Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Clara Hörbiger e le legioni dei vivi, le legioni dei morti: Clara Hörbiger 6
Clara Hörbiger e le legioni dei vivi, le legioni dei morti: Clara Hörbiger 6
Clara Hörbiger e le legioni dei vivi, le legioni dei morti: Clara Hörbiger 6
E-book94 pagine1 ora

Clara Hörbiger e le legioni dei vivi, le legioni dei morti: Clara Hörbiger 6

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

ROMANZO BREVE (59 pagine) - STEAMPUNK - La grande battaglia è cominciata: i terrestri si giocano il futuro del mondo

La resa dei conti è arrivata. L'esercito dei Seleniti è alle porte di Milano, ma le forze dell'Impero Asburgico, comandate dal condottiero per eccellenza, Montecuccoli. sono pronte. Fanti, cavalieri, artiglieria e possenti aeronavi. E Clara Hörbiger è pronta a dare il suo contributo. Ormai è noto che i Seleniti non sono indistruttibili, possono essere attaccati e vinti, ma le loro forze sono ancora di gran lunga preponderanti, e averne ragione potrebbe essere al di là delle possibilità umane.

Alessandro Forlani insegna sceneggiatura all'Accademia di Belle Arti di Macerata e alla Scuola Comics di Pescara. Premio Urania 2011 con il romanzo "I senza tempo", vincitore e finalista di altri premi di narrativa di genere (Circo Massimo 2011, Kipple 2012, Robot e Stella Doppia 2013) pubblica racconti e romanzi fantasy, dell'orrore e di fantascienza ("Tristano"; "Qui si va a vapore o si muore"; "All'Inferno, Savoia!") e partecipa a diverse antologie ("Orco Nero"; "Cerchio Capovolto"; "Ucronie Impure"; "Deinos"; "Kataris"; "Idropunk"; "L'Ennesimo Libro di Fantascienza"; "50 Sfumature di Sci-fi"). Vincitore del Premio Stella Doppia Urania/Fantascienza.com 2013.
LinguaItaliano
Data di uscita8 dic 2015
ISBN9788865305270
Clara Hörbiger e le legioni dei vivi, le legioni dei morti: Clara Hörbiger 6
Leggi anteprima

Leggi altro di Alessandro Forlani

Correlato a Clara Hörbiger e le legioni dei vivi, le legioni dei morti

Ebook correlati

Categorie correlate

Recensioni su Clara Hörbiger e le legioni dei vivi, le legioni dei morti

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    Clara Hörbiger e le legioni dei vivi, le legioni dei morti - Alessandro Forlani

    STAGIONE 1   VOLUME 6

    Alessandro Forlani

    Clara Hörbiger e le legioni dei vivi, le legioni dei morti

    Romanzo breve

    Prima edizione dicembre 2015

    ISBN 9788865305270

    © 2015 Alessandro Forlani

    Edizione ebook © 2015 Delos Digital srl

    Piazza Bonomelli 6/6 20139 Milano

    Versione: 1.0

    TUTTI I DIRITTI RISERVATI

    Sono vietate la copia e la diffusione non autorizzate.

    Informazioni sulla politica di Delos Books contro la pirateria

    Indice

    Il libro

    L'autore

    Clara Hörbiger e le legioni dei vivi, le legioni dei morti

    1.

    2.

    3.

    4.

    Delos Digital e il DRM

    In questa collana

    Tutti gli ebook Bus Stop

    Il libro

    La grande battaglia è cominciata: i terrestri si giocano il futuro del mondo

    La resa dei conti è arrivata. L'esercito dei Seleniti è alle porte di Milano, ma le forze dell'Impero Asburgico, comandate dal condottiero per eccellenza, Montecuccoli. sono pronte. Fanti, cavalieri, artiglieria e possenti aeronavi. E Clara Hörbiger è pronta a dare il suo contributo.

    Ormai è noto che i Seleniti non sono indistruttibili, possono essere attaccati e vinti, ma le loro forze sono ancora di gran lunga preponderanti, e averne ragione potrebbe essere al di là delle possibilità umane.

    L'autore

    Alessandro Forlani insegna sceneggiatura all'Accademia di Belle Arti di Macerata e alla Scuola Comics di Pescara. Premio Urania 2011 con il romanzo I senza tempo, vincitore e finalista di altri premi di narrativa di genere (Circo Massimo 2011, Kipple 2012, Robot e Stella Doppia 2013) pubblica racconti e romanzi fantasy, dell'orrore e di fantascienza (TristanoQui si va a vapore o si muoreAll'Inferno, Savoia!) e partecipa a diverse antologie (Orco NeroCerchio CapovoltoUcronie ImpureDeinosKatarisIdropunkL'Ennesimo Libro di Fantascienza50 Sfumature di Sci-fi). Vincitore del Premio Stella Doppia Urania/Fantascienza.com 2013.

    Dello stesso autore

    Alessandro Forlani, Sonno verde Robotica.it ISBN: 9788867753451 Alessandro Forlani, M'rara Robotica.it ISBN: 9788867757459 Alessandro Forlani, Sigarette terrestri Robotica.it ISBN: 9788867758173 Alessandro Forlani, Clara Hörbiger e l'invasione dei Seleniti Clara Hörbiger e l’invasione dei Seleniti ISBN: 9788867758968 Alessandro Forlani, Clara Hörbiger e l'armata cadavere Clara Hörbiger e l’invasione dei Seleniti ISBN: 9788867759163 Alessandro Forlani, Clara Hörbiger e la battaglia di Padova Clara Hörbiger e l’invasione dei Seleniti ISBN: 9788867759361 Alessandro Forlani, Clara Hörbiger e la cripta meccanica Clara Hörbiger e l’invasione dei Seleniti ISBN: 9788867759583 Alessandro Forlani, Clara Hörbiger e il condottiero Clara Hörbiger e l’invasione dei Seleniti ISBN: 9788867759804

    1.

    Clara spantofolò dalla camera alle scale, seguì l'odore di caffelatte e croissant che saliva dal salone. Sentì il babbo chiacchierare con un ospite, si arrossì che era in camicia e tornò nella sua stanza. Si acconciò, si vestì e infilò le scarpe; lasciò la porta aperta sul corridoio e ascoltò ridere forte e il conversare di quel vocione:

    – Oddìo, non è possibile – le trombe, l'uragano e i cannoni di Montecuccoli!

    Clara, innanzi tutto, corse giù per i gradini; preoccupata che quel titano le spazzolasse le leccornie. Lo trovò che si accontentava di un biscottino di cioccolata, di un tè di piante nere da una tazza di porcellana: che teneva fra le dita, effettato, con il gesto fuori moda di un untuoso damerino.

    Con i guanti da battaglia insanguinati di Selenita.

    Compensava all'abbuffata con un Toscano spropositato: le sembrò un tronco d'albero, fronde verdi e di bacche, che bruciasse, spandesse fumo e spargesse cenere sui tappeti – povere domestiche! Doveva aver attinto alla riserva di papà: quelle scatole di legno rosso intarsiato nei cassetti serrati a chiave da non toccare per nulla al mondo, le aveva raccomandato. Eccolo, il nulla al mondo!

    – At gneser un cancher, streghetta! – la invitò ad accomodarsi quasi fosse a casa propria – non mi avevi mica detto, che hai un padre così gagliardo!

    Babbo lo ringraziò snuvolando con il suo sigaro, lei andò a sederglisi vicino; spalmò il pane di burro e marmellata e si servì di latte caldo e spremuta. Parlò al conte come un ospite normale, qualche ciacola sul bel tempo: siete in forma; come state e i convenevoli da sorbetto. E però, sotto il tavolo, calciò il padre a uno stinco:

    – … fammi indovinare… – gli soffiò in un orecchio.

    Lui, senza ammanco fingere discrezione, batté una mano aperta sul tavolo e omaggiò il Montecuccoli di un'altra spipacchiata:

    – È un uomo eccezionale. L'ho invitato a fermarsi qui.

    – Come, in casa? – lei trasecolò.

    – Mi pare giusto che due vecchi compagni d'arme condividano un alloggio.

    Non siete compagni d'arme!

    – Ah! Tu non c'eri al gran consiglio di ieri sera! –; Montecuccoli tirò su dalla tazzina di porcellana con un'eco di pompa idrovora, sbatté il ninnolo sul tovagliolo coi pizzi e si alzò a gironzolare.

    – Ci si è intesi con un'occhiata, sono cose che sa chi ha combattuto.

    – Eh, ci avrei scommesso.

    Clara si rassegnò. Le spiegarono paonazzi, eccitati, puzzolenti di notte brava, che gliene avevano davvero dette quattro, a quei barbogi pusillanimi là a corte.

    – Qual è la novità?

    – Ranieri se n'è persuaso: ci affiancheremo al comando. Un uomo sta in prima fila con l'armi in pugno, non è una statua equestre per…

    – … dare il buon esempio – lei li spernacchiò. Li guardò come si guardano gli imbecilli: soprattutto papà; e invece di scansarla con un rimbrotto di sufficienza, o la foia dei maschi idioti se si tratta di ammazzare, si scambiarono silenziosi uno sguardo di affinità.

    – Non ho alzato il gomito – il babbo sospirò.

    Lui fa questo effetto!

    – Sei tu l'incantatrice.

    – Forse m'ha un po' esaltato.

    – Siete ridotti due bestie.

    – Lo

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1