Trova il tuo prossimo libro preferito

Abbonati oggi e leggi gratis per 30 giorni
Il mondo nuovo: Terra Incognita 1

Il mondo nuovo: Terra Incognita 1

Leggi anteprima

Il mondo nuovo: Terra Incognita 1

Lunghezza:
82 pagine
1 ora
Pubblicato:
Mar 22, 2016
ISBN:
9788865306376
Formato:
Libro

Descrizione

RACCONTO LUNGO (53 pagine) - FANTASCIENZA - Un passaggio dimenticato da secoli si nasconde in una cripta segreta di Notre-Dame: al di là c'è l'ignoto, e un'incredibile avventura per Jack Cliver

Notre-Dame. La più affascinante, misteriosa cattedrale di Parigi, nasconde un mistero sepolto da secoli. Una porta, un passaggio per un luogo diverso, un tempo ben noto, ma ormai dimenticato. A scoprirlo, a quanto sembra, è stata la sorella di Jack Cliver, che manca all'appello da diversi giorni. Determinato a ritrovarla, Cliver non esita a seguirla attraverso il portale. Ma nulla, nella sua pur vasta cultura, avrebbe potuto prepararlo a ciò che si sarebbe trovato davanti. Il fascino dell'avventura, del romanzo d'appendice e dei mondi straordinari, in una nuova saga tra mondi alieni, moschettieri e pirati.

Roberto Guarnieri, classe 1963, è un ingegnere civile e lavora nell'Amministrazione comunale della sua città (Civitanova Marche). È appassionato di fantascienza, fantasy, archeologia e tematiche sui misteri delle antiche civiltà perdute. Ha pubblicato diversi racconti su riviste ("Delos", "Altrisogni", "Writers Magazine Italia", "Carmilla", "Urania") e antologie (tra le più importanti le serie "365"" " "racconti "e  "Il Magazzino dei Mondi", tutti della Delos Books, oltre ad altre delle Edizioni Scudo). È l'autore della serie di novelette steampunk "Il circolo dell'arca" (Delos Digital). Ha frequentato nel 2012 un corso on-line di scrittura creativa con Franco Forte. È stato finalista al Premio Blakwood Algernon 2012, al Premio Urania Stella Doppia 2013, al Premio della rivista "Effemme" 2013 e al premio "Robot" 2014.
Pubblicato:
Mar 22, 2016
ISBN:
9788865306376
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Categorie correlate

Anteprima del libro

Il mondo nuovo - Roberto Guarnieri

9788865306413

Prologo

La nuvola viola pulsava frenetica come un cuore malato, riempiendo la grotta di bagliori infernali. La ragazza si avvicinò cauta, tremando per l’emozione, e rimase immobile, ipnotizzata dallo spettacolo.

Era tutto vero.

Non rimaneva che un’ultima prova.

Tolse di tasca l’oggetto e, tenendolo stretto in pugno, lo alzò sopra la testa.

Uno sfrigolio di energia crepitò nell’aria, seguito da un lampo blu che si diresse verso la luce vibrante.

Un alito di vento soprannaturale le agitò i capelli. Una leggera brezza che si trasformò subito in un potente risucchio. L’aria fluiva verso la nuvola, sempre più veloce, come se qualcuno avesse aperto una porta sull’Inferno.

Fece un passo indietro, mentre la furia della corrente aumentava sempre più.

Cadde a terra, cercando un appiglio sul pavimento. Raschiò con le unghie la roccia mentre, terrorizzata, veniva risucchiata verso il centro della grotta.

Con un urlo di terrore vide la nuvola viola aprire la fauci, simile a un’enorme pianta carnivora.

Nessuno sentì le sue grida disperate.

1

Jack Cliver bloccò con un’abile mossa il fendente e fece un passo indietro per poi sferrare un attacco con una precisa stoccata. L’avversario la evitò e, approfittando del fianco scoperto, tentò a sua volta un colpo mortale.

Cliver mosse il busto e, con i piedi ben saldi a terra, incrociò la lama deviando l’affondo. Con un lampo di trionfo negli occhi fini il movimento toccando il nemico sul braccio sinistro.

La sirena lanciò tre squilli e sul tabellone si accesero dei caratteri rossi.

– Bel colpo – Robert Dreymoore si tolse la maschera di protezione e si esibì in un leggero inchino. – Ormai non ho più nulla da insegnarti, temo. Batterti diventa sempre più difficile.

Cliver si liberò a sua volta e ricambiò la cortesia. – L’allievo non ha ancora superato il maestro, purtroppo. – disse allegro, sistemandosi i capelli. – Ma sono sulla buona strada. Non devo migliorare troppo, però, altrimenti non accetterai più di farmi lezione e non saprei dove sbattere la testa.

– Un modo lo troverai di sicuro – replicò l’altro sornione. – Non parli mai del tuo passato ma la prontezza di riflessi e, soprattutto, quel paio di cicatrici che hai addosso, raccontano più di quel che vorresti far sapere.

Cliver toccò la piccola zona di pelle grinzosa sotto la guancia, grande come una moneta. Un colpo di pistola rimediato in un’oasi della Libia durante una animata discussione con un tombarolo poco collaborativo.

– Un marito geloso armato di attizzatoio. – si chinò per slacciarsi le scarpe da ginnastica. – Peccati di gioventù. Chi non ne ha fatti, del resto?

Dreymoore sospirò rassegnato. Sapevano entrambi che era una bugia, un modo gentile per evitare una risposta.

– A Lunedì, allora – concluse controllando che il prossimo cliente fosse arrivato – E fammi sapere se vuoi venire con me a Manchester per il torneo di autunno. Devo iscriverti.

– Se sono libero, di sicuro – rispose infilando maglietta bagnata e guanti nel borsone. – Ti avverto in anticipo in ogni caso.

La lezione era terminata. Cliver ripose la sciabola nella rastrelliera, salutò l’istruttore con una stretta di mano e, sudato e rilassato, si avviò verso la doccia. Non c’era nulla che lo aiutasse a scaricare la tensione come un’ora di scherma.

Inutile nella vita di tutti i giorni, ma ben più impegnativa e stimolante dei noiosi addestramenti con le armi da fuoco che aveva dovuto sopportare per tanto tempo. Quello era lavoro e serviva per tornare a casa sano e salvo. Nulla a che vedere con un sano hobby.

Buttò un’occhiata all’orologio. Una buona mezz’ora prima di tornare in ufficio, poteva fare le cose con calma.

Ufficio.

La parola lo fece ancora sorridere, nonostante fosse divenuto un topo di biblioteca da ormai tre anni. Dopo un decennio trascorso all’aperto, nei siti archeologici più remoti e pericolosi del mondo, faceva fatica a pensare a sé stesso relegato dietro una scrivania.

Una laurea in lettere e archeologia, raggiunta giovanissimo e con il massimo dei voti, unita a una breve carriera militare nei reparti speciali inglesi gli avevano spalancato le porte di un’attività pericolosa, ma entusiasmante. Partecipare a campagne di scavo e esplorazioni nella duplice veste di membro tecnico e guardia armata, con un pennello in una mano e una pistola automatica nell’altra.

Le occasioni in cui era stato costretto a rubare reperti e fuggire a gambe levate inseguito da indigeni, trafficanti d’arte e malfattori si erano rivelate più numerose di quanto pensasse.

Ora, per fortuna, svolgeva un’attività più tranquilla.

Forte dell’esperienza e delle credenziali conquistate sul campo aveva fondato una società, con sede a Londra e contatti in tutto il mondo.

I suoi clienti erano università, musei e il governo Inglese, oltre a ricchi privati in cerca di pezzi rari. Cliver organizzava le spedizioni di ricerca all’estero, assumendo a contratto ex militari, preparando liste dei materiali, studiando location e assistenza in situ, contattando guide locali e fornendo supporto in uomini e mezzi.

Tutto quanto necessario per rendere la missione sicura e di successo. La sua esperienza lo conduceva anche a partecipare ad aste e contrattazioni in giro per il

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Il mondo nuovo

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori