Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Bella di giorno

Bella di giorno

Leggi anteprima

Bella di giorno

Lunghezza:
49 pagine
44 minuti
Pubblicato:
15 nov 2016
ISBN:
9781370905126
Formato:
Libro

Descrizione

Una bella donna, giovane, sicura di sé, si trova a fare scelte estreme, non tanto per necessità, quanto per il brivido che la parte oscura che sta esplorando è in grado di darle. Così Gloria diventa Chantal. Ma molte sono le creature che popolano la realtà oscura, e non tutte sono portatrici di brividi e di emozioni. Alcune di loro si portano dietro esperienze che sono soltanto dispensatrici di morte.
"..La campanella dell'ultima ora di lezione di quell'ultimo giorno di scuola era suonata già da un po' e tutti i docenti erano radunati in sala professori impegnati nei saluti e nelle ultime chiacchiere prima delle vacanze estive. Quel giorno poi, il grosso tavolo di legno scuro della sala docenti era apparecchiato con un gran numero di vassoi, riempiti con pizzette, tramezzini, paste dolci e salate; un rinfresco in piena regola per festeggiare il pensionamento dell'insegnante di italiano e latino che, grazie ad una serie di leggi compiacenti poteva ora abbandonare l'insegnamento all'età di soli 42 anni. La donna stava ora scendendo le scale, in grande ritardo rispetto ai suoi colleghi; probabilmente si era intrattenuta qualche minuto in più in aula, per raccogliere le sue cose, o semplicemente per salutare i suoi studenti che non avrebbe rivisto il prossimo anno. Di bell'aspetto, la professoressa Gloria non dimostrava i suoi 42 anni, e grazie ai suoi lunghi capelli biondi, e ad un fisico tonico e curato, poteva ben mimetizzarsi tra le sue studentesse più giovani e carine. Mentre scendeva le scale si appoggiava con la mano alla balaustra nell'intento di tenersi in piedi su quei tacchi così alti che le slanciavano il piede e la rendevano ancora più alta e bella. La gonna di molto sopra al ginocchio che indossava anche quel giorno, le rendeva le gambe lunghe ed abbronzate ancora più slanciate. A lei piaceva vestire così, con grande gioia dei suoi studenti maschi che non mancavano mai di fermarsi ai piedi delle scale per ammirarla salire o scendere, seguendo i suoi movimenti sinuosi e sensuali. Più di una volta anche qualcuno dei professori maschi si era unito a loro. Lei faceva finta di niente, mostrava di non accorgersi di queste attenzioni, ma Gloria notava e osservava gli sforzi e le attenzioni che tutti i colleghi maschi le riservavano, insieme ai commenti e ai colpetti di gomito che gli studenti maschi si scambiavano al suo passaggio. Lei tirava dritto, senza degnarli di uno sguardo, ma sentiva i loro occhi fissi sul suo sedere mentre lei indugiava sulle scale, salendo lentamente i gradini, con tutti quegli occhi dietro di lei che la sorreggevano e la spingevano verso l'alto. Lei sentiva tutti quegli sguardi quasi fossero carezze, mani impalpabili che lei si sentiva addosso; ma questo non le dava particolari problemi. .."

Pubblicato:
15 nov 2016
ISBN:
9781370905126
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Categorie correlate

Anteprima del libro

Bella di giorno - Robert Mc Castle

Bella di giorno

Robert Mc CASTLE

Published by Lybra Edizioni Digitali at Smashwords

Copyright 2016 Robert Mc Castle

Discover other titles by Robert Mc Castle at Smashwords.com

~~~~~~

Smashwords Edition, License Notes

This ebook is licensed for your personal enjoyment only. This ebook may not be re-sold or given away to other people. If you would like to share this book with another person, please purchase an additional copy for each recipient. If you are reading this book and did not purchase it, or it was not purchased for your use only, then please return to Smashwords.com and purchase your own copy. Thank you for respecting the hard work of this author.

~~~~~~

Indice dei contenuti

Bella di giorno

Altri racconti dello stesso autore

~~~~~~

Bella di giorno

I contenuti di questo racconto sono esclusivamente frutto dell'immaginazione. Qualsiasi riferimento a persone, fatti o avvenimenti realmente accaduti deve considerarsi del tutto occasionale.

La campanella dell'ultima ora di lezione di quell'ultimo giorno di scuola era suonata già da un po' e tutti i docenti erano radunati in sala professori impegnati nei saluti e nelle ultime chiacchiere prima delle vacanze estive. Quel giorno poi, il grosso tavolo di legno scuro della sala docenti era apparecchiato con un gran numero di vassoi, riempiti con pizzette, tramezzini, paste dolci e salate; un rinfresco in piena regola per festeggiare il pensionamento dell'insegnante di italiano e latino che, grazie ad una serie di leggi compiacenti poteva ora abbandonare l'insegnamento all'età di soli 42 anni. La donna stava ora scendendo le scale, in grande ritardo rispetto ai suoi colleghi; probabilmente si era intrattenuta qualche minuto in più in aula, per raccogliere le sue cose, o semplicemente per salutare i suoi studenti che non avrebbe rivisto il prossimo anno. Di bell'aspetto, la professoressa Gloria non dimostrava i suoi 42 anni, e grazie ai suoi lunghi capelli biondi, e ad un fisico tonico e curato, poteva ben mimetizzarsi tra le sue studentesse più giovani e carine. Mentre scendeva le scale si appoggiava con la mano alla balaustra nell'intento di tenersi in piedi su quei tacchi così alti che le slanciavano il piede e la rendevano ancora più alta e bella. La gonna di molto sopra al ginocchio che indossava anche quel giorno, le rendeva le gambe lunghe ed abbronzate ancora più slanciate. A lei piaceva vestire così, con grande gioia dei suoi studenti maschi che non mancavano mai di fermarsi ai piedi delle scale per ammirarla salire o scendere, seguendo i suoi movimenti sinuosi e sensuali. Più di una volta anche qualcuno dei professori maschi si era unito a loro. Lei faceva finta di niente, mostrava di non accorgersi di queste attenzioni, ma Gloria notava e osservava gli sforzi e le attenzioni che tutti i colleghi maschi le riservavano, insieme ai commenti e ai colpetti di gomito che gli studenti maschi si scambiavano al suo passaggio. Lei tirava dritto, senza degnarli di uno sguardo, ma sentiva i loro occhi fissi sul suo sedere mentre lei indugiava sulle scale, salendo lentamente i gradini, con tutti quegli occhi dietro di lei che la sorreggevano e la spingevano verso l'alto. Lei sentiva tutti quegli sguardi quasi fossero carezze, mani impalpabili che lei si sentiva addosso; ma questo non le dava particolari problemi. La preside del Liceo, le aveva chiesto più volte di vestire in modo più sobrio e consono al ruolo che lei rivestiva nell'Istituto, ma Gloria non ha mai voluto sentire ragioni su questo particolare argomento. Erano lontani i tempi in cui lei, bambina, doveva sottostare alle rigide regole dell'Istituto dove le suore si erano prese amorevolmente cura di lei, quando,

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Bella di giorno

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori