Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

La Felicità
La Felicità
La Felicità
E-book58 pagine36 minuti

La Felicità

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Info su questo ebook

La Felicità è il desiderio più grande che una persona possa desiderare nella sua vita. Qui, come al solito, ci vengono in soccorso gli scritti spirituali e teologici di Sant'Agostino. In questo libro viene spiegato molto bene come raggiungere il desiderio di Felicità, quello che ogni cristiano deve cercare di raggiungere ed ottenere nella propria vita spirituale. Un libro davvero grande nel contenuto.
LinguaItaliano
Data di uscita15 giu 2016
ISBN9781326710101
La Felicità
Leggi anteprima

Leggi altro di Sant'agostino D'ippona

Correlato a La Felicità

Ebook correlati

Articoli correlati

Categorie correlate

Recensioni su La Felicità

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    La Felicità - Sant'Agostino d'Ippona

    INDICE

    Copyright

    Situazione

    I Dialoganti

    La felicità

    Le tre categorie di naviganti

    Il monte della vanagloriosa filosofia classica

    Le esperienze spirituali di Agostino

    Lo strato attuale della coscienza di Agostino

    Presentazione dei partecipanti al dialogo-convito

    Desiderio ricerca e felicità (2, 7 - 16)

    Bisogno, cibo dell'anima, conoscenza e virtù

    Sanità morale e desiderio

    L'universale desiderio di felicità

    L'oggetto del desiderio e la felicità

    Le varie opinioni dei convitati

    Moderazione nella ricerca

    La tesi di Agostino che gli accademici non conseguono felicità

    è ribattuta da Licenzio

    ma Monica li definisce epilettici

    Dio e la felicità (3, 17 - 22)

    Convenienza di massima delle tre opinioni

    Cercare Dio: somma di tutti i desideri

    L'obiezione di Navigio sulla ricerca del saggio accademico

    Dio propizio e il movimento verso la felicità

    L'aporia: avere Dio propizio e non esser felici

    Pienezza e misura (4, 23 - 36)

    Non necessariamente chi non soggiace a privazione è felice

    poiché la felicità è valore

    Al contrario chi è infelice, per mancanza di saggezza, soggiace a privazione

    Quindi l'insipienza è essenziale privazione

    la saggezza è felicità, la stoltezza infelicità

    La privazione significa non avere

    quindi si oppone a pienezza

    che consiste nella misura e nel limite

    Quindi la saggezza è pienezza

    e misura

    Dio, in quanto Verità, è l'ideale pienezza e misura

    di cui partecipando diveniamo felici

    Fine del banchetto e congedo

    Copyright

    Autore

    Sant'Agostino

    Editore

    Le Vie della Cristianità

    Copyright © 2016 Le Vie della Cristianità

    Le Vie della Cristianità è la casa editrice della Chiesa Cristiana Anglo Cattolica. Con l'acquisto di questo libro stai contribuendo a portare avanti le nostre attività ecclesiali e pastorali nel mondo. Ti siamo grati per aver acquistato questo libro, contribuendo nel tuo piccolo alla nostra missione.

    Siamo davvero onorati della tua scelta di contribuire alla nostra grande impresa portare Gesù Cristo al mondo.

    Grazie al tuo acquisto dai la possibilità alla Chiesa Cristiana Anglo Cattolica di acquistare nuovo materiale pastorale da mettere a disposizione delle migliaia di persone che oggi hanno fame di sapere.

    Ringraziando con te Nostro Signore per tutti i suoi benefici, non ci resta che augurarti tanta pace e tanto bene, assicurando la nostra preghiera per te e per tutti i tuoi cari.

    Situazione

    TEMPO E LUOGO

    La discussione inizia il 13 novembre 386, trentaduesimo genetliaco di Agostino, e continua nei due giorni seguenti:

    13 novembre pomeriggio nelle terme (cap. 2)

    14 novembre pomeriggio nelle terme (cap. 3)

    15 novembre pomeriggio all'aperto (cap. 4)

    I Dialoganti

    Sono presentati da Agostino stesso a Manlio Teodoro. Hanno tutti ruolo essoterico, salvo che nell'intermezzo 2, 13-16:

    Agostino non funge da scolarca e non usa la maieusi, si limita alla conclusione finale.

    Monica rappresenta la saggezza al di fuori della tradizione classica; i suoi interventi, abbastanza frequenti, rilevano questa sua funzione.

    Licenzio interviene ripetutamente e talora con la singolare capacità d'intuizione che lo caratterizza.

    Trigezio rappresenta la pacata saggezza che segue alle esperienze.

    Navigio è il personaggio essoterico per eccellenza; interviene soltanto tre volte.

    Adeodato rappresenta la innocenza del pensiero per l'inesperienza della vita; interviene, dietro richiesta di

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1