FINESTRA

    BERE

    BELLISSIMO

    LA DONNA CHE FACEVA LA MAGLIA

    UNA CORSA IN MOTO

    IL VICINO

    PARTITA A TENNIS

    Incipit di LA GRANDE MENZOGNA

    Primo capitolo di AGNES

    I primi tre capitoli di LA SCOMMESSA

    Primo capitolo di PIANGERE NON SERVE

    E dunque grazie Lettore,

    UNA MIA BREVE BIOGRAFIA

    I MIEI E-BOOK PUBBLICATI

    Copyright © 2014 by Antonella Sacco

    Tutti i diritti riservati

    copertina

    da un'immagine tratta da Pixabay.com

    rielaborata da Antonella Sacco

    PREFAZIONE

    In questo ebook sono raccolti racconti e testi brevi e brevissimi, alcuni dei quali sono stati pubblicati anche nel mio blog durante il 2014.

    Si possono leggere anche l'incipit de La grande menzogna e il primo capitolo di Agnes, due dei miei romanzi, entrambi pubblicati in ebook

    AVVERTENZE

    È assolutamente vietata la riproduzione totale o parziale di questo e-book, così come l’inserimento in circuiti informatici, la trasmissione sotto qualsiasi forma e con qualunque mezzo elettronico, meccanico, attraverso fotocopie, registrazione o altri metodi senza il consenso scritto di chi detiene il copyright.

    Quella che segue è un’opera di fantasia. Nomi, personaggi, istituzioni, luoghi ed episodi sono frutto dell’immaginazione dell’autrice e non sono da considerarsi reali. Qualsiasi somiglianza con fatti, scenari, organizzazioni o persone reali è puramente casuale.

    SPIAGGIA

    Il mare arruffato dal vento proponeva sfrontato la sua bellezza, ma la sabbia che si alzava con le folate più robuste compensava col suo fastidio la poesia che pervadeva lo spettacolo delle onde.

    D'altro canto, quello stesso vento che rendeva difficoltoso restare distesi al sole di mezzogiorno aveva avuto il merito di persuadere molti bagnanti a disertare la spiaggia, su cui erano rimasti solo pochi intrepidi, la maggior parte dei quali stava sdraiata sugli asciugamani, allo scopo di minimizzare il disagio.

    Non si sentivano rumori né grida, si poteva udire solo la voce prepotente del mare, che a Tommaso pareva di gran lunga preferibile non solo alla confusione ordinaria della spiaggia, ma anche allo stesso silenzio.

    Infatti, benché il suo amico fosse rientrato alla pensione e l'avesse esortato a seguire il suo esempio, lui aveva preferito restare lì, a godere di quell'atmosfera inconsueta per le sue abitudini di cittadino e, nonostante le difficoltà pratiche, provava un profondo piacere nel rude tocco del vento e nel salmastro del mare, e li avvertiva come espressione della natura di cui, in quel momento e in quelle condizioni, si sentiva partecipe.

    L'allontanamento dell'amico non aveva fatto altro che accrescere la realtà di quella sorta di incantesimo, che lui era ben intenzionato a non rompere. Si era anzi lasciato convincere dal richiamo delle onde e circuire dagli spruzzi di quelle che venivano a infrangersi presso la riva: sfruttando la sua discreta abilità di nuotatore, aveva assecondato i movimenti dell'acqua, rotolando nei cavalloni e facendosi portare da essi. Dopo avere abbondantemente giocato con quella compagna forte e imprevedibile ma pure dolce e consolante, si era nuovamente disteso sulla spugna colorata, proteggendosi il viso bagnato con le braccia.

    Quando il vento concesse un po' di tregua, Tommaso alzò lo sguardo, soffermandolo sulla figura a lui più vicina: una donna che, anche prima quando era insieme all'amico, aveva attirato la parte della sua attenzione non già dedicata al mare.

    Lei pure, prima di lui, aveva fatto il bagno, e, in quell'occasione Tommaso aveva potuto ammirare il suo corpo ben fatto, quantunque non più molto giovane: tirando a indovinare poteva supporre che avesse una quarantina d'anni, ovvero il doppio di quelli che lui aveva appena compiuti, e poco meno dell'età di sua madre.

    Anche sua madre era ancora una bella

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1