Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

E-Politics: Riflessioni per una nuova dialettica politica
E-Politics: Riflessioni per una nuova dialettica politica
E-Politics: Riflessioni per una nuova dialettica politica
E-book46 pagine32 minuti

E-Politics: Riflessioni per una nuova dialettica politica

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Info su questo ebook

A partire dagli ultimi anni è stato possibile assistere a un cambiamento estremamente capillare dei mezzi adoperati dai partiti al fine di veicolare il consenso e organizzare la base militante: la rete, strumento ormai imprescindibile per un ambito estremamente vasto di attività, ha caratterizzato radicalmente l’organizzazione dei movimenti politici, sia italiani che internazionali, divenendo anche strumento di lotta politica contro dittature soffocanti, come nel caso delle rivoluzioni che hanno preso piede in Africa. Da tale constatazione nasce questo tentativo di comprendere come l’adozione di un nuovo mezzo di comunicazione determini un mutamento della stessa struttura organizzativa del partito politico, e la volontà di spiegare alcuni comportamenti adottati da leader politici sul Web, i quali sembrano ricalcare sempre di più gli atteggiamenti dell’internauta medio al fine di acquisirne la compiacenza. L’indagine procederà anche attraverso un confronto tra l’esperienza italiana e quella statunitense, all’interno della quale possiamo osservare

esperienze politiche che hanno condizionato ingentemente il panorama italiano.
LinguaItaliano
Data di uscita25 gen 2016
ISBN9788898980598
E-Politics: Riflessioni per una nuova dialettica politica
Leggi anteprima

Correlato a E-Politics

Ebook correlati

Articoli correlati

Categorie correlate

Recensioni su E-Politics

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    E-Politics - Riccardo Antonucci

    978-88-98980-59-8

    INTRODUZIONE

    Un proposito di indagine

    Gli eventi che a partire dal 2012 hanno costituito un importante cambiamento nell’odierna situazione politica nazionale hanno spinto, e continuano a spingere, una numerosa congrega di osservatori a interrogarsi sul rapporto vigente tra le forze politiche e gli strumenti di aggregazione sociale messi in campo dalla Rete, tramite i quali si è verificato un mutamento rivoluzionario nella stessa conformazione organizzativa dei partiti.

    Dell’influenza notevole esercitata dai social network nella nostra vita quotidiana si è parlato abbondantemente: essi costituiscono ormai a pieno titolo una componente perfettamente integrata delle nostre relazioni sociali e risulta difficile concepire una realtà che ne sia sprovvista.

    Il cambiamento non ha inficiato esclusivamente su aspetti basilari della nostra esistenza, coinvolgendo allo stesso modo numerosissime attività sociali basate sulla condivisione e la diffusione di informazioni, comprese quelle prettamente politiche.

    La presenza in Rete di partiti e personalità politiche note e non è innegabilmente divenuta più massiccia negli ultimi anni, estendendo l’organizzazione del consenso anche in quelle aree finora escluse dalla comunicazione ideologica ufficiale e protagonista, al contrario, di semplici scambi di opinioni in via del tutto personale e privata.

    È in corso una manifesta convergenza di tali organismi verso piattaforme attualmente adoperate su vasta scala e che risultano indispensabili per acquisire visibilità.

    Numerosi sono stati gli studi volti a comprendere i legami tra Web e partiti, sulla scia soprattutto del notevole risultato elettorale del Movimento 5 Stelle e della campagna per le primarie del PD organizzata da Matteo Renzi, i quali possono a buon titolo essere definiti i parti della Rete, in quanto sono coloro che rispecchiano in maniera più forte e autentica la nuova logica emergente sviluppata proprio sulla Rete stessa.

    I risultati ottenuti dai due casi citati, capaci di condizionare fortemente gli attuali assetti politici, rendono dovuta una seria considerazione di quanto stia per cambiare nel nostro rapporto con i partiti e soprattutto quale sia la tendenza di fondo di simile processo.

    Obiettivo di quest’opera è proprio quello di individuare le principali caratteristiche dell’impiego di Internet da parte delle maggiori forze politiche, cercando di pari passo di fornire un parallelismo tra quanto si verifica nel nostro Paese e le esperienze di altre nazioni occidentali.

    Ovunque il Web è divenuto centrale nei processi politici, eppure non tutti i casi presentano situazioni completamente analoghe, e l’aspetto geopolitico inficia, come vedremo, in maniera rilevante nello sviluppo di questi processi.

    L’osservazione delle più importanti peculiarità potrà fornire strumenti per comprendere più adeguatamente quanto stia accadendo in Italia, suscitando l’interrogativo se il percorso che stiamo intraprendendo, non privo di vantaggi così come di storture, sia davvero l’unico possibile.

    CAPITOLO 1

    Politica e Rete: i movimenti di base alla conquista del Web

    La

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1