Trova il tuo prossimo libro preferito

Abbonati oggi e leggi gratis per 30 giorni
4 Fantascienza Divina

4 Fantascienza Divina

Leggi anteprima

4 Fantascienza Divina

Lunghezza:
91 pagine
1 ora
Pubblicato:
Feb 3, 2017
ISBN:
9788826015057
Formato:
Libro

Descrizione

Alcuni libri sono solo racconti. Altri sono opere artistiche che deliziano. Altri possono modificarti profondamente. Ci si chiede: è possibile abbandonare questo universo? Sarà possibile faro a piacimento? È possibile che in realtà sia tutto molto a portata di mano?
Pubblicato:
Feb 3, 2017
ISBN:
9788826015057
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a 4 Fantascienza Divina

Libri correlati

Categorie correlate

Anteprima del libro

4 Fantascienza Divina - Francesco Resonter

Esci!

Fuori dalla testa

Come tutti i giorni guardavo, cercavo, perlustravo i sentieri dell’umanità. Cercavo di captare qualche segnale dal comportamento delle persone, dai libri, dalle notizie. Dopo migliaia di ore di video riguardanti ufo, dopo migliaia di ore passate su youtube alla ricerca di informazioni che vanno oltre natura e dopo centinaia di ore a leggere il pensiero umano a partire da prima di Pitagora fino all’ultimo caro fantasioso studioso di New age, accadde! Accadde all’improvviso. Ero fuori dalla mia testa a contemplare il mondo da due metri più in alto.

Prima devo farti presente che questo libro è ristretto a pochi. Sui sei miliardi e rotti di abitanti sulla terra, solo un milione avranno il privilegio di leggerlo e di questo milione solo mille ne trarranno vantaggio o benefici. Il bello è che questo scritto non ha bisogno di censure o di essere nascosto perché avviene una selezione naturale. Gli zombie e i cadaveri si assicurano di rimanere schiavi. Il cittadino del mondo, ogni giorno prima di andare a dormire e ogni mattina appena si sveglia, controlla per bene le proprie catene. Quindi se sentirai l’impulso di prestare questo libro ad un amico... non farlo. Rimarrai deluso. L’idiota schiavo cercherà di distruggere questo libro tentando di screditare l’autore, solita solfa, ma ciò è a mio vantaggio. Pensa, un giornalista idiota che lavora per me senza pagarlo... Grazie!.

Socrate, Parmenide, Richard Bach, Krishnamurti, un ventaglio lungo millenni di super eroi del pensiero. Dopo avere letto gli eroi del pensiero di Will Durant, ero riconoscente ai filosofi e provavo simpatia ma mi sono detto: non ho speranza.

Ma un giorno trovai un libro diverso, diverso da tutti. Non potevo credere ai miei occhi e cercavo di mantenere l’eccitamento della mia mente. Dentro la mia testa, dopo la prima giornata di lettura, c’era una festa con tanto di orchestra. La conferma la ebbi quando arrivai alla fine di una pagina e mi soffermai a pensare. è proprio così! Mi era capitato.... . Rimasi immobilizzato nel momento in cui realizzai che mi trovavo a due metri d’altezza fuori dalla mia testa.

Vedevo il campo di grano per intero che si muoveva sotto la spinta delicata del vento.

Presi coraggio e guardai più sotto e vidi me! O cavolo! Calma, avevo l’idea che se mi facevo prendere dall’agitazione sarei ripiombato dentro e chissà se avessi avuto un'altra occasione.

Continuavo ad avere un'idea di sottofondo che premeva. E se non riesco a tornare dentro e muoio? O meglio, il mio corpo muore? Non feci in tempo a pensarci perché essere fuori dalla testa è qualcosa d’incredibile. Si diventa curiosi come bimbi. Mi catturò subito l’attenzione il fatto che era una bella giornata d’agosto nella provincia Milanese e quindi avrei dovuto sentire calore. Quindi senza un corpo non si sente calore? Wow! Appena provai a percepirlo provai immediatamente la temperatura del campo e poi non solo; potevo nel medesimo tempo percepire quella del campo, quella del mio corpo, quella dell’aria e quella dell’albero. Ecco la fregatura. Come dissi poco fa si diventa iper-curiosi. Mentre ero esaltato ad ascoltare la temperatura, mi catturò l’attenzione un aereo in alto nel cielo azzurro. In un istante ero lì a volare al suo fianco. Fate attenzione a quello che sto per dire perché è il succo del discorso. Volavo al fianco di questo aereo piccolo piccolo.

Notai le impurità dell’aria di cui non puoi essere consapevole se non ci voli in mezzo a ottocento chilometri orari. Poi vidi qualcosa d’interessante: c’era una cosina che si muoveva dentro l’aereo. Mi avvicinai per vedere il piccolo pezzo di vetro. Momento agghiacciante (per me e per nessun altro ).

Non può essere! Quello che vedevo erano i passeggeri, esseri umani, cioè persone come me o per lo meno come lo ero io... ma lo sono ancora?

Capisci? Era passato qualche minuto e mi ero già dissociato dal genere umano. Tanto da dimenticare il pacchetto Francesco con tutti i suoi gadget. Non solo, ci sono voluti dei secondi per riconoscere che erano delle persone, nota che l’aereo era un grosso Boeing 777, mi sembra. Comunque per un momento l’avevo a fianco e lo vedevo come un oggetto piccolo. Mentre pensavo a ciò e mi riprendevo dallo shock mi ero fermato e vidi l’aereo lontano. Ebbi l’impulso di raggiungerlo ma dissi: Calma. Dovevo controllarmi. Il mio trabiccolo era laggiù... Wow!!! Ma quanto mi sono allontanato! Non saprei spiegarti ma lo vedevo ancora; non come si vede un oggetto in lontananza, così ad occhio non sarebbe stato possibile, ma in quella non forma lo potevo fare. Avevo la sensazione... hai presente come quando ti accorgi a fine giornata che hai lasciato il portafoglio sul tavolino del bar otto ore prima? Maledizione!

Nooooo! Che cavolo?! Cosa vedo! questa non me la perdo. Mi sposto appena più su e appena sopra la termosfera trovo un mondo di vita. Provo subito a comunicare con loro. Non mi vedono, oppure mi ignorano. Viaggiavano molto velocemente ed erano semi inconsistenti. Alcuni sembravano giocare e altri lavorare. Ma com’è che non ne abbiamo mai saputo nulla? È come se questa forma vivente ha come habitat la termosfera. Nei movimenti mi ricordano le creature che si possono trovare nelle profondità degli abissi. Vagano, alcuni si avvicinano curiosi e poi si allontanano rapidamente. Secondo me non sono intelligenti. Ecco qualcosa di interessante. Fate attenzione a questo punto, di nuovo, curiosità. Quel qualcosa d’interessante... eccoci. Per diana! Una stella così non l’avevo immaginata! Questo si che cattura la mia attenzione! È come se il pianeta terra fosse qualcosa con cui giocare ma con le dimensioni di un granello di sabbia. E questa stella, invece, è una palla plasmabile più grossa di me. Mi sa che questa è... come si chiama? Cane Maggiore.

All’improvviso una tristezza mi avvolge. Il pensare al cane maggiore mi aveva riportato alla mente il video che ho visto su youtube dove vengono comparate le dimensioni delle stelle e il nostro sole. Ciò mi fece tornare in mente la mia casa, i famigliari. Avvertivo una sensazione strana.

Cercavo lo stomaco dove di solito provavo quella sensazione ma non ne avevo uno, cercavo il petto dove provavo la sensazione di perdita ma non l'avevo, ciò mi fece sentire improvvisamente potente. Mentre il colosso ribolliva davanti a me pensavo ai 3200 processi del corpo umano necessari a tenerti distratto e il 99% delle volte non basta e quindi subentrano guerre, faide, sofferenza, crisi e carestie, droghe e idolatrie. Conclusi questo pensiero e avvertii una presenza, come se la stella mi stesse guardando. Figlioli miei... non so neanche come esprimervi alcuni concetti, anche perché ai vostri livelli non esistono alcuni concetti né parole per spiegarlo, comunque quando sarete qui con me...

Questo sole mi sta guardando, ne sono convinto. È una stella, ma un sole per i pianeti qui e per quei esseri che vivono laggiù (so che lo sapevi di non essere solo in questo universo ma ti dico che ci sono idioti anche qui). E se questi scoprono che voi esistete non ci pensano due volte a venire per scatenare una guerra. Con la piena approvazione e spinta dei giornalisti. Il consenso di due pazzi e l’appoggio di

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di 4 Fantascienza Divina

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori