Goditi milioni di eBook, audiolibri, riviste e tanto altro ancora con una prova gratuita

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

I sette colori del cielo
I sette colori del cielo
I sette colori del cielo
E-book134 pagine1 ora

I sette colori del cielo

Valutazione: 0 su 5 stelle

()

Leggi anteprima

Info su questo ebook

Questo libro è nato con l’intento di diffondere l’astrologia esoterica, per poter dare uno spazio, fra le tante astrologie diffuse oggi, ad un’astrologia intuitiva, ad un’astrologia soggettiva che si preoccupa di indagare e studiare le cause e i principi della Vita stessa. L’intento è quello di avvicinare il lettore a un nuovo approccio e ad una nuova, anche se antichissima, interpretazione dei simboli astrologici. Il tentativo dell’autrice è di portare il lettore oltre l’apparenza fenomenica, oltre i suoi limiti di separatezza, al fine di aiutarlo ad uscire dall'illusione in cui è immerso, e poter così comprendere che la vita è una e che si basa su leggi scientifiche che esprimono le infinite relazioni che intercorrono fra le sette grandi Vite, che di sé informano la vita stessa e le costellazioni, i sistemi solari, i pianeti ed il singolo uomo. Ogni cosa nell’universo è un’entità, lo spazio stesso è un’entità e l’astrologia esoterica è quella scienza che meglio ne spiega i cicli, i ritmi e le leggi. Il fine ultimo di questo libro è di fare comprendere all’uomo che non è mai solo durante questo splendido viaggio che è la Vita stessa.
Maria Grazia Barbieri dopo studi liceali trascorre alcuni anni ad approfondire la lingua inglese e l’astrologia viaggiando in Europa e in Oriente. Durante la permanenza in Oriente l’interesse per la scienza astrologica diviene più profondo e consapevole. Poi l’incontro con Massimo Rodolfi la porta in contatto con lo studio del Raja-Yoga e dà inizio a dieci anni di profondo lavoro di trasformazione di sé e di studio dell’esoterismo. Per alcuni anni approfondisce l’interesse per le discipline psicofisiche orientali presso una nota scuola bolognese. Nel presente il suo impegno è di diffondere con dedizione i fondamenti dell’esoterismo e la conoscenza dell’astrologia esoterica attraverso seminari e conferenze.
LinguaItaliano
Data di uscita6 set 2012
ISBN9788863530131
I sette colori del cielo
Leggi anteprima

Correlato a I sette colori del cielo

Ebook correlati

Recensioni su I sette colori del cielo

Valutazione: 0 su 5 stelle
0 valutazioni

0 valutazioni0 recensioni

Cosa ne pensi?

Tocca per valutare

La recensione deve contenere almeno 10 parole

    Anteprima del libro

    I sette colori del cielo - Maria Grazia Barbieri

    Anime

    Introduzione

    Perché il Cielo ha sette colori? Perché, se è vero che così in cielo come in terra, allora tutto ciò che esiste in natura nel nostro pianeta esprime i sette principi che hanno dato origine alla vita.

    Tanti sono i loro nomi: i sette raggi, i sette Saggi seduti davanti al Trono, i sette Sanat Kumara, i sette Rishi, le sette stelle dell’Orsa Maggiore, ma comunque siano chiamati sono Loro le fonti della vita che, discendendo, si diversificano, si colorano, si trasformano in miriadi di sfumature e di qualità dando così origine alla bellezza del nostro sistema solare e del nostro pianeta Terra sul quale viviamo. Sono Loro che creano le infinite sfumature di qualità che compongono la meravigliosa sinfonia della Vita. Tutto è manifestazione di questi sette principi spirituali, ed anche sul piano fisico, che noi principalmente percepiamo, anche nel piano più denso e basso, troviamo la bellezza della natura come espressione armoniosa del principio settumplice della vita.

    La vita si esprime attraverso il suono, la forma e il colore, allora ecco le sette note musicali che danno origine a meravigliose armonie, allora ecco l’arcobaleno che dopo il temporale cupo e oscuro illumina il cielo con i suoi sette colori che, non scordiamolo mai, uniti insieme diventano il bianco luminoso della luce. Infine ecco la forma che si esprime attraverso i sette stadi della materia: denso, fluido, gassoso, eterico, supereterico, subatomico ed atomico, creando le montagne e i boschi, i laghi e i mari, il vento e le nuvole, poi il prana che scorre trasportando energia vitale attraverso l’eterico dove si rapportano tutte le energie e dove scorrono le comunicazioni sottili, energia, che altro non è che coscienza, che tutto connette, che tutto unisce; anche l’uomo è unito a una stella, non se ne rende conto, ma è unito a tutto l’universo attraverso questa splendida rete aurica, eterica che tutto unisce, che tutto include.

    La natura ogni giorno ci dimostra così da dove arriviamo, manifesta nel creato il creatore, semplicemente facendoci ascoltare la musica della vita, facendoci vedere, restando incantati, i colori dell’arcobaleno dipingere il cielo, facendoci fruire del nostro pianeta in tutte le forme possibili: arrampicati a una dura roccia o sdraiati in un prato, immersi nell’acqua che ci avvolge e ci culla, oppure lasciando che il vento scompigli i nostri capelli portandoci suoni lontani.

    Ecco come questi sette principi così lontani, misteriosi e insondabili dalla mente umana ancora troppo limitata, si mostrano a noi, umilmente, manifestandosi ogni giorno e ogni notte e permettendoci di godere della loro bellezza.

    Infine non voglio dimenticare la creazione più straordinaria: l’uomo. Il suo corpo, le sue emozioni, i suoi pensieri sono sempre manifestazione di sette raggi, di sette colori, di sette suoni, di sette chakra spirituali, di sette piani di manifestazione, di sette pianeti sacri che lo aiutano a rapportarsi al Sole, il cuore del sistema solare, l’aspetto coscienza a cui le nostre coscienze convergono per farne parte. E un giorno, quando l’uomo riuscirà a sentire il suo cuore battere in sintonia con il battito del cuore del Sole, allora finalmente sentirà di appartenere alla vita e non sarà più un universo chiuso e separato da ciò che gli è stato donato, ma si renderà conto che ne fa parte, che appartiene alla vita stessa apportando ad essa il suo contributo.

    Capitolo primo

    L'astrologia esoterica

    L’astrologia esoterica è la scienza che studia i rapporti che esistono fra tutte le creature viventi dell’universo. Ogni creatura è un centro di coscienza e ogni centro interagisce ed è influenzato dai sette raggi, ma anche dalle costellazioni e dai pianeti. Iniziare a comprendere queste relazioni significa iniziare a comprendere l’insegnamento di questa scienza ed essere così parte attiva dell’evoluzione.

    L’astrologia ortodossa, la più conosciuta e diffusa, si fonda sull’illusione, perché l’uomo è ancora immerso in Maya, in un mondo illusorio e apparente, finchè non riuscirà a integrare e allineare la personalità, per vivere finalmente come anima. Illusione anche perché si fonda su un percorso immaginario del Sole attraverso lo Zodiaco, quindi non sulla Realtà, ma solo sulla sua apparenza fenomenica.

    L’astrologia esoterica, invece, è un’astrologia intuitiva, perché solo con l’intuizione ci è dato di comprendere i misteri e i significati delle cose, e nell’avvicinarci ad essa dobbiamo sempre ricordarci che non siamo ancora in grado di comprenderla a fondo, a causa della nostra condizione evolutiva ancora permeata dall’illusione e dalla personalità. Quindi è inutile che chi si avvicina allo studio dell’astrologia esoterica parta con la presunzione di voler comprendere tutto, dato che la comprensione dipende dal grado evolutivo e iniziatico dell’individuo. Quindi, conscio dei suoi limiti, l’uomo cercherà per lo meno di comprendere e di capire alcune delle innumerevoli relazioni e connessioni energetiche, che interagiscono a livello cosmico, sistemico, planetario e individuale. Cercherà quindi, principalmente, di comprendere i 7 raggi e come si manifestano attraverso le costellazioni e i pianeti per arrivare fino a noi.

    Iniziare a comprendere i significati dell’astrologia esoterica significa iniziare a comprendere come siamo uniti alla vita e all’universo e in che modo si manifestano i 7 raggi, e vedere che hanno una fonte di origine, che sono ricevuti e trasmessi dalle costellazioni e dai pianeti e che ne assumono le colorazioni e le qualità per manifestarsi in infinite sfumature energetiche.

    Si potrebbe, per semplificarne la comprensione, fare il paragone con le 7 note musicali, che sono 7 note ben definite, ma che attraverso infinite sfumature e vibrazioni riescono a creare armonia di suoni. In uno spartito di musica abbiamo 7 note, ma è la combinazione delle infinite vibrazioni diverse di queste note che crea armonia.

    Di queste infinite energie che pervadono l’universo, per ora l’astrologia esoterica prende in esame solo una parte, ovvero solo quelle energie che sono atte a manifestarsi sull’Umanità, e quindi sull’individuo, per aiutarci nella nostra evoluzione.

    Quindi prende in grande considerazione tre costellazioni maggiori extrasistemiche (Orsa Maggiore, Sirio e Pleiadi), che poi sappiamo essere corrispondenti a quei centri di accentramento e di distribuzione energetica che noi conosciamo essere Shamballa, la Gerarchia e l’Umanità; i 7 sistemi solari, di cui il nostro fa parte; le 12 costellazioni, nel duplice significato di archetipi intesi come antichi modelli di vita che continuamente si manifestano in noi e di insiemi di stelle come fonti di energie; e poi i centri planetari e i centri individuali, i quali sono tutti punti di ricezione ed emissione delle energie dei 7 raggi. Questo perché i punti su cui si fonda la scienza dell’astrologia esoterica sono l’emanazione, la trasmissione e la ricezione di energie che vengono poi trasformate in forze dall’apparato che le riceve. Non dimentichiamo che l’energia è l’espressione spirituale di un raggio e che la forza è l’uso che ne fanno le entità che la ricevono, chiunque esse siano, un sistema solare, un pianeta o un individuo. Quindi lo spazio è una entità e l’astrologia esoterica ne spiega la vita, le forze, le energie, i ritmi e i cicli.

    Il campo dello spazio è eterico e comprende tutti i corpi eterici, delle costellazioni, dei sistemi solari, dei pianeti, dell’umanità e dell’uomo singolo. Ed è proprio in questo tessuto eterico cosmico, che continuamente si manifestano queste forze ed energie, che sono la base scientifica dell’astrologia esoterica.

    Allora iniziare a comprendere le triangolazioni energetiche significa iniziare a comprendere come l’energia fluisce ed unisce la Vita tutta. L’universo è un insieme infinito di triangoli di energia che non hanno spazio, non hanno tempo, non hanno dimensione, quindi dobbiamo fare uno sforzo per andare oltre la razionalità e per non immaginarlo visivamente in modo concreto, fisico.

    Questo insieme infinito di triangoli di energia è proprio il tessuto aurico nel quale si manifesta la vita. Il punto di riferimento è il campo eterico, perché è lì dove si trasmette, si riceve, e si scambia l’energia. Lo sforzo che dobbiamo fare è quello di incominciare a pensare per insiemi, come in matematica: c’è l’individuo che ha la sua individualità, ma che però non è separato, perché si trova all’interno di un insieme più grande che è la Terra, l’Umanità, la quale è inserita in un insieme più grande che è il Sistema solare, il quale si inserisce in un insieme ancora più grande che comprende le tre grandi costellazioni, Orsa Maggiore, Sirio e Pleiadi, e a questo tipo di insieme ci fermiamo, perché è quello che ci riguarda più da vicino come Umanità, come evoluzione.

    Lo sforzo è quello di cercare di andare oltre la personalità, che percepisce sempre tutto come separato, per capire che siamo continuamente immersi e in relazione con tutto il campo eterico dell’universo, quindi l’individuo con l’Umanità, l’Umanità con il Sistema solare e il Sistema solare con le grandi costellazioni extrasistemiche. Perciò è sempre importante tenere presente e fare riferimento al corpo eterico aurico che è infinito e che tutto comprende, e del quale noi facciamo parte. E’ tutto unito, siamo sempre e continuamente uniti alla Vita.

    Inoltre la difficoltà di comprendere l’astrologia esoterica è che, oltre a cominciare a pensare che siamo uniti con il tutto e quindi con l’Uno, dobbiamo sempre pensare simultaneamente su tre piani, cioè dobbiamo sempre tenere presente la divina trinità della Vita, come manifestazione del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, ma che noi sappiamo anche essere Vita, Qualità e Apparenza, e ancora Monade, Anima e Personalità.

    Dobbiamo sempre tenere presente questi tre piani, non dobbiamo mai dimenticare il fatto che le energie si manifestano diversamente a seconda del veicolo o corpo sul quale agiscono, e la natura di questi corpi dipende esclusivamente dal livello evolutivo raggiunto, sia esso un sistema solare, un pianeta o un individuo.

    Da qui l’affermazione del Tibetano, che dice che un astrologo esoterico deve essere prima di tutto un intuitivo, perché deve comprendere dove l’individuo è posizionato sulla ruota, deve capire se è ancora

    Ti è piaciuta l'anteprima?
    Pagina 1 di 1