Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Tecniche per la vita eterna Volume 1 - Teoria: I sistemi e le metodologie di Grigori Grabovoi

Tecniche per la vita eterna Volume 1 - Teoria: I sistemi e le metodologie di Grigori Grabovoi

Leggi anteprima

Tecniche per la vita eterna Volume 1 - Teoria: I sistemi e le metodologie di Grigori Grabovoi

valutazioni:
2/5 (1 valutazione)
Lunghezza:
174 pagine
3 ore
Pubblicato:
2 ago 2016
ISBN:
9788863653663
Formato:
Libro

Descrizione

Questo universo eterno è stato costruito secondo un criterio di perfezione che, nella Tecnologia per la Vita Eterna di Grigori Grabovoi, è presente anche all’interno dello schema umano. Un percorso di ripristino di questo livello di perfezione attraverso gli strumenti di gestione della realtà che sono anima, spirito, coscienza, percezione e intelletto. Attraverso questi elementi, l’uomo è in grado di costruire una vita basata sullo stesso livello di armonia e salvezza presente nello schema originario del mondo. La riproduzione di quello schema divino quantistico nella gestione della realtà, permetterà all’individuo di modificare i campi informativi presenti in essa e di crearne di nuovi. Queste tecniche di espansione della coscienza porteranno le generazioni a un livello cellulare in cui non vi sia spazio per l’invecchiamento e la morte fisica. Con la Tecnica per la Vita Eterna, ogni ripristino è possibile, ogni guarigione è possibile, ogni ringiovanimento è possibile.
Pubblicato:
2 ago 2016
ISBN:
9788863653663
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Tecniche per la vita eterna Volume 1 - Teoria

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

Tecniche per la vita eterna Volume 1 - Teoria - Angelo

srl


PREFAZIONE

Grigori Grabovoi è un fisico russo che durante gli ultimi decenni si è impegnato nell’elaborazione della teoria dello sviluppo eterno, teoria che è diventata pratica nell’ultimo periodo evolutivo del pianeta. Grazie a queste rivoluzionarie metodologie, sarà possibile strutturare un nuovo sistema evolutivo per il genere umano, sistema basato sulla conoscenza e l’utilizzo della struttura dell’individuo nel suo complesso, applicata alle dinamiche della realtà quotidiana e sociale.

In questo libro verrà ampiamente trattata la descrizione della tecnologia e si potrà installare, all’interno dello schema di comprensione del lettore, un nuovo impianto spirituale che consentirà ad ognuno di approfondire la conoscenza di se stesso. La sola lettura del libro garantisce una guarigione a livello spirituale, guarigione che poi si porterà sul piano della realtà man mano che i concetti saranno compresi e strutturati dal lettore nei periodi successivi alla lettura. Si potrebbe affermare che la sola lettura di questo libro porterà il livello di coscienza ad uno stato più elevato.

Come ci insegna la metafisica moderna, l’espansione della coscienza porta alla guarigione del corpo e della vita nel suo complesso. I concetti esposti in questo libro porteranno un nuovo ordine di risonanza alle informazioni che finora abbiamo avuto su di noi e sul campo della realtà in cui operiamo. Siamo di fronte ad un paradigma evolutivo senza precedenti.

I concetti di nascita, crescita, invecchiamento e morte verranno destrutturati, riqualificati nella loro struttura e nella loro manifestazione. Niente è esistito e morto. Tutto esiste nella stessa densità e costantemente si trasforma e si rigenera secondo leggi, prima occulte, adesso manifeste.

La tecnologia di Grabovoi sbaraglia ogni paradosso, rivoluziona ogni campo delle convinzioni collettive, e ha lo scopo di rigenerare questo campo per creare nuove strutture all’interno del genere umano. Quello che crediamo non è più utilizzabile nel nostro sistema di gestione della realtà. Niente ha le caratteristiche di definito. Il sistema del giudizio non può trovare posto in questo nuovo paradigma, così come non ha posto la convinzione che l’essere umano è destinato ad invecchiare o morire.

Il principio dell’azione locale indirizzata verso la creazione di un futuro armonioso attualizzato nel presente, assume un ruolo prioritario nel percorso evolutivo del mondo, perché presenta in essa le condizioni del mondo stesso, e le sue caratteristiche di eternità. L’eternità è una creazione esattamente come lo è una sedia o un’automobile.

Il percorso che si fa studiando la tecnologia è proprio quello di scandagliare le convinzioni sugli oggetti della creazione e lasciare il posto al concetto di creazione estesa. Il mondo è un sistema eterno formato da una linea temporale unica che va dall’infinito futuro all’infinita eternità, ed è una creazione. E l’uomo ha in sé un sistema di gestione di questa creazione che si trova al di sopra di questa linea temporale, ne fa parte allo stesso tempo, e allo stesso tempo la ricrea e la rigenera secondo gli schemi di eternità del mondo.

Per meglio comprendere questo sistema ci viene in aiuto un concetto divino: la Norma. Conoscere la Norma significa conoscere le caratteristiche del mondo così come è stato creato. La Norma di per sé è eterna. E fa riferimento al sistema eterno del mondo creato come eterno. Il sistema del pilotaggio della realtà è la direzione della coscienza umana verso la struttura della Norma. In quel campo informativo l’uomo è fuori pericolo, è fuori dagli schemi della coscienza collettiva. All’interno della Norma eterna ogni organo si rigenera, ogni comportamento si indirizza verso un livello di coscienza unificato alla struttura del mondo eterno. All’interno di questo spazio eterno non esiste la disoccupazione, la crisi, la malattia, la depressione, l’ansia l’angoscia, la paura. Quello che si struttura nell’individuo che si trova nello spazio eterno della Norma è fatto solo di amore rispetto comprensione e armonia. Esprimendo se stessi in direzione della Norma, tramite l’utilizzo dei propri sistemi di gestione (anima, spirito, coscienza, percezione e intelletto), il campo informativo per- sonale si pulisce degli schemi erronei del passato, informandosi con una struttura futura pulita come l’acqua di una sorgente di montagna.

La coscienza pilota la realtà in direzione di un evento.

Possiamo scegliere il contenuto energetico di questa frase. È nel nostro libero arbitrio. Ma se lo scegliamo secondo i criteri del mondo eterno, ecco che il pilotaggio si manifesta sotto forma di eventi armoniosi e dotati del sistema di perfezione previsto dal Creatore durante la creazione del mondo. Percependo la realtà e tutto il nostro corpo come un evento eterno, la realtà e il nostro corpo si rigenerano. La tecnologia della vita eterna apre la via verso la comprensione del mondo cosi come dovrebbe essere compreso. E quando si sta all’interno di quello spazio, non esiste nulla che non va bene, che non sia armonico.

Questo libro apre la via verso la strutturazione di infiniti livelli di consapevolezza. Analizza la realtà e la struttura dell’essere umano per darci un nuovo livello di conoscenza. E noi potremo portare questo livello di conoscenza all’interno delle nostre realtà quotidiane, definite come azioni locali, che si rifletteranno in enormi cambiamenti della struttura della coscienza collettiva, modificando i paradigmi esistenti a favore di un nuovo intenso paradigma evolutivo: la salvezza globale e lo sviluppo armonico.

Consiglio di leggere questo libro senza pregiudizi, cercando di assimilare i concetti con il livello di comprensione dello spirito. La logica ordinaria, che è pure un elemento importante della nostra vita, in questa fase di apprendimento non servirà a molto. Questo libro vi farà anche capire come la vostra coscienza si sta espandendo e lo stesso allenamento sarà di grande aiuto quando inizierete il percorso dei pilotaggi quotidiani. Quando ho iniziato lo studio della tecnologia avevo molti buchi che pian piano si sono riempiti di nuove informazioni, riportando ordine e armonia in molte aree della vita personale. Quello che ho capito approfondendo il sistema del pilotaggio è che niente è finito, nemmeno la guarigione. Tutto fa parte di un percorso che ogni giorno va strutturato con lo schema del pensiero informato alla vita eterna. Ed ecco che guarito da una cosa, iniziava un nuovo processo che poi sarebbe stato nuovamente guarito nei giorni successivi. E oggi il sistema è lo stesso, ma la differenza è che è un sistema conosciuto. Quello che può fare la tecnologia della vita eterna è assolutamente unico nel suo genere. Non si tratta di imparare degli esercizi e metterli in pratica. Il pilotaggio della realtà in direzione dell’eterno sviluppo è un sistema che si trova nella sfera del pensiero edificante. La strutturazione di quel sistema di pensiero è l’obiettivo di questo libro, e auguro ad ognuno di voi di poterla mettere in pratica, per scoprire la sensazione di comfort e armonia in cui si vive quando il mondo è consapevolizzato come eterno.

1.  GRIGORI PETROVICH GRABOVOI

In questi ultimi anni ci siamo trovati molto spesso di fronte a quelle che vengono definite svolte in campo spirituale. Esistono molte persone che hanno sviluppato facoltà percettive extrasensoriali e hanno ricevuto informazioni per aiutare il nostro pianeta, e la nostra stirpe umana, a migliorarsi più velocemente. La massa critica di persone che possono contribuire al famoso salto quantico, di cui si parla continuamente, sta aumentando a vista d’occhio.

L’energia della Terra ha subito variazioni frequenziali notevoli, e un gran numero di persone sta sempre più maturando la convinzione che esista una possibilità. La possibilità di portare la razza umana verso uno stato di infinito benessere e armonia interiore ed esteriore. In questo momento esistono molte tecniche e teorie accreditate che insegnano a migliorare il rapporto corpo-mente e a rinforzare la struttura biologica ed energetica del nostro essere, in vista della realizzazione di quello che la metafisica moderna definisce il corpo d’oro.

In questo contesto planetario nasce una nuova e strabiliante tecnica per la salvezza globale del nostro pianeta e per lo sviluppo armonico di ogni individuo. La tecnica di Grigori Grabovoi. Una tecnica, o tecnologia, come la definisce lui, che nasce insieme alla sua nascita, una tecnologia che restituisce all’essere umano tutto il suo potere creativo inerente a ciò che è la sua struttura, fatta di anima, Spirito e coscienza. Attraverso la tecnica della salvezza globale sarà possibile ristabilire, per ogni individuo, un livello di coscienza espanso, che conterrà in sé le caratteristiche di eternità della vita, dove per vita si intende tutta la realtà fino a ogni cellula presente nel corpo umano. La prima informazione da ricevere deve essere la presentazione di colui che ha portato questa tecnica alla realtà. Leggendo la sua biografia potrete imparare a conoscere non solo la sua struttura energetica e ciò che ha fatto, ma iniziare anche a comprendere che quelle potenzialità sono inerenti a ciascuno di noi, che anche noi possiamo raggiungere quei livelli di consapevolezza.

Un largo flusso di luce bianca con riflessi celesti uscì fuori dal suo ventre e si diresse avanti e in basso. Il bambino distinse molto chiaramente in questo flusso il globo terrestre, il quale si scosse due-tre volte e rapidamente rotolò, accelerando sempre di più. Dal globo scivolava la gente, come se fosse privata della forza di gravità. Senza capire ancora nei dettagli la situazione, immediatamente percepì una cosa: vide la catastrofe del pianeta. Si rese conto di quanto fosse importante non consentire alla Terra di raggiungere il confine pericoloso oltre il quale la catastrofe è imminente, e si mise mentalmente a frenare la Terra con la forza della volontà, la coscienza, con tutto il suo corpicino minuto, non lasciandola scivolare in basso. Dopo di che, pian piano iniziò a raccogliere la luminosità e insieme al globo terrestre introdurla nel suo cuore. Questo piccino, fermo in mezzo al cortile accanto ai filari coperti di viti d’uva, stava salvando il mondo dalla catastrofe imminente, rimettendolo al suo posto con un’enorme concentrazione di volontà. Proprio quel giorno di novembre del 1966, all’età di tre anni, si confrontò per la prima volta con il problema della catastrofe planetaria. Passarono trent’anni e a Grigori Grabovoi toccò davvero di salvare il pianeta dalla catastrofe, e non solo dal punto di vista spirituale. Scongiurò la sua distruzione fisica.

Il 30 gennaio 1998, nel n.18 del giornale Rossijskaia Gazeta fondata dal governo russo, nella rubrica La sensazione silenziosa, fu pubblicato l’articolo Le catastrofi di domani sono state fermate. Si raccontava come nell’anno 1996 l’accademico Grigori avesse diagnosticato lo stato del reattore nucleare della Centrale Nucleare di Kozloduj in Bulgaria e avesse stabilito con assoluta precisione i guasti che avrebbero sicuramente portato alla sua esplosione, a distanza di non meno di due anni, se non fossero stati eliminati. Quindi rimaneva ancora il tempo per dei lavori preventivi. La presenza di inconvenienti seri fu confermata nel corso di tali lavori. Ma non era finita qui. Più tardi le indagini scientifiche stabilirono che quella Centrale Nucleare produceva una fortissima influenza sui circostanti strati sotterranei con alta conduttività elettrica. L’esplosione del reattore avrebbe comportato uno scarico nel vuoto, che avrebbe rapidamente aspirato l’atmosfera della Terra. I mezzi esistenti non sarebbero stati in grado di fermare lo scarico e, secondo i calcoli dei fisici, entro l’anno 2000 il nostro pianeta sarebbe diventato una nuvola di polvere. Ma tutto questo sarebbe avvenuto dopo trent’anni. Intanto Grabovoi, per niente sorpreso dall’accaduto, salvava la Terra con lo sforzo titanico della volontà e della coscienza.

Nella sua lezione Il campo d’azione del Creatore, Grigori Grabovoi afferma che il neonato vede chiaramente il futuro e conosce tutte le particolarità del proprio sviluppo. È una teoria molto interessante dato che fino adesso era diffusa l’opinione che al momento della nascita il canale informativo, che collega la coscienza con il subconscio, fosse chiuso.

La fisica teorica ha dimostrato che il subconscio di ogni uomo è una frazione della Coscienza Universale, cioè del Campo Informativo dell’Universo. Il subconscio, come piccola parte di un ologramma, contiene l’informazione di tutto l’Universo nel passato, presente e futuro. Allo stato normale, nella nostra coscienza arriva dall’inconscio solo una parte minima dell’informazione necessaria per la vita. La nostra vita sarebbe diventata impossibile (almeno così si pensava finora) se avessimo dovuto avere a che fare con una tale quantità d’informazione. Il canale informativo che conduce dal subconscio alla coscienza è chiuso con un tappo (tappo è un termine scientifico) controllato dal cervello. Il cervello in questo modo ha un ruolo di filtro di protezione, dosando e selezionando l’informazione necessaria dal suo punto di vista. Il sistema nervoso e soprattutto il cervello spengono la maggior parte di stimoli sensoriali all’entrata nella coscienza

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Tecniche per la vita eterna Volume 1 - Teoria

2.0
1 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori