Inizia a leggere

Sul bus per l'enclave

Valutazioni:
166 pagine1 ora

Sintesi

È un percorso lungo, per molti tratti tortuoso, vario nel paesaggio che cambia e nelle sensazioni che di volta in volta suscita. Un viaggio molto simile al difficile e lungo percorso di “normalizzazione” nelle relazioni tra Kosovo e Serbia.
I circa 500 chilometri che separano la capitale serba Belgrado dal paese di Goraždevac, enclave serba nel Kosovo occidentale, rappresentano una sorta di metafora di tutto ciò.
La descrizione dei luoghi attraversati e le relative riflessioni di viaggio hanno lo scopo di incuriosire e porre dubbi piuttosto che fornire certezze confezionate; moltiplicare le domande piuttosto che accontentarsi di poche, granitiche certezze. Per questo motivo il lettore troverà in evidenza delle parole chiave (avvenimenti, luoghi, nomi, sigle) messe come “esca” alla sua curiosità. Parole che potranno servirgli per estendere e approfondire, fare più “sua” se vorrà, la conoscenza dei fatti descritti.
Gli unici consigli veri e propri che si incontreranno di tanto in tanto sono quelli che mostrano, dal particolare al generale, l'attitudine al viaggio in sé, quasi come ideale, indipendentemente dal percorso seguito.
In fin dei conti, non vi è un continuo interscambio tra ciò che vediamo fuori di noi e ciò che sentiamo dentro di noi? I due aspetti non si influenzano a vicenda? La vita stessa è un viaggio dove ti guardi attorno, un viaggio in cui ti guardi dentro.
Nel racconto di questo viaggio c’è un frammento della mia vita.

Leggi sull'app mobile di Scribd

Scarica l'app mobile gratuita di Scribd per leggere sempre e ovunque.