Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Pistole, vita e mutande di gente per bene
Pistole, vita e mutande di gente per bene
Pistole, vita e mutande di gente per bene
E-book206 pagine2 ore

Pistole, vita e mutande di gente per bene

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Sud Italia. Giorni nostri. Morti, tradimenti, gente disposta a tutto, pistole, donne, nervi tesi, tonache macchiate di sangue, calcio e potere.

Tre ragazzi del sud, un boss, la moglie, i luogotenenti che con le loro fragilità, paure, odio, affrontano con spregiudicatezza i pericoli che la vita riserva loro, muovendosi in un mondo spietato, corrotto e schizofrenico.

Solo uno di loro, Antonio, filo conduttore dei primi due racconti, spicca per integrità morale, purezza e coraggio.

Poi c'è la storia di Giulio anche un lui ragazzo del sud, che ricorda la sua infanzia e adolescenza vissuta in quelle terre dimenticate da dio, il suo rapporto burrascoso con il padre egoista e assente, il bellissimo rapporto con la madre e la sorella, l'amore della sua vita e la nascita del proprio figlio.

Tre racconti che hanno in comune un linguaggio disincantato, schietto e commovente.
LinguaItaliano
Data di uscita6 dic 2016
ISBN9788899964207
Pistole, vita e mutande di gente per bene
Leggi anteprima

Correlato a Pistole, vita e mutande di gente per bene

Ebook correlati

Articoli correlati

Categorie correlate

Recensioni su Pistole, vita e mutande di gente per bene

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    Pistole, vita e mutande di gente per bene - Salvo Barbaro

    Barbaro

    Prefazione

    Oramai da qualche anno l’editoria italiana ha ricominciato a credere ai racconti.

    C’era un tempo in cui questa forma narrativa aveva ambizioni e veniva usata da grandi autori, poi agli inizi degli anni novanta qualcosa è cambiato: il racconto è stato utilizzato solo per proporre al lettore alcune antologie di nuove e vecchie penne, un piccolo specchio di ciò che avremmo ritrovato nei romanzi di quei nomi messi in bell’ordine in un indice. L’editoria ha deciso che il racconto doveva avere una funzione secondaria, di anticipazione e di scoperta. Era il sapore dolce della prima sorsata di birra senza però farne seguire la seconda.

    Oggi finalmente qualcosa sembra cambiato. Il racconto sta tornando sugli