Scopri milioni di ebook, audiolibri, riviste e altro ancora

Solo $11.99/mese al termine del periodo di prova. Cancella quando vuoi.

Fiori di Bach. Strumenti di guarigione e di evoluzione personale

Fiori di Bach. Strumenti di guarigione e di evoluzione personale

Leggi anteprima

Fiori di Bach. Strumenti di guarigione e di evoluzione personale

Lunghezza:
115 pagine
1 ora
Editore:
Pubblicato:
9 ott 2012
ISBN:
9788867516605
Formato:
Libro

Descrizione

Ti senti triste come se una nuvola nera avesse oscurato la tua luce interiore?

Sei arrabbiato e senti che stai per scoppiare da un momento all'altro?

Hai paura di affrontare quella situazione così difficile e tremi solo al pensiero?

Ti senti agitato e nervoso sempre in preda allo stress?

Sappi che per ognuno di questi stati d'animo e per tante altre emozioni spiacevoli c'è un fiore che ti può aiutare!

I Fiori di Bach minimizzano l'impatto che le emozioni spiacevoli esercitano nella vita di ognuno di noi, massimizzando al tempo stesso emozioni e stati d'animo piacevoli.

Il libro, semplice e di rapida consultazione, ti aiuterà ad individuare rapidamente i rimedi più adatti a favorire equilibrio e benessere. Inoltre, le domande che completano la descrizione di ogni singolo fiore, ti aiuteranno a sviluppare una più approfondita conoscenza di te stesso.
Editore:
Pubblicato:
9 ott 2012
ISBN:
9788867516605
Formato:
Libro

Informazioni sull'autore


Correlato a Fiori di Bach. Strumenti di guarigione e di evoluzione personale

Libri correlati

Anteprima del libro

Fiori di Bach. Strumenti di guarigione e di evoluzione personale - Daniela Grossi

individuale.

PARTE I

Capitolo 1

I fiori di Bach preziosi alleati nel percorso evolutivo

Ci sono momenti nella vita in cui ci si può sentire bloccati, demotivati, impossibilitati nell’andare avanti. Momenti in cui non si riesce a trovare un senso in quello che si sta facendo, dove tutto sembra difficile, come se venissero chiuse tutte le porte.

Nella vita, ognuno di noi ha i suoi alti e bassi, periodi più o meno faticosi e a volte capita di subire anche delle vere e proprie battute d’arresto.

Sono momenti nei quali si perde il contatto con la propria guida, il proprio Se Superiore, che ha come unico compito quello di guidare l’individuo nella piena realizzazione di se e della propria missione di vita.

Il dottor Bach partiva dal presupposto che ogni essere umano ha un compito su questa terra, ognuno di noi viene al mondo con la propria missione di vita, dalla più semplice alla più complessa. Il nostro Se Superiore, o più semplicemente Anima, conosce alla perfezione tale missione e ci guida costantemente verso la sua realizzazione.

Il problema subentra quando noi, incapaci di ascoltare la voce della nostra anima che ci parla attraverso le nostre intuizioni, i nostri desideri, i nostri sogni e le nostre propensioni, imbocchiamo un percorso sbagliato. Ed è proprio in questo caso che il nostro naturale percorso evolutivo si arresta lasciando spazio a disagio, malessere, crisi e malattia.

Lo stato di disagio non è dunque frutto di chissà quale sorte avversa, ma è il segnale che ci indica che la strada che stiamo percorrendo non è la nostra.

Ma per quale motivo dovremmo sbagliare percorso se la nostra anima ci guida ininterrottamente?

è molto semplice, perché nella maggior parte dei casi non siamo capaci di ascoltarla.

La voce dell’anima è spesso soffocata dagli innumerevoli stimoli e dalle continue interferenze provenienti da ciò che ci circonda. Ed è proprio in questi casi, quando la nostra attenzione è completamente rivolta all’esterno, che è facile perdersi.

Ci perdiamo quando ci conformiamo ad un’immagine che non è la nostra, quando ci trasformiamo in ciò che gli altri si aspettano da noi, quando seguiamo consigli che in realtà sentiamo non essere in sintonia con la nostra natura, quando soffochiamo la nostra creatività, quando non esprimiamo le nostre potenzialità, in altre parole quando non seguiamo la nostra vera natura.

I momenti di difficoltà, di crisi, o la malattia, non sono altro che messaggi dell’anima la quale ci sta mettendo in guardia dal percorrere una strada che non è la nostra.

Messaggi che in maniera simbolica ci invitano a cambiare direzione, infatti, come sosteneva Bach: La malattia è solamente e puramente correttiva: non è né vendicativa, né crudele, ma è lo strumento adottato dalla nostra anima per indicarci i nostri difetti, per prevenirci dal commettere errori più grandi, per impedirci dal fare ancora male e per riportarci su quel sentiero di verità e luce da cui non dovremmo mai aver deviato.

Pertanto l’idea non è quella di dichiarare guerra alla malattia sopprimendo il sintomo con il farmaco, bensì quella di porsi in ascolto di se riflettendo sul disagio per comprenderne il significato.

Bach riteneva di fondamentale importanza il fatto che per correggere i nostri difetti fosse necessario sviluppare la virtù opposta, concentrandosi quindi sullo sviluppo di questa piuttosto che lottare contro i nostri guai.

Purtroppo quando si stanno vivendo momenti difficili, di crisi e anche di malattia, risulta difficile mettersi in ascolto di se stessi o riuscire a sviluppare la virtù opposta al difetto.

I rimedi floreali quindi, con le loro vibrazioni armoniche, entrando in risonanza con le nostre disarmonie, permettono ad ognuno di noi di riportare l’attenzione all’interno di se stessi per rimettersi in contatto con la propria guida e sviluppare quella virtù che ci permette di apprendere la lezione e di avanzare nel proprio percorso evolutivo.

Capitolo 2

Edward Bach:

l’uomo in comunicazione continua con il proprio Se Superiore

Ogni volta che utilizzo i rimedi floreali, o semplicemente ne parlo, spontaneamente un pensiero di gratitudine è rivolto al dottor Edward Bach, colui che ci ha permesso di ricevere in dono un sistema di cura così semplice e allo stesso tempo così straordinariamente efficace. Il dottor Bach era un medico famoso, ammirato per il suo impegno e la sua professionalità, ma anche per la sua genialità. Tuttavia la sua grande anima è riuscita a trasfigurare questo involucro, compiendo, come egli stesso avrebbe affermato, la sua missione su questa terra. Non pretendo in questo breve capitolo di descrivere l’intensa vita di un uomo tanto speciale, bensì dare risalto ai momenti fondamentali della sua esistenza, quei momenti che hanno posto le basi ai fondamenti teorici della sua opera.

Nato a Montseley, vicino a Birmingham, il 24 Settembre 1886, si differenziò fin dalla sua infanzia per il suo amore per la natura e per il suo carattere allegro, e si rivelò, a poco a poco, come un essere compassionevole, incapace di rimanere immobile davanti al dolore altrui. Proprio per il suo profondo bisogno di poter aiutare gli altri ad alleviare la sofferenza causata dalla malattia, il suo desiderio più grande era quello di diventare medico.

Con la fantasia del bambino sognatore che era, si immaginava una polvere dorata che usciva dalle sue mani capace di curare tutte le persone malate.

Hai raggiunto la fine di questa anteprima. per continuare a leggere!
Pagina 1 di 1

Recensioni

Cosa pensano gli utenti di Fiori di Bach. Strumenti di guarigione e di evoluzione personale

0
0 valutazioni / 0 Recensioni
Cosa ne pensi?
Valutazione: 0 su 5 stelle

Recensioni dei lettori