Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

La fede è un dono prezioso

La fede è un dono prezioso

Leggi anteprima

La fede è un dono prezioso

Lunghezza:
205 pagine
3 ore
Pubblicato:
30 ago 2013
ISBN:
9788868554156
Formato:
Libro

Descrizione

Voce dall’anima, l’autrice del testo, è una persona con doti e doni speciali, primo fra tutti la locuzione interiore. Dono ricevuto a 29 anni dopo un’esperienza dolorosa che non le ha fatto perdere la fede ma ha dato inizio ad una profonda esperienza di fede che è divenuta l’asse portante della sua vita.

La fede è un dono prezioso.

La Misericordia l’ha condotta alla guida e alla conversione delle creature che a lei si affidano in un rapporto personale di generoso, amorevole e umile sostegno permeato dalla coscienza di essere al servizio, quale strumento nelle mani del Padre.

Nel 1990 inizia in casa il cammino spirituale del suo gruppo di preghiera battezzato “Gesù Amore”.

La vita dell’autrice è una costante testimonianza del Vangelo.

La serena accettazione delle sofferenze e difficoltà, la ricerca della verità, della giustizia, dell’amore disinteressato, sono i pilastri su cui poggia il suo credo.

Questa raccolta lascerà al lettore la certezza della partecipazione costante del Signore alla nostra vita e alla possibilità di un intimo dialogo con Lui, reale e immortale. Siamo suoi figli e non ci lascerà sino alla fine del mondo.
Pubblicato:
30 ago 2013
ISBN:
9788868554156
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a La fede è un dono prezioso

Libri correlati

Articoli correlati

Anteprima del libro

La fede è un dono prezioso - Voce Dall'anima

VOCE DALL’ANIMA

LA FEDE È UN DONO PREZIOSO

Al mio gruppo di preghiera
Gesù Amore

INTRODUZIONE

Voce dall’anima, l’autrice del testo, è una persona con doti e doni speciali, primo fra tutti la locuzione interiore. Dono ricevuto a 29 anni dopo un’esperienza dolorosa che non le ha fatto perdere la fede ma ha dato inizio ad una profonda esperienza di fede che è divenuta l’asse portante della sua vita.

La fede è un dono prezioso.

La Misericordia l’ha condotta alla guida e alla conversione delle creature che a lei si affidano in un rapporto personale di generoso, amorevole e umile sostegno permeato dalla coscienza di essere al servizio, quale strumento nelle mani del Padre.

Nel 1990 inizia in casa il cammino spirituale del suo gruppo di preghiera battezzato Gesù Amore.

La vita dell’autrice è una costante testimonianza del Vangelo.

La serena accettazione delle sofferenze e difficoltà, la ricerca della verità, della giustizia, dell’amore disinteressato, sono i pilastri su cui poggia il suo credo.

Questa raccolta lascerà al lettore la certezza della partecipazione costante del Signore alla nostra vita e alla possibilità di un intimo dialogo con Lui, reale e immortale. Siamo suoi figli e non ci lascerà sino alla fine del mondo.

CAPITOLO 1

LA MADONNA

Sono la vostra Mamma,

sono qui con voi, per voi,

sentitemi nel vostri cuori

MARIA, MADRE DELL’UMANITÀ

IL RUOLO DELLA DONNA NELL’UNIVERSO

Un Angelo  descrive  la bellezza e le qualità della Madonna.                                                                   

l’Angelo dice:

il nome della Madonna, Maria, racchiude in sé musica, suoni e colori. In esso è il fruscio del vento tra le canne, il lento frangersi delle onde del mare, al tramonto, sulla riva, la brezza dolce del cielo azzurro di primavera, i pacifici suoni della natura, profumo e serenità. È il calice di terso cristallo che rifrange la luce in mille bagliori, colmo di musica e meravigliosi colori, un calice che trabocca d’amore.

Maria è tutto ciò e anche di più, colori e musica che i limitati sensi umani non riescono a percepire, profumo inebriante, dolcezza infinita, carità, comprensione. Adorando la Trinità si adora anche Lei, che ad essa è unita indissolubilmente a causa del suo sacrificio, della sua dedizione, dell’aver annullato la sua volontà in Dio per amore dell’uomo.

Maria è una madre, una sorella, un’amica. E’ il riposo di chi è stanco e affaticato dalla vita, è un cuscino di piume dove riposare il capo stanco e provato dall’esistenza, è un soffice giaciglio per chi cammina da troppo tempo su sassi acuminati.

Maria sa, Maria comprende, Maria conforta e lenisce.

Nel suo nome è una cascata d’acqua scintillante e refrigerante che spegne l’arsura di chi nel mondo non trova da dissetarsi, di chi cerca senza sapere cosa cercare.

E’ una luce sicura e confortante per chi vaga nel buio, un bastone cui poggiarsi mentre si sale o si scende per erte ripide e scivolose.

Maria è il vento fresco della sera in giornate assolate e torride, Maria è il conforto della notte che scioglie i pensieri e invita al riposo. Maria si prende cura dell’umanità come se fosse un unico figlio, il suo unico figlio, e nell’amore e nel sacrificio di Gesù quest’umanità è stata lavata e mondata e resa nuovamente scintillante come quando fu creata.

A voi il compito di mantenere inalterata la vostra luce, di non vanificare il sacrificio del Cristo e di sua Madre che tanto vi amano e si preoccupano per voi, che vi evitano di inciampare e vi spianano la strada.

Il Male sempre architetta per togliervi la Luce e nascondervi i sassi, le storture, i buchi e i fossati, li ricopre di un velo di ottusità, di carnalità, di desiderio, di materialità. Vi fa sembrare la strada liscia, desiderabile, percorribile, piana.

E gli ingenui, gli sciocchi, gli accecati dal desiderio materiale, dall’invidia, dalla brama di possesso, gli inutili, i limitati, quelli a cui viene fatto credere una loro presunta superiorità, i razzisti, gli sciovinisti, la percorrono beati, senza accorgersi dei trabocchetti che essa contiene.

Il disprezzo della donna è la tentazione peggiore. Il bieco maschilismo che fa disprezzare l’opera più raffinata e preziosa del Creatore, usata come oggetto di sessualità e disprezzata per questo, considerata un mero contenitore per generare figli, senza carattere, senza personalità, senza valore.

L’uomo, il maschio, teme e invidia la donna, che è regina dell’umanità, cui è stata affidata la capacità di procreare e di trasmettere la vita, la più bella dote che Dio poteva affidare all’umanità, che rappresenta la sua stessa volontà creatrice.

La donna ha il potere di generare, di creare, sarà sempre superiore all’uomo per la capacità di soffrire, di donarsi, di amare, di lenire, di confortare.

Maria è la donna che educa, che governa senza dominare, senza pretendere il primo posto. Maria è la madre che si identifica con la generosità del nutrire, con la forza dolce di chi sa condurre, con la tenerezza di chi sa intuire. La Vergine Maria ha abitato la casa di Nazareth preoccupandosi di riempirla col suo amore di donna, di abbellirla con ogni generosità, di riordinarla con la saggezza di Dio. È questo che il Signore chiede ad ogni donna, ad ogni sposa, ad ogni madre

E il Male vuole spegnere tutto ciò, distruggere ciò che Dio ha creato, vilipendere ciò che da Dio è stato posto alla sommità dell’universo. La donna è preziosa, rappresenta la parte femminile del Dio Padre-Madre, la sua parte dolce, comprensiva, generatrice, la donna dona fertilità alla terra in tutte le specie, è portatrice di vita. Distruggere la dignità della donna equivale a calpestare l’immagine stessa di Dio.

È questo che in molti Paesi lo spirito del Male spinge a fare, ottenebrando la mente, accendendo i sensi, spegnendo la volontà, come la capacità di discernimento. E il suo gregge lo segue benedicente e applicando contro la donna quella che chiamano la Legge di Dio ed è, invece, la volontà del Male.

Ma L’Arcangelo Michele e le sue schiere, gli angeli della Pace e dell’Illuminazione e tutti quanti gli altri, combattono duramente per stracciare le Ombre che continuamente vi assalgono, combattono per sciogliere la benda che copre gli occhi di molti e mostrare il Male nella sua nudità, senza orpelli che lo nascondano, lo abbelliscano, senza fumo per travisarne la verità.

Comincia il mese di Maggio, il mese di Maria.

Amatela, onoratela, e con lei tutte le donne. È il mese della maternità, il mese della Festa della Mamma e di tutte le donne che mamme non sono, ma che sono madri del’umanità.

Questa è la festa della Donna, della Mamma, dell’Amica, della Sorella, del sostegno e della protezione. Vogliatevi bene fanciulle, ragazze, signore, insegnate alle vostre figlie a volersi bene, ad amarsi e a rispettarsi.

Rispettate voi stesse il compito e la vostra dignità brillerà in voi. Mirate a comportarvi come un duplicato di Maria e avrete la possibilità di salvare il mondo, di salvare gli uomini da se stessi, di sconfiggere il Male e di rivelare le sue astuzie e le sue menzogne. Gli Angeli e gli Arcangeli stanno combattendo per voi, donne della terra. Dimostratevene degne.

Questo è il dono e l’abbraccio a tutte le donne, a tutte le donne che Dio ha voluto in terra, perché con la loro presenza impreziosissero e benedicessero il mondo.

SONO LA MAMMA DEL CIELO

Sono la Mamma del cielo:

vi ringrazio di esservi qui riunite per amore della preghiera, figlie carissime, questa volta ho da farvi una richiesta importante. Come sapete, la Quaresima è iniziata, a questo proposito vi chiedo di offrire al Padre del cielo tutti i giorni un sacrificio, una mortificazione, un fioretto per questo vostro povero mondo che va in rovina.

Figlie carissime, questo Mio desiderio se sarà da voi accolto amorevolmente, porterà frutti copiosi di bene, voi non avvertite nulla, eppure Io vi assicuro che ogni vostro pensiero buono, ogni vostro gesto di misericordia, ogni sorriso di pietà, hanno un peso grandioso al cospetto del Padre, nulla va sprecato. Figlie, siate concordi nella preghiera, in Quaresima vi chiedo di riunirvi ogni venerdì, non sarà poi un grande sacrificio ma siatene certe, Io vi saprò ricompensare in questo mondo di dolore, di oscurantismo. In questo mondo putrido la vostra luce brillerà e questo sarà un incoraggiamento per tutti coloro che anche a vostra insaputa vi osservano.

Figlie carissime, segno tutti i vostri sforzi e tutte le vostre conquiste nel cammino della perfezione, infatti stasera voglio darvi una grande gioia. Siete tutte arrivate al cospetto del Padre, voglio dire che il Padre ha perdonato i vostri peccati e vi accoglie nella sua Gloria, questo ve lo dico per darvi la forza di andare avanti, ve lo dico perché siate generose. La maggior parte dei vostri fratelli sulla terra non sa e non conosce Dio, non capisce come si può vincere il male con il bene, come si possano conquistare le Anime con l’amore.

Abbracciatevi sempre con gioia.

Ora vi saluto sicura che le mie parole e le mie preghiere non sono cadute nel vuoto ma che voi puntualmente vi adoprerete per fare quello che vi ho chiesto e tutto quello che penserete di fare, attuatelo con gioia perché attirare dei peccatori al Cuore del Mio santissimo Figlio è un’azione grandissima, nobile e non vi può che riempire di gioia.

Vi bacio col bacio santo, vi benedice la Trinità e che i vostri Angeli vi restino costantemente al fianco. Amen

2 - 03- 1990

GLI ERRORI COMMESSI LI CAMBIERÒ IN PERLE

La Madonna dice:

tutti mi chiamano Beata proprio perché il Signore ha guardato alla Mia umiltà, alla Mia piccolezza.

Egli è sempre innamorato e viene attratto sempre più dalla piccolezza per farne grandi cose. L’umiltà è in contraddizione con lo spirito dell’orgoglio e della superbia, guardate figlie quanti passi nel sacro libro: come il pagano e il fariseo al tempio. Abbiate il cuore contrito per gli errori commessi e non nascondeteli, portateli tutti al Signore e a Me, Io prima di porgerli a Lui, li cambierò in perle e voi rinfrancate, andrete avanti figliole cercando di non ricadere più negli stessi errori.

La vita è una scuola, beato lo scolaro che trae profitto da tutti gli errori passati, si migliora e sale di gradino in gradino nella lunga scala che porta alla gloria.

Io dal cielo vigilo figlie mie, i Miei occhi in Dio guardano dappertutto per sostenere il vacillante, per rialzare chi è caduto e poi intercedo notte e giorno, ma vigilate figlie con la preghiera continua perché l’altro vigila alla stessa maniera in senso inverso per rubare anime a Gesù.

Non credetevi mai troppo sicure di voi stesse, questa vostra incertezza attira i nostri cuori su di voi per proteggervi, siate figlie amorevoli e prudenti, semplici come colombe e astute come serpenti.

14- 03 -1990

OGNI DOMENICA È PASQUA

Gesù dice:

La luce non ha bisogno di parole, il fuoco non ha bisogno di parole, il vento non ha bisogno di parole. Io sono tutto questo.

Quelli di Emmaus sentirono che il loro cuore bruciava, Io parlai e i loro occhi si aprirono alla Luce.

Sono risorto e risorgo ogni domenica.

Ogni domenica è Pasqua.

Figli miei, mettersi al Mio seguito significa osservare tutto questo. La Mia Luce vi sta illuminando. Voi ora non appartenete più al mondo, anche se siete nel mondo, voi siete le Mie lucerne, i Miei passeri, i piccoli gigli che Io prediligo. Aspettatevi giorni amari e giorni lieti. Tiratevi su le maniche, cominciate a lavorare seriamente. Io ho infuso nei vostri cuori la giusta luce e la giusta forza. Sto versando l’acqua nella vostra coppa, bevete, saziatevi e datene agli altri.

Tutto il mondo arde di sete, sono Io che sto mettendo nei cuori questa sete. Nessuno potrà più vivere tranquillo senza la Mia acqua.

E’ arrivato il momento, ed è questo, che ognuno beva alla Mia fonte, aprirò le cateratte del cielo e infonderò la Mia acqua in ogni cuore col vostro aiuto e accenderò milioni di lucerne in ogni cuore e in ogni casa dove ci sono peccatori. E’ necessario perché si convertano.

Ci saranno segni e prodigi, dovranno per forza volgersi a Me. Prima Mi malediranno e poi Mi benediranno. Non si può versare vino nuovo in otri vecchi, quindi rinnoverò gli otri, farò nuove tutte le cose vecchie per versarvi il Mio vino, il Mio sangue. Raccoglietemi la gioventù, non mettetevi pigre in casa, cercate, Io ve li farò conoscere, non dite non c’importa, pensiamo a noi, ma vi interesserete di tutti loro.

Io penserò a tutti voi, siate pronti per andare, figli, porterete la Mia acqua e dissetate, dissetate ogni anima. Una Mia ferita si cicatrizzerà e Io ringraziandovi vi amerò di più. Sentirete intorno a voi il Mio vento e il Mio fuoco, il Mio profumo perché dov’è carità, lì sono Io, l’Amore.

La Madonna dice:

figlie mie, Io vi guardo, il mio cuore gioisce quando portate ai fratelli il Mio nome e quello del Mio adorato Gesù.

Industriatevi piccole api, produrrete tanto miele che addolcirà il vostro cuore e i nostri.

Vi osservo trepidanti ogni mattina, vi bacio ogni sera.

Non stancatevi mai figlie mie. Avete intrapreso il sentiero della Luce. Io farò in modo di non lasciare mai le vostre mani, e chiederò sempre al Mio Gesù di mettere tanta forza nei vostri piedi perché Io ho bisogno di mani, di piedi, di voci per salvare il mondo intero.

Andate figliole, la Mamma è con voi e vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e la pace e l’armonia siano sempre con voi.   

19- 04- 1990

LA VOSTRA VITA SIA UN’OFFERTA VIVA

La Madonna dice:

Le vie del Signore sono misteriose, il cammino più sicuro che porta alla sorgente della vita è la sofferenza, l’umiltà e la trasparenza. Non lasciatevi confondere da situazioni complesse che disorientano l’amore e annebbiano la vista. Dio risplende nella semplicità.

La semplicità è dei piccoli, dei poveri, dei mansueti.

Nessuno può venire al Padre se non possiede queste qualità, tutto il resto è opera del maligno che si traveste e si camuffa da angelo di luce.

Non confondetevi figlie e non perdetevi per strade che non sono le Mie.

Siate pure, oneste, rispettose, accomodanti, ed Io sarò con voi. L’angelo del male non può toccare le anime che hanno raggiunto la Mia pace. Lo spirito del male deride queste qualità, queste virtù che adornano i Miei fedeli, tenetelo a mente. Abbassate i vostri occhi e il vostro capo, ma la vostra anima sia innalzata al disopra di voi stesse.

Ora vi chiedo, in nome dell’Amore, di avvicinarvi di più alla preghiera profonda; in ginocchio, con le mani sul cuore, ripetete il Credo e offritevi a Mio Figlio per gli obbrobri dell’umanità.

Il Suo Sangue laverà tutto ciò che è immondo.

Io voglio che voi siate lampade vive, i vostri cuori siano altrettante fiamme che bruciano l’iniquità.

Per questo dovrete offrirmi, oltre alla preghiera profonda, sacrifici, digiuni e inni di lode.

Dovete con la vostra vita glorificare

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. Registrati per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di La fede è un dono prezioso

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori