Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Perturbatori Endocrini

Perturbatori Endocrini

Leggi anteprima

Perturbatori Endocrini

Lunghezza:
41 pagine
26 minuti
Pubblicato:
12 apr 2017
Formato:
Libro

Descrizione

Perturbatori endocrini sono definite secondo l'OMS, come tali sostanze esogene o miscele che alterano la funzione del sistema endocrino provocare effetti nocivi per la salute di un organismo intatto, o la sua popolazione progenie.
Il sistema endocrino rilascia più di 20 tipi di ormoni nel flusso sanguigno per trasmettere le informazioni e le istruzioni per differenti gruppi di cellule di organi.
Qualsiasi disfunzione del sistema endocrino, causato dal grande cocktail di perturbatori endocrini presenti nel nostro corpo, può indurre danni al sistema riproduttivo, tumori in organi ormono-dipendenti, malattie metaboliche, disturbi neurologici e disturbi del sistema del sistema neuroimmunoendocrine.

Pubblicato:
12 apr 2017
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore

Autor de dos Libros con tapa: Manual Básico de Farmacología y 200 Ideas para Mejorar la Rentabilidad de tu Farmacia, una publicación en la revista Alimentación, Equipos y Tecnología: La histamina en las distintas etapas de fabricación de conservas de atún y seis Ebooks: Disruptores Endocrinos, La Salud no es un Negocio, Obesidad Infantil. Rista. Respuesta Insuficientemente Adecuada, Vivir sin Cáncer, Ser Mayor sin Edad y Predisposición a Ser Homosexual.Posee tres licenciaturas (Farmacia, Ciencias Químicas, Ciencia y Tecnología de los Alimentos) y experiencia en los departamentos de Calidad, Producción y Ventas.


Correlato a Perturbatori Endocrini

Anteprima del libro

Perturbatori Endocrini - Carlos Herrero Carcedo

1. Situazione Attuale

Regolamento (CE) nº 1907/2006 concernente la registrazione, la valutazione, l'autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH) trasferite all'industria la responsabilità di garantire che le sostanze chimiche fabbricate, importate, venduti e utilizzati nella Unione europea sono sicuri.

L'industria chimica ha registrato circa 130.000 sostanze di sintesi ad un ritmo di tre nuovi ogni giorno. Per la stragrande maggioranza di queste sostanze chimiche v'è una generale ignoranza delle sue proprietà, usi e gli effetti sulla salute della popolazione.

Questa notevole quantità di sostanze chimiche sintetici, potenzialmente tossiche, insieme con la miriade di strutture e processi biologici che possono essere modificati nel nostro corpo fanno la probabilità di raggiungere l'effetto tossico è enorme.

1.500 sostanze sono state valutate come perturbatori endocrini (ED) con capacità di mimare, bloccare o alterare ormoni. Essi agiscono come ormoni endogeni, alterano la produzione e la secrezione e interferiscono con la funzione e la loro eliminazione.

Un regolamento adottato dalla UE nel 2012 ha costretto Bruxelles, con scadenza il 13 Dicembre 2013, stabilire criteri scientifici per la classificazione degli perturbatori endocrini.

Dopo il ricorso per carenza, presentato dalla Svezia il 4 luglio 2014, la Corte di giustizia della UE sentenza nel dicembre 2015, la Commissione europea ha violato il diritto dell'Unione per non regolari, in tempo, l'uso di questi composti chimiche pericolose per l'uomo e per l'ambiente.

Nel marzo 2016, la Commissione europea si è impegnata a presentare, prima dell'estate, i criteri scientifici per l'identificazione perturbatori endocrini (ED) come definito dalla OMS.

La Commissione europea ha presentato il 15 giugno 2016 a due bozze che hanno stabilito i criteri per l'individuazione perturbatori endocrini. Questa nuova proposta è chiaramente insufficiente, anche se utilizza l'attuale definizione fornita dalla Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), dal momento che non si applica il principio di precauzione, in generale, e prende en considerazione solo le sostanze sono ben noti e sono stati un lungo processo di validazione scientifica.

Le lobby dell'industria chimica e produttori di materie plastiche e pesticidi, sul possibile divieto di alcuni perturbatori endocrini, fatto pressioni ferocemente per gli Stati membri e le Direzioni generali della Commissione europea per ottenere che, nel luglio 2013, il Segretariato generale del Consiglio ha ordinato lo studio sulle perdite economiche

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Perturbatori Endocrini

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori