Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

L'assalto a Puerto Limon: Terra Incognita 1

L'assalto a Puerto Limon: Terra Incognita 1

Leggi anteprima

L'assalto a Puerto Limon: Terra Incognita 1

Lunghezza:
108 pagine
1 ora
Pubblicato:
17 mag 2016
ISBN:
9788865306413
Formato:
Libro

Descrizione

ROMANZO BREVE (68 pagine) - FANTASCIENZA - Jack Cliver è a un passo per raggiungere e liberare sua sorella. Ma il nemico da affrontare è potente e pericoloso, e servirà tutta l'astuzia e l'audacia di Cliver e dei suoi alleati.

Siamo alla resa dei conti: Jack Cliver è a un passo dal liberare sua sorella, ma se l'obiettivo sembra vicino, in realtà è difficilissimo da raggiungere. Cliver dovrà convincere tutti i suoi possibili alleati a imbarcarsi in un'impresa rischiosa e che probabilmente finirà nel sangue.

Roberto Guarnieri, classe 1963, è un ingegnere civile e lavora nell'Amministrazione comunale della sua città (Civitanova Marche). È appassionato di fantascienza, fantasy, archeologia e tematiche sui misteri delle antiche civiltà perdute. Ha pubblicato diversi racconti su riviste ("Delos", "Altrisogni", "Writers Magazine Italia", "Carmilla", "Urania") e antologie (tra le più importanti le serie "365"" " "racconti "e  "Il Magazzino dei Mondi", tutti della Delos Books, oltre ad altre delle Edizioni Scudo). È l'autore della serie di novelette steampunk "Il circolo dell'arca" (Delos Digital). Ha frequentato nel 2012 un corso on-line di scrittura creativa con Franco Forte. È stato finalista al Premio Blakwood Algernon 2012, al Premio Urania Stella Doppia 2013, al Premio della rivista "Effemme" 2013 e al premio "Robot" 2014.
Pubblicato:
17 mag 2016
ISBN:
9788865306413
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Categorie correlate

Anteprima del libro

L'assalto a Puerto Limon - Roberto Guarnieri

STAGIONE 1   VOLUME 5

Roberto Guarnieri

L'assalto a Puerto Limon

Romanzo breve

Prima edizione maggio 2016

ISBN 9788865306413

© 2016 Roberto Guarnieri

Edizione ebook © 2016 Delos Digital srl

Piazza Bonomelli 6/6 20139 Milano

Versione: 1.0

TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Sono vietate la copia e la diffusione non autorizzate.

Informazioni sulla politica di Delos Books contro la pirateria

Indice

Il libro

L'autore

L'assalto a Puerto Limon

Capitolo 1

Capitolo 2

Capitolo 3

Capitolo 4

Capitolo 5

Capitolo 6

Capitolo 7

Capitolo 8

Capitolo 9

Epilogo

Delos Digital e il DRM

In questa collana

Tutti gli ebook Bus Stop

Il libro

Jack Cliver è a un passo per raggiungere e liberare sua sorella. Ma il nemico da affrontare è potente e pericoloso, e servirà tutta l’astuzia e l’audacia di Cliver e dei suoi alleati.

Siamo alla resa dei conti: Jack Cliver è a un passo dal liberare sua sorella, ma se l'obiettivo sembra vicino, in realtà è difficilissimo da raggiungere. Cliver dovrà convincere tutti i suoi possibili alleati a imbarcarsi in un'impresa rischiosa e che probabilmente finirà nel sangue.

L'autore

Roberto Guarnieri, classe 1963, è un ingegnere civile e lavora nell’Amministrazione comunale della sua città (Civitanova Marche). È appassionato di fantascienza, fantasy, archeologia e tematiche sui misteri delle antiche civiltà perdute. Ha pubblicato diversi racconti su riviste (DelosAltrisogniWriters Magazine ItaliaCarmillaUrania) e antologie (tra le più importanti le serie 365  racconti e  Il Magazzino dei Mondi, tutti della Delos Books, oltre ad altre delle Edizioni Scudo). È l'autore della serie di novelette steampunk Il circolo dell'arca (Delos Digital). Ha frequentato nel 2012 un corso on-line di scrittura creativa con Franco Forte. È stato finalista al Premio Blakwood Algernon 2012, al Premio Urania Stella Doppia 2013, al Premio della rivista Effemme 2013 e al premio Robot 2014.

Dello stesso autore

Roberto Guarnieri, Il Circolo dell'Arca Il circolo dell'Arca ISBN: 9788867751037 Roberto Guarnieri, La macchina delle vite perdute Il circolo dell'Arca ISBN: 9788867751341 Roberto Guarnieri, I misteri di Samotracia Il circolo dell'Arca ISBN: 9788867751532 Roberto Guarnieri, Fumo di Londra Il circolo dell'Arca ISBN: 9788867751945 Roberto Guarnieri, Il mistero della Divina Commedia Il circolo dell'Arca ISBN: 9788867752430 Roberto Guarnieri, Sherlock Holmes e il Circolo dell'Arca Il circolo dell'Arca ISBN: 9788867755684 Roberto Guarnieri, Nikola Tesla e il Circolo dell'Arca Il circolo dell'Arca ISBN: 9788867755820 Roberto Guarnieri, Arsenio Lupin e il Circolo dell'Arca Il circolo dell'Arca ISBN: 9788867756094 Roberto Guarnieri, Il capitano Nemo e il Circolo dell'Arca Il circolo dell'Arca ISBN: 9788867756278 Roberto Guarnieri, La macchina del tempo e il Circolo dell'Arca Il circolo dell'Arca ISBN: 9788867756612 Roberto Guarnieri, Il camino degli dei Robotica.it ISBN: 9788867756513 Roberto Guarnieri, Metatron Chew-9 ISBN: 9788867757558 Roberto Guarnieri, Xlendi Delos Crime ISBN: 9788865305720 Roberto Guarnieri, Il mondo nuovo Terra Incognita ISBN: 9788865306376 Roberto Guarnieri, I cristalli sognanti Terra Incognita ISBN: 9788865306383 Roberto Guarnieri, La fortezza nera Terra Incognita ISBN: 9788865306390 Roberto Guarnieri, I pirati del Grande Oceano Terra Incognita ISBN: 9788865306406

1

Jean Luque gettò uno sguardo angosciato verso la costa, sporgendosi dal parapetto del ponte di comando fin quasi a perdere l’equilibrio.

Le luci fioche di Puerto Limon brillavano nella foschia notturna. Le lanterne del forte, qualche finestra aperta, un fuoco acceso sul molo. Nessuna altra attività turbava la notte quieta dei mari dell’Intrigo.

L’Ombra incrociava al largo della città da un giorno interno. Con le lanterne schermate, le murate dipinte di nero e la velatura ridotta al minimo scivolava sul mare simile a un fantasma.

Impossibile scorgerla da terra.

– Deve essere successo qualcosa – ringhiò per la centesima volta, rivolto a Pullings, il guardiamarina anziano. – Sarebbero dovuti rientrare sulla banchina al tramonto dopo aver segnalato con la lanterna il codice previsto.

– Non possiamo far altro che attendere – replicò l’altro masticando nervoso un grumo di paglia e tabacco. Le guance paffute e i riccioli biondi lo facevano sembrare un rospo con una parrucca legata in testa.

– Voi inglesi siete degli sconsiderati. Non si fanno scendere a terra i due luogotenenti nello stesso tempo. È una regola elementare – Tirò un calcio violento alla ringhiera. – Ho deciso. Bisogna andare a cercarli.

Pullings scosse il capo. – Non ho l’autorità per mettere in mare una scialuppa. Lo sapete bene. Spetta al comandante.

– Allora andate ad avvisarlo, per le pinne di un pesce istrice – Jean Luque era un uomo d’azione e impulsivo, detestava le catene di comando e la burocrazia.

– Io? – il guardiamarina sbiancò all’improvviso. – No signore. Proprio no. Nessuno ha mai visto il comandante. Solo la contessa e Campbell possono. Si dice sia malato e infermo – Abbassò la voce guardandosi attorno circospetto. – Si dicono anche altre cose, e tutte innominabili…

– Ho già sentito le vostre fandonie – replicò il moschettiere furioso. – Un morto vivente. Un fantasma. Un’anima intrappolata sul veliero per l’eternità. Tutte sciocchezze superstiziose da marinai.

– Sarà anche così, ma io non busserò alla sua cabina. Nessuno può farlo.

– Dite? Ora vi faccio vedere io – Jean Luque partì di scatto e imboccò la scaletta del ponte, percorrendo i gradini a grandi balzi. Spalancò la porta degli alloggi e tirò dritto fino alla cabina principale, sotto il castello di poppa. Una guardia, stupefatta, cercò di fermarlo, senza riuscirci. Il moschettiere lo spinse via, bussò tre volte con forza e, alla fine, spalancò l’infisso.

Quel che vide lo paralizzò. Rimase impietrito, incapace di credere ai propri occhi.

Cliver infilò in bocca con fare svogliato un tozzo di pane, cercando di mandarlo giù nonostante non avesse affatto appetito.

E come sarebbe stato possibile? Isabella morta o, nella migliore delle ipotesi, incatenata nella fortezza. Gayle prigioniera del Governatore e lui e Campbell intrappolati in città. Diede un’occhiata ai loro salvatori. Un incredibile colpo di fortuna, non c’era altro modo per descriverlo.

Edwin Richardson e sua figlia Adele si somigliavano come due gocce d’acqua. Volti irlandesi, con i capelli rossi e una spruzzata di lentiggini ai bordi del naso.

Lui, sulla cinquantina, era un pezzo d’uomo dalle spalle larghe, un po’ appesantito e con un’aria triste, mentre la ragazza, nonostante uno strabismo accentuato, possedeva l’innata avvenenza tipica delle femmine della sua terra. Ex terra, si corresse Cliver, dimenticando per un attimo dove si trovasse.

La piccola casa a due piani, incastrata tra costruzioni più alte e con un accesso su un vicolo stretto e pieno di immondizia, era sorprendentemente accogliente.

La cucina con le pareti ricoperte da piastrelle in maiolica, un camino e una batteria di pentole di rame appese al muro circondavano un tavolo apparecchiato con una tovaglia a quadri piena di buchi ma pulita. Dalle travi del soffitto penzolavano salumi

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di L'assalto a Puerto Limon

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori