Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Illusioni ottiche e realtà
Illusioni ottiche e realtà
Illusioni ottiche e realtà
E-book89 pagine53 minuti

Illusioni ottiche e realtà

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Le illusioni ottiche sono fenomeni che in vari modi determinano una modificazione della realtà. E hanno sempre esercitato un certo fascino sull’uomo oltre che stuzzicarne la curiosità. Chi non si è mai soffermato a bocca aperta davanti a certi fenomeni? In questo libro verranno analizzate le cause di queste modificazioni, gli effetti ed i motivi e verrà data risposta ad alcune delle domande più semplici e frequenti: perché il cielo è blu? Come si forma l'arcobaleno? Perché vediamo i colori? Perché abbiamo due occhi? E molte altre. Per introdurre questi fenomeni, e per una loro piena comprensione, alcuni capitoli sono stati dedicati alla descrizione del processo della visione, sotto vari punti di vista: anatomico, fisiologico e fisico. Verranno descritti anche gli errori che a volte commette quella macchina meravigliosa che è il cervello umano mentre l’ultimo capitolo tratterà della vista degli animali: di come vedono e di come spesso vi siano differenze sostanziali rispetto alla visione dell'uomo. Le sorprese non mancheranno! Il tutto viene descritto in modo discorsivo e ad un livello comprensibile da tutti ma sempre mantenendo un profilo scientifico.
LinguaItaliano
Data di uscita29 ott 2014
ISBN9788898041428
Illusioni ottiche e realtà
Leggi anteprima

Leggi altro di Marco Turazza

Correlato a Illusioni ottiche e realtà

Titoli di questa serie (40)

Visualizza altri

Ebook correlati

Recensioni su Illusioni ottiche e realtà

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    Illusioni ottiche e realtà - Marco Turazza

    Illusioni ottiche e realtà

    Marco Turazza

    Copyright© Officine Editoriali 2014

    Prima edizione eBook Ottobre 2014

    Tutti i diritti riservati.

    Il presente file può essere usato esclusivamente per finalità di carattere personale. Tutti i contenuti sono protetti dalla legge sul diritti d’autore. Officine Editoriali declina ogni responsabilità per ogni utilizzo del file non previsto dalla legge. È vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook.

    ISBN 978-88-98041-42-8

    info@officineditoriali.com

    Seguici su Twitter: @OffEdit

    Facebook: http://www.facebook.com/officineditoriali

    Ebook by: Officine Editoriali

    Elaborazione grafica copertina:

    Officine Editoriali

    SOMMARIO

    PREFAZIONE

    L'OCCHIO

    L'obiettivo

    Il diaframma

    La superficie sensibile

    LE ONDE ELETTROMAGNETICHE

    GLI EFFETTI OTTICI FISICI

    La riflessione

    La rifrazione

    La diffusione

    I miraggi

    Le aurore boreali

    GLI EFFETTI OTTICI CEREBRALI

    I colori

    La prospettiva

    La visione tridimensionale

    Le parole impossibili

    La geometria impossibile

    Gli errori cerebrali

    E GLI ANIMALI?

    BIBLIOGRAFIA

    PREFAZIONE

    È tutto reale ciò che vediamo?

    La vista è il nostro senso più importante. È di grande utilità per orizzontarci nell'ambiente in cui viviamo e ci fornisce milioni di informazioni su tutto ciò che ci circonda. Si potrebbero riempire pagine e pagine descrivendo tutti i motivi per cui la vista è così importante nella nostra vita. L’importanza della vista è multiforme e variegata.

    A volte, però, ciò che ci sembra  reale non lo è. Ci possono essere delle differenze tra realtà e percezioni visive più o meno marcate a seconda dei casi e possono nascere da cause diverse. Tra le cause, alcune volte interferenze di tipo fisico modificano l'immagine originale prima che questa giunga ai nostri occhi. Altre volte è il cervello che elabora e modifica le immagini che riceve, cercando di renderle più utili per la nostra vita quotidiana. Non sempre ci riesce e a volte commette degli errori, ma nella stragrande maggioranza dei casi il risultato è, a dir poco, strabiliante!!!

    In questa breve guida cercheremo  di capire come stanno le cose e come e perché certe immagini ci si presentano modificate rispetto alla realtà. Parliamo di effetti ottici o di illusioni ottiche.

    Per una chiara comprensione dei vari fenomeni faremo un rapido excursus sull’anatomia e il funzionamento dell'occhio. Accenneremo brevemente anche alla fisica delle onde elettromagnetiche, che sono alla base di molti di questi fenomeni, per completare la nostra base di conoscenze e comprendere più facilmente.

    Ma ora bando alle ciance ... si comincia!!!

    L'OCCHIO

    L'occhio è una perfetta e sofisticatissima macchina da presa. Strutturalmente e funzionalmente assomiglia ad una macchina fotografica, ma è immensamente più efficiente. Forse sarebbe più corretto affermare che è la macchina fotografica che assomiglia all'occhio, ma poco importa. Diciamo che si somigliano tra loro…

    Le parti fondamentali di una fotocamera sono tre: l'obiettivo, il diaframma e la superficie sensibile. Quest'ultima può essere costituita dalla pellicola fotografica oppure dal sensore ottico. Poi ci sono tutte le varie parti meccaniche e circuiterie elettroniche che ne permettono il funzionamento, ma dal punto di vista puramente funzionale le parti sono, come detto, soltanto tre.

    E anche nell'occhio sono tre: cristallino, iride e retina.

    L'OBIETTIVO

    L'obiettivo della macchina fotografica, e anche della videocamera, è  composto di una o più lenti. Ma come sono fatte?

    Vi sono due tipi di lenti, quelle convergenti e quelle divergenti.

    Le prime sono in grado di concentrare in un unico punto i raggi luminosi che passano attraverso di esse. Per loro natura, le lenti convergenti sono dette anche lenti d'ingrandimento perché, osservando un oggetto posto oltre di esse, lo vediamo ingrandito. Tanto più ingrandito quanto più la lente si presenta spessa e con curvature accentuate. Possono avere varie forme, ma la biconvessa è la più comune. Biconvessa significa che entrambe le facce della lente sono curve verso l'esterno. Esistono anche lenti piano convesse (una faccia è convessa e l'altra è piana) e concavo-convesse (una faccia è convessa e l'altra concava). Quest'ultimo tipo di lenti per poter essere convergenti devono presentare una maggior curvatura della superficie convessa rispetto a quella concava. Qualunque sia la loro forma, la capacità di far convergere la luce le rende utilizzabili per molti scopi, dalla costruzione di occhiali per correggere la presbiopia, alla realizzazione di binocoli, cannocchiali ed obiettivi fotografici.

    Le lenti divergenti, contrariamente a quelle descritte precedentemente, fanno divergere i raggi solari. Se guardiamo un oggetto con una lente di questo tipo lo vediamo rimpicciolito. Possono essere biconcave, dove le facce sono entrambe curve verso l'interno, piano concave, dove solamente una delle due facce è concava mentre l'altra è piana, o concavo-convesse. In quest'ultimo caso la superficie concava deve avere una curvatura maggiore rispetto a quella convessa.

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1