Inizia a leggere

Camere d'albergo

Valutazioni:
363 pagine5 ore

Sintesi

Parlavano i suoi occhi. Bruciavano i suoi occhi fino quasi a lacrimare. Fino all'istante in cui si fecero brace vera e le iridi due tizzoni ardenti.
Nel lasso di tempo di qualche respiro cambiò l'aria intorno e mutò anche quell'espressione di tenerezza e struggimento per lasciare il posto a un viso trasfigurato dal disappunto e segnato dalla sofferenza.
Fu sufficiente sottolineare con uno sguardo la presa delle sue mani intorno alle mie braccia perché d'un tratto lui allentasse la stretta sciogliendoci da quel contatto imposto e irragionevole. Di contro, il mio allargare le braccia in segno di costernazione e di resa plateale.
Erano davvero finite le parole. Tutte quante.
Non c'era più niente da dire. Nient'altro da aggiungere né da togliere. Noi eravamo quella stanza, quell'odore martellante così presente e ingombrante d'incenso. Emblematico.
La luce che non riusciva a vincere il velluto giallo ocra del pesante tendaggio e le lancette che sfidavano e vincevano il trucco sfatto, il fiato corto e quel pulsare incessante fra le gambe ogni volta che tornavo a respirare con quell'uomo la stessa aria.

Leggi sull'app mobile di Scribd

Scarica l'app mobile gratuita di Scribd per leggere sempre e ovunque.