Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Diverse Visioni di Gesù Cristo

Diverse Visioni di Gesù Cristo

Leggi anteprima

Diverse Visioni di Gesù Cristo

Lunghezza:
45 pagine
32 minuti
Pubblicato:
14 giu 2013
ISBN:
9788898517114
Formato:
Libro

Descrizione

Un breve saggio, scritto con linguaggio semplice, ma non semplicistico. Illustra le diverse visioni errate riguardo alla persona e l'opera di Gesù Cristo. Modi di vedere la sua persona che sono forieri di gravi errori, che possono portarci delle pesanti conseguenze. In pratica menzogne rivestite di verità. Alcune vedono in Gesù un uomo, buono e un modello da seguire per aiutare gli altri, ma rifiutano di credere che sia Dio. Altre credono che sia Dio fatto uomo, ma rifiutano la sua umanità.
Pubblicato:
14 giu 2013
ISBN:
9788898517114
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Diverse Visioni di Gesù Cristo

Leggi altro di Leonardo Bruni

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

Diverse Visioni di Gesù Cristo - Leonardo Bruni

13]

INTRODUZIONE

A prima vista rispondere alla domanda «Chi è Gesù Cristo?» sembra la cosa più ovvia e scontata. In realtà non è così. Con l'espressione Gesù Cristo non intendiamo il nome e cognome di un uomo. Bensì due realtà che insieme concorrono a definire questa persona¹. In pratica, tutte le volte che diciamo «Gesù Cristo» è come se facessimo una proclamazione, una confessione di fede. Nella quale attestiamo che «L'uomo Gesù e il Cristo, il Figlio di Dio». Siccome nessuno può professare questo se non sotto l'azione dello Spirito santo, entriamo nell'ottica della fede. Qui ci si spalanca un orizzonte infinito: quello, appunto, di capire quale visione abbiamo di tale persona.

Il nostro compito è quello di non sperdersi, senza una direzione, in simile orizzonte; ma di cercare di abbracciare l'insieme della Rivelazione che Gesù Cristo fa di sé². In pratica la domanda diventa: «Chi credo sia Gesù Cristo per me, oggi?».

Va da sé che non potremo mai spiegare completamente, esaurire il mistero di tale persona. Ma ciò non ci esime né da una solida informazione, né a rinunciare ad uno sforzo di sintesi. Per non vanificarsi in migliaia di rivoli o direzioni sbagliate.

Per rispondere alla domanda «Chi è Gesù Cristo?» abbiamo un cammino segnato da punti di riferimento, molto precisi. Da questi non possiamo fare astrazione e possono così essere enucleati:

[1°] Un brevissimo excursus storico sul personaggio storico Gesù, e sull'eredità dottrinale del mistero di Cristo.

[2°] L'evoluzione del pensiero occidentale dall'illuminismo in poi, su chi sia Gesù Cristo.

[3°] Il problema sulla ricerca della storia di Gesù e le sue conseguenze.

[4°] la risposta che si può dare il cristiano di oggi.

§1] Brevissimo excursus storico.

Gesù Cristo: sei secoli per capirlo.

Essendo Gesù il modello perfetto di uomo, che con la sua umanità ha raggiunto la gloria e la felicità massima, ovvero avere come «uomo» la gloria divina, noi -imperfetti come siamo- abbiamo difficoltà a capirlo. Difatti la riflessione umana, filosofica e teologica, ci mise sei secoli per sistemare un po' di questioni riguardo la sua persona. Vala a dire comprendere chi era, per arrivare ad assomigliargli un pochino. Per poter partecipare alla sua vittoria su ogni male a sulla morte.

Nacque allora il concetto di eresia. Un termine molto usato nei primi secoli dopo Cristo, e non a caso. Per la semplice ragione che la complessità della persona di Gesù Cristo mise l'intelletto umano di fronte a quesiti molto complessi. Non solo dal punto di vista filosofico, umano, ma anche teologico rivelato. Onde si impiegarono sei secoli per venire a capo della persona di Gesù Cristo. Eresia etimologicamente significa «prendere una parte della verità e sostenere che sia tutta la verità».Si tratta di una

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Diverse Visioni di Gesù Cristo

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori