Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Miracolo de lo Sacro Corporale
Miracolo de lo Sacro Corporale
Miracolo de lo Sacro Corporale
E-book29 pagine24 minuti

Miracolo de lo Sacro Corporale

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Info su questo ebook

Il Miracolo del corpus Domini ad Orvieto in una sacra rappresentazione. Giuseppe R. Baiocco ha riletto con rispetto e attenzione un testo che narra in forma di prosa teatrale il Miracolo di Bolsena. L'opera fu realizzata forse tra il 1323 e il 1330, ma elaborata probabilmente già negli anni Novanta del Duecento. La composizione ha costituito la fonte privilegiata per Ugolino di Vieri nella realizzazione del prezioso reliquario, che ha accolto per secoli la reliquia del miracolo, e per Ugolino di Prete Ilario (e i suoi aiuti) nella decorazione della parete di destra della Cappella del Corporale all’interno della Cattedrale orvietana.
LinguaItaliano
Data di uscita9 giu 2014
ISBN9788898190355
Miracolo de lo Sacro Corporale
Leggi anteprima

Leggi altro di Giuseppe Baiocco

Correlato a Miracolo de lo Sacro Corporale

Recensioni su Miracolo de lo Sacro Corporale

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

    Anteprima del libro

    Miracolo de lo Sacro Corporale - Giuseppe Baiocco

    Giuseppe R. Baiocco

    da Anonimo del XIV sec.

    Miracolo de lo Sacro Corporale

    Copyright

    Titolo: Lo Miracolo de lo Sacro Corporale

    Autore: Giuseppe Baiocco da Anonimo XIV secolo

    Copyright © 2013 LibroSì EDIZIONI

    ISBN versione ebook: 978-88-98190-35-5

    Leggi gli altri libri di LibroSì Edizioni accedi al catalogo on line.

    Scrivi a librosi.edizioni@gmail.com

    Sommario

    Copyright

    L'opera

    L'Autore

    L'opera

    Personaggi

    Narratore

    Teodora d’Aquino

    Tommaso d’Aquino

    Pietro da Praga

    Confessore

    Albergatore

    Sacrestano

    Papa Urbano IV

    Vescovo

    Prevosto di Bolsena

    Preti, Pellegrini, Cardinali, Coro

    Narratore – Vorrei avere mano morbida per guidare voi, cortese pubblico, nella Rappresentazione Sacra del Miracolo di Bolsena. Fuori dal secolo dei dubbi, il secolo breve, il Novecento, conficcati nella vischiosa società liquida che ammorba, si cercano senso e comunanza, uguaglianza e libertà nell’odierno che divide. Rimembrare conforta e fa sentire che qualcosa, come il caldo o il freddo, succede dentro di noi. Noi diventiamo strumento della nostra esperienza. Gesù Cristo, prigioniero nel tabernacolo per amore, può tornare nei crocicchi delle strade o nel bosco fitto dei cuori umani, per alimentare il fuoco che ha portato sulla terra con l’Eucaristia e rifondare il suo regno sociale. Può camminare a testa alta nelle piazze piene di vento, per accompagnare noi a vedere la fodera del mondo, il mondo dalla parte delle radici (pausa lunga). Ma in fondo poesia è parola che cerca un senso (pausa). Qui si narra, o mite pubblico, di un prete boemo, roso dal dubbio, che trova avvenimento prodigioso a riportarlo in strada, lui, che persa l’aveva camminando, e dei tormenti di uomo qualunque e prete. Non tralasciando le vicende terrene di Tommaso d’Aquino, chiamato a cantare da par suo la mirabilia del caso e di Donna Teodora d’Aquino, rigida e contrastata madre (Teodora passa tra la folla e sale gli scalini, pausa). Si dà quindi avvio a una storia di miracolo e fede che prende le mosse dal profondo Medioevo (fa per andarsene,

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1