Inizia a leggere

Il peronismo 1945-1955

Valutazioni:
219 pagine

Sintesi

QUESTO LIBRO È A LAYOUT FISSO.

Peronismo è una parola ricorrente nella politica italiana. Specialmente politici e intellettuali di sinistra se ne servono negativamente, associandola a populismo e
a demagogia, categorie attribuite agli avversari da combattere.
Ma per l’Argentina il peronismo fu ben altro.
Rappresentò un reale cambiamento di potere, passando dalla tradizionale alleanza dell’oligarchia latifondista e finanziaria con l’imperialismo inglese, e a volte anche con quello statunitense, ad un nuovo potere, sotto l’egemonia del nascente capitalismo industriale argentino.
Questa anomala alleanza tra il settore industriale nazionale, il grosso dell’esercitò e i sindacati operai riuscì a mettere in moto con Peron, attraverso contraddizioni, avanzate e retrocessioni, un processo che gettò le basi per creare un’Argentina diversa, certo migliore di quella che Peron stesso trovò nel 45′.
I beneficiari furono la neonata classe industriale e gli operai. Questa fu la vera forza del peronismo.

Alfredo Helman è nato Buenos Aires nel 1935.
Rifugiato in Italia per ragioni politiche, il suo nome è citato da Che Guevara in ‘Diario in Bolivia’.

Leggi sull'app mobile di Scribd

Scarica l'app mobile gratuita di Scribd per leggere sempre e ovunque.