Inizia a leggere

Costanza Alfieri d'Azeglio: & Torino al tempo del colera

Valutazioni:
136 pagine1 ora

Sintesi

La presente opera vuole essere la breve biografia di una nobildonna torinese, la marchesa Costanza d’Azeglio nata Alfieri, che fu molto famosa ai suoi tempi…
L’approccio alla protagonista e alle vicende a lei legate si fonda sul ricco carteggio di Costanza intitolato “Lettere al figlio”, scritte dalla madre nell’arco di tempo che va dal 26 giugno 1829 all’8 aprile 1862, … lo stralcio di alcune parti delle 611 lettere ivi contenute (tradotte liberamente dalla scrivente dal francese all’ italiano) si è cercato da un lato di riassumere la storia del nostro Risorgimento fino al 1862, anno della morte della protagonista e al contempo di offrire un affresco-anche se incompleto-della vita torinese a lei contemporanea e di alcune sue vicende familiari.
Nella seconda parte e’ stata aggiunta una ricerca sull’epidemia di colera asiaticus che colpì per qualche mese Torino dall’agosto al dicembre del 1835 e che vide impegnato in prima persona il marito di Costanza, il marchese Roberto Tapparelli d’Azeglio, e di cui Costanza stessa parla in alcune lettere al figlio diciannovenne che per sicurezza era stato allontanato da Torino

Leggi sull'app mobile di Scribd

Scarica l'app mobile gratuita di Scribd per leggere sempre e ovunque.