Inizia a leggere

Eleanor, Un Racconto dell'Orrore di Eleanor LeJune

Valutazioni:
995 pagine12 ore

Sintesi

- Oh, lo so che lei non mi presta fede. Pensa che io sia pazzo, ma non è così. D’altronde nel raccontarle la mia storia non mi aspetto né chiedo di essere creduto. Io stesso sollevo dubbi sulle mie parole, io stesso mi domando se non ho sognato. Eppure la mia ragione è quella di un uomo sano di mente e nella mia vita non ho mai fatto un sogno.
La dottoressa Slaughter guardò attentamente il suo paziente, cercando di cogliere nei suoi occhi i lampi della pazzia, ma quegli occhi trasmettevano solo una calma ed una tranquillità disarmante.
- Perché vuole raccontarmi la sua storia? Vuole liberare la sua anima da un peso?
Edgar Howard le rivolse un’occhiata perplessa e prima di rispondere, quasi a voler riflettere sulle parole da usare, guardò fuori dalla finestra.
La piccola città, alla cui periferia sorgeva il manicomio, sembrava disabitata e il rumore della sua esistenza, dissolto. E se dagli opachi vetri della finestra egli vedeva, di là dal cancello, sorgere da un lato la splendida chiesa gotica sorvegliata dalle sue magnifiche guglie erette altissime come gigantesche candele di fede, e dall'altro gli era facile riconoscere le lapidi dell’annesso cimitero in cumuli di marmo sgorganti dalla nera terra, il senso della loro realtà gli pareva nullo, come avesse di fronte uno scenario irreale, sapientemente disegnato, quasi una scena teatrale, un’opera surreale, vuota e ingombra, non fatta per nessun essere vivente.

Leggi sull'app mobile di Scribd

Scarica l'app mobile gratuita di Scribd per leggere sempre e ovunque.